Mandriva Linux vede la luce

Il buon vecchio Mandrakelinux cede il posto al nuovo Mandriva Linux, distribuzione che aggiorna la precedente distribuzione desktop e si prepara alle nozze con il Linux di Conectiva

Parigi – Con il lancio della versione aggiornata della propria distribuzione Linux, battezzata Mandriva Limited Edition 2005 (MLE), l’ex Mandrakesoft si lascia alle spalle l'”era Mandrake” per adottare in via definitiva il nuovo nome Mandriva .

Ciò che più ha spinto la società franco-americana a cambiare nome è la causa in corso con Hearst Corporation, una delle società americane che detengono i diritti sul celebre fumetto Mandrake the Magician. La necessità di difendersi dai reclami del grosso editore statunitense si è tuttavia coniugata, per l’ex Mandrakesoft, all’opportunità di adottare un nome che meglio palesi la nuova identità assunta dall’azienda dopo la recente fusione con Conectiva : il nome Mandriva, infatti, altro non è che la sintesi dei vecchi nomi Mandrakesoft e Conectiva.

MLE 2005, che fino all’ultima release candidate era nota come Mandrakelinux 10.2, rappresenta l’ultima distribuzione “old style” di Mandriva: lo scorso marzo la società ha infatti annunciato il lancio per fine d’anno del suo primo sistema operativo che integrerà il codice di Mandrakelinux con quello della distribuzione di Conectiva. L’intenzione di Mandriva è anche quello di portare la frequenza dei rilasci delle major release da semestrale ad annuale: il nome “Limited Edition” contraddistinguerà proprio le release minori, il cui scopo sarà sostanzialmente quello di aggiornare i pacchetti software e correggere bug e vulnerabilità di sicurezza.

L’attuale Limited Edition è difatti un aggiornamento di Mandrakelinux 10.1, di cui migliora aspetti come il rilevamento dell’hardware e la gestione delle chiavette USB. MLE 2005 include il kernel Linux 2.6.11.6, KDE 3.3.2 (con alcune applicazioni tratte dalla nuova versione 3.4, tra cui kpdf), GNOME 2.8.3, Firefox 1.0.2, GCC 3.4.3, GIMP 2.2, Cdrecord 2.01.01a21 (con supporto ai DVD+R dual-layer), OpenOffice.org 1.1.4 e MySQL 4.1.11. Le altre maggiori novità sono elencate in questa pagina .

La nuova distribuzione è al momento disponibile solo per gli iscritti al Mandrakeclub, che la possono scaricare da BitTorrent o dal Web. Gli altri utenti possono preordinarla su DVD al prezzo di 59 euro. Più avanti Mandriva rilascerà una versione pubblica di MLE 2005 che potrà essere scaricata gratuitamente da tutti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • awerellwv scrive:
    2,5 volte lo storage complessivo?
    - PI ha scritto: "Microsoft sostiene che il server di backup dovrà disporre di una capacità di archiviazione almeno due volte e mezzo superiore alla somma dello spazio disco dei client."Sti****i !!!ma se ho 100 client con dischi fissi da 60 GB l'uno ( 6 terabyte) devo avere un server che stocca almeno 15 terabyte di dati !!! ma siamo impazziti???? perche' 15 tearabyte (effettivi) di dati su disco sono proprio economicissimi specie se sata oppure scsi per non parlare dei fc! ma anziche' comprimere i dati li espande o cosa?
    • Ics-pi scrive:
      Re: 2,5 volte lo storage complessivo?
      Esagerato, si applicano dei coefficenti, come per tutte le cose.Ad esempio se a casa tua hai 3 KW di potenza disponibile e accendi tutti gli elettrodomestici contemporaneamente ti salta il magneto termico, perchè non ti fai un 10 KW di potenza allora? Perchè costa il quadruplo, e nella vita reale e' raro arrivare a 2-2,5 KW complessivi di consumo perchè è difficile che ci siano accesi in contemporanea tutti gli elettrodomestici.Tornando ai dischi: e' plausibile per esempio che molti utenti non abbiano piu' di 20 GB di roba da backuppare (il coefficente va calcolato dagli amministratori in base al tipo di lavoro svolto dagli utenti) quindi uno 0,33. Poi non tutti gli utenti useranno tutto lo spazio a loro disposizione quindi mettiamoci uno 0,75 di coefficente anche qui e otteniamo empiricamente un bel 3,7 Tera e facciamo 4 per strafare.Io penso che funzioni cosi', perlomeno.
      • awerellwv scrive:
        Re: 2,5 volte lo storage complessivo?
        - Scritto da: Ics-pi

        Tornando ai dischi: e' plausibile per esempio che
        molti utenti non abbiano piu' di 20 GB di roba da
        backuppare (il coefficente va calcolato dagli
        amministratori in base al tipo di lavoro svolto
        dagli utenti) quindi uno 0,33. Poi non tutti gli
        utenti useranno tutto lo spazio a loro
        disposizione quindi mettiamoci uno 0,75 di
        coefficente anche qui e otteniamo empiricamente
        un bel 3,7 Tera e facciamo 4 per strafare.

        Io penso che funzioni cosi', perlomeno.io lo spero fortemente che l'abbiano teorizzato usando questi-altri coefficienti... perche' se il programma fa copie 1:1 dei dati (OS compreso) si avranno tonnellate di dati inutili e ridondanti
        • Ics-pi scrive:
          Re: 2,5 volte lo storage complessivo?

          perche' se il programma fa copie 1:1 dei dati (OS
          compreso) si avranno tonnellate di dati inutili e
          ridondantiSpero (per loro) vivamente di no...d'altra parte col lavoro che ci hanno fatto dietro ci avranno pensato, no? ;-)
          • Giambo scrive:
            Re: 2,5 volte lo storage complessivo?
            - Scritto da: Ics-pi
            d'altra parte col lavoro che ci hanno fatto dietro ci avranno
            pensato, no? ;-)Ah-ah-ah :D !
  • Anonimo scrive:
    file aperti
    Chissa' se fa anche il backup dei file aperti, come fanno altri software di alto livello..
    • Anonimo scrive:
      Re: file aperti
      - Scritto da: Anonimo
      Chissa' se fa anche il backup dei file aperti,
      come fanno altri software di alto livello..Sarebbe il primo sofware M$ di backup a farlo !!!!Speriamo che questa volta copia giusto :-)
    • Anonimo scrive:
      Backup file aperti su Win2003 si fa.
      E' una funzionalità presente nel sistema operativo Windows 2003 (e XP). Grazie ad una cosa che si chiama Shadow Copy è possibile effettuare il backup dei file aperti (o meglio degli snapshot). NTBackup lo supporta da tempo. E' anche utilizzato da molti agenti di backup (Veritas, TSM, ecc.).Se non sbaglio anche Exchange 2003 SP1 utilizza questa funzionalità.
  • pikappa scrive:
    nastri & C
    Ma sinceramente cosa c'è che non va con i nastri, a quanto ho capito questa soluzione prevede l'uso di un server di backup, in cui devo installare sicuramente uno storage performante e ridondante.....e se mi si rompe/introia quella macchina? che faccio mi sparo? entro a redmond armato di mitraglietta? posso capire che i nastri siano lenti, ma almeno sono affidabili.puo essere una buona soluzione nel breve periodo, ma per dei backup duraturi mi devo per forza appoggiare a dei supporti removibili.
    • Anonimo scrive:
      Re: nastri & C
      - Scritto da: pikappa
      Ma sinceramente cosa c'è che non va con i nastri,
      a quanto ho capito questa soluzione prevede l'uso
      di un server di backup, in cui devo installare
      sicuramente uno storage performante e
      ridondante.....e se mi si rompe/introia quella
      macchina? che faccio mi sparo? entro a redmond
      armato di mitraglietta? posso capire che i nastri
      siano lenti, ma almeno sono affidabili.
      puo essere una buona soluzione nel breve periodo,
      ma per dei backup duraturi mi devo per forza
      appoggiare a dei supporti removibili.Senza contare l'utente che:U: ":-| ODDIO! ho cancellato $FILE_IMPORTANTISSIMO di $PROCEDURA_FONDAMENTALE! Ce l'hai il backup di IERI?"Sys: "8-) No, adesso usiamo $PRODOTTO_FIGO di $DRAGASACOCCE che tiene tutto aggiornato a qualche minuto fa. I nastri li abbiamo gettati perchè :-$ $COMMERCIALE di $DRAGASACOCCE ci ha informati che il loro sistema va meglio, è meglio integrato, e ti salva da tutti i guasti (perdi solo gli ultimi pochi minuti). Quindi, siccome hai cliccato su OK alla domanda "Eliminare?", secondo $DRAGASACOCCE TU sei uno stupido :-s a cui NON è permesso sbagliare e loro $GENI :-@ che non sbagliano mai (anche se rilasciano sistemi che, molto spesso, fanno concorrenza a $FORMAGGIO_SVIZZERO)."EVVAI col PROGRESSO! :'-( :'-( :'-( :'-( :'-(Saluti.................Enrico (linux) (c64)
    • Anonimo scrive:
      Re: nastri & C
      Tanto per chiarire: non è un sostituto di NTBackup (o di TAR). DPM sotto richiede un SQL Server (già embeddato).Scenario tipico: diversi server (Windows) in azienda (es.: database, file share, posta, groupware, applicazioni) . Come backuppare tutta 'sta roba? Usare una unità a nastro per ogni server non mi pare il caso per costo e difficoltà di gestione.Backuppare via rete richiede un mucchio di tempo (e la finestra temporale disponibie è ridotta perchè i sistemi devono essere il più possibile sempre in linea).Invece si crea un server di backup con tanto disco (i dischi SATA costano poco anche ridondati). Durante una finestra temporale breve backuppo tutto velocemente su disco. Poi con calma consolido le copie su un supporto rimovibile (DVD, tape). L'ideale è avere una libreria. Ci sono prodotti anche molto costosi che fanno questo. Quello MS non mi pare caro (poi bisogna vedere cosa fa in dettaglio).
      • Anonimo scrive:
        Re: nastri & C
        Ci sono comunque delle alternative free, ad es.: http://www.amanda.org/Andrea
        • Anonimo scrive:
          Re: nastri & C
          infatti non vedo cosa abbia che non vada bene amanda per piccole/medie aziende, perche' uno dovrebbe migrare a windows? Ah gia', secondo ienkì grùp e' piu' economico :D
          • Anonimo scrive:
            Re: nastri & C
            - Scritto da: Anonimo
            infatti non vedo cosa abbia che non vada bene
            amanda per piccole/medie aziende, perche' uno
            dovrebbe migrare a windows? Ah gia', secondo
            ienkì grùp e' piu' economico :D(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: nastri & C
            - Scritto da: Anonimo
            infatti non vedo cosa abbia che non vada bene
            amanda per piccole/medie aziende, perche' uno
            dovrebbe migrare a windows? Ah gia', secondo
            ienkì grùp e' piu' economico :Dno! secondo 'ienkì grùp' è più economico mantenere un os ms piuttosto che migrare.Cosa completamente diversa da quello che hai capito tu!una migrazione ha dei costi (sempre) ed in genere va ponderata con estrema criticità; poco influisce sul costo complessivo della migrazione il costo della singola licenza os.Ma veramente credi che 90 euro per un os costino più dei tempi di una migrazione e della relativa formazione del personale.Se hai amanda credo che vada benissimo...migrare da amanda a ms comporta costi ed almeno che la soluzione ms non offra di meglio e sconsigliabile.ma per favore smettila di fare il saputello e di demonizare ms e chiunque abbia da dire qualchecosa di positivo su tale azienda, tanto se ms fallisce tu non metti in tasca un cent (o si?)
          • Anonimo scrive:
            Re: nastri & C
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            infatti non vedo cosa abbia che non vada bene

            amanda per piccole/medie aziende, perche' uno

            dovrebbe migrare a windows? Ah gia', secondo

            ienkì grùp e' piu' economico :D

            no! secondo 'ienkì grùp' è più economico
            mantenere un os ms piuttosto che migrare.
            Cosa completamente diversa da quello che hai
            capito tu!
            una migrazione ha dei costi (sempre) ed in genere
            va ponderata con estrema criticità; poco
            influisce sul costo complessivo della migrazione
            il costo della singola licenza os.
            Ma veramente credi che 90 euro per un os costino
            più dei tempi di una migrazione e della relativa
            formazione del personale.dipende, 90 euro OGGI, domani quanto costerà la nuova versione ? se il prezzo di win non sale è perchè esiste l'OS, quando l'OS non esisterà più inevitabilmente i prezzi saliranno alle stelle, allora scoprirai che sarebbe sato conveniente fare una migrazione prima piuttosto che accettare contratti capestro ora...
            Se hai amanda credo che vada benissimo...migrare
            da amanda a ms comporta costi ed almeno che la
            soluzione ms non offra di meglio e
            sconsigliabile.
            ma per favore smettila di fare il saputello e di
            demonizare ms e chiunque abbia da dire
            qualchecosa di positivo su tale azienda, tanto se
            ms fallisce tu non metti in tasca un cent (o si?)non pui scindere il giudizio dei prodotti M$ dalle politiche a dir poco vessatorie nei confronti degli utenti... non quando una multinazionale ha il 95% del mercato.
          • Anonimo scrive:
            Re: nastri & C

            non pui scindere il giudizio dei prodotti M$
            dalle politiche a dir poco vessatorie nei
            confronti degli utenti... non quando una
            multinazionale ha il 95% del mercato.
            E quindi ritieni che linux sia bloccato all'1%.
          • Anonimo scrive:
            Re: nastri & C
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            infatti non vedo cosa abbia che non vada bene


            amanda per piccole/medie aziende, perche' uno


            dovrebbe migrare a windows? Ah gia', secondo


            ienkì grùp e' piu' economico :D



            no! secondo 'ienkì grùp' è più economico

            mantenere un os ms piuttosto che migrare.

            Cosa completamente diversa da quello che hai

            capito tu!

            una migrazione ha dei costi (sempre) ed in
            genere

            va ponderata con estrema criticità; poco

            influisce sul costo complessivo della migrazione

            il costo della singola licenza os.

            Ma veramente credi che 90 euro per un os costino

            più dei tempi di una migrazione e della relativa

            formazione del personale.

            dipende, 90 euro OGGI, domani quanto costerà la
            nuova versione ?circa lo stesso.cmq non domani, gli os nuovi escono ogni 3/4 anni e non sei neanche obbligato ad upgradare l'os, ne in senso assoluto ne relativo (gli os 'vecchi' vengono supportati ancora per diversi anni)così 90 euro ogni 4/5 anni sono una cifra ridicola considerando che parte sono scaricabili dalle tasse (a differenza della ri-formazione del personale) se il prezzo di win non sale è
            perchè esiste l'OS, quando l'OS non esisterà più
            inevitabilmente i prezzi saliranno alle stelle,teoria interessante ma campata in aria e senza uno straccio di ragionamento alle spalle!il prezzo di win è pressocchè invariato (tranne ritocchi come tutti i prodotti esistenti dalla frutta alle automobili) da win95..periodo in cui l'OS era ben lontano da impensierire sia win95 che os2warpcmq il fatto che la concorrenza faccia diminuire i prezzi dei prodotti e un fatto!ma non c'entra una cippa con il discorso del prezzo della migrazione
            allora scoprirai che sarebbe sato conveniente
            fare una migrazione prima piuttosto che accettare
            contratti capestro ora...OS mi pare tutto tranne che in via di estinzione...se i prezzi dei prodotti ms saliranno alle stelle le società ripescheranno vecchi kernel li ammoderneranno e li sfrutteranno!


            Se hai amanda credo che vada benissimo...migrare

            da amanda a ms comporta costi ed almeno che la

            soluzione ms non offra di meglio e

            sconsigliabile.

            ma per favore smettila di fare il saputello e di

            demonizare ms e chiunque abbia da dire

            qualchecosa di positivo su tale azienda, tanto
            se

            ms fallisce tu non metti in tasca un cent (o
            si?)

            non pui scindere il giudizio dei prodotti M$
            dalle politiche a dir poco vessatorie nei
            confronti degli utenti... non quando una
            multinazionale ha il 95% del mercato.non puoi mescolare demagogia ed informatica!nel mondo reale un prodotto viene scelto in base alle esigenze ed ai costi non in base alle quote di mercato che detiene.
          • Anonimo scrive:
            Re: nastri & C
            Guarda, ti faccio un esempio.Il mese scorso ho dovuto mettere a posto un ufficio di una nota azienda d'assicurazioni. In pratica, prima avevano un programmillo dos che girava SOLO su 98/me (in 2000 e xp puoi perderci 2 giorni a cercare di farlo andare a calci ma non ce la fai) , ma il suo sporco lavoro ocmunque lo faceva. Ora, agli alti livelli hanno deciso di fare un nuovo sistema di gestione pratiche, che pero', funzioa SOLO su sistemi 2000/XP.Certo, questo comporta che tutti gli uffici, di tasca loro, devono rinnovare le licenze, ma questo e' un dettaglio, e' stato piu' economico rimanere con windows che migrare a linux tempo fa, guai a fare una applicazione del genere per linux.d'altra parte quando hai il monopolio puoi decidere di punto in bianco di non supportare piu' un O/S che un cliente ha pagato profumatamente anni fa e che gli andrebbe benissimo anche oggi, cosi' lo costringi a migrare su una piattaforma nuova con feature di cui il cliente non si fara' mai nulla, ma in compenso gli dai la barra d'avvio colorata e le icone piu' belle. Wow.Personalmente mi auguro di non incontrare mai gli incompetenti di tale ricerca, e' fondata sul nulla secondo me, ma purtroppo a parte i 3 anni di statistica che ho fatto tempo addietro alle superiori, non so nulla di come si fanno ricerche. Fatto sta che la loro mi sembra una gran c4g4t4.
          • Anonimo scrive:
            Re: nastri & C
            - Scritto da: Anonimo
            Guarda, ti faccio un esempio.

            Il mese scorso ho dovuto mettere a posto un
            ufficio di una nota azienda d'assicurazioni. In
            pratica, prima avevano un programmillo dos che
            girava SOLO su 98/me (in 2000 e xp puoi perderci
            2 giorni a cercare di farlo andare a calci ma non
            ce la fai) , ma il suo sporco lavoro ocmunque lo
            faceva. Ora, agli alti livelli hanno deciso di
            fare un nuovo sistema di gestione pratiche, che
            pero', funzioa SOLO su sistemi 2000/XP.potevano farlo che funzionava anche in 98/me non trovi?era impossibile? allora avevano sbagliato loro dall'inizio a non scegliere prodotti stile NT che offre tecnologie simili a 2000/xp e che quindi avrebbe supportato il prodotto...cmq 98 è del 1998 ora siamo nel 2005 un upgrade ogni sette anni a 90 euro mi pare davvero un costo irrisorioCerto,
            questo comporta che tutti gli uffici, di tasca
            loro, devono rinnovare le licenze, ma questo e'
            un dettaglio, e' stato piu' economico rimanere
            con windows che migrare a linux tempo fa, guai a
            fare una applicazione del genere per linux.una licenza = 90 eurosolo un tecnico che ti riconfigura la rete per linux costa 10 volte tanto, aggiungi il tempo che il personale è 'fermo' a famigliarizzare con il nuovo o.s, il tempo che il personale impara i nuovi applicativi e il tempo è denaro (gli impiegati vanno pagati e intanto non producono) questa è una legge di mercato non della ms.se poi tutti questi costi sono inferiori a quelli da sostenere per i programmi closed le nuove licenze etc allora la migrazione a senso; ma in molti casi il costo di una licenza e inferiore a quello di un impegato pagato per imparare ad usare un nuovo os o del tecnico che ti installa il tutto

            d'altra parte quando hai il monopolio puoi
            decidere di punto in bianco di non supportare
            piu' un O/S che un cliente ha pagato
            profumatamente anni fa e che gli andrebbe
            benissimo anche oggi,si se vuoi perdere soldi, siccome poi la ms è una società e non una setta religiosa non ha mai smesso di supportare i suoi prodotti (ovvio win95 si ma sono passati ben 10 anni) a differenza ad esempio di kilix cosi' lo costringi a
            migrare su una piattaforma nuova con feature di
            cui il cliente non si fara' mai nulla,ms non ha mai smesso di supportare os utilizzabili!98 è ancora supportato! ma in
            compenso gli dai la barra d'avvio colorata e le
            icone piu' belle. Wow.be se credi che da win98 a xp o win2000 cambino solo le barette colorate allora parli per dar fiato alla bocca...

            Personalmente mi auguro di non incontrare mai gli
            incompetenti di tale ricerca,te lo auguro anche io, sopriresti che è gente ben più compotente di te! e' fondata sul
            nulla secondo me,secondo te..fondata su regole statistiche ed equazioni matematiche......poi le indagini statistiche si possono anche pilotare ma questo è un'altro discorso ma purtroppo a parte i 3 anni
            di statistica che ho fatto tempo addietro alle
            superiori, non so nulla di come si fanno
            ricerche. Fatto sta che la loro mi sembra una
            gran c4g4t4.e su quali basi?non afferma quello che ti piacerebbe sentirti dire?un po poco!
          • Anonimo scrive:
            Re: nastri & C
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Guarda, ti faccio un esempio.

            Il mese scorso ho dovuto mettere a posto un

            ufficio di una nota azienda d'assicurazioni. In

            pratica, prima avevano un programmillo dos che

            girava SOLO su 98/me (in 2000 e xp puoi perderci

            2 giorni a cercare di farlo andare a calci ma non

            ce la fai) , ma il suo sporco lavoro ocmunque lo

            faceva. Ora, agli alti livelli hanno deciso di

            fare un nuovo sistema di gestione pratiche, che

            pero', funzioa SOLO su sistemi 2000/XP.
            potevano farlo che funzionava anche in 98/me non
            trovi?
            era impossibile? allora avevano sbagliato loro
            dall'inizio a non scegliere prodotti stile NT che
            offre tecnologie simili a 2000/xp e che quindi
            avrebbe supportato il prodotto...
            cmq 98 è del 1998 ora siamo nel 2005 un upgrade
            ogni sette anni a 90 euro mi pare davvero un
            costo irrisorioIo ho un tornio da 250 milioni (lire) gestito perfettamente in DOS; non vi dico l'inferno per trovare un DOS originale nel 2000; se mi arriva qui Bill a dirimi che devo cambiare SO perche' quello che uso e' vecchio gli faccio vedere come funziona bene dandogli una tornitina alle P...
  • Anonimo scrive:
    Re: tar
    Da win2k in poi negli script puoi usare tutti i comandi javascript e vb script.io personalmente gli faccio fare la ricerca dei file nuovi ed aggiornati, la compressione e lo spostamento verso un server centralizzato, il tutto ovviamente senza spendere una lira di sw aggiuntivo...Ognuno si arrangia come può e come sa... certo i vecchi bat file non consentono granchè, ma con un bat file puoi lanciare un file js e se vuoi fargli un'interfaccia grafica fai un documento in html (non so a cosa possa servire in un processo di backup automatizzato...)Bacula lo trovo decisamente arzigogolato nei vari file di configurazione. Non solo, cercando in rete molti si sono lamentati dei tempi elevatissimi necessari per un eventuale restore.Amanda sinceramente non ho ancora avuto tempo di provarlo di persona ma mi risulta non abbia un client nativo per windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: tar
      Non serve neanche il .bat per lanciare .js. Secondo me comunque è inutile discutere con questa gente: non vogliono nemmeno informarsi sulle cose.
      • Torog scrive:
        Re: tar
        - Scritto da: Anonimo
        Non serve neanche il .bat per lanciare .js.
        Secondo me comunque è inutile discutere con
        questa gente: non vogliono nemmeno informarsi
        sulle cose.Se l'ho chiesto è appunto per informarmi... 'apprezzo' comunque la spocchia della tua non risposta...
        • Anonimo scrive:
          Re: tar

          Se l'ho chiesto è appunto per informarmi...
          'apprezzo' comunque la spocchia della tua non
          risposta...Qua la spocchia mi sembra che sia soprattutto di altri. In realtà sono stufo di leggere "strali" di ignoranti (nel senso che non conoscono) in mala fede. Che si informino prima di parlare a vanvera.Ovviamente non mi riferisco a te ma a un bel gruppo di persone che gira da queste parti.
          • Anonimo scrive:
            Re: tar
            quando di una questione tecnica ne vien fatta una religione allora è inevitabile.Vivi e lascia vivere, non farti ferire dalla libertà d'espressione degli altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: tar
            Il problema è proprio questo: religione. Una questione tecnica non dovrebbe esserlo per definizione. Se proprio lo si vuole fare almeno si cerchi una visione più ecumenica.
    • Anonimo scrive:
      Re: tar
      - Scritto da: Anonimo
      io personalmente gli faccio fare la ricerca dei
      file nuovi ed aggiornati, la compressione e lo
      spostamento verso un server centralizzato, il
      tutto ovviamente senza spendere una lira di sw
      aggiuntivo...Come hai fatto a risolvere il problema dei files in lettura ? Un grosso problema di windows e' che il piu' delle volte blocca completamente i file dalla lettura se un'applicazione ne fa uso; quindi il backup risulta un po' incompleto. Ti sei posto il problema ? Come l'hai risolto ? Grazie.
      • Anonimo scrive:
        Re: tar

        Come hai fatto a risolvere il problema dei files
        in lettura ? Un grosso problema di windows e' che
        il piu' delle volte blocca completamente i file
        dalla lettura se un'applicazione ne fa uso;
        quindi il backup risulta un po' incompleto. Ti
        sei posto il problema ? Come l'hai risolto ?
        Grazie.Il problema è certamente risolto dalle Shadow Copies di Windows 2003, attive per default: fanno una copia "al volo" di quello che debbono backuppare, e backuppano la copia, lasciando all'utente la possibilità di continuare a lavorare sul file.La cosa che mi interessava maggiormente dell'articolo su DPM è il backup incrementale 'continuo'. Qualcuno sa se è possibile fare altrettanto con Bacula ( o magari con qualcos'altro ) su Linux?
    • Anonimo scrive:
      Re: tar

      Bacula lo trovo decisamente arzigogolato nei vari
      file di configurazione.non direi,sono praticamente solo 3 (director,storage daemon e file daemon) e ben commentati,
      Non solo, cercando in
      rete molti si sono lamentati dei tempi
      elevatissimi necessari per un eventuale restore.no.Decisamente no,i tempi di restore sono legati alla ricerca dei file nel database (e questo dopende da che db usi ... mysql,postgres o sqlite ma giusto il tempo di una query ... dipende dal numero di files) e il resto a sbobinare il nastro su cui sta il backup ... per se usi ad esempio un disco fisso anziche' un nastro i tempi sono minimi te ne accorgi ....se i tape sono lenti non e' colpa sua ....Direi che e' la soluzione opensource migliore in circolazione,anche tra le commerciali non ne vedo molte all'altezza soprattutto in quanto a verstibilita'
      Amanda sinceramente non ho ancora avuto tempo di
      provarlo di persona ma mi risulta non abbia un
      client nativo per windows.amanda e' un cesso.Prova a fare un backup di 21 giga su un nastro da 20 giga .... non e' che ti chiede un altro nastro appena riempito il primo (come fa il buon bacula che ti avverte via mail dicendoti anch eil nome del nastro da mettere) semplicemente fallisce ....roba vecchia e superata ormai.
  • Anonimo scrive:
    Ma il nome...
    ... è DPM, DSP o DMP???
  • Ottav(i)o Nano scrive:
    Beta da 680mega!
    'Na cosetta leggera leggera...Praticamente l'equivalente di una distribuzione Linux.Speriamo che sia meglio di NTBackup (faceva dei backup meravigliosi, ma non sapevi mai se il restore sarebbe riuscito :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Beta da 680mega!
      Veramente leggera. Io che uso Veritas Backup Exec quando ci sono gli aggiornamenti di versione e mi scarico l'exe del programma completo dei vari agent è circa 120 MB.
    • Anonimo scrive:
      Re: Beta da 680mega!
      Beh, che vuoi? I bitmap a 32bit pesano...
    • Anonimo scrive:
      680 MB???
      E la peppa! Praticamente la dimensione del programma di backup è più grosso del backup effettivo che andrei a fare!E se funziona bene come NTBackup va a finire che devo fare un backup del programma di backup.Mi sa che continueremo a usare Veritas BE e ArcServe ancora per un bel po'...E non ultimo... Realizzeranno gli agent per i vari S.O.?Se la risposta è no, mi sa che questa soluzione (soluzione?) rimarrà relegata alle piccole (ma proprio piccole) aziende che si limitano ad avere un paio di server, naturalmente Micro$oft Based.
      • Anonimo scrive:
        Re: 680 MB???
        Forse non vi rendete conto di cosa fa e come è fatto. Direi che, piattaforma Windows a parte, è un concorrente di piattaforme di backup e di archiviazione stile TSM.Servirà alle medie e grosse aziende, secondo me.
      • Anonimo scrive:
        Re: 680 MB???

        Mi sa che continueremo a usare Veritas BE eTi è mai venuto in mete vero di fare about nella finestrella di ntbackup?
  • neoviruz scrive:
    tar
    costo 0 :)-- http://www.neodigital2k.com
    • EffeElle scrive:
      Re: tar
      Tar?? Troppo scontato, è per smanettoni linuxiani a linea di comando. Nel 2005 gli utonti M$ vogliono solo le interfacce clicca e prega.==================================Modificato dall'autore il 15/04/2005 8.50.37
    • Mechano scrive:
      Re: tar
      - Scritto da: neoviruz
      costo 0 Oddio tar da solo non e' che sia sufficiente, ma ti appoggio il fatto che un qualsiasi sistema Unix/Linux ti metta a disposizione di serie tutti gli strumenti necessari per fare esattamente le stesse cose che Micro$oft vuole propinarti a $1000.tar: archiviatoregzip: compressorefind: ricercagrep: espressioni regolarils: lista file e directorycron: esecuzione pianificatacat: concatenatore/visualizzatore di filea fare da collante tra tutte queste utility ci vuole la shell, dove puoi scriverti tutti gli script che desideri.Dove puoi listarti solo le directory che contengono file aggiornati di recente, escludendo quelli di un certo tipo ecc.Capira che il sistema Unix/Linux e' mooolto piu' flessibile di qualsiasi programma di backup perche' praticamente ti scrivi da solo tutte regole per le tue necessita' di backup.Oppure guardi su internet nei vari siti e ne trovi tantissime.Oppure ancora ti procuri dei programmi anche con inbterfaccia grafica (spesso sono in per, pyton o addirittura tcl/tk) che non fanno altro che fare anche loro da collante per le utility di cui sopra come la shell, ma dando un'interfaccia grafica.Oppure ancora in TCL/TK (un linguaggio abbastanza gnucco ma utile per cose poco complesse) te lo scrivi da te per le tue necessita'.Il problema e' sempre quello...Vuoi risparmiare tempo e lasciar fare ad un programma?Ti rivolgi a software di backup come questo Micro$oft per la modica cifra di $1000; c'e' ne stanno anche per Unix/Linux e anche di piu' cari.Vuoi studiare, imparare per bene ad essere un bravo amministratore? Con Unix/Linux hai gia' tutto il necssario nel sistema operativo, bisogna solo mettere insieme il tutto con qualche script.Con la prima soluzione hai guadagnato tempo, ma resti ignorante e col portafogli alleggerito di $1000.Con la seconda non spendi un soldo, impieghi piu' tempo, ma il tempo e' usato in maniera proficua migliorando conoscenze e abilita' riusabili.Se sei un bravo amministratore Unix/Linux, con la seconda soluzione non avrai perso ne' tempo ne' denaro.Su Winzozz sia che tu cia un bravo che uno scadente amministratore, c'e' poco da fare ti devi procurare un software di backup perche' quelli freeware o shareware sono spesso insufficienti, quello di serie nel sistema operativo e' una presa in giro della tua intelligenza ed e' fatto apposta per obbligarti a comprarne uno piu' sofisticato.Anche ad averne le capacita' Winzozz non ti da i mattoncini per costruirti da te le tue politiche di backup.La soluzione spesso sta anche con Samba, dove il backup lo si fa fare al server Linux che accede alle cartelle condivise degli utenti o dei server Winzozz in rete e fa lui il backup. Funziona bene e non costa nulla.__Mr. Mechano
      • EffeElle scrive:
        Re: tar

        La soluzione spesso sta anche con Samba, dove il
        backup lo si fa fare al server Linux che accede
        alle cartelle condivise degli utenti o dei server
        Winzozz in rete e fa lui il backup. Funziona bene
        e non costa nulla.Tipo questi:http://www.amanda.org/http://www.bacula.org/con documentazione completa a supporto. (linux)
        • Mechano scrive:
          Re: tar
          - Scritto da: EffeElle
          http://www.amanda.org/

          http://www.bacula.org/

          con documentazione completa a supporto. (linux)Si. Bacula lo preferisco.Tempo fa ho lavorato per un'azienda del gruppo Engineering e il backup veniva fatto su ogni server ognuno col suo DAT.Finalmente arrivo' una nuova macchina Sun dual-SPARC che aveva un nuovo nastro ad alta capacita' con interfaccia LVD.Abbiamo installato Samba, abbiamo condiviso alcune risorse dagli altri server, e abbiamo fatto un unico backup (compreso di operazione di averifica automatica) su quell'unico nastro.I nastri di quell'unita' erano molto piu' cari, ma tenendo conto che risparmiavi i soldi dei nastri di altri 6 server di sviluppo...Ed il tutto in barba a qualsiasi programma di backup da $1000 dollari targato Micro$uck. Perche' molti degli altri server di sviluppo erano Winzozz 2000 Server.__Mr. Mechano
      • JP scrive:
        Re: tar
        - Scritto da: Mechano

        - Scritto da: neoviruz

        costo 0

        Oddio tar da solo non e' che sia sufficiente, ma
        ti appoggio il fatto che un qualsiasi sistema
        Unix/Linux ti metta a disposizione di serie tutti
        gli strumenti necessari per fare esattamente le
        stesse cose che Micro$oft vuole propinarti a
        $1000.Ma per favore...Perchè con windows non puoi usare gli script?Oddio mio....
        • Torog scrive:
          Re: tar
          - Scritto da: JP
          - Scritto da: Mechano



          - Scritto da: neoviruz


          costo 0



          Oddio tar da solo non e' che sia sufficiente, ma

          ti appoggio il fatto che un qualsiasi sistema

          Unix/Linux ti metta a disposizione di serie
          tutti

          gli strumenti necessari per fare esattamente le

          stesse cose che Micro$oft vuole propinarti a

          $1000.

          Ma per favore...
          Perchè con windows non puoi usare gli script?
          Oddio mio....Come ? Con quale programma ? A che costo ? Cosa puoi farci ? Non intenderai forse con la shell simil-dos fornita di serie...
        • Mechano scrive:
          Re: tar
          - Scritto da: JP
          Ma per favore...
          Perchè con windows non puoi usare gli script?
          Oddio mio....Per cortesia, lo scripting di Winzozz e' un'insulto all'intelligenza di un sysadmin.Niente tool per espressioni regolari, a malapena qualche ciclo e giusto l'esecuzione condizionale.Non puoi fare la ricerca di file in tutto il file system che corrispondano a condizioni come l'ultimo accesso e la dimensione superiore a, o compresa tra... E tante altre cose.Ma soprattutto l'impossibilita' a costruire un'interfaccia grafica di controllo anche semplice come quelle che puoi fare con 20 righe di TCL/TK.Non se se con W2k3 Server lo abbiano potenziato... Ma visto l'andazzo a far comprare software aggiuntivo ne dubito.__Mr. Mechano
          • francescor82 scrive:
            Re: tar

            Sinceramente mi trovo molto bene... posso usare
            un linguaggio molto simile al C e finora sono
            riuscito a fare tutto quello che mi serviva. Per
            dire, ho fatto anche uno spooler per le stampe
            dei PDF.Scusa la domanda, chiedo perchè non so.Stai parlando di Dot Net o del simil-DOS messo a disposizione con il prompt? Mi viene il dubbio dal fatto che stai parlando di FileSystemObject, C e COM.
          • flyonthenet scrive:
            Re: tar

            Stai parlando di Dot Net o del simil-DOS messo a
            disposizione con il prompt? Nessuno dei due.Parlo del linguaggio di scripting di Windowshttp://msdn.microsoft.com/library/default.asp?url=/library/en-us/dnanchor/html/scriptinga.asp
          • flyonthenet scrive:
            Re: tar
            Io non contesto il fatto che Unix abbia una shell migliore o peggiore - o che sia meglio usare un certo linguaggio rispetto ad un'altro. Nel tuo post hai detto che lo scripting sotto Windows fa pietà in quanto è limitato.Questo non è vero. Punto.
            E' troppo limitato e limitante il DOS e il suo
            linguaggio di scripting.Stai confondendo il linguaggio di scripting del DOS, i file con estensione BAT per intenderci, da quello di Windows, che hanno estensione VBS (VBScript) o JS (JScript) - se noti anche molti virus sono scritti con questi linguaggi. :-)
  • Anonimo scrive:
    Ecco, così va bene. Bravo DRAGA!
    Dedicati ai "provini" e non tritare + le palle a quelli che lavorano seriamente e che ne hanno le palle piene di ingrassare maialotti come te, poi se metti in giro un nuovo giochetto degli scacchi te lo appoggio.
Chiudi i commenti