Microsoft, data center di scarico

Redmond pianifica di costruire una nuova server farm accanto a un impianto di trattamento delle acque reflue. L'obiettivo è usare il biogas come fonte di energia verde e a impatto zero sull'ambiente

Roma – Microsoft annuncia la realizzazione di un data center ecocompatibile nello stato USA del Wyoming, una struttura che trarrà vantaggio dall’impianto di trattamento delle acque reflue nei pressi della città di Cheyenne (Dry Creek Water Reclamation Facility) per produrre energia elettrica rispettando l’ambiente.

L’iniziativa “verde” di Microsoft si inserisce nel solco dell’ecosostenibilità tracciato ultimamente – e più o meno volontariamente – dalle grandi aziende tecnologiche come Google , Apple e Facebook : il nuovo data center sarà autosufficiente, traendo tutta la corrente elettrica di cui necessita dal trattamento dei biogas prodotti in loco dall’impianto di Dry Creek.

A fornire la tecnologia necessaria alla conversione sarà FuelCell Energy Inc. , azienda specializzata in impianti di celle a combustibile che permetterà a Microsoft di avere a disposizione un flusso di energia continua esattamente nel posto in cui tale combustibile (cioè il già citato biogas) verrà generato.

La nuova server farm dovrà assolvere a compiti “mission-critical” dove la disponibilità costante e continua dell’infrastruttura è fondamentale. E non si tratta di sola autosufficienza, visto che Redmond sostiene di voler restituire all’impianto di trattamento delle acque reflue la corrente di cui potrà fare a meno.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giulio scrive:
    nasce già vecchio
    se consideriamo che l'attuale atom è inferiore agli amd di un 25%, senza considerare il comparto grafico, un miglioramento del 50% in 2 anni, mantenendo l'hd4000 non mi sembra sufficiente per fare un salto di qualità
    • iRoby scrive:
      Re: nasce già vecchio
      Metti anche che ARM i 4 core li ha già adesso uniti ad un consumo ancora più basso, Intel è sempre ad inseguire ARM sul fronte consumi...Io dei portatili con schermo da 11,6" e queste CPU li avrei voluti adesso...Dobbiamo aspettare il 2014. Io credo che si fa prima a migrare su ARM.Con Linux è semplice.E forse lo farà anche Apple coi Mac.
    • Menestrello scrive:
      Re: nasce già vecchio
      In effetti gli Atom attuali fanno davvero pena -
      http://www.bitsandchips.it/9-hardware/1949-asus-c60m1-i-versus-asrock-ad2700-itx-lotta-ai-piani-bassi .Per fare il salto di qualità ce ne vuole!!!
Chiudi i commenti