Mediaset: YouTube cerchi e distrugga

Il tribunale di Roma non accetta le ragioni di Google. Il Grande Fratello va rintracciato ed estirpato, sarà la Grande G a farlo: solo Cologno Monzese può spremere la trasmissione. Mediaset proclama l'inizio di una nuova era per gli editori

Roma – YouTube dovrà rimuovere le clip e le immagini statiche estratte dalla trasmissione Il Grande Fratello: poco importa che non abbia ricevuto segnalazioni circostanziate per ogni singola violazione, poco importa che la piattaforma non sia tenuta ad esercitare un controllo su quanto pubblicato dai propri utenti. RTI lo ha chiesto e ottenuto: Mediaset riporta che il Tribunale di Roma ha nelle scorse ore respinto il reclamo di YouTube, confermando così quanto stabilito nel mese di dicembre.

grande fratello su YouTube Si tratta solo dell’ultimo capitolo del contenzioso in atto dal 2008 tra RTI e la piattaforma di sharing. Dal 2008 ad oggi YouTube ha tentato di proclamarsi neutro fornitore di spazio web, ha tentato di dimostrare l’impossibilità di sottoporre a controlli la mole di contenuti che viene caricata ogni minuto sui propri server, ha messo in campo degli strumenti come VideoID per agevolare i detentori dei diritti che non vogliano rimettersi alla vigilanza e alle buona maniere dei cittadini della rete, e per permettere loro di individuare le violazioni e di metterle eventualmente a frutto. Mediaset, dal 2008 ad oggi, si è dotata di una finestra online nella quale far scorrere contenuti proprietari, ha sostenuto la tesi della responsabilità pressoché editoriale di YouTube , che organizzerebbe e categorizzerebbe contenuti a favore delle platee connesse, e trarrebbe profitto dalle violazioni commesse dai suoi utenti, attorniandole di advertising e sottraendo investimenti che potrebbero riversarsi sui detentori dei diritti.

Sono “ampiamente in testa nelle classifiche dei video più cliccati”, sono caricati da utenti che attingono alle trasmissioni televisive e ora anche alla piattaforma online con cui Mediaset diffonde i propri contenuti: gli stralci di Grande Fratello popolano tuttora YouTube, ma presto, annuncia Mediaset, il portale di video sharing dovrà “rimuovere dai server tutti i contenuti illecitamente caricati”.

Nulla potrebbe il D.lgs 70/2003 , recepimento italiano della direttiva europea sul commercio elettronico in cui si stabilisce sostanzialmente la non responsabilità degli intermediari: “anche i siti come YouTube – informa Mediaset – devono rispondere alle consuete regole commerciali: contrariamente a quanto avveniva finora, da oggi solo chi investe in contenuti ha il diritto di sfruttarli economicamente anche online attraverso la raccolta pubblicitaria o altre fonti di ricavo”.

Compito di YouTube sarebbe ora quello di individuare tutti i frammenti della trasmissione , immagini fisse o in movimento che siano, e di procedere all’estirpazione : “gli oneri tecnologici per ottenere il rispetto di tale diritto – si spiega nel comunicato di Cologno Monzese – non possono essere a carico di chi ne è titolare”.

La richiesta esemplare formalizzata da Mediaset al tribunale, circostanziata in questi ultimi mesi alla trasmissione “Il Grande Fratello”, si sarebbe concretizzata così, a parere di RTI, in una esemplare lezione: l’ordinanza rappresenterebbe, nelle parole del comunicato del gruppo, di “un principio che finalmente diventa patrimonio di tutti gli editori e che potrà essere applicato nei confronti di ogni sito web che viola la proprietà dei diritti altrui”.

Editori di carta , e detentori di diritti su contenuti di ogni foggia: tutti potranno godere del successo conseguito da Mediaset presso il Tribunale di Roma e del quadro legale e di mercato che si sarebbe configurato con la nuova ordinanza . “Da oggi si apre quindi una nuova era per tutti gli editori italiani – annuncia Mediaset – che potranno stringere rapporti economici con gli operatori internet, ognuno nel rispettivo ruolo, sulla base di un nuovo contesto di regole chiare e definite”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Valeren scrive:
    Aggiornamento firmware?
    Forse avevo capito male io, ma il 3D richiede HDMI 1.4 per gestire tutti i flussi.I dispositivi Sony, in particolare la PS3, montano porte HDMI 1.3Cosa mi sono perso?E cosa si è fumata Panasonic per mettere un BluRay ad oltre 1000 euro, visto che come vendite non è che vada molto?
    • Visitor scrive:
      Re: Aggiornamento firmware?
      La presa Hdmi della Ps3 è aggiornabile, e la aggiorneranno in modo da poter supportare il 3D.
    • Star scrive:
      Re: Aggiornamento firmware?
      Ti sei perso che un una PS3 è praticamente tutto upgradabile :DCon un aggiornamento del firmware puoi aggiornare anche l'interfaccia HDMI e trasformarla da 1.3 ad una "pseudo" 1.4... dico pseudo perché ovviamente non sarà una vera 1.4 mancando fisicamente alcune componenti quali interfaccia Ethernet e canale audio di ritorno ma a livello di "protocollo" sarà vista dalle TV compatibili come una vera 1.4 il che comprende le funzionalità 3D.
  • Pino scrive:
    Pellicola per televisori
    Mah, credo di averlo già fatto notare... perché usare costosi occhialini 3D attivi invece di quelli da 1 euro usati nelle sale?Basterebbe trasformare lo schermo televisivo in un "silver screen" tramite una pellicola polarizzante applicata sulla superficie della tele...E invece no, ti vogliono vendere occhialini da 150 euro al paio...
    • angros scrive:
      Re: Pellicola per televisori
      E allora perchè non usare un display autostereoscopico, o mettere un filtro lenticolare, e fare a meno completamente degli occhialini?
    • mazzolatore scrive:
      Re: Pellicola per televisori
      Secondo me la pellicola polarizzante farebbe diminuire contrasto e luminosità per la visione "normale" 2D.Per il 3D la diminuzione di luminosità è uno scotto da pagare, perchè farlo pagare anche per la visione 2D?
    • mura scrive:
      Re: Pellicola per televisori
      Giusto per cuiriosità mi spiegheresti meglio la storia della pellicola polarizzante che sono totalmente ignorante in materia ?Grazie 1000 ;)
    • The Bishop scrive:
      Re: Pellicola per televisori
      Una domanda: informarti prima di scrivere emerite XXXXXXXte no eh?Il "silverscreen" NON e' ne' polarizzante ne' polarizzato: serve unicamente a riflettere piu' luce di un normale schermo cinematografico in modo da ovviare l'effetto oscurante delle lenti polarizzate usate sui proiettori e sugli occhiali.Un filtro polarizzante sulla tv sarebbe altamente inutile in quanto darebbe a tutto lo schermo un'unica polarizzazione mentre per la stereoscopia servirebbe polarizzare alternativamente (oraria/antioraria o verticale/orizzontale) i frame destinati all'occhio destro e quelli destinati all'occhio sinistro in modo che gli occhiali con lenti polarizzate l'una all'inverso dell'altra funzionino esattamente come degli occhiali shutter.L'alternativa economica e' l'anaglyph o i filtri cromatici tipo Dolby 3D (altrimenti detti anaglyph++) che necessitano l'uno i classici occhialini rossi e blu anni 50 e l'altro occhiali a filtri cromatici a 3 componenti da 30-40 euro al paio.
      • Matx scrive:
        Re: Pellicola per televisori
        - Scritto da: The Bishop
        Il "silverscreen" NON e' ne' polarizzante ne'
        polarizzato: serve unicamente a riflettere piu'
        luce di un normale schermo cinematografico in
        modo da ovviare l'effetto oscurante delle lenti
        polarizzate usate sui proiettori e sugli
        occhiali.In realtà il silverscreen serve perchè quando la luce viene riflessa da uno schermo normale perde la polarizzazione che aveva, invece con lo schermo di argento se dal proiettore arriva luce con polarizzazione oraria, anche la luce riflessa sarà con polarizzazione oraria
        Un filtro polarizzante sulla tv sarebbe altamente
        inutile in quanto darebbe a tutto lo schermo
        un'unica polarizzazione mentre per la
        stereoscopia servirebbe polarizzare
        alternativamente (oraria/antioraria o
        verticale/orizzontale) i frame destinati
        all'occhio destro e quelli destinati all'occhio
        sinistro in modo che gli occhiali con lenti
        polarizzate l'una all'inverso dell'altra
        funzionino esattamente come degli occhiali
        shutter.Ok, in realtà come sistema potrebbe funzionare se a certi pixel gli viene data polarizzazione oraria e ad altri antioraria, però non so se esistono pellicole del genere
        L'alternativa economica e' l'anaglyph o i filtri
        cromatici tipo Dolby 3D (altrimenti detti
        anaglyph++) che necessitano l'uno i classici
        occhialini rossi e blu anni 50 e l'altro occhiali
        a filtri cromatici a 3 componenti da 30-40 euro
        al
        paio.Il sistema dolby 3d si può usare solo con un proiettore, con una televisione lcd o plasma come fai a usarlo?Gli anaglifi funzionerebbero ma fanno talmente schifo che non vengono neanche presi in considerazione :D
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Pellicola per televisori
      - Scritto da: Pino
      Mah, credo di averlo già fatto notare... perché
      usare costosi occhialini 3D attivi invece di
      quelli da 1 euro usati nelle
      sale?
      Basterebbe trasformare lo schermo televisivo in
      un "silver screen" tramite una pellicola
      polarizzante applicata sulla superficie della
      tele...Il silver screen non polarizza un bel niente, è uno schermo riflettente e basta.La sua funzione è di riflettere meglio la luce rispetto ad uno schermo cinematografico tradizionale, e soprattutto di mantenere la polarizzazione che altrimenti verrebbe persa.La polarizzazione viene data invece dai filtri polarizzatori posti sulle lenti dei proiettori.In secondo luogo, un display LCD è già di suo polarizzato, dato che l'uso di filtri polarizzatori è alla base del funzionamento di qualsiasi monitor o display a cristalli liquidi.Solo che non è utile ai fini della visione 3D, dato che ha funzionamento e scopi differenti.In particolare è unica e fissa per l'intero schermo, mentre la visione 3D con lenti polarizzate si basa su immagini sovrapposte con differente polarizzazione.
    • Star scrive:
      Re: Pellicola per televisori
      Discorso silverscreen a parte che come ti hanno già fatto notare è tutt'altra cosa la tecnologia con LCD attivi è attualmente la migliore in quanto se realizzata bene a scapito di una leggera luminosità ridotta e, ovviamente, del costo degli occhiali consente una resa ottimale quasi da qualunque angolo di visione (al contrario delle lenti polarizzate) ed effetti di ghosting (immagini L/R che si accavallano) praticamente nulli.
  • albertobs88 scrive:
    truffa....
    Mi domando che abbia di così particolare la PS3 che può essere aggiornata al Blu Ray 3D che i lettori attualmente in commercio non hanno...Puzza di truffa...E poi... senza offesa. Avatar è bello sia in 2D che in 3D. Certo il 3D ti da più emozione... ma non giustifica la spesa. Perchè il lettore può anche costare 100/200 , ma quali sono i costi della TV?
    • Marco Girardi scrive:
      Re: truffa....
      I costi della TV? Nessuno... non esistono (in vendita) TV 3D al momento, al massimo trovi qualche monitor, dalle dimensioni (diagonale) ridicole per un uso home-teather.
  • angros scrive:
    Terza rivoluzione
    prima: le cuffieseconda: il telecomandoe, finalmente: gli occhialini
  • terminator2 scrive:
    Ottimo...
    Ottimo... cosí mi posso comprare un buon lettore BD a 100 euro...
Chiudi i commenti