Megaupload, pace forzata sulla mega-canzone

I legali del cyberlocker chiudono il caso, rinunciando allo scontro con Universal Music Group. Tutte le risorse legali verranno sfruttate per il processo avviato dagli Stati Uniti. La major aveva rimosso indebitamente il brano Mega Song
I legali del cyberlocker chiudono il caso, rinunciando allo scontro con Universal Music Group. Tutte le risorse legali verranno sfruttate per il processo avviato dagli Stati Uniti. La major aveva rimosso indebitamente il brano Mega Song

L’agguerrita sfida legale era iniziata alla metà dello scorso dicembre, quando il mega-impero del file hosting sferrava il primo attacco contro i vertici della major Universal Music Group. Oggetto del contendere, l’ormai famosissima canzone Mega Song , ambiziosa operazione di marketing condotta con la collaborazione di numerose stelle del pop a stelle e strisce.

Gli avvocati di Megaupload hanno ora annunciato la fine improvvisa del caso, dal momento che tutte le risorse legali a disposizione verranno dirottate verso il grande processo scatenato dalle autorità statunitensi . Come a dire, la chiusura dell’intera piattaforma di file hosting rappresenta un problema ben più pressante della rimozione indebita di Mega Song dai meandri di YouTube.

Lo stesso Ira Rothken – rappresentante legale del boss Kim Dotcom – non ha però escluso la possibilità di riaprire la sfida nel prossimo futuro. Universal Music era stata accusata di aver censurato la canzone promozionale senza autorizzazione alcuna . Megaupload aveva infatti raggiunto un accordo con gli artisti – tra cui P Diddy e Alicia Keys – per la realizzazione del filmato poi riapparso online. (M.V.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 03 2012
Link copiato negli appunti