Microsoft denuncia i negozi pirata

Prosegue senza sosta la campagna del big di Redmond contro i negozianti che distribuiscono illegalmente software dell'azienda. Le nuove denunce colpiscono commercianti di diversi stati americani

Redmond (USA) – C’è un’usanza diffusa tra i commercianti informatici a molte diverse latitudini, quella di vendere computer o hard disk con dentro software già installati e del tutto illegali, in quanto non coperti da licenza. Un’abitudine che Microsoft da anni sta cercando di estirpare con operazioni antipirateria su larga scala: l’ultima arriva dagli Stati Uniti, dove l’azienda ha annunciato un nuovo round di 20 denunce contro altrettanti negozi.

Microsoft, già promotrice di campagne presso i commercianti in Italia come nel Regno Unito , è da tempo impegnata nel cercare di ridurre le percentuali di pirateria negli USA, dove sono peraltro assai più contenute che in altri paesi.

Le 20 denunce riguardano società che hanno distribuito software illegale, masterizzato e duplicato abusivamente, o hanno venduto hard disk “precaricati”.

Sulle attività di Microsoft e dei suoi mistery shopper antipirateria vedi qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Fanc**o
    Fanc**o alla telefonia mobile che ha reso dipendenti le nuove generazioni.Quando andavo alle elementari, medie e superiori non si vedeva l' ombra di un telefonino e si viveva felici lo stesso.Allora la gioventù sembrava meno stupida rispetto alle zucche vuote attuali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanc**o
      - Scritto da:
      Fanc**o alla telefonia mobile che ha reso
      dipendenti le nuove
      generazioni.
      Quando andavo alle elementari, medie e superiori
      non si vedeva l' ombra di un telefonino e si
      viveva felici lo
      stesso.
      Allora la gioventù sembrava meno stupida rispetto
      alle zucche vuote
      attuali.Hai perfettamente ragione! Ormai non puoi uscire di casa se non ti porti appresso *almeno* un telefono cellulare...Io possiedo un solo telefono cellulare, aziendale, e quando non lavoro lo spengo o non me lo porto appresso.Essendo radio-amatore preferisco una piccola radio vhf-uhf... In caso di necessità esistono sempre appositi ponti ripetitori amatoriali con copertura di centinaia di chilometri...Apparati di questo tipo posso essere anche più piccoli di un palmare HP...
      • Anonimo scrive:
        [OT]Re: Fanc**o
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Fanc**o alla telefonia mobile che ha reso

        dipendenti le nuove

        generazioni.

        Quando andavo alle elementari, medie e superiori

        non si vedeva l' ombra di un telefonino e si

        viveva felici lo

        stesso.

        Allora la gioventù sembrava meno stupida
        rispetto

        alle zucche vuote

        attuali.

        Hai perfettamente ragione! Ormai non puoi uscire
        di casa se non ti porti appresso *almeno* un
        telefono
        cellulare...
        Io possiedo un solo telefono cellulare,
        aziendale, e quando non lavoro lo spengo o non me
        lo porto
        appresso.

        Essendo radio-amatore preferisco una piccola
        radio vhf-uhf... In caso di necessità esistono
        sempre appositi ponti ripetitori amatoriali con
        copertura di centinaia di
        chilometri...
        Apparati di questo tipo posso essere anche più
        piccoli di un palmare
        HP...Mi dici la sigla che hai?CiaoAlessandro
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanc**o
      Oltretuttto non ci sono piu' le mezze stagioni! perche' e' colpa del sistema, e poi piove,governo ladro! e' proprio vero che si stava meglio quando si stava peggio
  • ishitawa scrive:
    sindrome da abbandono
    si, anch'io quando non mi suona il cellu per avvertirmi dei mail in arrivo mi sento soloper fortuna ogni tanto ci sono gli spam a ricordarmi che qualcuno da qualche parte del mondo pensa a me
    • Anonimo scrive:
      Re: sindrome da abbandono

      per fortuna ogni tanto ci sono gli spam a
      ricordarmi che qualcuno da qualche parte del
      mondo pensa a
      meProva a non pagare qualche bolletta, o un F24, e vedrai che molti si ricorderanno di te.
  • Anonimo scrive:
    wow e vuoi vedere che
    che incide proprio questo sui giovanissimi e la loro capacità di apprendimentoLa comunità scientifica s'aspetta i dati più significativi soprattutto dalle cavie sotto i 16 anni.forza datevi da fare a fornirglieli :(Se un genitore non è in grado di imporre cosa è bene o male al proprio piccolo beh allora meglio che non faccia il genitore
  • Anonimo scrive:
    Educare!
    i genitori di oggi hanno dimenticato cosa significa educare, fin da bambini la prima cosa che si nota è la maleducazione...ma invece di dare i buoni, vecchi e sani schiaffoni, i genitori di oggi che fanno? comprano il cellulare al bambino, poi la bicicletta, poi il motorino, poi la moto, poi la macchina... il mio picciiiiiiiiiiiiiiiiino...ma per favore guardatevi intorno, andate negli asili, nelle scuole, se vostro figlio vi dice "vaffanculo", dategli tre schiaffoni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Educare!
      - Scritto da:
      ...
      ma per favore guardatevi intorno, andate negli
      asili, nelle scuole, se vostro figlio vi dice
      "vaffanculo", dategli tre
      schiaffoni.Mazza e panellefanno 'e figlie belle;panelle senza mazzafanno 'e figlie pazze. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Educare!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...

        ma per favore guardatevi intorno, andate negli

        asili, nelle scuole, se vostro figlio vi dice

        "vaffanculo", dategli tre

        schiaffoni.

        Mazza e panelle
        fanno 'e figlie belle;
        panelle senza mazza
        fanno 'e figlie pazze.

        ;)quoto(cylon)
    • Anonimo scrive:
      Re: Educare!
      I genitori dovrebbero investire in centrali elettriche di inizio secolo, non in quadri di van gogh da appendere in quelle fottute pareti color pastello.Wild Bill
    • Anonimo scrive:
      Re: Educare!
      - Scritto da:
      i genitori di oggi hanno dimenticato cosa
      significa educare, fin da bambini la prima
      cosa che si nota è la maleducazione...Perché, 10 o 20 anni fa era diverso? Non vedo differenze sostanziali tra i bambini di oggi e quelli di 10 o 20 anni fa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Educare!
        - Scritto da:
        Perché, 10 o 20 anni fa era diverso? Non vedo
        differenze sostanziali tra i bambini di oggi e
        quelli di 10 o 20 anni
        fa.Allora sei cecato finito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Educare!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        i genitori di oggi hanno dimenticato cosa

        significa educare, fin da bambini la prima

        cosa che si nota è la maleducazione...

        Perché, 10 o 20 anni fa era diverso? Non vedo
        differenze sostanziali tra i bambini di oggi e
        quelli di 10 o 20 anni
        fa.Guardati intorno, i bambini di oggi pretendono tutto e se per caso gli neghi qualcosa passano dai capricci alle parolacce alla disobbedienza alle bugie.Non sono d'accordo con le percosse nemmeno con gli schiaffoni ed affini, ma ci vogliono delle regole e devono essere ferree.E, poi, comunque i bambini devono essere seguiti ed i genitori devono dare l'esempio.Se un genitore non va dal bambino quando questi lo chiama, perchè il bambino dovrebbe fare lo stesso?Se il genitore dice le parolecce, come si può aspettare che il figlio non lo faccia?
        • Anonimo scrive:
          Re: Educare!

          Guardati intorno, i bambini di oggi pretendono
          tutto e se per caso gli neghi qualcosa passano
          dai capricci alle parolacce alla disobbedienza
          alle
          bugie.

          Non sono d'accordo con le percosse nemmeno con
          gli schiaffoni ed affini, ma ci vogliono delle
          regole e devono essere
          ferree.
          E, poi, comunque i bambini devono essere seguiti
          ed i genitori devono dare
          l'esempio.
          Se un genitore non va dal bambino quando questi
          lo chiama, perchè il bambino dovrebbe fare lo
          stesso?
          Se il genitore dice le parolecce, come si può
          aspettare che il figlio non lo
          faccia?
          QUOTO!anche i genitori sono un bel problema:ho visto, in campeggio al mare, un padre (loro erano di Treviso, questo non vuol dire niente anch'io sono Veneto, ma immaginatevi il classico Omo Grezzum Camionaris ) che chiamava il figlio (avrà avuto 8-10 anni) anche con parolacce, bestemmiava e imprecava per qualsiasi cosa...mi chiedo: come farà a venir su bene, quel povero bimbo?e sua madre, anche lei era così, ed era pure sconcia (dei discorsi e delle frasi non riferibili)...più di una volta mi son trattenuto di andare lì a dirne 4, solo che quel tipo era, oltre che un violento, come un armadio, mi spaccava in 4 se ci provavo...che pena quel bimbo... :(
        • Anonimo scrive:
          Re: Educare!
          - Scritto da:
          Non sono d'accordo con le percosse nemmeno con
          gli schiaffoni ed affini, ma ci vogliono delle
          regole e devono essere
          ferree.Mi permetto di dissentire. Io sono della generazione degli anni '80 e quando mio padre lo riteneva opportuno, gli schiaffi volavano ed io non mi sono mai permesso di apostrofarlo in malo modo e riconoscevo la sua indiscussa autorità.Se avessi un figlio farei altrettanto: quando sono necessari, i ceffoni sono l'unica cosa che consente al bambino di ricordare i propri errori. Ovviamente mai per far male e dati con la giusta "intensità" in funzione dell'età del bambino.Altrimenti i genitori perdono facilmente la propria autorità e si fanno piano piano mettere "i piedi in testa" dai propri figli, vanificando ogni possibile speranza di educazione.
          E, poi, comunque i bambini devono essere seguiti
          ed i genitori devono dare
          l'esempio.
          Se un genitore non va dal bambino quando questi
          lo chiama, perchè il bambino dovrebbe fare lo
          stesso?
          Se il genitore dice le parolecce, come si può
          aspettare che il figlio non lo
          faccia?Qui concordo al 100%.
    • ishitawa scrive:
      Re: Educare!
      il cellulare come qualsiasi altra cosa è uno strumentoutile se usato bene, e come tale un figlio in giro con il suo cellulare ha un senso e quindi ha senso comprarlol'educazione non è il dare o non dare il cellulare: è COME si da e COME si insegna ad usarlo
    • soulista scrive:
      Re: Educare!
      - Scritto da:
      ma per favore guardatevi intorno, andate negli
      asili, nelle scuole, se vostro figlio vi dice
      "vaffanculo", dategli tre
      schiaffoni.Hai ragione riguardo ai ragazzini di oggi, ma se da genitore devi dare uno schiaffone, vuol dire che hai già fallito e che andrà sempre peggio...
Chiudi i commenti