Mangi Linux? Allora Microsoft ti assume

Il big di Redmond rivela il suo interesse verso le giovani menti che popolano la comunità di sviluppatori open source iniziando una campagna di reclutamento rivolta agli sviluppatori Linux. Farà proseliti?


Sydney (Australia) – Sembra che la comunità di sviluppatori open source rappresenti ormai un’interessante bacino di “menti fresche” anche per Microsoft. Stando a quanto riportato da I.T. Fairfax, infatti, il big di Redmond starebbe contattando, attraverso un proprio agente, gli esponenti di vari gruppi di utenti Linux in Australia.

Sembra che Microsoft cerchi in particolare sviluppatori interessati a far parte del gruppo di lavoro che si occupa del cuore del networking di Windows: fra i requisiti richiesti la laurea in informatica o equivalente ed una grande abilità nello scrivere codice in C/C++.

“Io so che gli amanti di Linux/Unix talvolta non nutrono molta simpatia per Microsoft”, ha affermato Holly Lindsey, responsabile del reclutamento del personale per conto di Microsoft, “tuttavia, stiamo cercando i più meritevoli e brillanti che possano far parte del nostro team per produrre la prossima generazione di Windows”.

Qualcuno si è chiesto se quello di Microsoft non sia un tentativo di sottrarre alla comunità open source alcuni dei suoi personaggi più di spicco, ma il Linux Users di Victoria ha congedato l’ipotesi con una battuta: “Siamo felici di vedere che Microsoft ha finalmente riconosciuto la qualità superiore di Linux e della comunità di programmatori Linux”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti