Microsoft e Mozilla, corsa al dongle HDMI

La corporation di Firefox stringe una partnership con una società sino-americana per realizzare un dongle HDMI libero dalle restrizioni imposte da Google su Chromecast, mentre Microsoft pensa ai dispositivi compatibili Miracast

Roma – Le qualità e (soprattutto) l’economicità di Chromecast ne hanno fatto un accessorio molto popolare fra chi è interessato allo streaming di media e contenuti su HDTV, e ora quella popolarità spinge anche gli altri protagonisti dell’hi-tech a realizzare la propria versione di dongle HDMI per piccoli e grandi schermi domestici.

matchstick

L’interesse di Mozilla per un “anti-Chromecast” non è più un mistero da tempo , e ora tale gadget viene ufficialmente presentato sotto il brand Matchstick : la fondazione del Panda Rosso ha stretto una partnership con l’omonima società con sede in California e con un team di ingegneri a Pechino, realizzando un dongle basato su Firefox OS che costa meno di Chromecast (25 dollari contro 35) e che dovrebbe fornire un’esperienza di streaming superiore in tutto.

Matchstick ha avviato una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Kickstarter superando, già dopo le prime 24 ore , i 100mila richiesti per la produzione del primo lotto di un dongle HDMI che conta su un chip dual-core Rockchip 3066, 4 Gigabyte di storage integrato e 1 GB di RAM. E diversamente da Chromecast, Matchstick promette di non imporre alcuna limitazione (legale o tecnologica) allo streaming di applicazioni, esperienze e contenuti multimediali sul televisore di casa.

Matchstick supporta lo streaming da PC, dispositivi Firefox OS, Android e iOS, mentre non è al momento garantito il supporto ai terminali Windows Phone. I possessori di detti dispositivi dovranno quindi rivolgersi al Microsoft Wireless Display Adapter (WDA), altro dongle per lo streaming wireless su porta HDMI realizzato dal colosso del software di Redmond.

Microsoft Wireless Display Adapter

Si parla, in quest’ultimo caso, di un accessorio più costoso di Chromecast o Matchstick (circa 60 dollari) e che promette piena compatibilità con lo streaming dai dispositivi che supportano lo standard Miracast, siano essi PC Windows (8.1, prima versione a integrare il supporto a Miracast), terminali Windows Phone o gadget Android. WDA costa di più ma è basato su una tecnologia standardizzata – una tecnologia che inizialmente sarebbe dovuta far parte anche del già citato Chromecast.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti