Microsoft aggiorna il tool anti-pirateria

Microsoft aggiorna il tool anti-pirateria

Da Redmond arriva la prima versione matura del noto tool Windows Genuine Advantage che, con l'occasione, lima alcune delle funzionalità più criticate dagli utenti. Migliorata l'attendibilità dei check di autenticità
Da Redmond arriva la prima versione matura del noto tool Windows Genuine Advantage che, con l'occasione, lima alcune delle funzionalità più criticate dagli utenti. Migliorata l'attendibilità dei check di autenticità

Redmond (USA) – Ieri Microsoft ha iniziato a distribuire la nuova versione 1.0 del suo controverso tool anti-pirateria Windows Genuine Advantage (WGA), che come noto verifica l’autenticità della copia di Windows installata su di un PC.

Sebbene il download di WGA rimanga facoltativo , a chi sceglie di non installarlo, e dunque di non sottoporsi al test di autenticità, viene negato l’accesso a buona parte dei programmi e degli aggiornamenti (tranne quelli di sicurezza) distribuiti da Microsoft sul proprio sito e attraverso Windows Update.

Come aveva in parte già fatto con l’ aggiornamento dello scorso giugno, Microsoft ha cercato di limare da WGA alcune delle rigidità che, agli occhi di molti utenti, lo rendevano invasivo e poco chiaro.

BigM afferma di aver semplificato l’installazione del tool, che ora non richiede alcun riavvio e fornisce subito l’esito del processo di verifica, e di aver affinato l’interfaccia grafica, attraverso cui gli utenti possono accedere ad informazioni più chiare e dettagliate. In particolare, Microsoft sostiene di aver aggiunto informazioni e link capaci di aiutare gli utenti ad accertare la propria posizione e, eventualmente, acquistare una licenza regolare di Windows.

Nonostante gli sforzi per rendere il proprio tool più comprensibile e meno “minaccioso” – ad esempio la frase “This copy of Windows is not genuine” è stata sostituita con un più diplomatico “Your system did not pass genuine validation” – WGA è tuttora disponibile esclusivamente in lingua inglese : questo potrebbe svantaggiare proprio chi, tra gli utenti “irregolari” di Windows, è meno esperto di computer ed ha acquistato una copia pirata di Windows in buona fede.

Microsoft ha in piano di rilasciare una nuova versione di WGA ogni 3-4 mesi , questo per la necessità di aggiornare il database delle product key “compromesse”, ovvero divenute di pubblico dominio, e contrastare i nuovi metodi per bypassare i controlli anti-pirateria. Se l’utente darà il proprio consenso, gli update a WGA veranno effettuati automaticamente .

Il tool WGA verrà gradualmente distribuito da Microsoft attraverso Windows Update e la funzione Aggiornamenti automatici di Windows, tuttavia può essere scaricato manualmente anche da qui .

Installazione WGA

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 30 nov 2006
Link copiato negli appunti