Maradona, in rete contro la Cina videoludica

L'asso argentino riceverà un risarcimento da 3 milioni di yuan per lo sfruttamento non autorizzato della sua immagine in un videogame apparso sul portale asiatico Sina
L'asso argentino riceverà un risarcimento da 3 milioni di yuan per lo sfruttamento non autorizzato della sua immagine in un videogame apparso sul portale asiatico Sina

Massima divinità del calcio contemporaneo, Diego Armando Maradona ha ottenuto un risarcimento da 3 milioni di yuan (circa 365mila euro) per lo sfruttamento non autorizzato della sua immagine in un videogame sportivo a disposizione di tutti gli utenti del noto portale cinese Sina.

L’asso argentino si era scagliato contro i responsabili della web company The9 Limited , accusati di aver sfruttato indebitamente la sua leggendaria immagine per fini commerciali e senza alcuna autorizzazione . L’ex-attaccante del Napoli aveva chiesto al giudice un maxi-risarcimento da 20 milioni di yuan (circa 2 milioni di euro).

Alla base della forte riduzione nella sanzione pecuniaria, la limitata visibilità commerciale del gioco Hot-Blooded Soccer , oltre che l’effettivo periodo di tempo in cui l’immagine di Maradona è stata sfruttata senza autorizzazione.

Un giudice cinese ha obbligato The9 Limited a pubblicare un comunicato di scuse, mentre il videogame sembra già sparito dal portale Sina. ( M.V. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 06 2013
Link copiato negli appunti