Megabox, musica senza etichette

Qualche dettaglio in più sulla piattaforma che dovrà portare all'estinzione delle vecchie major del disco. Almeno secondo il boss di Megaupload Kim Dotcom, che illustra il funzionamento dei meccanismi di compensazione per gli artisti
Qualche dettaglio in più sulla piattaforma che dovrà portare all'estinzione delle vecchie major del disco. Almeno secondo il boss di Megaupload Kim Dotcom, che illustra il funzionamento dei meccanismi di compensazione per gli artisti

Una piattaforma innovativa che potrebbe risolvere una volta per tutte il problema pirateria. Il boss del file hosting Kim Dotcom sembra sicuro del successo a cui è destinato Megabox , il servizio musicale che, a suo parere, porterà alla definitiva estinzione dei dinosauri dell’industria discografica.

La nuova avventura del founder di Megaupload passa per un’idea piuttosto semplice: tagliare fuori le grandi etichette dai meccanismi di compensazione offerti agli artisti . Che potranno tenersi il 90 per cento dei ricavi derivanti dallo scaricamento legale di opere musicali.

Tutti gli utenti di Megabox dovranno dunque scaricare un’applicazione – Megakey – per l’ascolto gratuito di brani supportati dalla pubblicità fornita dalla stessa piattaforma di Dotcom. Gli altri potranno invece acquistare le canzoni per lo scaricamento su vari dispositivi multimediali .

“Alcuni tra i più grandi artisti del mondo si sono alleati con noi – ha spiegato Dotcom – e voglio rassicurali: avranno il lancio che meritano. Ovviamente sarà lo stesso per tutti quei talenti nascosti che vorranno sfruttare Megabox come trampolino verso la notorietà”.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 06 2012
Link copiato negli appunti