MicroLink, powerline anche sotto Linux

Devolo ha esteso il supporto dei suoi prodotti HomePlug anche a Linux


Milano – La società tedesca Devolo, nota soprattutto per il suo marchio MicroLink, ha reso disponibile gratuitamente il dLAN Linux Package per consentire l’utilizzo dei suoi prodotti MicroLink dLAN Ethernet e USB anche sotto Linux.

“Sempre più utenti utilizzano il sistema operativo Linux ed hanno la necessità di collegare in rete i computer di casa tramite i cavi della corrente elettrica già esistenti”, ha detto Heiko Harbers, CEO di Devolo AG. Ed è per questo che il leader di mercato degli adattatori HomePlug è anche il primo ad offire il supporto completo al sistema operativo Linux con il nuovo Web Package già disponibile”.

DLAN Linux Web Package include i driver per Linux, sviluppati direttamente da Devolo, per gli adattatori MicroLink dLAN USB. Il dLAN Linux Package 1.0 include anche il software per la configurazione di tutti gli adattatori HomePlug di devolo e permette quindi di poter assegnare le password di encryption anche utilizzando il sistema operativo Linux.

“Continueremo ad investire energie per il supporto a Linux per l?intera gamma di prodotti, sia ora che in futuro”, ha promesso Harbers.

Il dLAN Linux Package 1.0 può essere scaricato dal sito www.devolo.it .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: E per Bari?
    Sono molto felice che una iniziativa del genere arrivi anche a Bari, una città che pur contando molto sulla sua Fiera del Levante, non ha mai fatto niente o quasi per avere un qualcosa di più tecnologico dei trattori in mostra.Sono uno studente di ingegneria informatica di 20 anni e spero vivamente di poter entrare a questa manifestazione senza dover chiedere l'elemosina per mesi prima :-)Non chiedo l'ingresso gratuito, alla fine qualcuno l'organizzazione deve pur pagarla, basterebbe che il prezzo del biglietto fosse contenuto in quello medio che spendo per un sabato sera (massimo 15 euro) e non credo che nessuno si lamenterebbe.Lucahttp://www.skakkinostri.it
  • calosoft scrive:
    Re:disastro?
    - Scritto da: Anonimo
    A Padova facevo anch'io parte di uno user
    group e ti garantisco che è stato un
    disastro, e a Milano si preannuncia pure
    peggio: accesso limitato a 5.000
    partecipanti e seminari limitati a poche
    aree tematiche, e c'è da chiedersene
    il motivo visto che la maggior parte degli
    espositori/relatori/associazioni/visitatori
    presenti a Padova venivano proprio da
    Milano, e Milano è più
    facilmente raggiungibile dal resto d'Italia
    e d'Europa di quanto non lo sia Padova. Lo
    sanno benissimo anche loro, visto che l'anno
    prossimo non ci proveranno neanche a Padova
    ma andranno direttamente a Milano (Arena
    compresa).Scusami ma non capisco dove tu abbia visto tutto questo disastro. Io sono stato a Padova per tutti e tre i giorni del webbit 04, ero relatore indipendente ed è stata un'ottima occasione per incontrare altri professionisti, scambiare opinioni ed esperienze. E' vero, c'erano anche aziende, ma non mi sembra un crimine, se fanno vedere cose interessanti, e io ne ho viste (vedi ad esempio delle applicazioni vocali in VoiceXML). Se poi uno vuol andare solo in arena a scambiarsi software e film... e non ha trovato tutta la banda a disposizione...Certo, comunque alcune cose a livello organizzativo si possono migliorare, per esempio bisognerebbe che l'organizzazione del webbit in qualche modo raccogliesse i feedback dei partecipanti sui seminari, perche' a me un paio mi hanno deluso, pero' ne ho seguiti molti altri davvero interessanti.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re:
    - Scritto da: macolap
    bravo! hai proprio capito tutto. Webbit
    Milano: totale seminari 126, di cui di
    relatori indipendenti 105; di aziende 21,Relatori talmente indipendenti da essere disposti a spendere 500 ? (minimo) per la sala.A Padova facevo anch'io parte di uno user group e ti garantisco che è stato un disastro, e a Milano si preannuncia pure peggio: accesso limitato a 5.000 partecipanti e seminari limitati a poche aree tematiche, e c'è da chiedersene il motivo visto che la maggior parte degli espositori/relatori/associazioni/visitatori presenti a Padova venivano proprio da Milano, e Milano è più facilmente raggiungibile dal resto d'Italia e d'Europa di quanto non lo sia Padova. Lo sanno benissimo anche loro, visto che l'anno prossimo non ci proveranno neanche a Padova ma andranno direttamente a Milano (Arena compresa).
  • Anonimo scrive:
    Re: grazie!!
    - Scritto da: Anonimo
    thanx! :D

    molto gentili!!!Mi associo
  • Anonimo scrive:
    Re: E per Bari?
    - Scritto da: vgn76
    E chi fosse interessato all'evento per Bari?
    Spero che successivamente sia messo a
    disposizione il coupon.Certo, per chè per quello di Padova c'era l'ingresso gratuito :@ Voi pensate sempre ad andare a scrocco :@ ed appena uno porge una mano voi subito chiedete (più o meno elegantemente) il braccio :( Tutti (o quasi) uguali :o
  • macolap scrive:
    Re:

    gli unici seminari "seri" - leggi: per
    divulgare informazioni - sono stati quelli
    degli inipendenti (gruppi sicurezza, gruppi
    Linux, vari programmatori) e a PD se ne sono
    visti pochini... specialmente sulla
    programmazione... a dispetto dello spazio
    occupato dagli stand paganti, che ovviamente
    pagando... bravo! hai proprio capito tutto. Webbit Milano: totale seminari 126, di cui di relatori indipendenti 105; di aziende 21, molte delle quali nuove o emergenti. A Webbit si viene per un aggiornamento professionale gratuito o per insegnare e nessuno dei due casi mi pare il tuo.pierantonio macolamacolap@webb.it==================================Modificato dall'autore il 21/05/2004 14.40.49
  • Anonimo scrive:
    grazie!!
    thanx! :-Dmolto gentili!!!
  • Cirio scrive:
    Re: "è la conoscenza indipendente"...

    gli unici seminari "seri" - leggi: per
    divulgare informazioni - sono stati quelli
    degli inipendenti (gruppi sicurezza, gruppi
    Linux, vari programmatori) e a PD se ne sono
    visti pochini... specialmente sulla
    programmazione... e non perche' non ci fossero state proposte (molti user group hanno letteralmete rotto le palle all'organizzazione ogni giorno x mesi...)...ma queste proposte sono state scartate... eh gia', altrimenti non rimaneva + spazio per i seminari-specchietto per le allodole, in cui un tizio incravattato parlava per 30 min (su 50) della sua azienda leader mondiale e del suo fatturato in crescita... ;o)
  • Anonimo scrive:
    "è la conoscenza indipendente"...
    indipendente da cosa???... non mi sembra... anzi...partecipo a webbit (a padova) dal primo anno della nascita e vi posso assicurare che l'evento si sposta di anno in anno (in maniera esponenziale) piu' verso un fiera puramnete commerciale informatica tipo quella di MI o quella di BO che un evento per ampliare la conoscenza...ok ci sono i seminari - che sono messi li solo per dare una "scena grafica" -, ma penso che all'80% siano esposti da persone o su argomenti correlati piu' direttamente a prodotti/servizi (una forma infima di pubblicita' occulta.. infondo si parla di esperienze personali.. cosa importa se poi parlo 20 min di una ditta che fa questo o altro...).. e molti hanno la mia stessa impressione...gli unici seminari "seri" - leggi: per divulgare informazioni - sono stati quelli degli inipendenti (gruppi sicurezza, gruppi Linux, vari programmatori) e a PD se ne sono visti pochini... specialmente sulla programmazione... a dispetto dello spazio occupato dagli stand paganti, che ovviamente pagando... infatti quest'anno l'arena era praticamente inesistente... e riservata solo ai vari gruppi informatici - scelta, questa, a mio avviso molto molto discutibile - per non parlare poi del "set" della intranet .. bucabilissima dal solito "pirla" di turno che si diverte a rompere le palle a tutti... e ovviamente fatta cosi' male (la scusante: "haabbiamo avuto poco tempo..." ) da non essere assolutamente in grado di rintracciare nessuno... Per finire: l'unico anno dove i seminari (che erano solo abozzati... per dovere di cronaca) e' stato l'anno in cui E-tree aveva portato un bel po di soldoni e quindi avevano fatto le cose carine... piscina, concerto Gem Boy, premi per i contest di programmazione, sicurezza, grafica,... a mio avviso quella era conoscenza indipendente (anche se sponsorizzata...) e scambio di idee... e naturalmente anche un posto in cui la "gente in gamba" si poteva far vedere... quindi ragazzi di Milano e di Bari non aspettatevi grandi cose perche' stiamo andando in peggio... speriamo che qualcuno faccia un altro evento pero' che di "evento" si possa parlare.. i.sm0ke
  • Anonimo scrive:
    Re: E per Bari?
    Mi associo, non dimenticatevi di Bari.
  • vgn76 scrive:
    E per Bari?
    E chi fosse interessato all'evento per Bari? Spero che successivamente sia messo a disposizione il coupon.
Chiudi i commenti