Microsoft e le licenze per Linux

Fonti anonime parlano di una nuova strategia di Redmond. Che chiederebbe alle aziende taiwanesi la compensazione per lo sfruttamento dei suoi brevetti nel software open source

Roma – Dopo il caso dei brevetti sulla tecnologia FAT si starebbe per aprire un nuovo, duro scontro sul fronte della guerra legale tra Microsoft e il mondo Linux. Fonti anonime parlano di una richiesta avanzata da Redmond ai produttori asiatici di sistemi netbook, “colpevoli” di installare sistemi operativi open source in cui verrebbero infranti non meglio specificati brevetti software registrati dal colosso del software statunitense.

La “soffiata” arriva da Digitimes : Microsoft starebbe premendo su Asustek e Acer affinché le due multinazionali ripaghino Redmond per l’installazione di Linux, Android oppure il prossimo Chrome OS sui netbook in via di confezionamento. software multimediali e per la gestione della posta elettronica integrati nei suddetti OS infrangerebbero le proprietà intellettuali registrate da Redmond.

Microsoft sarebbe ricorsa alla via delle minacce legali, questa l’ ipotesi in ballo , per compensare la presenza ancora scarsa di Windows Starter Edition sui netbook: che Asustek e Acer paghino per lo sfruttamento dei brevetti o per l’installazione di Windows sui subnotebook poco importa, l’importante è che paghino .

Sullo sfondo, come succede da qualche anno a questa parte, c’è la querelle tra software proprietario e il software open source: con in ballo lo sfruttamento della proprietà intellettuale eventualmente concessa dai brevetti software.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • malvagia maurizia scrive:
    blocco di fb senza motivo
    sono entrata da poco in fb,quando sulla chat mi appare un messaggio di una che nn ricordo il nome che mi chiedeva un mi piace sul profilo di un cantante,tra l'altro mai conosciuto.Per fare questa operazione mi presentava un indirizzo e-mail.Subito dopo aver fatto questa operazione,nn mi e' stato piu' possibile entrare in fb,completamente negato l'acXXXXX,Mi date una manoper favore...nn posso neanche accedere all'assistenza....Non capisco!
  • malvagia maurizia scrive:
    blocchi su fb
    io nn capisco come mai si e' bloccata la chat,il condividi,i links,e i commenti,nn riesco neanche ad inviare,si tratta di fb,xche'la connessione ed il campo sno ottimi.Neanche l'assistenza di fb posso chiamare xche'nn posso inviare.il compiuter va benissimo quindi qualcuno che io ho scancellato e che diceva di essere un esperto antivirus puo'aver manomesso ,ho scancellato anche due profili che a mio avviso erano falsi e subito dopo e' accaduto questo.graziemalvagia maurizia
  • Luois White scrive:
    Burla!!
    Ragazzi ma è una burla questa!! Sono direttore della Polizia Telematica e vi assicuro che non possiamo spiare i vostri account se prima non abbiamo l'autorizzazione dal magistrato!! Se fosse cosi ogni indagine perderebbe il proprio valore processuale!!!Se noi della polizia delle telecomunicazioni dovessimo provare ad entrare in una rete sociale senza mandato dal parte del magistrato, sarebbe per noi un reato penale!!Ma dico un pò di inteliggenza nel capire che l'articolo è tutto falso!!Ma quali spie???
  • antimo turco scrive:
    polizia
    o ma xke me tolto facebook
  • mauro rossi scrive:
    suicidio
    Ma da quando in qua il suicidio è reato?
  • sentinel scrive:
    L'avevo detto io...
    ...ed adesso si è avverato:Fèssbùk è diventato il più grande fenomeno di schedatura diitaliani nelle mani di chi ha il potere di consultarlo ;-)
  • adfc3fd scrive:
    Ma dai
    è un palese hoax.da classici italiani vediamo complotti in ogni dove.
  • TuttoaSaldo scrive:
    Protesta
    Trovo questa violazione delle mie libertà personale costituzionalmente garantita assolutamente intollerabile, se anche voi la pensate come me, iscrivetevi al mio nuovo gruppo che ho aperto su FB:"Via la polizia postale da Facebook"Grazie.
    • pippO scrive:
      Re: Protesta
      - Scritto da: TuttoaSaldo
      Trovo questa violazione delle mie libertà
      personale costituzionalmente garantita
      assolutamente intollerabile, se anche voi la
      pensate come me, iscrivetevi al mio nuovo gruppo
      che ho aperto su
      FB:
      "Via la polizia postale da Facebook"

      Grazie.Mi raccomando lasciate TUTTI i vostri dati, così non devono sforzarsi troppo per venire a "ringraziarvi"
      • TuttoaSaldo scrive:
        Re: Protesta
        Mi raccomando !!Quando avremo mille iscritti la polizia postale non potrà più andare su facebook.
        • pippO scrive:
          Re: Protesta
          - Scritto da: TuttoaSaldo
          Mi raccomando !!
          Quando avremo mille iscritti la polizia postale
          non potrà più andare su
          facebook.1000 in binario ovviamente ;)
        • skzskz scrive:
          Re: Protesta
          C'è il gruppo su fb che _vuole_ la polizia postale con 3900 iscritti.. vi hanno fregato, dovete arrivare a 4000.- Scritto da: TuttoaSaldo
          Mi raccomando !!
          Quando avremo mille iscritti la polizia postale
          non potrà più andare su
          facebook.
          • TuttoaSaldo scrive:
            Re: Protesta
            Pensavo di aver avuto un'idea originale :-(Vabbé, allora farò il gruppo per togliere Luca Annunziata da FB :-)
          • skzskz scrive:
            Re: Protesta
            Io oggi non avendo nulla da fare mi sono fatto un giro antropologico tra i msg di quel gruppo e la gente iscritta... mamma mia...- Scritto da: TuttoaSaldo
            Pensavo di aver avuto un'idea originale :-(
            Vabbé, allora farò il gruppo per togliere Luca
            Annunziata da FB
            :-)
  • era ora scrive:
    era ora
    spero proprio che la notizia sia fondata.Credo sia ora di mettere un freno all'XXXXXXXXXtà italiana sul fenomeno FB, per'altro oggetto di derisione e scherno.Dal momento che non uso facciadabucodiXXXX e non mi interessa usarlo, perchè penso e credo che sia inutile e fazioso, un indagine con i fiocchi ci sta, perlomeno per capire cosa XXXXX fa tutto il santo giorno li sopra e per quale motivo.Quindi, anche se la mia opinione è stata esposta in maniera un po brutale, la polizia ha tutta la mia approvazione in questo senso.Perciò, ben venga.Quelli che obbiettano, evidentemente hanno qualche scheletro nell'armadio.Buon divertimento su facciadac/lo.
    • Sgabbio scrive:
      Re: era ora
      Io non uso facebook ma obbietto per questa segretezza è sopratutto per i modi in cui vogliono operare.
      • era ora scrive:
        Re: era ora
        Sga,l'ho letta la notizia. Potremmo discutere piacevolmente anche di persona di questa cosa, ma non cambiarò niente, purtroppo.La magistratura, non è solo di sinistra, basta cercare un po per accorgersi che i magistrati, a quanto mi risulta, siano quai tutti di destra.Perciò la voce "popolare" che sparge un noto personaggio è oltremodo falsa.Su questo si puo imbastire un'altro discorso (disgustosamente) squisitamente politico.Però, soffermandoci un po sui fatti e sulle intenzioni riportate nell'articolo, direi che è comunque una cosa valida, perchè l'italiano, mediamente, riporta e proietta la propria vita e le sue abitudini in quel network.La policy di facebook è visibile a tutti. Se poi l'italiano XXXXXXXXX medio (tutti) non la legge sono affari suoi.Se è possibile condurre indagini di marketing su tutte queste persone, perchè non deve essere possibile alla stessa stregua delle indagini di polizia?Chi mette la propria vita la sopra, lo fa consenziente, anche se al 99% non legge le clausole del contratto. Quindi non c'è nulla di illegale.Stiamo parlando per ipotesi, perchè stiamo rispondendo a un articolo che non ha nessuna conferma.Ma anche se fosse vero, un deterrente, uno stop ci vuole comunque.Ci sono aziende che perdono un sacco di soldi perchè i loro dipendenti cercano l'altro sesso su facebook durante le ore di lavoro e magari infettano i PC dell'azienda, spendendo dei soldi per chiamare tecnici per bonificare il tutto.Questo è un fenomeno tutto italiano, di una pochezza unica al mondo, che dimostra quanto è superficiale la gente. Sopratutto quelli che occupano posti di alto rango in giacchetta e cravatta che sono strapagati per cornificare moglie/marito durante le ore di ufficio.Ma non solo. Gli esempi che si possono riportare possono essere tanti. Questi sono i classici, quelli più grotteschi... all'"italiana" spaghetti, mandolino e... facebook.Ma dal momento che questa stupidità calamita anche la criminalità, vista la facilità d'uso e il raggiungimento dei componenti la "banda", quindi perchè non ficcare un po il naso la dentro, in quella specie di girone infernale.Ad ogni modo la polizia su FB c'è già da tempo e fa già il suo dovere, basta ascoltare le notizie o leggerle per accorgersene.Io non ho nulla da temere, nulla da nascondere, nessun motivo per collegare la mia persona con facebook con un cordone ombelicale, cosi come è nelle intenzioni markettare degli autori del sito.Saluti.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: era ora
          - Scritto da: era ora
          La policy di facebook è visibile a tutti. Se poi
          l'italiano XXXXXXXXX medio (tutti) non la legge
          sono affari suoi.Se imposto la privacy di qualcosa in modo che possano vederla solo i miei amici (o solo alcuni amici) pretendo che questa impostazione che io ho configurato venga rispettata, non me ne importa niente se hanno un mandato di un magistrato, non hanno alcun diritto di intromettersi nella mia sfera PRIVATA. Altro discorso è se scrivo in pubblico o lasciando l'impostazione pubblica.Questi si permettono di loggare (e permettere ad altri di leggere) le chat fino a un anno prima? E chi gli ha dato il permesso? Sulle condizioni d'uso di certo non è scritto... e io, a differenza degli italiani che citi, le condizioni d'uso le leggo.[yt]tA7KCcsRdEE[/yt][yt]Dq803I4pyw8[/yt]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 ottobre 2010 00.57-----------------------------------------------------------
        • Sgabbio scrive:
          Re: era ora
          Delirio assurdo...
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: era ora
      - Scritto da: era ora
      spero proprio che la notizia sia fondata.
      Credo sia ora di mettere un freno all'XXXXXXXXXtà
      italiana sul fenomeno FB, per'altro oggetto di
      derisione e
      scherno.
      Dal momento che non uso facciadabucodiXXXX e non
      mi interessa usarlo, perchè penso e credo che sia
      inutile e fazioso, un indagine con i fiocchi ci
      sta, perlomeno per capire cosa XXXXX fa tutto il
      santo giorno li sopra e per quale
      motivo.

      Quindi, anche se la mia opinione è stata esposta
      in maniera un po brutale, la polizia ha tutta la
      mia approvazione in questo
      senso.
      Perciò, ben venga.

      Quelli che obbiettano, evidentemente hanno
      qualche scheletro
      nell'armadio.Visto che la pensi così, sei pregato di mettere una webcam in ogni stanza di casa tua, così che tutti quanti (e non solo le forze dell'ordine che magari sono tuoi amici e potrebbero coprirti per qualche vostro sXXXXX interesse che non conosciamo) possano verificare che quanto dici sia vero.Del resto, le tue posizioni sono uguali a quelle di una persona che diceva che dovevano vivere tutti in case dalle pareti di vetro per dimostrare di non avere niente da nascondere. Sai chi lo disse? Adolf Hitler...
  • Sgabbio scrive:
    La cosa è GRAVE
    Indipendentemente che piaccia facebook o meno, la questione è al quanto grave, un accordo come questo che permette le forze dell'ordine di operare senza autorizzazioni della magistratura, fa veramente paura, spero non sia un precedente per una nuova pratica consolidata.Ok, adesso sono partiti con la smentita immediatamente...però la cosa è abbastanza grave è va messa alla luce subito.
    • era ora scrive:
      Re: La cosa è GRAVE
      - Scritto da: Sgabbio
      questo che permette le forze dell'ordine di
      operare senza autorizzazioni della magistratura,Ma cosa cavolo dici? Parli senza avere niente in mano.La tua è solo un'opinione, una voce da bar sparata davanti a uno sprizz.Dai su.
      • Sgabbio scrive:
        Re: La cosa è GRAVE
        Ma l'hai letta la notizia ?
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: La cosa è GRAVE
          e tu? l'hai letto? :)mi sembra difficile che si possa aggirare la legge (e la costituzione) senza violarlache poi qualche testa calda, tra gli investigatori, possa abusare del suo potere... succede, se lo beccano (vedi il caso del finanziere che passava gli status contributivi a un giornalista) lo processano e probabilmente finisce in galeraaffermare, senza aver visione dell'accordo (che sarà solo una linea guida per contattare il servizio assistenza, magari a San Francisco hanno un ufficietto con dentro 2 o 3 ragazzi che si occupano dei rapporti con le polizie), che la Polizia italiana possa agire in deroga alla legge su FB è deontologicamente e giornalisticamente sbagliato
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: La cosa è GRAVE
            - Scritto da: Luca Annunziata
            e tu? l'hai letto? :)

            mi sembra difficile che si possa aggirare la
            legge (e la costituzione) senza
            violarla
            Ma violarla non significa quasi mai pagare, se indossi una divisa.
            che poi qualche testa calda, tra gli
            investigatori, possa abusare del suo potere...
            succede, se lo beccano (vedi il caso del
            finanziere che passava gli status contributivi a
            un giornalista) lo processano e probabilmente
            finisce in
            galera
            Eh, infatti Mario Placanica è in galera.SpaccaRotella è stato condannato all'ergastolo.Idem per i 4 che hanno assassinato il povero Federico Aldrovanti.Naturalmente hanno identificato e punito anche i responsabili della morte di Aldo Biasin e di Cucchi, di RassMan e potrei continuare così per ore.Eh già questi non si cacano sotto di aggirare la legge nemmeno quando ammazzano qualcuno figurati quanto sono intimoriti di violare la tua privacy su Facebook aggirando la legge.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: La cosa è GRAVE
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Eh, infatti Mario Placanica è in galera.Placanica stava difendendo se stesso e i suoi colleghi da uno che gli stava tirando un estintore addosso.Sentiamo, eroe, tu che avresti fatto al suo posto?
            SpaccaRotella è stato condannato all'ergastolo.Spaccarotella non è stato condannato in via definitiva (l'appello comincia tra un mese)E comunque Spaccarotella è un cretino e un incapace e ai cretini non si da l'ergastolo.E non si pretende che abbiano avuto l'intenzione di uccidere qualcuno su un'auto in movimento a 50 metri di distanza, attraverso un'autostrada e due reti di recinzione, con una pistola (e non con un fucile)
            Idem per i 4 che hanno assassinato il povero
            Federico
            Aldrovanti.
            Naturalmente hanno identificato e punito anche i
            responsabili della morte di Aldo Biasin e di
            Cucchi, di RassMan e potrei continuare così per
            ore.Si però Ezio Zernar l'hanno beccato.Ed è questo l'esempio più calzante alla situazione descritta da Annunziata.
          • ragazzo pensionato scrive:
            Re: La cosa è GRAVE
            - Scritto da: Luca Annunziata
            affermare, senza aver visione dell'accordo (che
            sarà solo una linea guida per contattare il
            servizio assistenza, magari a San Francisco hanno
            un ufficietto con dentro 2 o 3 ragazzi che si
            occupano dei rapporti con le polizie)Dubito che i legali di una multinazionale americana facciano firmare accordi internazionali a 2 o 3 ragazzetti.Ma d'altronde qui in Italia erano a tentare di sovvertire l'ordine democratico dello Stato non erano che "quattro pensionati".
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: La cosa è GRAVE
            Non è quello che ho scritto io.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: La cosa è GRAVE
            - Scritto da: Luca Annunziata
            Non è quello che ho scritto io.Lascia stare, la gente non è più abituata a leggere e a capire."LOL, ho appena XXXXXXXXXtoA 3568 persone piace questo elemento"
  • Jork scrive:
    HAHAHA Come Godo
    La più grande schedatura di massa della storia ... e sta funzionando... e sempre più polli ci cascanohahahahhahahahhahahahahahahaha
    • nome e cognome scrive:
      Re: HAHAHA Come Godo
      Si e poi se tu fai un profilo falso e qualche domandina a qualcuno per sapere la verità commetti reato di sostituzione di persona...Loro invece possono fare ciò che vogliono...
      • era ora scrive:
        Re: HAHAHA Come Godo
        - Scritto da: nome e cognome
        Si e poi se tu fai un profilo falso e qualche
        domandina a qualcuno per sapere la verità
        commetti reato di sostituzione di
        persona...

        Loro invece possono fare ciò che vogliono...Tu sei tutto scemo.Chi se ne frega?Facciabuco non è la realtà.Tuttociò è un falso problema.Quindi si ritorna a capo: chi se ne frega?Per caso tu consideri facciabucolo fondamentale per la tua esistenza in questo pianeta?Se è cosi, allora mi sa che qualcuno è riuscito a ridurti a uno stato larvale, come tantissimi altri, drogati, strafatti di facciadabulo.Ma non fate pena, fate venire voglia di prendervi a pedate nel sedere (rotfl)
        • gips scrive:
          Re: HAHAHA Come Godo

          Facciabuco non è la realtà.Facciabuco, per la maggioranza degli utenti, riporta fedelmente immagini personali di vita quotidiana, spostamenti, pensieri e fatti...rappresenta la vita quotidiana di milioni di persone, FB è il grande fratello presonale di ogni iscritto, la sua telecamera personale che potrebbe seguirlo 24/24-7/7Per la maggior parte degli utenti FB rappresenta quindi frammenti di realtà.Vorrei capire se, visto che nella vita reale carpire questi momenti è illegale, carpirli su FB senza le autorizzazioni dovute.Che siano foto, pensieri, accadimenti o quant'altro.
    • public static void main scrive:
      Re: HAHAHA Come Godo
      - Scritto da: Jork
      La più grande schedatura di massa della storia
      ... e sta funzionando
      ... e sempre più polli ci cascanoAggiungo:e lo fanno pure di propria spontanea volontà!Una simile dimostrazione di idiozia umana non ha precedenti, è peggio dell'adozione di massa di Windows, molto peggio...
  • Antonio Faraone scrive:
    INFAMI
    INFAMI GUARDATE VOSTRA FIGLIA E VOSTRA MOGLIE..E PURE VOI A XXXXXXX. ACAB
  • Fisco Zari scrive:
    Polizia in FB?
    Non spiamo perchè "...senza autorizzazione della magistratura commetteremmo un reato penale"?Non uccidiamo perchè "...senza autorizzazione della magistratura commetteremmo un reato penale"?Non rubiamo perchè "...senza autorizzazione della magistratura commetteremmo un reato penale"?Non stupriamo perchè "...senza autorizzazione della magistratura commetteremmo un reato penale"?Bella risposta. Elegante dribbling.
  • applemerda scrive:
    mah.
    Fb XXXXX,as usual.
  • Maurizio Sorbello scrive:
    sicurezza
    Spero che questo servi ad aver un sistema più sicuro e pulito
  • SCF IS EVIL scrive:
    Se fosse vero...
    Sarei anche d'accordo che la polizia postale fosse in grado di entrare a proprio piacimento su FB, ma poi si dovrebbe anche tenere un registro pubblico di tutte le volte che viene effettuata una operazione del genere visti gli abusi che già ci sono stati in passato (Vedi Telecom).
    • krane scrive:
      Re: Se fosse vero...
      - Scritto da: SCF IS EVIL
      Sarei anche d'accordo che la polizia postale
      fosse in grado di entrare a proprio piacimento su
      FB, ma poi si dovrebbe anche tenere un registro
      pubblico di tutte le volte che viene effettuata
      una operazione del genere visti gli abusi che già
      ci sono stati in passato (Vedi Telecom).Sembra non lo sia:http://zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=13366&numero=999
  • ciccio scrive:
    non c'è da stupirsi più di tanto
    A parte ogni commento sull'uso di un colabrodo come Facebook per metterci qualunque cosa di serio o chattarvi di cose potenzialmente pericolose, ogni governo di ogni paese, quale che sia il colore politico, come missione primaria ha il mantenimento dello status quo ad ogni costo.Questo si traduce nella necessità di tenere sotto controllo la cittadinanza in svariati modi. Negli ultimi 10-15 anni abbiamo assistito a profondi cambiamenti nella gestione del potenziale dissenso pubblico: paramilitarizzazione delle forze di polizia (notati i cambiamenti negli armamenti difensivi ed offensivi, gli atteggiamenti volutamente provocatori, la statura e corporatura sempre sopra la media e l'abbigliamento volutamente mutato in aggressivo e intimidatorio?), uso di intercettazioni a tappeto sulle persone normali, tracciatura degli spostamenti dei cellulari e altre meraviglie consensite dalla tecnologia.Quando spunta una nuova tecnologia questa viene immediatamente usata per aumentare il controllo che lo Stato esercita sui propri cittadini, se necessario imponendola per legge. Partiamo dalle telecamere ad ogni angolo di strada passando per gli autovelox e i tutor, che memorizzano chi sei e dove vai, non solo a che velocità lo fai, per finire in pochi anni ai GPS attivi obbligatori su ogni automobile e spacciati per sistema per rilevare un incidente e chiamare soccorso automaticamente.Non sono episodi isolati ma un trend che va avanti da sempre.Ora dovremmo stupirci se fra i tanti controlli già in essere invadono anche i profili personali dentro Facebook? Io non mi stupisco affatto e certamente mi guardo bene dall'usare Facebook quando progetto il prossimo colpo di stato o faccio traffico di droghe pesanti e armi o quando gestisco le mie prostitute 13enni:^)
    • SCF IS EVIL scrive:
      Re: non c'è da stupirsi più di tanto
      - Scritto da: ciccio
      certamente mi guardo bene dall'usare Facebook
      quando progetto il prossimo colpo di stato o
      faccio traffico di droghe pesanti e armi o quando
      gestisco le mie prostitute
      13enni:^)Non se sei il Presidente del Consiglio
  • Simone Gliori scrive:
    Bene
    Bene. Spero proprio che sia una soluzione per acciuffare quei fisher che si divertono a estorcere dati personali per scopi lucrativi... e fare una bella pulizia
    • LordAzuzuNo nLoggato scrive:
      Re: Bene
      Guarda, se si è tanto fessi da farsi XXXXXXX da un'email fetente di phishing, forse è meglio così.
      • MadPascal scrive:
        Re: Bene
        - Scritto da: LordAzuzuNo nLoggato
        Guarda, se si è tanto fessi da farsi XXXXXXX da
        un'email fetente di phishing, forse è meglio
        così.Sono perfettamente daccordo con te, ricevo almeno 10 email di phishing al mese, le cestino tutte, ma possibile che ci sono in giro degli XXXXXXXXX che credono a tutto quello che ricevono via email?Eppure le aziende lo dicono, "TUTTE LE COMUNICAZIONI IMPORTANTI AVVENGONO VIA POSTA".Utenti con la sindrome del clikke clikke, vedono un link e ci cliccano sopra ad occhi chiusi.Se non sapete usare internet, o peggio ancora, le email, tornate ad usare carta e penna!!! (scusate lo sfogo, ma certa gente lo merita di essere truffata, come coloro che per strada firmano qualunque cosa)
  • collione scrive:
    la parte interessante
    è questa"Anche perchè nel caso contrario tutto ciò che si fa non avrebbe alcun valore processuale. Anzi, se violassimo la Rete senza autorizzazione della magistratura commetteremmo un reato penale"ero in dubbio se in Italia vigesse questo principio ma pare che ( fortunatamente ) esista anche quiquindi cari amici malfattori, su forza, delinquente, basta riuscire ad occultare le prove dei propri crimini, chissenefrega se poi su facebook si trovano indizi a palate, tanto non sono utilizzabili in tribunale
    • Nome e cognome scrive:
      Re: la parte interessante
      - Scritto da: collione
      è questa

      "Anche perchè nel caso contrario tutto ciò che si
      fa non avrebbe alcun valore processuale. Anzi, se
      violassimo la Rete senza autorizzazione della
      magistratura commetteremmo un reato
      penale"

      ero in dubbio se in Italia vigesse questo
      principio ma pare che ( fortunatamente ) esista
      anche
      qui

      quindi cari amici malfattori, su forza,
      delinquente, basta riuscire ad occultare le prove
      dei propri crimini, chissenefrega se poi su
      facebook si trovano indizi a palate, tanto non
      sono utilizzabili in
      tribunaleMa scusa, stai tentando di ingannare i delinquenti perchè lascino tracce su facebook e si freghino con le loro mani?
    • p4bl0 scrive:
      Re: la parte interessante
      - Scritto da: collione
      è questa

      "Anche perchè nel caso contrario tutto ciò che si
      fa non avrebbe alcun valore processuale. Anzi, se
      violassimo la Rete senza autorizzazione della
      magistratura commetteremmo un reato
      penale"

      ero in dubbio se in Italia vigesse questo
      principio ma pare che ( fortunatamente ) esista
      anche
      qui

      quindi cari amici malfattori, su forza,
      delinquente, basta riuscire ad occultare le prove
      dei propri crimini, chissenefrega se poi su
      facebook si trovano indizi a palate, tanto non
      sono utilizzabili in
      tribunalewow hai vinto il premio superficialità.dice chiaramente che non sono utilizzabili in tribunale *se ottenuti illegalmente*
Chiudi i commenti