Microsoft certificata FISMA

Redmond festeggia l'assegnazione di un'importante certificazione federale per i suoi servizi telematici, la stessa che viene attualmente contesa tra Google e Microsoft

Roma – Microsoft ha annunciato di aver ottenuto la certificazione FISMA per la sua Business Productivity Online Standard Suite (BPOS), una serie di strumenti telematici di produttività personale inclusivi di Exchange, SharePoint, Office Live Meeting e Office Communications Online.

La certificazione sancisce l’adeguatezza della suite BPOS in relazione agli standard di sicurezza necessari all’impiego di tecnologie telematiche da parte delle autorità governative federali, e dà a Microsoft la possibilità di guadagnarsi importanti commesse di fornitura inclusa quella per i 120mila dipendenti del Dipartimento dell’Agricoltura (USDA).

Lo USDA ha già annunciato il passaggio dell’infrastruttura di comunicazione del suo personale ai server “tra le nuvole” di BPOS-Federal, mentre da Redmond fanno sapere di voler perseguire l’assegnazione della certificazione FISMA anche per la neonata suite telematica Office 365.

La certificazione FISMA è infine la stessa che funge da leitmotiv della contesa tra Google e Microsoft per la “conquista” di lauti contratti governativi, con la prima impegnata a riaffermare la validità della versione governative delle sue “Apps” online e la seconda che contesta invece l’illegittimità dell’offerta della concorrente perché priva di certificazione federale.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Thescare scrive:
    CENSURA
    Censurato per una citazione di Monicelli. Complimenti a tutta la Redazione.Avete perso un lettore.
  • .poz scrive:
    riassumendo
    Effettivamente leggendo l'articolo non si capisce molto, sembra quasi un testo inglese tradotto automaticamente...In pratica:c'è un algoritmo coperto da brevetto dentro il kernel di linux google ha usato diverse versioni del kernel di linux nei suoi server tutte queste versioni del kernel di linux contenevano detto algoritmo-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2011 16.02-----------------------------------------------------------
    • Matteo Italia scrive:
      Re: riassumendo
      Quindi l'intera questione si riduce alla solita XXXXXXX dei patent troll. Tanto ci voleva a scrivere un articolo comprensibile?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 aprile 2011 21.40-----------------------------------------------------------
  • anonimo scrive:
    L'articolo spiega che ...
    Nell'articolo non c'è scritto, ma l'accusa verso google è che ha reso closed varie versioni del kernet linuc per i propri scopi, cosa che non si può fare. Il kernel ha licenza opensource.
    • p4bl0 scrive:
      Re: L'articolo spiega che ...
      - Scritto da: anonimo
      Nell'articolo non c'è scritto, ma l'accusa verso
      google è che ha reso closed varie versioni del
      kernet linuc per i propri scopi, cosa che non si
      può fare. Il kernel ha licenza
      opensource.no, guarda, l'articolo dice"Il brevetto contestato da Bedrock CT descrive "un metodo e un apparato per eseguire operazioni di storage e recupero (...) che utilizza la tecnica di hashing assieme al metodo di chaining esterno per la risoluzione dei conflitti"."cioè brevetto di un privato senza capo ne coda che non c'entra nulla con la licenza del kernelquello di cui parli tu dev'essere qualcos'altro, anzi se hai dei link meglio
  • Flavioweb scrive:
    Anch'io cito Google!!!
    Deposito un brevetto per "trasporto della superXXXXXla in formato digitale, con controllo MD5 algoritmo vicesindaco e risposta elettronica prematurata dalla trinatura della confraternita".Adesso Google dimostrami che non l'hai violato !...Ma come ragionano in USA ???????...Bah...
    • Thescare scrive:
      Re: Anch'io cito Google!!!
      Però Google lo utilizza come se fosse antani, quindi può dimostrare la prior art con un scappellamento a sinistra, magari trovando un donatore di buco di XXXX.
  • cognome scrive:
    posti di lavoro: il capro espiatorio
    Come al solito, quando una azienda viene attaccata, si aggrappa sempre al solito discorso: i posti di lavoro.Ma quali posti di lavoro?Non esiste ancora un assistenza tecnica per nessuno dei prodotti di Google.Al massimo ti puoi lamentare in un forum.Sarebbero questi i nuovi posti di lavoro?
    • Andrea scrive:
      Re: posti di lavoro: il capro espiatorio

      Non esiste ancora un assistenza tecnica per
      nessuno dei prodotti di
      Google.Ne sei sicuro? Sai che Google li vende anche i suoi prodotti? Anche GMail se vuoi è a pagamento, con maggiori funzioni rispetto a quella free.
      • markoer scrive:
        Re: posti di lavoro: il capro espiatorio
        - Scritto da: Andrea
        Ne sei sicuro? Sai che Google li vende anche i
        suoi prodotti? Anche GMail se vuoi è a pagamento,
        con maggiori funzioni rispetto a quella
        free.Esatto. Se compri una Google Search Appliance ti fanno anche l'assistenza remota (si connettono in SSH alla tua sede e ti sistemano il problema)
  • Massimo scrive:
    ??????
    a parte il titolo dell'articolo falso e tendenzioso solo per aumentare le visite, Google sinceramente ha un po' rotto: e' un gigantesco parassita nel mondo dell'open source, usa tutto senza dare niente in cambio. Loro pero' hanno riempito il loro search engine di brevetti, allora invece di fare gli ipocriti perche' non lo rilasciano open source? Vergogna.
    • Sgabbio scrive:
      Re: ??????
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Matteo Italia scrive:
      Re: ??????
      Google, come molte società che investono nell'open-source, in parte tiene per sé e in parte rilascia sotto licenze open-source, non ci vedo nulla di strano.Leggi qui (http://code.google.com/intl/it/opensource/) cosa fa Google per l'open-source; in sintesi si parla di:- hosting gratuito per i progetti opensource;- Google Summer of Code (stipendiano studenti volenterosi che collaborano ad un progetto opensource per un'estate);- 20+ milioni di righe di codice di loro prodotti rilasciati sotto licenze opensource ripartite su più di 900 progetti; giusto per fare qualche nome "piccino": Android, Chromium, WebM.Non voglio dire che Google sia la materializzazione del Bene, ma trovo difficile dire che il suo impegno per l'opensource sia ridotto...---Per il resto, concordo con gli altri che di questo articolo non si capisce una mazza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 aprile 2011 01.02-----------------------------------------------------------
      • Nome e cognome scrive:
        Re: ??????

        - hosting gratuito per i progetti opensource;tutte le aziende fanno "hosting" dei dipendenti nelle proprie sedi
        - Google Summer of Code (stipendiano studenti
        volenterosi che collaborano ad un progetto
        opensource per
        un'estate);stipendiano pure i dipendenti!
        - 20+ milioni di righe di codice di loro prodotti
        rilasciati sotto licenze opensource ripartite su
        più di 900 progetti; giusto per fare qualche nome
        "piccino": Android, Chromium,
        WebM.cioè il lavoro gratuito dei dipendenti viene rilasciato gratuitamente a tutti
        Non voglio dire che Google sia la
        materializzazione del Bene, ma trovo difficile
        dire che il suo impegno per l'opensource sia
        ridotto...
        infatti non lo è, ed anche molto lucroso

        Per il resto, concordo con gli altri che di
        questo articolo non si capisce una
        mazza.questo sì
        • Matteo Italia scrive:
          Re: ??????
          - Scritto da: Nome e cognome

          tutte le aziende fanno "hosting" dei dipendenti
          nelle proprie
          sediIo ho hostato un mio progettino open-source su Google Code, e non mi pare di essere dipendente Google...

          stipendiano pure i dipendenti!Eh?

          cioè il lavoro gratuito dei dipendenti viene
          rilasciato gratuitamente a
          tuttiGratuito de che? Ai progetti grossi (Chromium, Android & co.) c'è gente che lavora a tempo pieno ed è stipendiata per quello, per quanto riguarda i progetti realizzati nel famoso tot % di tempo "libero", sono pur sempre ore pagate.

          infatti non lo è, ed anche molto lucroso
          Non ci vedo nulla di strano, e il risultato finale è comunque vantaggioso per tutti.
    • p4bl0 scrive:
      Re: ??????
      - Scritto da: Massimo
      a parte il titolo dell'articolo falso e
      tendenzioso solo per aumentare le visite, Google
      sinceramente ha un po' rotto: e' un gigantesco
      parassita nel mondo dell'open source, usa tutto
      senza dare niente in cambio. Loro pero' hanno
      riempito il loro search engine di brevetti,
      allora invece di fare gli ipocriti perche' non lo
      rilasciano open source?
      Vergogna.e cosa c'entra con l'articolo?
  • Ghostdog scrive:
    ma nessuno nota che...
    un metodo e un apparato per eseguire operazioni di storage e recupero (...) che utilizza la tecnica di hashing assieme al metodo di chaining esterno per la risoluzione dei conflitti"secondo voi la giuria ha davvero capito di cosa si stesse parlando?La giuria ha deciso che Mountain View è colpevole di violazione di brevetto perché la società non è stata in grado di provare il contrarioma l'onere della prova non stava all'accusa?
    • Matteo scrive:
      Re: ma nessuno nota che...
      - Scritto da: Ghostdog
      un metodo e un apparato per eseguire operazioni
      di storage e recupero (...) che utilizza la
      tecnica di hashing assieme al metodo di chaining
      esterno per la risoluzione dei
      conflitti"


      secondo voi la giuria ha davvero capito di cosa
      si stesse
      parlando?

      La giuria ha deciso che Mountain View è colpevole
      di violazione di brevetto perché la società non è
      stata in grado di provare il
      contrario

      ma l'onere della prova non stava all'accusa?Hai presente la relatività ristretta? Anche la legge è relativa quando applicata da menti ristrette :
      (chiedo formalmente scusa ad Einstein per la citazione impropria)
    • Gasogen scrive:
      Re: ma nessuno nota che...
      - Scritto da: Ghostdog
      ma l'onere della prova non stava all'accusa?Benvenuto negli Stati Uniti d'America, dove sei colpevole fino a prova contraria (appunto)
      • MegaJock scrive:
        Re: ma nessuno nota che...
        - Scritto da: Gasogen
        - Scritto da: Ghostdog

        ma l'onere della prova non stava all'accusa?

        Benvenuto negli Stati Uniti d'America, dove sei
        colpevole fino a prova contraria
        (appunto)La solita sparata da bimbetto idiota. Nei processi civili conta la quantità di prove presentata da entrambe le parti e alla giuria é stato chiesto, semplicemente:- Bedrock ha potuto dimostrare, basandosi sulle prove presentate, che Google ha violato i suoi brevetti? SI- Google ha potuto dimostrare, basandosi sulle prove presentate, di NON aver violato il brevetto? NO.Get over it. Tanto si andrà all'appello come sempre.Ringrazia ancora che un microbo come Bedrock possa querelare un mostro come Google. In Italia saresti stato deriso e probabilmente sanzionato per Lesa Maestà Corporativa.
        • collione scrive:
          Re: ma nessuno nota che...
          - Scritto da: MegaJock
          Ringrazia ancora che un microbo come Bedrock
          possa querelare un mostro come Google. In Italia
          saresti stato deriso e probabilmente sanzionato
          per Lesa Maestà
          Corporativa. Mediasettivafixed 8)
          • Concetto Qualunque scrive:
            Re: ma nessuno nota che...
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: MegaJock


            Ringrazia ancora che un microbo come Bedrock

            possa querelare un mostro come Google. In Italia

            saresti stato deriso e probabilmente sanzionato

            per Lesa Maestà

            Corporativa. Mediasettiva

            fixed 8)Be in Italia avrebbero fatto una legge su misura per abolire il brevetto in questione, no? ;)
          • Darwin scrive:
            Re: ma nessuno nota che...
            - Scritto da: Concetto Qualunque
            Be in Italia avrebbero fatto una legge su misura
            per abolire il brevetto in questione, no?
            ;)E avrebbero detto che i giudici sono politicizzati... ;)
      • M&C scrive:
        Re: ma nessuno nota che...
        - Scritto da: Gasogen
        Benvenuto negli Stati Uniti d'America, dove sei
        colpevole fino a prova contraria
        (appunto)Confuso e felice?
    • dsadasdasd scrive:
      Re: ma nessuno nota che...
      - Scritto da: Ghostdog
      un metodo e un apparato per eseguire operazioni
      di storage e recupero (...) che utilizza la
      tecnica di hashing assieme al metodo di chaining
      esterno per la risoluzione dei
      conflitti"


      secondo voi la giuria ha davvero capito di cosa
      si stesse
      parlando?

      La giuria ha deciso che Mountain View è colpevole
      di violazione di brevetto perché la società non è
      stata in grado di provare il
      contrario

      ma l'onere della prova non stava all'accusa?Penso che negli USA sia un po' diverso, se qualche esperto volesse illuminarci..
      • bright scrive:
        Re: ma nessuno nota che...
        Non è che in america si è colpevoli fino a prova contraria, è la materia dei brevetti che è fatta a rovescio: una volta accettato (di solito senza nemmeno tanti controlli) il brevetto è valido finché non viene dimostrato il contrario.
  • Alessandro Faccioli scrive:
    anche io...
    anche io ho diverse versioni del kernel linux installate assieme, quando ubuntu si aggiorna mi tiene installate quelle vecchie.... a chi devo pagare i 5 milioni?
    • nome e cognome scrive:
      Re: anche io...
      - Scritto da: Alessandro Faccioli
      anche io ho diverse versioni del kernel linux
      installate assieme, quando ubuntu si aggiorna mi
      tiene installate quelle vecchie.... a chi devo
      pagare i 5
      milioni?A me.
    • Klut scrive:
      Re: anche io...
      A me invece ne bastano 4 e mezzo
      • ullala scrive:
        Re: anche io...
        - Scritto da: Klut
        A me invece ne bastano 4 e mezzoMi voglio rovinare....non dico 5 , non dico 4, non dico 3 siori e siore...Mi accontento di 2! :D
        • Anonymous scrive:
          Re: anche io...
          - Scritto da: ullala
          - Scritto da: Klut

          A me invece ne bastano 4 e mezzo
          Mi voglio rovinare....
          non dico 5 , non dico 4, non dico 3 siori e
          siore...
          Mi accontento di 2!
          :DBah... ma allora siete proprio duri di comprendonio. Le major non vi hanno insegnato nulla.Dovete far il conto dei "potenziali ipotetici danni futuri impensabilmente derivanti" da tutto ciò. Ergo, 5 milioni son troppo pochi. In realtà sarebbe giusto che Google (anzi no, Gogol) pagasse: 349.209.205.873.894.782.347.018.342.059.825.839.058.390.583,80 Questa è la cifra giusta.
  • ff4 scrive:
    5mln
    5 miseri milioni?
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Ulteriore dimostrazione...
    Un'ulteriore dimostrazione di quanto brevetti, copyright e altro pattume del genere siano un enorme danno per il Progresso.
    • Zago scrive:
      Re: Ulteriore dimostrazione...
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      Un'ulteriore dimostrazione di quanto brevetti,
      copyright e altro pattume del genere siano un
      enorme danno per il
      Progresso.il brevetto è tutto tranne contro il progresso ...il brevetto serve a far rientrare l'azienda che ha speso soldi in ricerca proteggendo la scoperta dalla copia e dall'uso illegale da parte di terzi che nulla hanno investito nella ricerca ...ovvio che il metodo dei brevetti ammerrigani faccia ridere, brevetto un non so cosa che non so come funzioni ma so più o meno a grandi linee cosa potrebbe fare
      • dsadasdasd scrive:
        Re: Ulteriore dimostrazione...
        - Scritto da: Zago
        - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

        Un'ulteriore dimostrazione di quanto brevetti,

        copyright e altro pattume del genere siano un

        enorme danno per il

        Progresso.

        il brevetto è tutto tranne contro il progresso ...
        il brevetto serve a far rientrare l'azienda che
        ha speso soldi in ricerca proteggendo la scoperta
        dalla copia e dall'uso illegale da parte di terzi
        che nulla hanno investito nella ricerca
        ...
        ovvio che il metodo dei brevetti ammerrigani
        faccia ridere, brevetto un non so cosa che non so
        come funzioni ma so più o meno a grandi linee
        cosa potrebbe
        fareQuindi direi che è da ripensare il modo in cui viene finanziata al ricerca piuttosto che dichiarare che i brevetti sono per il progresso.Al momento i brevetti (non quelli trollosi) servono per far rientrare i soldi spesi per gli investimenti ad una società, che nel migliore dei casi li riutilizzerà per fare ulteriore ricerca. (vedi ad esempio le case farmaceut.. AHUAHUAUU ok basta c'è poco da ridere...........)Quindi i brevetti servono primariamente per accumulare soldi. Secondariamente POTREBBERO essere usati per fare ulteriore ricerca. (che comunque producendo tecnologia brevettata, a mia modesta opinione, fanno solo un danno contro l'umanità).
      • panda rossa scrive:
        Re: Ulteriore dimostrazione...
        - Scritto da: Zago
        il brevetto è tutto tranne contro il progresso ...Il brevetto E' contro il progresso.
        il brevetto serve a far rientrare l'azienda che
        ha speso soldi in ricerca proteggendo la scoperta
        dalla copia e dall'uso illegale da parte di terzi
        che nulla hanno investito nella ricerca
        ...Il brevetto impedisce di poter applicare la scoperta su larga scala, impedendo a tutti di godere del beneficio dell'innovazione.Ci sono un sacco di invenzioni che sono state brevettate e i cui brevetti sono stati acquistati con il solo scopo di NON PRODURRE E NON METTERE IN CIRCOLAZIONE quell'innovazione.E tu questo lo chiami progresso?
  • il signor rossi scrive:
    Ma che articolo è?
    Ma insomma, davvero non è possibile avere articoli un po' più accurati e scritti con un minimo di cura?Il titolo dice "colpevole per aver usato linux", poi nell'articolo si cita un brevetto che non si capisce cosa abbia a che fare con linux e poi si dice, dulcis in fundo, che la colpa sarebbe aver usato diverse versioni del kernel linux sulla stessa macchina, che non si capisce cosa c'entri col brevetto in questione.Ma davvero non pensate che faccia parte del vostro prima di fare un articolo approfondire la questione e presentarla in maniera chiara e completa anziché fare un copia-incolla di news prese da altri siti?
    • Papple scrive:
      Re: Ma che articolo è?
      - Scritto da: il signor rossi
      Ma insomma, davvero non è possibile avere
      articoli un po' più accurati e scritti con un
      minimo di cura?
      Il titolo dice "colpevole per aver usato linux",
      poi nell'articolo si cita un brevetto che non si
      capisce cosa abbia a che fare con linux e poi si
      dice, dulcis in fundo, che la colpa sarebbe aver
      usato diverse versioni del kernel linux sulla
      stessa macchina, che non si capisce cosa c'entri
      col brevetto in questione.
      Ma davvero non pensate che faccia parte del
      vostro prima di fare un articolo approfondire la
      questione e presentarla in maniera chiara e
      completa anziché fare un copia-incolla di news
      prese da altri
      siti?Tu sei nuovo di PI vero?
      • il signor rossi scrive:
        Re: Ma che articolo è?
        - Scritto da: Papple

        Tu sei nuovo di PI vero?ehm... veramente no, ma non perdo le speranze! :-)
        • Papple scrive:
          Re: Ma che articolo è?
          - Scritto da: il signor rossi
          - Scritto da: Papple



          Tu sei nuovo di PI vero?

          ehm... veramente no, ma non perdo le speranze! :-)Auguri allora ;)
          • kmtnck scrive:
            Re: Ma che articolo è?
            - Scritto da: Papple
            - Scritto da: il signor rossi

            - Scritto da: Papple





            Tu sei nuovo di PI vero?



            ehm... veramente no, ma non perdo le speranze!
            :-)

            Auguri allora ;)concordo con quanto detto dal signor rossi.conosco anche io da tanto tempo PI (piu o meno dall'anno della sua fondazione) e il più delle volte sono i commenti agli articoli a fare pena e poco il contrario.questa volta però l'articolo è abbastanza penoso e fatto con i piedi, in quanto non si è capito che brevetto è stato violato, cosa fa questo brevetto e sopratutto cosa c'entra "installare" diverse versioni di kernel su una stessa macchina!ragazzi.... ma che state dicendo? ci vuole un ripassino di informatica a tutti quanti misà... oppure... spiegare meglio negli articoli!cià cià
        • Gasogen scrive:
          Re: Ma che articolo è?
          - Scritto da: il signor rossi
          ehm... veramente no, ma non perdo le speranze! :-)Venerdì più vacanze pasquali, che articoli speri di trovare in occasioni simili? Millemila commenti :D
    • Paguro scrive:
      Re: Ma che articolo è?
      Scusa, ma da Mariuccia cosa ti spettavi?
      • il signor rossi scrive:
        Re: Ma che articolo è?
        - Scritto da: Paguro
        Scusa, ma da Mariuccia cosa ti spettavi?beh, a volte certe uscite di Maruccia mi hanno lasciato perplesso, soprattutto alcuni giudizi "di parte" quando da un giornalista ci si aspetterebbero giudizi più obiettivi, ma non giudico la persona ma gli articoli, e questo credo che difetti in esaustività.
        • gomez scrive:
          Re: Ma che articolo è?
          - Scritto da: il signor rossi
          da un giornalista ci si aspetterebbero giudizi più obiettivi:-)Mauro
        • Matteo scrive:
          Re: Ma che articolo è?
          - Scritto da: il signor rossi
          - Scritto da: Paguro

          Scusa, ma da Mariuccia cosa ti spettavi?

          beh, a volte certe uscite di Maruccia mi hanno
          lasciato perplesso, soprattutto alcuni giudizi
          "di parte" quando da un giornalista ci si
          aspetterebbero giudizi più obiettivi, ma non
          giudico la persona ma gli articoli, e questo
          credo che difetti in
          esaustività.Esistono giornalisti non di parte? Devo aver vissuto in un universo parallelo e corrotto... :
    • max scrive:
      Re: Ma che articolo è?
      - Scritto da: il signor rossi
      Ma insomma, davvero non è possibile avere
      articoli un po' più accurati e scritti con un
      minimo di
      cura?
      Il titolo dice "colpevole per aver usato linux",
      poi nell'articolo si cita un brevetto che non si
      capisce cosa abbia a che fare con linux e poi si
      dice, dulcis in fundo, che la colpa sarebbe aver
      usato diverse versioni del kernel linux sulla
      stessa macchina, che non si capisce cosa c'entri
      col brevetto in
      questione.
      Ma davvero non pensate che faccia parte del
      vostro prima di fare un articolo approfondire la
      questione e presentarla in maniera chiara e
      completa anziché fare un copia-incolla di news
      prese da altri
      siti?forse qui è piu' chiaro http://www.ubuntu-linux.it/google-viola-brevetto-linux-bedrock/dico che pero' l'open source andrebbe fatto fra società piu' che ai singoli proprio per una migliore regolamentazione dei rapporti
Chiudi i commenti