Micron miniaturizza le memorie DDR2

Sono i chip DDR2 più piccoli sul mercato, ciascuno con una densità di 1 gigabit. Dedicati in particolare al settore mobile ed embedded. I dettagli

Boise (USA) – Micron ha prodotto i primi campioni di un chip di memoria DDR2 SDRAM che l’azienda definisce il più piccolo sul mercato. Il chip ha una densità di memorizzazione di 1 gigabit, e viene prodotto con una nuova tecnologia di processo a 68 nanometri.

“ll nuovo processo, abbinato alla tecnologia 6F2 messa a punto da Micron, ha consentito la realizzazione del modulo di memoria DDR2 da 1 Gb più piccolo del mondo, in grado di essere contenuto in un die di soli 56 millimetri quadrati”, ha affermato il produttore americano.

La produzione in volumi dei nuovi chip dovrebbe essere avviata all’inizio del prossimo anno, mentre quella dei prodotti DDR3 e di altri prodotti DRAM a basso consumo energetico dovrebbe seguire nel secondo semestre dello stesso anno. Queste memorie saranno indirizzate soprattutto alle applicazioni mobili, ai server e ai dispositivi embedded.

Il prossimo anno Micron utilizzerà la tecnologia di processo a 68 nm anche per produrre chip DDR3 capaci di raggiungere velocità fino a 1600 megabit al secondo e di consumare circa il 20% in meno rispetto ai chip DDR3 odierni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • MeX scrive:
    Re: caro PI...
    si ma infatti sul mulo puoi continuare a trovare ciò che i siti di Warez hanno rimosso, ergo, P2P != Warez
  • Giuseppe scrive:
    Non mi pare una novità
    Dentro agli NFO è sempre rimarcato che la release è da intendersi a scopo puramente valutativo e che, se si trova il software utile ai propri scopi, lo si deve acquistare regolarmente.
    • Lucio Boscherini scrive:
      Re: Non mi pare una novità
      in questo mondo di ladri ... il software e' disponibile in quantita' talmente grandi e comn tantissime varianti che fanno le stesse cose che e' come qualcuno venisse accusato di furto in un mondo dove crescono mele o banane in quantita' come i fili d'erba e se cogli una mela nel guardino di qualcuno per assaggiarla sei addidato come ladro , mentre puoi trovare tante alternative gratuite nei campi vicino a casa tua (freeware). Io penso che il buon senso e' quello che dovrebbe regolare questo mondo , lo stiamo perdendo ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi pare una novità
        Il buonsenso dovrebbe farti notare che il filo d'erba cresce da solo, il software sugli alberi no...
        • Cippa Lippa scrive:
          Re: Non mi pare una novità
          Ma anche che i prodotti originali hanno le spine, gli altri invece no. Non è mica cosa da poco. E' ironico che i prodotti crackati bene siano migliori degli originali non trovi?
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Non mi pare una novità
            - Scritto da: Cippa Lippa
            E' ironico che i prodotti crackati bene siano
            migliori degli originali non
            trovi?Al limite saranno UGUALI. Rompere la protezione non aggiunge nuove funzionalità, né ottimizza il codice.
  • caua scrive:
    E' successo anche a me
    Circa 10 anni fa commercializzavo su internet una piccola applicazione scritta da ma che mi ha dato notevoli soddisfazioni sia professionali che economiche. Un giorno un tizio mi manda il mio software crackato, dicendomi che l'avrebbe sparso in giro per ripicca del fatto che per lui costava troppo (circa 70 dollari). Io gli ho risposto che era stato tecnicamente bravo a farlo e che si sarebbe dovuto dedicare a cose informaticamente più utili che crackare programmi da poche decine di dollari, che i soldi guadagnati con quel software per me erano utili e danneggiarmi non gli avrebbe portato alcun vantaggio, infine che tra le varie versioni ne esisteva anche una free, per cui chi non avesse potuto permettersi quella a pagamento avrebbe potuto usare quest'ultima senza limiti. Lui non ha mai risposto ma non ha diffuso nulla.
  • Marco Ravich scrive:
    Certo, però...
    ...visto che ha avuto successo, anche lui potrebbe togliere la protezione !Perché non gli scriviamo e glielo chiediamo ?
  • Teo_ scrive:
    "Chiedete e vi sarà dato"
    Io da acquirente, proprio per poter testare bene il programma prima di comprarlo, ho chiesto agli sviluppatori di fornire una versione trial del software, di mettermi in grado di estendere il periodo di prova o di abilitare altri domini su cui potesse girare una web app.A parte qualche caso, dove non ho avuto risposta o lho avuta negativa, ha sempre funzionato.Devo ammettere che non ho osato neanche chiedere a grosse aziende.
  • tonno scrive:
    carck? salvasoldi.
    Bhe, se è vero....ormai non credo più a nulla su internet... sono molto contento.. Esiste il detto: Domandare è lecito e rispondere è cortesia.Ammetto di aver cercato crack per qualche programma. A cosa mi sono serviti i crack? a non prendere fregature monetarie. Ad esempio, un gioco lodato e osannato con pubblicità. Lo comperi e ci giochi solo 2 o 3 volte.. perchè non è quello che viene decantato... Soldi buttati al vento. Con il crack ho avuto modo di provare il gioco. Poi mi sono reso conto che non era quello decantato ed ho salvato il mio portafoglio. Sucessivamente ho cancellato il tutto. In internet ci sono un sacco di programmi che svolgono la funzione da te cercata. Se non avessi avuto modo di provare i programmi con il crack avrei speso circa 1000 euro. Uno solo di tutti i programmi faceva al mio caso... e gli altri?? soldi buttati... Poi quel programma che mi andava bene lo ho comperato.
  • codroipo scrive:
    e anche per quest'anno
    la storiella di natale è stata confezionata.
  • Anonimo scrive:
    E' sempre stato così
    Leggete dentro i vari NFO e troverete sempre un riferimento per contattare questi gruppi. Ai più potrà sembrare una balla quella scritta "cracchiamo per diffondere la conoscenza del programma e blablabla" ma se i gruppi warez sono i primi a credere in questa filosofia chi sono gli altri per non crederci
    • styx scrive:
      Re: E' sempre stato così
      - Scritto da: Anonimo
      Leggete dentro i vari NFO e troverete sempre un
      riferimento per contattare questi gruppi. Ai più
      potrà sembrare una balla quella scritta
      "cracchiamo per diffondere la conoscenza del
      programma e blablabla" ma se i gruppi warez sono
      i primi a credere in questa filosofia chi sono
      gli altri per non
      credercisfortunatamente ce ne sono sempre meno [di contatti usabili].. grazie alla guerra termonucleare globale instaurata da major e governi... ma cmq si, e' vero. Lo era anche e ancor di + ai tempi delle BBS..
      • Bongfactory scrive:
        Re: E' sempre stato così
        Ai tempi delle BBS e dei giochi piratati per l'Amiga c'era anche il numero di telefono.....*giggles*
    • Anonimo scrive:
      Re: E' sempre stato così
      Beh il programmatore fa uscire una nuova versione, cambia i seriali e almeno da quel gruppo warez non dovrà temere l'uscita di un nuovo crack o keygen
    • urbano II scrive:
      Re: E' sempre stato così
      sinceramente la filosofia di fondo mi sfugge (e probabilmente è mia ingoranza).cmq non so come reagirebbero se a chiederglielo fosse la EA oppure la Microsoft
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Applausi e complimenti
    Al programmatore per avere usato il buonsenso invece della forza e ai cracker per aver dato retta a chi ha chiesto una cosa così gentilmente.Facessero tutti così, nel mondo non ci sarebbero né vittime, né guerre.
  • Axel scrive:
    Nessuna sorpresa!
    Beh perchè sorprendersi di questa storia? D'altronde anche i cracker e chi gestisce i siti Warez sono persone.. le major no!
    • ajkain scrive:
      Re: Nessuna sorpresa!
      che i cracker abbiano più principi morali delle major?noooo non può esserei cracker pensano a fare soldi sfruttando il lavoro degli altriinvece le major... pure
      • numa spompato scrive:
        Re: Nessuna sorpresa!
        - Scritto da: ajkain
        che i cracker abbiano più principi morali delle
        major?

        noooo non può essere
        i cracker pensano a fare soldi sfruttando il
        lavoro degli
        altri
        invece le major... purela filosofia dei cracker è di prendere 2 piccioni con una fava: far conoscere i software crackandoli, dimostrando quindi di essere programmatori molto in gamba.Non a caso molti di essi, successivamente, vengono assunti nelle più importanti software house del mondo...giurerei che pure microsoft li assuma!
    • next scrive:
      Re: Nessuna sorpresa!
      - Scritto da: Axel
      Beh perchè sorprendersi di questa storia?
      D'altronde anche i cracker e chi gestisce i siti
      Warez sono persone.. le major
      no!mi sa da fake questa notizia!
Chiudi i commenti