Maroni: censurare Internet per contrastare il terrorismo

La Rete aiuta anche gli affiliati di Al-Qaida. Per il Ministro è quindi un qualcosa da sorvegliare attentamente. E da censurare ove sia ritenuto necessario

Roma – Il terrorismo passa anche e sopratutto da Internet. Censurare i siti che raccolgono contenuti di ispirazione terrorista deve essere facoltà dei governi. Il ministro dell’Interno Roberto Maroni, a margine della Conferenza dei ministri dell’Interno dei Paesi del Mediterraneo occidentale (CIMO) tenutasi a Venezia, ha ribadito la necessità di esercitare un controllo maggiore sulla Rete .

Di concerto con i colleghi di altri 9 paesi dell’area mediterranea, Maroni intende fare della CIMO una struttura permanente, con una sede e un segretario propri sotto l’egida della Commissione Europea: ad essa spetterà il compito di organizzare la lotta contro il terrorismo che corre sulla rete delle reti.

La proposta del ministro Maroni si fonda su un’idea di base che vede Internet come uno strumento fondamentale per l’attuazione di piani terroristici su scala internazionale: “Nessun allarme – ha dichiarato il titolare dell’Interno – ma è giusto non sottovalutare o banalizzare fatti che non derivano dall’azione individuale di qualcuno. La preoccupazione si basa su fatti avvenuti di recente, come l’arresto di pakistani a Brescia accusati della strage di Mumbai”.

“Si tratta di una decisione importante che – ha sottolineato il Ministro – ci impegna a collaborare per oscurare i siti attraverso lo scambio di informazioni tra i 10 Paesi, impedendo la diffusione dell’ideologia terrorista, il reclutamento e la raccolta dei finanziamenti”.

Maroni, che già in passato aveva sollevato questioni inerenti alla Rete come veicolo di comunicazione per i terroristi , sembra riprendere un messaggio lanciato dal presidente Silvio Berlusconi esattamente un anno fa: promuovere la creazione di regole più chiare per il Web , e affidare la tutela delle stesse all’occhio vigile del G8.

In quell’occasione le parole del premier rimasero tali, ma a differenza di altre iniziative come ad esempio quella presa contro Skype, quest’ultima trovata pare stia invece prendendo corpo. Non c’è, tuttavia, ancora nulla di palpabile all’interno di CIMO: vanno stabiliti degli obiettivi reali e le modalità per conseguirli dovranno basarsi su una consapevolezza effettiva di ciò che è Internet . Per ora Maroni sta spingendo affinché Venezia ne ospiti la sede ufficiale.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nonhosoldi scrive:
    Ecco,,,,
    ... con questi provvedimenti, adesso sono stati risolti tutti i problemi seri che stanno attanagliando l'europa e in particolare l'italia!CHE SCHIFO! anzichè pensare a come risolvere i problemi seri, perdono tempo a fare delle leggi per tutelare i proprio interessi!
  • aid85 scrive:
    come no...
    bla bla bla... parole...fino al 24 maggio 2011 ci saranno sempre truffe in barba alla legge da parte delle grosse aziende TLC e nessuno farà nullaDopo... l'entrata in vigore verrà prorogata all'infinito o recepita con modifice incompatibili per cui pagheremo multe per infrazione alle direttive comunitarie fino al... maggio 2025 ?...Già visto questo film!...
  • Notinmyname scrive:
    Silviopigliatutto
    La realtà è che in italia è scoppiando un ennesimo colossale conflitto di interessi tra la necessità di avere larga banda e gli interessi di Silvio Berlusconi che non ha il minimo interesse a facilitare la NextGenerationNetwork e preferisce che gli italiani cotinuino a consumare contenuti sul suo box piuttosto che via internet magari a bassissimo costo o a sbafo.Bernabè quanti giorni resterà a comandare telecom?Il conto alla rovescia e cominciato e vi do il nome di chi potrebbe seguire: Massimo Sarmi. Ex TIM, Telecom, Siemens. Colui che da AD di Poste Italiane a fatto allenaza con Mediolanum.
    • forzasilvio scrive:
      Re: Silviopigliatutto
      - Scritto da: Notinmyname
      La realtà è che in italia è scoppiando un
      ennesimo colossale conflitto di interessi tra la
      necessità di avere larga banda e gli interessi di
      Silvio Berlusconi che non ha il minimo interesse
      a facilitare la NextGenerationNetwork e
      preferisce che gli italiani cotinuino a consumare
      contenuti sul suo box piuttosto che via internet
      magari a bassissimo costo o a
      sbafo.

      Bernabè quanti giorni resterà a comandare telecom?
      Il conto alla rovescia e cominciato e vi do il
      nome di chi potrebbe seguire: Massimo Sarmi. Ex
      TIM, Telecom, Siemens. Colui che da AD di Poste
      Italiane a fatto allenaza con
      Mediolanum.E farebbe solo bene. Anche solo per veder schiattare di rabbia i dipietrini e i grillosi come te.Forza Silvio e Forza Emilio!!!
      • Reolix scrive:
        Re: Silviopigliatutto
        Ma ste fesserie non te le puoi dire a casa tua? Se hai da argomentare bene ma visto quello che scrivi ne dubito.....
        • Notinmyname scrive:
          Re: Silviopigliatutto
          - Scritto da: Reolix
          Ma ste fesserie non te le puoi dire a casa tua?
          Se hai da argomentare bene ma visto quello che
          scrivi ne
          dubito.....E chiamare "fesserie" i ragionamenti altrui sarebbe un argomento?Porta argomenti invece di insulti.
      • Notinmyname scrive:
        Re: Silviopigliatutto

        E farebbe solo bene.
        Anche solo per veder schiattare di rabbia i
        dipietrini e i grillosi come te.non ho hiente a che fare ne con grillo ne con dipietro.
        Forza Silvio e Forza Emilio!!!ecco questo la dice lunga sulla tua misura del mondo: povero misero leccaposteriore.
  • darksenderl scrive:
    Dottrina Sarkozy alla italiana
    Bhè c'era da aspettarselo ogni stato avrà la sua dottrina (Sarkozy avrò scritto giusto)
  • darksenderl scrive:
    Dottrina Sarkozy alla italiana
    Bhè c'era da aspettarselo ogni stato avrà la sua dottrina (Sarkozy avrò scritto giusto)
  • nome e cognome scrive:
    equo compenso...
    Beh se gli stati membri recepiscono una legge che riordina le TLC ci aspettiamo anche l'eliminazione di questo assurdo balzello che rimborsa i detentori del copyright sulla base del presunto uso illecito di media. E' veramente possibile che la corte costituzionale ritenga lecita questa imposizione che presuppone una multa certa per punire un potenziale reato?
    • a proposito di balzello scrive:
      Re: equo compenso...
      Hanno già il balzello cosa altro vogliono ?Il balzello non è forse già una maniera implicita per dire che chiunque compri un hdd, dvd, e quant'altro pirati a prescindere ?Ok, allora la gente agisce di conseguenza , ma cosa vogliono fare ancora ?C'è la gente che evade le tasse , che smercia prodotti contraffatti e loro che fanno ? Questo pacchetto mi puzza a prescindere !
      • Funz scrive:
        Re: equo compenso...
        - Scritto da: a proposito di balzello
        Hanno già il balzello cosa altro vogliono ?
        Il balzello non è forse già una maniera implicita
        per dire che chiunque compri un hdd, dvd, e
        quant'altro pirati a prescindere
        ?Visto che paghiamo il balzello, abbiamo tutto il diritto morale (anche se non legale) di scaricarci tutto quello che ci pare e piace.E non venitemi a dire che il balzello paga il diritto a farsi la copia di sicurezza della roba regolarmente acquistata: è una balla ridicola, con tutte le protezioni anticopia che cercano di mettere.
        • francososo scrive:
          Re: equo compenso...
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: a proposito di balzello

          Hanno già il balzello cosa altro vogliono ?

          Il balzello non è forse già una maniera
          implicita

          per dire che chiunque compri un hdd, dvd, e

          quant'altro pirati a prescindere

          ?

          Visto che paghiamo il balzello, abbiamo tutto il
          diritto morale (anche se non legale) di
          scaricarci tutto quello che ci pare e
          piace.
          E non venitemi a dire che il balzello paga il
          diritto a farsi la copia di sicurezza della roba
          regolarmente acquistata: è una balla ridicola,
          con tutte le protezioni anticopia che cercano di
          mettere.Appunto, è quello che dicevo io!
Chiudi i commenti