Mozilla lavora all'anti Chromecast?

La Fondazione tempera le indiscrezioni ma gli indizi sembrano confermare il piano svelato (in anticipo) su Twitter da uno sviluppatore

Roma – Mozilla sarebbe al lavoro per realizzare un media streamer per portare sul televisore di casa i contenuti multimediali che fluiscono su smartphone, tablet e PC, gestito ovviamente con Firefox OS, il sistema operativo lanciato di recente sui primi smartphone che Mozilla sta vendendo a prezzi molto concorrenziali. A svelare il progetto , che sarebbe dovuto restare segreto per almeno un altro mese, è stato un tweet di Christian Heilmann, sviluppatore Mozilla che ha postato una foto del prototipo (ad oggi ancora senza nome) parlando di un dispositivo completamente open source da collegare al televisore.

Rivaleggiare con Chromecast di Google sembra essere l’ obiettivo primario del progetto Mozilla, che punta a offrire un sistema aperto alla totale creatività degli sviluppatori per ampliare le applicazioni supportate e, quindi, gli ambiti d’uso del dongle.

A rilanciare le future mire della società è stato Janko Roettgers di GigaOM , che ha potuto testare in anteprima il prototipo rilasciando anche un video esclusivo che ne mostra il funzionamento. E qui si nota una prima, rilevante, differenza rispetto alla chiavetta Google, che limita il supporto ad alcuni tipi di file interfacciandosi – al momento – solo con dispositivi Android e iOS.

Quella di Mozilla, invece, potrà lavorare in simbiosi anche con Windows Phone e il neonato Fire Phone di Amazon, consentendo inoltre lo sviluppo di applicazioni, forse anche con funzionalità di casting, senza un grande supporto della stessa Mozilla Foundation.

Forse indisposta dall’anticipazione, la Fondazione ha smentito subito il progetto spostando il tiro verso produttori terzi: “Firefox OS è una piattaforma aperta e liberamente disponibile per qualunque società e senza restrizioni”, ha commentato un portavoce, seguito a ruota dallo stesso Hailmann che ha ribadito la vocazione software di Mozilla e la sua completa trasparenza. Messaggi che, letti fra le righe, sembrano altresì confermare il prossimo arrivo di un dongle dalle interessanti potenzialità e aperto a molteplici opportunità. Impossibile, al momento, capire quando e in quali mercati potrà essere disponibile.

Alessio Caprodossi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • apo scrive:
    più che la schedatura...
    ... mi fa paura l'estrema facilità con cui sia possibile contaminare con tracce biologiche la scena di un crimine e di conseguenza incastrare igrari innocenti.Chiunque di noi infatti lascia nel corso della propria vita alle mercè di chiunque materiale biologico più o meno importante praticamente ogni giorno: lamette da barba usate, capelli dal barbiere, peli ed unghie dall'estetista, sudore negli abiti da lavare alla tintoria, saliva su piatti e bicchieri al bar ed al ristorante, ed ancora... vestiti usati, profilattici, cerotti, donazione del sangue e prelievi medici, e la lista potrebbe essere infinita.Se fossi un criminale e volessi mettere su una pista falsa gli investigatori cosa mi costerebbe ravanare in un cassonetto, raccoglie la prima cosa che mi capita sotto mano e fare così fessi polizia ed investigatori o quantomeno screditarli e farli brancolare su piste false?Il caso Yara e soprattutto i commenti dell'opinione pubblica dovrebbero fare riflettere seriamente. Ora, senza entrare nel merito innocente/colpevole, quello che è davvero grave è vedere che per così tante persone (e da quanto leggo nemmeno solamente in Italia) una traccia di DNA implichi l'essere al 100% colpevole mentre semmai l'unica certezza è quella che permette di associare la sostanza ritrovata ad una determinata persona. Nulla però dice come e perchè sia stata ritrovata in quel posto, ne tantomeno è possibile datare il momento in cui è stata prodotta.Pensateci, se qualcuno prendesse un vostro preservativo usato e lo svuotasse su di un cadavere femminile, da quello che purtroppo vedo oggi, sareste automaticamente condannati per crimini ignobili (e non solo dall'opinione pubblica). Poco importa che la vostra colpa sia stata quella di aver voluto evitare una gravidanza indesiderata con la vostra partner.Morale, il test del DNA è sicuramente un'arma in più a disposizione degli investigatori per trovare i criminali, va però usata con grano salis e deve essere in ausilio ad altre tecniche di indagine e non l'unica, altrimenti vedo solo il rischio di grossi abbagli con tutte le conseguenze del caso.Concludo con un esempio per far capire bene: pensate al caso dell'architetto ucciso recentemente in tangenziale a Milano da 3 banditi che stavano sfuggendo alle forze dell'ordine.In questo caso l'auto usata dai banditi è stata trovata piena di tracce di sangue su interno abitacolo ed air bag. Da queste abbondanti tracce di sangue si è risaliti grazie ai test del DNA a 3 extracomunitari già noti alle forze dell'ordine.Il test del DNA ci può confermare solamente che quel sangue appartiene a queste tre persone, tuttavia:1) è evidente che le tracce di sangue sono state lasciate da persone che erano a bordo dell'auto nel momento dell'incidente2) l'incidente è stata la causa della morte di una persona3) è possibile confrontare eventuali ematomi ed escoriazioni dei tre accusati con le tracce lasciate nell'abitacolo e sugli air bagQuesti elementi messi tutti insieme possono affermare con un ragionevole certezza che le tre persone accusate sono quelle che hanno commesso il crimine e pertanto il test del DNA è stato fondamentale sia per trovare i colpevoli che per chiudere il cerchio accusatorio.Se però trovassi delle tracce piccolissime tracce di materiale biologico su di un cadavere, per di più lasciato alle intemperie per mesi, sarebbe un grave errore arrivare alla conclusione che il proprietario di quelle tracce debba essere per forza il colpevole.
    • Veritas scrive:
      Re: più che la schedatura...
      - Scritto da: apo
      Se però trovassi delle tracce piccolissime tracce
      di materiale biologico su di un cadavere, per di
      più lasciato alle intemperie per mesi, sarebbe un
      grave errore arrivare alla conclusione che il
      proprietario di quelle tracce debba essere per
      forza il colpevole.Esatto, infatti le forze dell'ordine cercano sempre in tutti i modi di far crollare e confessare il colpevole, se non ci riescono diventa tutto molto più complesso, anche quando avevano creduto di aver beccato unabomber in italia il tipo ha negato e gli inquirenti non sono riusciti a dimostrare abbastanza.Ed anche ecco perchè fanno tanta paura software di criptazione come truecript.
      • Leguleio scrive:
        Re: più che la schedatura...

        Esatto, infatti le forze dell'ordine cercano
        sempre in tutti i modi di far crollare e
        confessare il colpevole, se non ci riescono
        diventa tutto molto più complesso, anche quando
        avevano creduto di aver beccato unabomber in
        italia il tipo ha negato e gli inquirenti non
        sono riusciti a dimostrare
        abbastanza.Piccola precisazione: l'ignoto che i giornalisti italiani, con grande libertà e fantasia, hanno soprannominato Unabomber (il vero Unabomber negli Usa metteva bombe, non petardi), era stato individuato grazie a una serie di prove più o meno valide, e sarebbe stato un ingegnere friulano; però è stato scagionato a causa di una prova alterata dagli inquirenti.Impossibile dire se sarebbe stato condannato, o se avrebbe confessato un giorno. Non si arrivò mai al proXXXXX a causa di questo passo falso.
      • cicciobello scrive:
        Re: più che la schedatura...

        Ed anche ecco perchè fanno tanta paura software
        di criptazione come
        truecript.Mi dici cosa c'entra? Ti pare che i serial killer tengano il diario della loro attività sul computer? ( magari qualcuno è così idiota da farlo, ci sono anche criminali che raccontano le loro attività su Facebook, ma in tal caso non penserebbero nemmeno a criptarlo)
        • Passante scrive:
          Re: più che la schedatura...
          - Scritto da: cicciobello

          Ed anche ecco perchè fanno tanta

          paura software di criptazione come

          truecript.
          Mi dici cosa c'entra? Ti pare che i serial killer
          tengano il diario della loro attività sul
          computer? ( magari qualcuno è così idiota da
          farlo, ci sono anche criminali che raccontano le
          loro attività su Facebook, ma in tal caso non
          penserebbero nemmeno a criptarlo)E come fai a sapere che non tengono il diario della loro attivita su computer ? Gli hai letto i dischi criptati ?E se lo facessero ?
    • Leguleio scrive:
      Re: più che la schedatura...

      Se però trovassi delle tracce piccolissime tracce
      di materiale biologico su di un cadavere, per di
      più lasciato alle intemperie per mesi, sarebbe un
      grave errore arrivare alla conclusione che il
      proprietario di quelle tracce debba essere per
      forza il
      colpevole.Se fossi l'avvocato della difesa punterei tutto su questo: quale attendibilità ha un test compiuto su campioni rimasti esposti alle intemperie per tre mesi? Il DNA in queste condizioni è piuttosto fragile. So che si tratta solo di un'opera di fantasia, ma quando casi simili capitano in CSI gli attori recitano invariabilmente che quella del DNA è una prova circostanziale, una perifrasi elegante per "indizio". E infatti cercano altri riscontri.
  • silvan scrive:
    Finalità subliminali.
    Purtroppo i "poteri forti" vogliono un nuovo medioevo con pochi potenti signori e tanta plebe soggiogata e schedata affinchè non si ribelli, a questo serve la mondializzazione e l'incremento incontrollato della popolazione. Forse sono stato troppo "crudo" e sarò censurato, beh pazienza....
    • cotta scrive:
      Re: Finalità subliminali.
      - Scritto da: silvan
      Purtroppo i "poteri forti" vogliono un nuovo
      medioevo con pochi potenti signori e tanta plebe
      soggiogata e schedata affinchè non si ribelli, a
      questo serve la mondializzazione e l'incremento
      incontrollato della popolazione. Forse sono stato
      troppo "crudo" e sarò censurato, beh
      pazienza....Hai giá messo la carta stagnola in testa? No perché i "poteri forti" ti potrebbero leggere nella mente...
      • iRoby scrive:
        Re: Finalità subliminali.
        Lui non ha bisogno di censura dato che poi ci sono persone vuote come te a minimizzare un minimo di presa di coscienza su quello che sta succedendo col neo-liberismo.Eppure abbiamo proprio qui in Italia uno dei migliori giornalisti d'inchiesta che hanno raccolto 30 anni di studi su questo fenomeno di neo-feudalizzazione mercantile che stiamo vivendo.Il Vero Potere è perfettamente descritto in questo saggio. Che ha tutte fonti ufficiali ed autorevolissime.http://paolobarnard.info/docs/ilpiugrandecrimine2011.pdf
      • silvan scrive:
        Re: Finalità subliminali.
        Leggere la mente no, ma influenzarla si. Caro Cotta, sai cosa significa subliminale?
  • cicciobello scrive:
    Ci avevano già schedati da anni
    Prima che sospendessero l'obbligo del servizio di leva, qualunque cittadino maschio doveva sottoporsi alla visita militare, e in tale visita prendevano l'impronta digitale (all'epoca non si parlava ancora di identificare i criminali con il test del dna, e l'impronta digitale era considerata il sistema più accurato disponibile). Eppure, nessuno protestava o lo considerava una invasione della propria privacy; e per chi ha fatto la visita di leva... ricordatevi che le vostre impronte sono ancora lì, siete già schedati, e non avete opposto nessuna obiezione.
    • panda rossa scrive:
      Re: Ci avevano già schedati da anni
      - Scritto da: cicciobello
      Prima che sospendessero l'obbligo del servizio di
      leva, qualunque cittadino maschio doveva
      sottoporsi alla visita militare, e in tale visita
      prendevano l'impronta digitale (all'epoca non si
      parlava ancora di identificare i criminali con il
      test del dna, e l'impronta digitale era
      considerata il sistema più accurato disponibile).


      Eppure, nessuno protestava o lo considerava una
      invasione della propria privacy; e per chi ha
      fatto la visita di leva... ricordatevi che le
      vostre impronte sono ancora lì, siete già
      schedati, e non avete opposto nessuna
      obiezione.Una impronta digitale non contiene nessuna informazione genetica.E la raccolta di quelle impronte digitali non era certo fatta in modo da garantire alcuna precisione. Era solo un pro-forma.Ti risulta che siano mai state usate quelle impronte per risolvere una qualsiasi indagine?
    • Leguleio scrive:
      Re: Ci avevano già schedati da anni

      Prima che sospendessero l'obbligo del servizio di
      leva, qualunque cittadino maschio doveva
      sottoporsi alla visita militare, e in tale visita
      prendevano l'impronta digitale (all'epoca non si
      parlava ancora di identificare i criminali con il
      test del dna, e l'impronta digitale era
      considerata il sistema più accurato disponibile).Le femmine, se non sbaglio, all'età di 18 anni sono leggermente di più. Questa schedatura riguardava meno della metà della popolazione.E in ogni caso, erano impronte prese così male, senza alcun controllo da parte di tecnici, da essere inutilizzabili.
      Eppure, nessuno protestava o lo considerava una
      invasione della propria privacy; Prima del 1997 non esisteva il concetto di privacy in Italia.
    • Skywalker scrive:
      Re: Ci avevano già schedati da anni
      - Scritto da: cicciobello
      non avete opposto nessuna
      obiezione.Parla per te. Io dopo aver premuto il dito, lo "strisciai" leggermente, in modo che ci fosse la "sagoma" di una impronta, ma in cui tutte le minuzie fossero illeggibili.Per quel che mi riguarda, "lì" c'è ancora una bella macchia di inchiostro e nulla più.
    • iRoby scrive:
      Re: Ci avevano già schedati da anni
      Solo i maschi, impronte sommarie e fatte male, e totalmente cartacee, quindi prima va fatta una cernita di quelle buone, poi scannerizzate e digitalizzate. Un lavoro immane.Meglio fornire un nuovo iPhone a tutti in comodato d'uso con il contratto telefonico ed avremo un bel database ben fatto e già elettronico grazie al lettore di impronte.
  • Dreikan scrive:
    Costo
    Io personalmente sono rimasto scandalizzato dal costo che mi fa sospettare qualcosa dietro la manovra di raccogliere così tanti DNA.Su internet ho trovato qualcuno (scusate non ricordo la fonte) che indicava un costo di 200 ad analisi del DNA; il risultato sono 3.600.000 (200*18000).A questo vanno aggiunti i costi delle intercettazioni (si parla di 100.000 intercettazioni ma mi sembra assurdo visto che nel 2011 quel numero era il totale delle intercettazioni in Italia) e quelli del personale che ha indagato.Risultato? Io stimerei la spesa in almeno 5 milioni di euro per trovare un sospettato!A nessuno questo sembra semplicemente assurdo? Insomma se la procura ha tutti quei soldi può pagare ben altro per aumentare la sicurezza! Non dico di lasciare gli omicidi senza colpevoli, ma l'efficienza del sistema mi sembra particolarmente bassa. A questo punto mi sorgono due dubbi: la procura ha un budget infinito oppure hanno fatto tutte queste analisi del DNA per altri motivi.PS: se non sbaglio (non ho seguito il caso nei minimi dettagli) il sospettato era: con il cellulare collegato alla cella del luogo del delitto, muratore, frequentatore della palestra. Ma non erano partiti da queste persone per controllare il DNA? O "per sbaglio" non hanno trovato subito la corrispondenza?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Costo
      contenuto non disponibile
    • Leguleio scrive:
      Re: Costo

      Io personalmente sono rimasto scandalizzato dal
      costo che mi fa sospettare qualcosa dietro la
      manovra di raccogliere così tanti
      DNA.
      Su internet ho trovato qualcuno (scusate non
      ricordo la fonte) che indicava un costo di 200
      ad analisi del DNA; il risultato sono 3.600.000
      (200*18000).Plausibile.È una tecnologia ancora piuttosto costosa.
      A questo vanno aggiunti i costi delle
      intercettazioni (si parla di 100.000
      intercettazioni ma mi sembra assurdo visto che
      nel 2011 quel numero era il totale delle
      intercettazioni in Italia) Non sono vere intercettazioni, o almeno, io l'ho intesa così.Sono confronti sui movimenti di utenze fra le varie celle telefoniche. Lo dico perché proprio non mi viene in mente l'utilitá di intercettare conversazioni per indagini di questo tipo, nelle quali l'assassino quasi sempre è da solo, e non parla al telefono di ciò che ha fatto (e probabilmente nemmeno di persona).
      e quelli del personale
      che ha
      indagato.
      Risultato? Io stimerei la spesa in almeno 5
      milioni di euro per trovare un
      sospettato!I costi della giustizia.
      A nessuno questo sembra semplicemente assurdo?
      Insomma se la procura ha tutti quei soldi può
      pagare ben altro per aumentare la sicurezza! Non
      dico di lasciare gli omicidi senza colpevoli, ma
      l'efficienza del sistema mi sembra
      particolarmente bassa. Ci sono stati casi in cui i costi sono stati anche maggiori:http://archiviostorico.corriere.it/2002/gennaio/11/Borrelli_liquido_una_perizia_troppo_co_0_0201114066.shtmlOgni spesa per la giustizia è un caso a sé. Non si può sapere in anticipo se saranno soldi spesi bene oppure no.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2014 14.01-----------------------------------------------------------
      • Dreikan scrive:
        Re: Costo
        - Scritto da: Leguleio
        Ogni spesa per la giustizia è un caso a sé. Non
        si può sapere in anticipo se saranno soldi spesi
        bene oppure
        no.Beh, quando raccolgo 18.000 DNA che avrò una spesa alta mi sembra prevedibile. Nel mio mondo ideale vorrei che prima si ponessero la semplice domanda: "Esiste un modo per limitare la spesa?". Non è che la procura abbia un assegno in bianco se no le spese diventano veramente fuori controllo. Insomma, il mio titolare mi chiede "Questa spesa serve?" prima di approvarmela e non penso che se gli dico "Dobbiamo intervistare tutti gli italiani per sapere se vorrebbero acquistare il prodotto" mi risponde "sì, sì, procedi pure"
        • Leguleio scrive:
          Re: Costo

          Beh, quando raccolgo 18.000 DNA che avrò una
          spesa alta mi sembra prevedibile. Nel mio mondo
          ideale vorrei che prima si ponessero la semplice
          domanda: "Esiste un modo per limitare la spesa?".
          Non è che la procura abbia un assegno in bianco
          se no le spese diventano veramente fuori
          controllo. Insomma, il mio titolare mi chiede
          "Questa spesa serve?" prima di approvarmela e non
          penso che se gli dico "Dobbiamo intervistare
          tutti gli italiani per sapere se vorrebbero
          acquistare il prodotto" mi risponde "sì, sì,
          procedi
          pure"Che cosa vuoi che ti risponda? L'individuazione dell'assassino di una tredicenne non ha prezzo.
        • Passante scrive:
          Re: Costo
          - Scritto da: Dreikan
          - Scritto da: Leguleio

          Ogni spesa per la giustizia è un caso a sé.
          Non

          si può sapere in anticipo se saranno soldi
          spesi

          bene oppure

          no.

          Beh, quando raccolgo 18.000 DNA che avrò una
          spesa alta mi sembra prevedibile. Nel mio mondo
          ideale vorrei che prima si ponessero la semplice
          domanda: "Esiste un modo per limitare la spesa?".
          Non è che la procura abbia un assegno in bianco
          se no le spese diventano veramente fuori
          controllo. Insomma, il mio titolare mi chiede
          "Questa spesa serve?" prima di approvarmela e non
          penso che se gli dico "Dobbiamo intervistare
          tutti gli italiani per sapere se vorrebbero
          acquistare il prodotto" mi risponde "sì, sì,
          procedi pure"Pertanto la prossima volta che accadrà qualcosa da quelle parti, se trovano tracce di sangue hanno già i campioni da confrontare...Non si butta mai via niente...
  • Domenico Mancini scrive:
    Parole sante
    Nulla da eccepire, complimenti per l'uso della ragione, del buon senso e del modo garbato di proporre considerazioni che andrebbero scolpite nella pietra.
  • rudy scrive:
    schedatura e moderno vudu
    Ora a chi non ha nulla da temere da una schedatura di massa di dati biologici suggerisco di non lasciare mai in giro peli o qualsiasi traccia biologica. Basta poco per mettere tracce biologiche in qualsiasi posto chiunque desiderasse accusarlo di un qualcosa, e con la schedatura si ha la certezza che lo trovano sull'elenco del telefono, anzi arriva un robot a prenderlo e portalo in galera, poi si vede..
    • Ciccio scrive:
      Re: schedatura e moderno vudu
      - Scritto da: rudy
      Basta poco per mettere tracce
      biologiche in qualsiasi posto chiunque
      desiderasse accusarlo di un qualcosa, e con la
      schedatura si ha la certezza che lo trovano
      sull'elenco del telefono,Forse c'era qualcosa del genere nel film "presunto innocente"?https://en.wikipedia.org/wiki/Presumed_Innocent_%28film%29
  • AMEN scrive:
    Fantasma di Heilbronn
    E' una vicenda poco nota in Italia, quella del fantasma di Heilbronn, ma che dovrebbe far riflettere.
    • Tex scrive:
      Re: Fantasma di Heilbronn
      - Scritto da: AMEN
      E' una vicenda poco nota in Italia, quella del
      fantasma di Heilbronn, ma che dovrebbe far
      riflettere.Hanno fatto una puntata simile in CSI New York
  • saverio_ve scrive:
    Gattaca
    Non mi sembra di averlo visto citare da nessuna parte.Per chi non l'avesse già fatto, ne consiglio la visione.
    • ... scrive:
      Re: Gattaca
      C'entra poco: nel film si parlava della schedatura dei difetti genetici, per trovare le persone più o meno adatte a certi incarichi, non tanto dell'uso del DNA per l'identificazione.
      • saverio_ve scrive:
        Re: Gattaca
        - Scritto da: ...
        C'entra poco: nel film si parlava della
        schedatura dei difetti genetici, per trovare le
        persone più o meno adatte a certi incarichi, non
        tanto dell'uso del DNA per
        l'identificazione.Allora non ti ricordi il film
  • Mario B. scrive:
    cortocircuito
    leggendo molti commenti, mi rendo conto che vi hanno mandato in cortocircuito il cervello:http://paolofranceschetti.blogspot.it/2009/12/i-mass-media-e-la-tecnica-del-corto.htmlforse così lo ripristinate...
  • MacGeek scrive:
    Falso positivo?
    Con 18.000 DNA... mmm... si è partiti troppo decisi con lo sbattere il mostro in prima pagina, per me....
    • piaz scrive:
      Re: Falso positivo?
      - Scritto da: MacGeek
      Con 18.000 DNA... mmm... si è partiti troppo
      decisi con lo sbattere il mostro in prima pagina,
      per
      me....Eh certo se 18.000 DNA son pochi.... Cos'altro serve, la confessione dell'indagato che non arriverà mai?
    • maxsix scrive:
      Re: Falso positivo?
      - Scritto da: MacGeek
      Con 18.000 DNA... mmm... si è partiti troppo
      decisi con lo sbattere il mostro in prima pagina,
      per
      me....Ehm.... Alfano..... cough ..... cough.....
      • panda rossa scrive:
        Re: Falso positivo?
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: MacGeek

        Con 18.000 DNA... mmm... si è partiti troppo

        decisi con lo sbattere il mostro in prima
        pagina,

        per

        me....

        Ehm.... Alfano..... cough ..... cough.....Ti ricordo che Alfano lo hai votato tu.
  • Aniello Caputo scrive:
    ...
    ma che me ne frega a me del diennea
    • FORZA URUGUAY scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Aniello Caputo
      ma che me ne frega a me del dienneaahahahah l'Italia fuori dai mondiali!!!GODOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAANIELLO CAPUTO, PROVA A DIRE "ma che me ne frega a me del CALCIO"NON CI CREDE NESSUNO!AHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
  • ... scrive:
    Italia no
    Italia no. (rotfl)
  • Nome e cognome scrive:
    i morti
    Non si potrebbe fare per i morti? Se anche lo stato fa un DB genetico di tutte le persone morte queste non ne hanno svantaggio e comunque sarebbe sufficente per ogni tipo di indagine (quello che è succeso insegna). Ovviamente tale banca dati dovrebbe essere utilizzata solo per le indagini. In questo modo si potrebbe risalire alla persona a cui appartiene il codice genetico senza dover averlo con un notevole incremento della privacy e anche un abbassamento notevole delle spese.
    • Leguleio scrive:
      Re: i morti

      Non si potrebbe fare per i morti? Se anche lo
      stato fa un DB genetico di tutte le persone morte
      queste non ne hanno svantaggio e comunque sarebbe
      sufficente per ogni tipo di indagine Sufficiente.Dividiamo il problema in due: un database costituito con il DNA dei resti delle persone già tumulate. Possibile, ma costoso e largamente insufficiente: molti oggi vengono cremati, DNA addio. E un database con le persone che moriranno d'ora in poi: lì qualche problema legale potrebbe nascere, perché l'opposizione dei familiari a un prelievo del genere è pari quasi quanto a quella che farebbe un vivente.
      • Voice of Reason scrive:
        Re: i morti
        Basta promulgare una legge e non ci sarà opposizione che tenga. Lo stesso per i vivi.Visto, è un problema inesistente.
        • Leguleio scrive:
          Re: i morti

          Basta promulgare una legge e non ci sarà
          opposizione che tenga. Eh, no. :)L'opposizione c'è eccome. Diversamente già dagli anni '50 avrebbero promulgato una legge per prelevare le impronte digitali a tutti.
  • Enjoy with Us scrive:
    Basta con ste violazione della privacy!
    Con varie scuse questi ti schedano il DNA (nel caso in oggetto hanno usato la saliva estratta da un controllo "casuale" con l'etilometro), seguono i tuoi spostamenti con il cellulare, grazie ai dati rilevati dalle singole celle che agganciano il cellulare o con l'auto grazie al sistema dei tutor, conservano tutti questi dati per anni? decenni? Li hanno mai cancellati?Poi appunto saltano fuori gli "errori" http://www.repubblica.it/online/cronaca/livorn/scagionato/scagionato.htmlIl riconoscimento del DNA non è sicuro al 100%, ma al 99,99% Ossia vuol dire che ogni 10000 individui controllati vi è la possibilità di un riconoscimento erroneo, poca cosa se tale test venisse utilizzato su uan cerchia ristretta di sospetti, ma gravissima se invece venisse usato per una pesca a strascico con migliaia di sospetti!E questo ponendo che nessuno nella polizia per ragioni sue (anche semplicemente la smania di fare carriera) non intervenga a dare un aiutino ai reperti disponibili, vedi il caso di UnaBomber, dove un tecnico del laboratorio dei RIS adulterò una prova per incastrare il sospetto del momento.Ma dove stiamo andando? Stiamo forse rielaborando il concetto di colpevolezza? Si è colpevoli fino a prova contraria?Io francamente se mi venissero a chiedere il mio DNA per simili confronti col cavolo che darei il mio assenso e in caso di "fortuiti controlli" con etilometri e simili li eseguirei solo se mi assicurano la consegna del materiale disposable impiegato... e che cavolo!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2014 17.05-----------------------------------------------------------
    • vese scrive:
      Re: Basta con ste violazione della privacy!
      Ma quali violazioni della privacy? Se uno non ha commesso REATI non ha NULLA da temere!!!
      • ... scrive:
        Re: Basta con ste violazione della privacy!
        - Scritto da: vese
        Ma quali violazioni della privacy? Se uno non ha
        commesso REATI non ha NULLA da
        temere!!!sei solo un povero ingenuo, e ignorente pure. leggi un po' di Storia.
        • .... scrive:
          Re: Basta con ste violazione della privacy!
          - Scritto da: ...

          sei solo un povero ingenuo, e ignor e a nte pure.
          leggi un po' di
          Storia.Fixed. ;)
        • .... scrive:
          Re: Basta con ste violazione della privacy!
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: vese

          Ma quali violazioni della privacy? Se uno non ha

          commesso REATI non ha NULLA da

          temere!!!


          sei solo un povero ingenuo, e ignorente pure.
          leggi un po' di
          S s toria.Refixed. ;)
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Basta con ste violazione della privacy!
        contenuto non disponibile
  • ... scrive:
    Legge
    Forza Uruguay!
  • ndr scrive:
    Ma finitela
    "ma ad esempio non ai datori di lavoro ed alle compagnie di assicurazioni di identificare malattie genetiche prima della firma di un contratto"Chi viene assunto o stipula un'assicurazione è GIA' OBBLIGATO a fornire queste informazioni.E nel caso non ne fosse a conoscenza tanto meglio, lo scopre con il DNA e prende le dovute contromisure.Il DNA poi non è una prova sifficiente per la condanna, oltre al fatto che già ora se vogliono provare a incastrarmi prendono un mio capello e lo mettono su un cadavere, punto.Quindi FINITELA con queste XXXXXte da psicodramma buonista qualunquista garantista.
    • ... scrive:
      Re: Ma finitela
      - Scritto da: ndr
      "ma ad esempio non ai datori di lavoro ed alle
      compagnie di assicurazioni di identificare
      malattie genetiche prima della firma di un
      contratto"

      Chi viene assunto o stipula un'assicurazione è
      GIA' OBBLIGATO a fornire queste
      informazioni.
      E nel caso non ne fosse a conoscenza tanto
      meglio, lo scopre con il DNA e prende le dovute
      contromisure.

      Il DNA poi non è una prova sifficiente per la
      condanna, oltre al fatto che già ora se vogliono
      provare a incastrarmi prendono un mio capello e
      lo mettono su un cadavere,
      punto.

      Quindi FINITELA con queste XXXXXte da psicodramma
      buonista qualunquista
      garantista.[img]http://www.stupidhumans.org/image/stupidhumans/small/1204/-stupid-human-1333755764.jpg[/img]
    • Leguleio scrive:
      Re: Ma finitela

      "ma ad esempio non ai datori di lavoro ed alle
      compagnie di assicurazioni di identificare
      malattie genetiche prima della firma di un
      contratto"

      Chi viene assunto o stipula un'assicurazione è
      GIA' OBBLIGATO a fornire queste
      informazioni.Precisiamo cosa si intenda per "obbligato": la compagnia di assicurazione, privata, chiede all'aspirante assicurato, anch'egli un privato, alcune informazioni sul suo stato di salute. E lui risponde in base a quello che sa.Nessuna omissione o informazione incompleta possono invalidare la polizza, a meno che siano in corso malattie talmente gravi che nessuno può ignorare, nel qual caso scatta la malafede.Le assicurazioni non sono mica dei commissariati o dei lazzaretti.
      E nel caso non ne fosse a conoscenza tanto
      meglio, lo scopre con il DNA e prende le dovute
      contromisure.Non esistono terapie per alcune malattie genetiche. Il DNA rivela anche predisposizioni a malattie, oppure malattie che si manifestano solo in tarda età. Immagina che bello vedersi rifiutata una polizza perché fra 20 o 30 anni potresti sviluppare quella tale patologia.
      Il DNA poi non è una prova sifficiente per la
      condanna, Lo è. O almeno, così sosterrebbe una sentenza della Corte di Cassazione del 2004, di cui però non ho trovato il testo. Fa fede il pubblico ministero di Bergamo, che l'ha citata:http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2014/06/23/news/dna-il-gip-di-yara-cita-il-caso-rizzetto-1.9476169
      oltre al fatto che già ora se vogliono
      provare a incastrarmi prendono un mio capello e
      lo mettono su un cadavere,
      punto.Non proprio.Se gli inquirenti trovano il capello (che per inciso non ha il DNA, hai scelto pure un esempio poco attinente: il DNA è nella radice del capello, e solo lì), ma tu non risulti nel loro database, le indagini prendono un'altra direzione. E magari scoprono l'assassino vero con indagini vere e si dimenticano di quel capello. Avere un'enorme massa di dati genetici semplifica le indagini, ma impigrisce anche gli inquirenti, che si fermano ai campioni biologici finiti lì chissà come.
      Quindi FINITELA con queste XXXXXte da psicodramma
      buonista qualunquista
      garantista.Hai altre parole in -ista da snocciolare, o il repertorio è finito qui?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2014 21.19-----------------------------------------------------------
      • ... scrive:
        Re: Ma finitela
        - Scritto da: Leguleio

        Quindi FINITELA con queste XXXXXte da
        psicodramma

        buonista qualunquista

        garantista.

        Hai altre parole in -ista da snocciolare, o il
        repertorio è finito
        qui?Strano non abbia anche detto europeista, terzomondista e comunista.
        • MegaJock scrive:
          Re: Ma finitela
          E ovviamente copronanista.
        • vese scrive:
          Re: Ma finitela
          - Scritto da: ...
          Strano non abbia anche detto europeista,
          terzomondista e
          comunista.Questo naturalmente è sottinteso, soprattutto i due termini finali!!!
        • ... scrive:
          Re: Ma finitela
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Leguleio



          Quindi FINITELA con queste XXXXXte da

          psicodramma


          buonista qualunquista


          garantista.



          Hai altre parole in -ista da snocciolare, o il

          repertorio è finito

          qui?

          Strano non abbia anche detto europeista,
          terzomondista e
          comunista.ma anche lista, pista, svista.
        • ndr scrive:
          Re: Ma finitela

          Strano non abbia anche detto europeista,
          terzomondista e
          comunista.Vedo che avete capito il senso del mio post, complimenti.
          • ... scrive:
            Re: Ma finitela
            - Scritto da: ndr

            Strano non abbia anche detto europeista,

            terzomondista e

            comunista.

            Vedo che avete capito il senso del mio post,
            complimentiIl tuo post non aveva senso.
      • ndr scrive:
        Re: Ma finitela

        Non esistono terapie per alcune malattie
        genetiche.

        Il DNA rivela anche predisposizioni a malattie,
        oppure malattie che si manifestano solo in tarda
        età. Immagina che bello vedersi rifiutata una
        polizza perché fra 20 o 30 anni potresti
        sviluppare quella tale
        patologia.Per ALCUNE. E in ogni caso preferisci non saperlo? Suvvia, adesso per paura dell'utilizzo delle informazioni preferisci nascondere la testa sotto alla sabbia, per usare un'espressione a te familiare?Se un'analisi ti da un'informazione importante sulla tua salute, saperlo non può che essere una cosa positiva, curabile o meno (pensa alla trasmissione ai figli e alle varie combinazioni, ad esempio...).Il problema non è l'informazione ma il suo utilizzo.SERVE REGOLAMENTAZIONE, NON OSCURANTISMO.
        (che per
        inciso non ha il DNA, hai scelto pure un esempio
        poco attinente: il DNA è nella radice del
        capello, e solo lì)Caspita scusami, ho dimenticato di dire (o meglio, dato per scontato) "completo di radice", questo inficia decisamente il mio esempio, giusto eh. Qui leguleio rappresenta bene la categoria figlia dei cavilli, dei dettagli che pur non avendo rilevanza finiscono per diventare il centro della discussione.
        Avere un'enorme massa di dati genetici semplifica
        le indagini, ma impigrisce anche gli inquirenti,
        che si fermano ai campioni biologici finiti lì
        chissà
        come.Questo lo dici TU...allo stesso modo altri possono dire che avere dati genetici aiuta le indagini.E vogliamo vedere in quale percentuale dei casi il DNA è utile piuttosto che "distrazione"?
        • Leguleio scrive:
          Re: Ma finitela


          Il DNA rivela anche predisposizioni a
          malattie,

          oppure malattie che si manifestano solo in
          tarda

          età. Immagina che bello vedersi rifiutata una

          polizza perché fra 20 o 30 anni potresti

          sviluppare quella tale

          patologia.

          Per ALCUNE. Bastano e avanzano per considerare il prelievo e l'analisi del DNA un'arma a doppio taglio, da maneggiare con la massima cura.
          E in ogni caso preferisci non saperlo? Suvvia,
          adesso per paura dell'utilizzo delle informazioni
          preferisci nascondere la testa sotto alla sabbia,
          per usare un'espressione a te
          familiare?Perché è evidente, "nascondere la testa sotto la sabbia" è una frase idiomatica che ho usato io per la prima volta al mondo! Lingua italiana, questa sconosciuta. :)La volontà di indagare il proprio stato di salute spetta solo al singolo. Non va delegata né allo Stato, né tantomeno alle assicurazioni.Chi vuole saperne di più farà l'analisi del DNA, chi invece, per qualsiasi motivo, non è interessato, farà come han fatto tutti finora: nulla.
          Se un'analisi ti da un'informazione importante
          sulla tua salute, saperlo non può che essere una
          cosa positiva, curabile o meno (pensa alla
          trasmissione ai figli e alle varie combinazioni,
          ad
          esempio...).Non tutti hanno figli o vogliono averne.E alcuni accettano anche figli con le loro stesse tare genetiche. Pensa un po'.
          Il problema non è l'informazione ma il suo
          utilizzo.
          SERVE REGOLAMENTAZIONE, NON OSCURANTISMO.Dove lo vedi l'oscurantismo nelle mie parole, lo sai solo tu.Dico solo che l'esame del DNA non si può rendere obbligatorio o generalizzato a vasti strati della popolazione senza il consenso esplicito.

          (che per

          inciso non ha il DNA, hai scelto pure un
          esempio

          poco attinente: il DNA è nella radice del

          capello, e solo lì)

          Caspita scusami, ho dimenticato di dire (o
          meglio, dato per scontato) "completo di radice",
          questo inficia decisamente il mio esempio, giusto
          eh.Siccome si trovano anche capelli senza la radice... finisci tu il ragionamento.
          Qui leguleio rappresenta bene la categoria figlia
          dei cavilli, dei dettagli che pur non avendo
          rilevanza finiscono per diventare il centro della
          discussione. Quando nella discussione non c'è altro c'è poco da fare. Si finisce a parlare di quelli, ebbene sì.Ma si può anche non parlare, non è obbligatorio.

          Avere un'enorme massa di dati genetici
          semplifica

          le indagini, ma impigrisce anche gli
          inquirenti,

          che si fermano ai campioni biologici finiti


          chissà

          come.

          Questo lo dici TU...allo stesso modo altri
          possono dire che avere dati genetici aiuta le
          indagini.Anche la tortura aiuta le indagini. Che discorsi!Non è questo il tipo di indagini che ci si aspetta da autorità di uno Stato democratico. Ci si preoccupa con un'Autorità della distruzione di dati molto più innocui come i tabulati telefonici, dopo un certo numero di anni (distruzione che non avviene mai in realtà, ma questa è un'altra storia), e si dovrebbe trattare disinvoltamente i dati del DNA, che è una parte del proprio corpo.
          E vogliamo vedere in quale percentuale dei casi
          il DNA è utile piuttosto che
          "distrazione"?Vediamolo. Hai dei dati ufficiali?Per reati come gli atti persecutori, la truffa e l'omicidio stradale, poi, immagino siano utilissimi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2014 09.21-----------------------------------------------------------
          • ndr scrive:
            Re: Ma finitela

            La volontà di indagare il proprio stato di salute
            spetta solo al singolo. Non va delegata né allo
            Stato, né tantomeno alle
            assicurazioni.Continui a non capire.Il punto è che se nella schedatura con DNA, fatta per ALTRI scopi, emergono ANCHE informazioni importanti per la salute del cittadino, questo non ha che da guadagnarci.
            Non tutti hanno figli o vogliono averne.
            E alcuni accettano anche figli con le loro stesse
            tare genetiche. Pensa un
            po'.Qualcuno invece scoprendo di avere una malattia ereditaria può decidere di non fare figli che "nascerebbero condannati", guarda un po'.Soprattutto in quelle malattie che si esprimono se entrambi i genitori presentano il difetto, per loro non espresso ma decisivo se combinato su un figlio. E qui le persone sceglierebbero liberamente, guarda un po'.
            Dove lo vedi l'oscurantismo nelle mie parole, lo
            sai solo
            tu.Ti rispondo subito, eccolo qui:
            Dico solo che l'esame del DNA non si può rendere
            obbligatorio o generalizzato a vasti strati della
            popolazione senza il consenso
            esplicito.Tu rilasci il consenso quando ti obbligano ad apporre una tua foto per essere identificabile sui documenti di identità?NO, ne capisci l'utilità e accetti la legge. Stessa cosa può succedere per impronte digitali e DNA.
            trattare
            disinvoltamente i dati del DNA, che è una parte
            del proprio
            corpo.Nessuno parla di disinvoltura. Ci vuole regolamentazione, come in tutte le cose.Difficile? Probabile. Quindi un buon motivo per lasciar perdere? No.
            Vediamolo. Hai dei dati ufficiali?
            Per reati come gli atti persecutori, la truffa e
            l'omicidio stradale, poi, immagino siano
            utilissimi.Hai l'esempio sotto al naso.Se avessero avuto a disposizione un database sin dall'inizio, l'assassino di Yara sarebbe stato fermato appena trovato il cadavere. Avrebbero potuto cercare su di lui segni di collutazione (vero in questo caso la hanno trovata tardi, ma nei casi in cui trovano il cadavere subito?), oltre a tracce biologiche nell'auto che in vari anni di pulizia e contaminazione sono inevitabilmente più difficili da rilevare, e avrebbero potuto verificare con molta più facilità il suo alibi, con testimoni a memoria fresca. E avrebbero risparmiato anni di indagini (e relativi stipendi e costi).Giusto per farti un esempio.Altro esempio? Si presenta la vittima di uno stupro al pronto soccorso...secondo te trovano tracce di DNA dello stupratore? E fermandolo subito possono chiedergli perchè ha un graffio sul braccio e verificare subito il suo alibi?
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma finitela


            La volontà di indagare il proprio stato di
            salute

            spetta solo al singolo. Non va delegata né
            allo

            Stato, né tantomeno alle

            assicurazioni.
            Continui a non capire.
            Il punto è che se nella schedatura con DNA, fatta
            per ALTRI scopi, emergono ANCHE informazioni
            importanti per la salute del cittadino, questo
            non ha che da guadagnarci.Ha da perderci, invece.Se l'esame delle possibili malattie genetiche non era intenzionato a farlo, qualcuno lo farà per lui, passando sopra la sua volontà.Nulla da dire che per chi già aveva l'intenzione e non si decideva, ma gli altri...

            Non tutti hanno figli o vogliono averne.

            E alcuni accettano anche figli con le loro
            stesse

            tare genetiche. Pensa un

            po'.

            Qualcuno invece scoprendo di avere una malattia
            ereditaria può decidere di non fare figli che
            "nascerebbero condannati", guarda un
            po'.Ma infatti, massimo rispetto per la libertà di chi vuole sapere. Tolto che le più comune malattie di origine genetica, come l'anemia mediterranea, non hanno certo bisogno di analisi del DNA: ci sono esami molto più semplici, e da decenni.Solo che esistono anche coloro che questa informazione non la vogliono. Nessuno può imporre loro una diversa volontà. Ricordo, a titolo di paragone, che non si possono fare esami per l'Hiv senza il consenso dell'interessato:http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=4530Figuriamoci per esami sul DNA.

            Dove lo vedi l'oscurantismo nelle mie
            parole,
            lo

            sai solo

            tu.

            Ti rispondo subito, eccolo qui:


            Dico solo che l'esame del DNA non si può
            rendere

            obbligatorio o generalizzato a vasti strati
            della

            popolazione senza il consenso

            esplicito.

            Tu rilasci il consenso quando ti obbligano ad
            apporre una tua foto per essere identificabile
            sui documenti di
            identità?Ti ricordo che il documento di identità non è obbligatorio:http://servizi.comune.fe.it/index.phtml?id=1093(cito: "NON ESISTE ALCUN OBBLIGO DI LEGGE CIRCA IL POSSESSO DELLA CARTA D'IDENTITA'")È una comodità. Chi non la vuole, non ha necessità di foto.
            NO, ne capisci l'utilità e accetti la legge.Io non ne capisco nemmeno l'utilità, per dirla tutta, visto che nel luogo dove risiedo la carta di identità non esiste e si vive benone senza. Ma al di là di questa mia considerazione: è facoltativa, ripeto. Tu parti dal presupposto sia obbligatoria.
            Stessa cosa può succedere per impronte digitali e
            DNA.Sono dati ancora più sensibile di una fotografia. E vanno maneggiati con maggiori cautele, anche se il consenso è stato dato.
            Nessuno parla di disinvoltura. Ci vuole
            regolamentazione, come in tutte le
            cose.Ah be', almeno lo dici.Uno che inizia il messaggio con:" <I
            Chi viene assunto o stipula un'assicurazione è GIA' OBBLIGATO a fornire queste informazioni.E nel caso non ne fosse a conoscenza tanto meglio, lo scopre con il DNA e prende le dovute contromisure </I
            "francamente non mi pare pensi alla regolamentazione, dai toni usati.

            Vediamolo. Hai dei dati ufficiali?

            Per reati come gli atti persecutori, la
            truffa
            e

            l'omicidio stradale, poi, immagino siano

            utilissimi.

            Hai l'esempio sotto al naso.Scusa?!?!?Le indagini da parte della difesa sono appena cominciate, non c'è una condanna né un'assoluzione. Di che cosa parliamo?
            Se avessero avuto a disposizione un database sin
            dall'inizio, l'assassino di Yara sarebbe stato
            fermato appena trovato il cadavere.Ah, ecco, i quattro anni che fanno la differenza. :DE ripeto, si parlava di altro: della <B
            percentuale </B
            di casi in cui è stato utile. Io qui non vedo alcuna percentuale, ma sei sempre in tempo.
          • ndr scrive:
            Re: Ma finitela

            E ripeto, si parlava di altro: della
            percentuale di casi in cui è stato
            utile. Io qui non vedo alcuna percentuale, ma sei
            sempre in
            tempo.Vuoi una percentuale?Eccotela: il 100% dei casi di stupro ad oggi irrisolti che presentavano residui biologici dello stupratore mai identificato.Altro esempio di come il DNA accelera le indagini (non "risolve", bada bene):http://www.gazzettino.it/ITALIA/CRONACANERA/yara_bossetti_delitto_giallo_telecamere/notizie/764298.shtmlSe sai chi controllare puoi almeno battere una pista, per poi confermarla o escluderla.
          • ndr scrive:
            Re: Ma finitela

            Vuoi una percentuale?
            Eccotela: il 100% dei casi di stupro ad oggi
            irrisolti che presentavano residui biologici
            dello stupratore mai
            identificato.Te la spiego meglio perchè piuttosto che argomentare vedo che vai sui cavilli: la presenza di un registro con il DNA delle persone avrebbe agevolato DI MOLTO le indagini nei casi di cui sopra.
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Ma finitela
            - Scritto da: ndr

            Vuoi una percentuale?

            Eccotela: il 100% dei casi di stupro ad oggi

            irrisolti che presentavano residui biologici

            dello stupratore mai

            identificato.

            Te la spiego meglio perchè piuttosto che
            argomentare vedo che vai sui cavilli: la presenza
            di un registro con il DNA delle persone avrebbe
            agevolato DI MOLTO le indagini nei casi di cui
            sopra.A questo punto aggiungiamo anche una cavigliera obbligatoria per il tracciamento geografico. Quando questa è inefficace (luoghi al chiuso) basterà ripiegare sull'rfid sottocutaneo - obbligatorio anche questo, naturally.Vuoi mettere che agevolazione... identificare con certezza il tizio e andarlo immediatamente a pigliare?
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma finitela

            Te la spiego meglio perchè piuttosto che
            argomentare vedo che vai sui cavilli: la presenza
            di un registro con il DNA delle persone avrebbe
            agevolato DI MOLTO le indagini nei casi di cui
            sopra.Non pertinente. Percentuali, grazie.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma finitela
            - Scritto da: Leguleio

            Te la spiego meglio perchè piuttosto che

            argomentare vedo che vai sui cavilli: la
            presenza

            di un registro con il DNA delle persone
            avrebbe

            agevolato DI MOLTO le indagini nei casi di
            cui

            sopra.

            Non pertinente. Percentuali, grazie.50%+1
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma finitela
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio


            Te la spiego meglio perchè piuttosto che


            argomentare vedo che vai sui cavilli: la

            presenza


            di un registro con il DNA delle persone

            avrebbe


            agevolato DI MOLTO le indagini nei casi
            di

            cui


            sopra.



            Non pertinente. Percentuali, grazie.

            50%+1Ho capito l'allusione, ma non accavallare i discorsi.
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma finitela


            E ripeto, si parlava di altro: della

            percentuale di casi in cui è stato

            utile. Io qui non vedo alcuna percentuale,
            ma
            sei

            sempre in

            tempo.

            Vuoi una percentuale?
            Eccotela: il 100% dei casi di stupro ad oggi
            irrisolti che presentavano residui biologici
            dello stupratore mai
            identificato.Dal che si deduce che gli unici reati davvero gravi in italia sono gli stupri. :sTi informo che esistono episodi di violenza sessuale particolare, in cui le tracce biologiche non hanno rilevanza:http://bergamo.corriere.it/notizie/cronaca/14_giugno_25/pretende-piu-prostituta-sei-anni-violenza-sessuale-43bbb9aa-fc47-11e3-8e7c-9b5f094e2972.shtmlÈ il racconto delle persone coinvolte a stabilire se c'è stato reato o meno, non certo il DNA.
            Altro esempio di come il DNA accelera le indagini
            (non "risolve", bada
            bene):
            http://www.gazzettino.it/ITALIA/CRONACANERA/yara_bIo ti chiedo le percentuali, una parola che hai tirato fuori tu, e mi riporti sempre lo stesso fatto di cronaca.Allora, queste percentuali sui casi risolti ci sono, o no?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma finitela
            - Scritto da: Leguleio
            Quando nella discussione non c'è altro c'è poco
            da fare. Si finisce a parlare di quelli, ebbene
            sì.
            Ma si può anche non parlare, non è obbligatorio.Questa me la segno.Potrebbe tornarmi utile in futuro.
    • Izio01 scrive:
      Re: Ma finitela
      - Scritto da: ndr
      "ma ad esempio non ai datori di lavoro ed alle
      compagnie di assicurazioni di identificare
      malattie genetiche prima della firma di un
      contratto"

      Chi viene assunto o stipula un'assicurazione è
      GIA' OBBLIGATO a fornire queste informazioni.Dove vivi, in Corea del Nord forse?Quando porto un certificato medico al lavoro, non c'è scritto il motivo per cui sono stato a casa, perché i dettagli della mia salute non sono a disposizione del mio datore di lavoro.Ho qualche dubbio sul fatto che chi assume (se non forse per ruoli particolari) venga informato su eventuali malattie genetiche del candidato. Vuoi dire che hanno prelevato il mio DNA a mia insaputa?
      E nel caso non ne fosse a conoscenza tanto
      meglio, lo scopre con il DNA e prende le dovute
      contromisure.

      Il DNA poi non è una prova sifficiente per la
      condanna, oltre al fatto che già ora se vogliono
      provare a incastrarmi prendono un mio capello e
      lo mettono su un cadavere,
      punto.

      Quindi FINITELA con queste XXXXXte da psicodramma
      buonista qualunquista
      garantista.
      • ndr scrive:
        Re: Ma finitela

        Dove vivi, in Corea del Nord forse?
        Quando porto un certificato medico al lavoro, non
        c'è scritto il motivo per cui sono stato a casa,
        perché i dettagli della mia salute non sono a
        disposizione del mio datore di
        lavoro.Quando ti hanno assunto la ditta ti ha fatto visitare dal medico del lavoro. Il medico ti ha fatto delle domande, non perchè voleva conoscerti meglio, ma perchè DEVI informare il tuo datore di lavoro di eventuali patologie che contrastano con le mansioni che ti verranno assegnate.Non si parla della tua assenza per diarrea fulminante, quelli sono affari tuoi, in Italia. In Corea del Nord non so.Detto questo, se opportunamente regolamentato, il tuo profilo genetico non deve necessariamente essere di pubblico dominio, e un suo utilizzo per negarti l'assunzione potrebbe essere semplicemente illegale. Il punto non è l'informazione, ma l'USO che se ne fa e le relative normative.Esattamente come succede oggi: il datore non può spiarti in camera da letto per decidere se le tue abitudini amorose gli stanno bene.Eppure se vuole infrangere la legge ti spia lo stesso, ma a suo rischio.Come succederebbe con il DNA.
  • il solito bene informato scrive:
    Una cosa si può fare
    I giornalisti dovrebbero crearsi un "codice etico" ed iniziare a raccontare, soprattutto nei TG, notizie di <b
    pubblico interesse </b
    . Quale pubblico interesse c'è nel conoscere i dettagli più minuziosi di un dramma privato, conditi con espressioni di prosa Shakespeariana? si tratta di solleticare gli interessi più oscuri di quel pubblico che prova un moto di eccitazione non appena sente il rumore di un incidente stradale. E tutto questo per l'audience, cosa che i TG non dovrebbero considerare, ma che invece considerano, senza pensare alle conseguenze: instillare nella gente la paura e l'odio e autorizzarli ad erigersi a giudici. La classica "opinione pubblica" che vuole indagini rapide, un colpevole subito e che rimanga in galera a vita: il dramma di una famiglia condito con i sentimenti di tutti, ma i sentimenti dovrebbero sempre rimanere fuori dalle indagini.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2014 14.10-----------------------------------------------------------
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Una cosa si può fare
      - Scritto da: il solito bene informato
      I giornalisti dovrebbero crearsi un "codice
      etico" Se non sbaglio i giornalisti hanno già un codice etico.
      ed iniziare a raccontare, soprattutto nei
      TG, notizie di <b
      pubblico interesse
      </b
      . L'omicidio di una ragazzina non è una notizia di pubblico interesse?
      Quale pubblico interesse c'è nel
      conoscere i dettagli più minuziosi di un dramma
      privato, Era inevitabile succedesse. Non dimentichiamoci che il presunto assassino è stato individuato proprio grazie ad una lunga serie di analisi di intrecci del DNA. Non si possono nascondere le notizie e non è giusto farlo.
      E tutto questo per
      l'audience, cosa che i TG non dovrebbero
      considerare, ma che invece considerano, senza
      pensare alle conseguenze: instillare nella gente
      la paura e l'odio e autorizzarli ad erigersi a
      giudici. La classica "opinione pubblica" che
      vuole indagini rapide, un colpevole subito e che
      rimanga in galera a vita:La classica "opinione pubblica", di cui per inciso anche tu fai parte , ha diritto di conoscere le notizie, ha diritto ad indagini rapide e, secondo la mia opinione, il colpevole del barbaro omicidio di una ragazzina SI MERITA la galera a vita!
      il dramma di una
      famiglia condito con i sentimenti di tutti, ma i
      sentimenti dovrebbero sempre rimanere fuori dalle
      indagini.I sentimenti sono parte integrante delle indagini. Sono appunto i moti psichici e sentimentali delle persone coinvolte che poi danno luogo a queste tragedie.
      • ndr scrive:
        Re: Una cosa si può fare

        La classica "opinione pubblica" ha diritto di
        conoscere le notizie, ha diritto ad indagini
        rapide E perchè?Capisco la famiglia, ma agli altri non serve dare i particolari, basta dire: "stiamo indagando", oppure "lo abbiamo preso". Il resto è curiosità morbosa e non ha alcuna utilità, anzi, proprio l'opinione pubblica spesso ostacola le indagini o mette pressione su giudizi che dovrebbero essere oggettivi e provati.Indagini rapide? Non devono esistere indagini rapide o lente, devono esistere indagini e basta, uguali per tutti...non più veloci perchè la gente è più interessata a quel caso.
        • Leguleio scrive:
          Re: Una cosa si può fare


          La classica "opinione pubblica" ha diritto di

          conoscere le notizie, ha diritto ad indagini

          rapide

          E perchè?
          Capisco la famiglia, ma agli altri non serve dare
          i particolari, basta dire: "stiamo indagando",
          oppure "lo abbiamo preso".No, l'opinione pubblica ha diritto a sapere esattamente come la famiglia. I processi sono pubblici. Certo, ci sono comprensibili limitazioni in fase di indagini, e spesso queste vengono ignorate, ma qui la libertà di stampa non c'entra: sono le stanze degli inquirenti che hanno spifferi da tutte le parti.
          Il resto è curiosità morbosa e non ha alcuna
          utilità, anzi, proprio l'opinione pubblica spesso
          ostacola le indagini o mette pressione su giudizi
          che dovrebbero essere oggettivi e
          provati.L'opinione pubblica c'è, ed ha anche un discreto potere.Far finta che non esista equivale a mettere la testa sotto la sabbia, come gli struzzi.
          • AMEN scrive:
            Re: Una cosa si può fare
            - Scritto da: Leguleio

            No, l'opinione pubblica ha diritto a sapere
            esattamente come la famiglia. I processi sono
            pubblici.
            No. Si chiama voyeurismo. Ed è una condizione patologica.
          • Leguleio scrive:
            Re: Una cosa si può fare


            No, l'opinione pubblica ha diritto a sapere

            esattamente come la famiglia. I processi sono

            pubblici.


            No. Si chiama voyeurismo. Ed è una condizione
            patologica.Può darsi.Quando questa condizione patologica ce l'ha il 50 % + 1 della popolazione, a essere in minoranza sono i "normali".Rassegnati, i Porta a porta coi plastici e gli "esperti" in studio continueranno all'infinito: allo share alto non si rinuncia.
          • panda rossa scrive:
            Re: Una cosa si può fare
            - Scritto da: Leguleio


            No, l'opinione pubblica ha diritto a
            sapere


            esattamente come la famiglia. I
            processi
            sono


            pubblici.





            No. Si chiama voyeurismo. Ed è una condizione

            patologica.

            Può darsi.
            Quando questa condizione patologica ce l'ha il
            50 % + 1 della popolazione, a essere in
            minoranza sono i
            "normali".
            Rassegnati, i Porta a porta coi plastici e gli
            "esperti" in studio continueranno all'infinito:
            allo share alto non si
            rinuncia.In quale circostanza Porta a Porta avrebbe avuto uno share del 50%+1 ?Manco la finale del mondiale a Berlino 2006 era arrivata a quelle cifre.
          • Leguleio scrive:
            Re: Una cosa si può fare



            No. Si chiama voyeurismo. Ed è una
            condizione


            patologica.



            Può darsi.

            Quando questa condizione patologica ce l'ha
            il

            50 % + 1 della popolazione, a essere in

            minoranza sono i

            "normali".

            Rassegnati, i Porta a porta coi plastici e
            gli

            "esperti" in studio continueranno
            all'infinito:

            allo share alto non si

            rinuncia.
            In quale circostanza Porta a Porta avrebbe avuto
            uno share del 50%+1
            ?Mai.Ho scritto che l'interesse voyeuristico riguarda il 50 % + 1 della popolazione. Ma non è detto che venga esercitato guardando Porta a Porta, di trasmissioni sui delitti del momento ce ne sono diverse.
          • panda rossa scrive:
            Re: Una cosa si può fare
            - Scritto da: Leguleio
            Mai.
            Ho scritto che l'interesse voyeuristico riguarda
            il 50 % + 1 della popolazione.Che lo hai scritto lo abbiamo visto tutti.Ma che sia vero o la solita XXXXXXccia, va provato.
            Ma non è
            detto che venga esercitato guardando Porta a
            Porta, di trasmissioni sui delitti del momento ce
            ne sono
            diverse.Aspettiamo prove o ammissione di XXXXXXccia.
          • Funz scrive:
            Re: Una cosa si può fare
            - Scritto da: Leguleio


            No, l'opinione pubblica ha diritto a
            sapere


            esattamente come la famiglia. I
            processi
            sono


            pubblici.





            No. Si chiama voyeurismo. Ed è una condizione

            patologica.

            Può darsi.
            Quando questa condizione patologica ce l'ha il
            50 % + 1 della popolazione, a essere in
            minoranza sono i
            "normali".
            Rassegnati, i Porta a porta coi plastici e gli
            "esperti" in studio continueranno all'infinito:
            allo share alto non si
            rinuncia.sai, il pubblico si può anche educare. Se protesta, gli si dice di non ficcare il naso nelle luride faccende altrui.Ma da noi si bada solo al soldo, e più si rimesta nel lerciume più si guadagna. Il che dice moltissimo di come è messo male il popolo italiano. :(
    • Leguleio scrive:
      Re: Una cosa si può fare

      E tutto questo per
      l'audience, cosa che i TG non dovrebbero
      considerare, E perché non dovrebbero considerarla?La pubblicità c'è anche prima del tg, o immediatamente dopo, a seconda. E paga in base ai dati d'ascolto.Fai un telegiornale noioso, e lo vedranno l'1 % degli italiani. Addio introiti pubblicitari.Siamo sempre lì.
      ma che invece considerano, senza
      pensare alle conseguenze: instillare nella gente
      la paura e l'odio e autorizzarli ad erigersi a
      giudici. C'erano già prima.Non li hanno inventati i giornalisti.
      • bubba scrive:
        Re: Una cosa si può fare
        - Scritto da: Leguleio

        E tutto questo per

        l'audience, cosa che i TG non dovrebbero

        considerare,

        E perché non dovrebbero considerarla?
        La pubblicità c'è anche prima del tg, o
        immediatamente dopo, a seconda. E paga in base ai
        dati
        d'ascolto.
        Fai un telegiornale noioso, e lo vedranno
        l'1 % degli italiani. Addio introiti
        pubblicitari.
        Siamo sempre lì.



        ma che invece considerano, senza

        pensare alle conseguenze: instillare nella
        gente

        la paura e l'odio e autorizzarli ad erigersi
        a

        giudici.

        C'erano già prima.
        Non li hanno inventati i giornalisti.... curioso... su praticamente questa tematica 'sempreverde' [del tutto OT qui, ma tant'e'] c'era un articolo sul ilpost di ieri... http://www.ilpost.it/2014/06/23/jeff-israely-informazione-online/
        • Leguleio scrive:
          Re: Una cosa si può fare



          ma che invece considerano, senza


          pensare alle conseguenze: instillare
          nella

          gente


          la paura e l'odio e autorizzarli ad
          erigersi

          a


          giudici.

          C'erano già prima.

          Non li hanno inventati i giornalisti.
          ... curioso... su praticamente questa tematica
          'sempreverde' [del tutto OT qui, ma tant'e']
          c'era un articolo sul ilpost di ieri...
          http://www.ilpost.it/2014/06/23/jeff-israely-inforNon l'ho letto, ma credo che l'esperienza batta gli editoriali.Non dico che mi piaccia, ma la volontà di scagliare il proprio odio contro qualcuno o qualcosa, nelle situazioni di grande tensione, è innata. Non nasce con il giornalismo.
    • iRoby scrive:
      Re: Una cosa si può fare
      Leggi questa splendida intervista sul giornalismo italiano:«I giornalisti? Sono più disonesti dei politici»http://www.linkiesta.it/intervista-massimo-fini-giornalismo-onesta-intellettuale
  • ego scrive:
    Popolo
    La motivazione per questo accanimento è solo unaLa ragazzina non valeva un ca**o, come non varrei un ca**o io se un giorno mi ritrovassero in un burrone a dar da mangiare ai batteri. Ma c'è il plot twist: era una femmina ed era giovane, cioè il ritratto dell'immaginaria purezza/onestàNon è stato un caso di cronaca risolto, è stato un telefilm che ha dato da mangiare a rai e mediaset per molti mesi. Aveva due vantaggi: il primo è che i telefilm di solito costano in diritti e doppiaggi, mentre questo è totalmente gratis; il secondo è che basato sulla realtà quindi credibile; il terzo è che (1) incolla il popolo ignorante alla tv che è (2) fomentato dal più grande movimento morale e legislativo nazista dell'età contemporanea: il femminismo.Inutile spiegare tutto: ci vorrebbero centinaia di pagine e qualcuno nemmeno ne ammetterebbe l'evidenza. Ma pensateci. Se fosse stato un vecchio maschio avrebbero fatto tutte queste scene? Le racchie a casa, che hanno il tempo per guardare la tv, avrebbero seguito questa storia di un vecchio qualunque senza vagina ucciso a muzzo? Avrebbero aumentato lo share di rai e mediaset che oltre a beautiful guadagnano anche con le fiction di telegiornali e "approfondimenti sul caso"? (Con tutto lo sciibile che abbiamo a portta di mano oggigiorno!!!)I poliziotti hanno dovuto mandare avanti il caso a forza, buttando milioni su milioni, perchè il pubblico voleva il colpevole e rischiavano di essere tacciati come fanca**isti tutto il giorno (come se ricostruire i fatti di un certo posto alla certa ora usando un paio di prove fosse elementare). Ora che forse lo hanno trovato, faccio una previsione: volete vedere quanti "approfondimenti sul caso" faranno su quanti anni dare all'assassino, con trasmissioni piene di sceme ignoranti che a malapena sanno scrivere in italiano e si autoproclamano giudici morali?Se crepo l'ultima cosa che voglio è che questi porci dell'informazione facciano soldi sul mio cadavere. I "giornalisti", sotto molte virgolette, guardino cosa succede in europa e indaghino lì. Ogni giorno imprenditori si suicidano per le tasse regalando i soldi del popolo al , ma di queste morti ancora più strazianti a nessuno gliene frega un ca**o
    • king volution scrive:
      Re: Popolo
      - Scritto da: ego
      La motivazione per questo accanimento è solo una

      La ragazzina non valeva un ca**o, come non varrei
      un ca**o io se un giorno mi ritrovassero in un
      burrone a dar da mangiare ai batteri. Ma c'è il
      plot twist: era una femmina ed era giovane, cioè
      il ritratto dell'immaginaria
      purezza/onestà

      Non è stato un caso di cronaca risolto, è stato
      un telefilm che ha dato da mangiare a rai e
      mediaset per molti mesi. Aveva due vantaggi: il
      primo è che i telefilm di solito costano in
      diritti e doppiaggi, mentre questo è totalmente
      gratis; il secondo è che basato sulla realtà
      quindi credibile; il terzo è che (1) incolla il
      popolo ignorante alla tv che è (2) fomentato dal
      più grande movimento morale e legislativo nazista
      dell'età contemporanea: il
      femminismo.

      Inutile spiegare tutto: ci vorrebbero centinaia
      di pagine e qualcuno nemmeno ne ammetterebbe
      l'evidenza. Ma pensateci. Se fosse stato un
      vecchio maschio avrebbero fatto tutte queste
      scene? Le racchie a casa, che hanno il tempo per
      guardare la tv, avrebbero seguito questa storia
      di un vecchio qualunque senza vagina ucciso a
      muzzo? Avrebbero aumentato lo share di rai e
      mediaset che oltre a beautiful guadagnano anche
      con le fiction di telegiornali e "approfondimenti
      sul caso"? (Con tutto lo sciibile che abbiamo a
      portta di mano
      oggigiorno!!!)

      I poliziotti hanno dovuto mandare avanti il caso
      a forza, buttando milioni su milioni, perchè il
      pubblico voleva il colpevole e rischiavano di
      essere tacciati come fanca**isti tutto il giorno
      (come se ricostruire i fatti di un certo posto
      alla certa ora usando un paio di prove fosse
      elementare). Ora che forse lo hanno trovato,
      faccio una previsione: volete vedere quanti
      "approfondimenti sul caso" faranno su quanti anni
      dare all'assassino, con trasmissioni piene di
      sceme ignoranti che a malapena sanno scrivere in
      italiano e si autoproclamano giudici
      morali?

      Se crepo l'ultima cosa che voglio è che questi
      porci dell'informazione facciano soldi sul mio
      cadavere. I "giornalisti", sotto molte
      virgolette, guardino cosa succede in europa e
      indaghino lì. Ogni giorno imprenditori si
      suicidano per le tasse regalando i soldi del
      popolo al <<pareggio di bilancio

      , ma di queste
      morti ancora più strazianti a nessuno gliene
      frega un
      ca**oda uomo a uomo: il tuo pressapochismo maschilista è nauseante
      • ego scrive:
        Re: Popolo
        Se per te nemmeno i morti sono uguali, non capisco quanto possa valere la tua opinione. Replica nel merito se riesci, la forma non mi interessa
        • king volution scrive:
          Re: Popolo
          - Scritto da: ego
          Se per te nemmeno i morti sono uguali, non
          capisco quanto possa valere la tua opinione.
          Replica nel merito se riesci, scrivi cose del tipo: <i

          popolo ignorante alla tv che è (2) fomentato dal
          più grande movimento morale e legislativo nazista
          dell'età contemporanea: il femminismo. </i
          e pretendi pure che ti si risponda nel merito?nel merito di cosa? di "sciocchezze" assulute come le cose che scrivi?ma per favore
          • ego scrive:
            Re: Popolo
            Confesso che sto abbastanza ridendo: prima mi dai del MASCHILISTA, trattandomi come rozzo, superficiale e ingiusto.Poi io dico che il FEMMINISMO ha tratti di nazismo, e mi dai addosso.Te lo hanno mai detto che il femminismo è la stessa cosa del maschilismo, ma al contrario? Sono entrambe cose idiote e ingiuste ma vedo che come molti utilizzi due pesi e due misure.Il femminismo è marcio, chiede tutto e il contrario di tutto, generalizza, immola e santifica in modo completamente aleatorio, chiedendo i diritti ma mai i doveri. Se non lo vedi in comportamenti di tutti i giorni non so come io possa riassumerlo a parole
          • maxsix scrive:
            Re: Popolo

            Il femminismo è marcio, chiede tutto e il
            contrario di tutto, generalizza, immola e
            santifica in modo completamente aleatorio,
            chiedendo i diritti ma mai i doveri. Se non lo
            vedi in comportamenti di tutti i giorni non so
            come io possa riassumerlo a
            parole/me stupito positivamenteOgni tanto eh.
        • Izio01 scrive:
          Re: Popolo
          - Scritto da: ego
          Se per te nemmeno i morti sono uguali, non
          capisco quanto possa valere la tua opinione.
          Replica nel merito se riesci, la forma non mi
          interessaHai pienamente ragione, hai scritto un gran post, ma i comportamenti che descrivi sono ormai talmente radicati che è quasi impossibile farli notare.Peggio, se fai notare l'effettiva disparità di trattamento in casi analoghi, sei TU ad essere fuori posto. Se TU chiedi che a parità di crimine indagini e pena dovrebbero essere paragonabili, sei TU che non vedi l'"ovvia" differenza di gravità tra il caso 1 e il caso 2 (differenza basata ovviamente su semplici opinioni personali spacciate come verità assolute).Boh, credo che sia un segno di decadenza della nostra società :(
    • Leguleio scrive:
      Re: Popolo

      I "giornalisti", sotto molte
      virgolette, guardino cosa succede in europa e
      indaghino lì. Fanno anche quello, ma non attira clic.Come dici tu, del resto.
      Ogni giorno imprenditori si
      suicidano per le tasse regalando i soldi del
      popolo al <<pareggio di bilancio

      , ma di queste
      morti ancora più strazianti a nessuno gliene
      frega un
      ca**oMa che razza di paragone. Fra l'atto di togliere la vita a una persona terza, minorenne e presumibilmente non consenziente, e uno che sceglie sé stesso come obiettivo, esiste ancora una differenza, per fortuna.Gli imprenditori che si suicidano ci sono sempre stati. All'inizio del governo Monti hanno cercato di strumentalizzarli per ammorbidire i sacrifici italiani che stavano per approvare; ma quando si son resi conto che il governo andava per la sua strada hanno smesso. Di colpo gli imprenditori suicidi hanno smesso di esistere: per la stampa, non per il tessuto sociale.
      • ego scrive:
        Re: Popolo
        Non sto dicendo che la sua morte vale di meno. Sarebbe assurdo.Dico che la proporzione di risalto fra questo singolo caso, e il caso di centinaia forse migliaia di imprenditori (e dipendenti ovviamente) che si ammazzano, è assurda. Ma il modo totalmente ridicoloIl punto è questo: tu per yara non ci puoi più fare niente. I poliziotti faranno il loro lavoro ma a te non te ne deve XXXXXXX oltre alla sana informazione. E questo caso va oltre alla sana informazione, questo caso rientra nell'interesse morboso delle persone nel macabro, e le tv fanno a gara come dei porci nel mangiare fra questi cadaveri. Ripeto, rai, mediaset e tutti quelli che guadagnano su questi casi, si nutrono di cadaveri.Per i suicidi, al contrario, si può agire. Certo un omicidio (e qua mi cascano le braccia vedendomi in mente "femminicidio" che nemmeno so se c'entri, ridicola la parola stessa), è peggio di un suicidio se vediamo in terza persona. Uno che offende con la forza e uno che viene offeso mortalmente, in questo caso senza alcuna colpa. Ma quanto devono stare male allora le persone che si suicidano?Se uccidere terzi è brutto, abbiamo anche solo l'idea di quanto sia brutto uccidere se stessi? Yara non può più esserse salvata purtroppo, e non aveva colpe. Possiamo almeno cercare di salvare i poveracci che vorrebbero farla finita? Per questi possiamo fare ancora qualcosa, ma la tv ne parla come se fosse colpa loro (debolezza) o del sistema (e vai coi politici ladri e i ladri di polli)Basta con le turbe macabre del popolo, basta con le tv di maiali che ci sguazzano dentro. Tutti a sentire la prima XXXXXXXXXX del probabile assassino, mille trasmissioni su quanto rumore e puzza ha fatto, ma nessuno che sappia che il pareggio di bilancio è stato messo in costituzione, e quanti ancora ne dovranno morire per raggiungerlo, con tasse che mandano in fumo i soldi del popolo
        • Leguleio scrive:
          Re: Popolo

          Non sto dicendo che la sua morte vale di meno.
          Sarebbe
          assurdo.Meno male.
          Dico che la proporzione di risalto fra questo
          singolo caso, e il caso di centinaia forse
          migliaia di imprenditori (e dipendenti
          ovviamente) che si ammazzano, è assurda. Ma il
          modo totalmente
          ridicoloLa priorità delle notizie la decidono i giornali, società private, e i telegiornali, che nel caso della RAI sono parimenti gestite con criteri privati.Non esiste una <I
          par condicio </I
          per i fatti di cronaca. Non è mai esistita.E da ex giornalista ti posso dire che un ipotetico giornale che rispettasse questa <I
          par condicio </I
          non lo leggerebbe nessuno. Una noia mortale! :|
          Il punto è questo: tu per yara non ci puoi più
          fare niente. I poliziotti faranno il loro lavoro
          ma a te non te ne deve XXXXXXX oltre alla sana
          informazione. E questo caso va oltre alla sana
          informazione, questo caso rientra nell'interesse
          morboso delle persone nel macabro, e le tv fanno
          a gara come dei porci nel mangiare fra questi
          cadaveri. È sempre andata così.Al proXXXXX per l'assassinio di Wilma Montesi, che di anni ne aveva 20, c'era un folla incredibile già allora. La tv e internet non c'erano, e la gente che sapeva leggere nel 1954 era meno numerosa di oggi. Eppure...
          Ripeto, rai, mediaset e tutti quelli
          che guadagnano su questi casi, si nutrono di
          cadaveri.Chiamali scemi.Fanno vendere.
          Per i suicidi, al contrario, si può agire. Certo
          un omicidio (e qua mi cascano le braccia
          vedendomi in mente "femminicidio" che nemmeno so
          se c'entri, ridicola la parola stessa), L'hanno coniata in Usa ( <I
          femicide </I
          ) e adattata in spagnolo ( <I
          feminicidio </I
          ) in Messico. L'Italia è arrivata ultima.
          è peggio
          di un suicidio se vediamo in terza persona. Uno
          che offende con la forza e uno che viene offeso
          mortalmente, in questo caso senza alcuna colpa.
          Ma quanto devono stare male allora le persone che
          si
          suicidano?La questione non è la misura di quanto stanno male, da 1 a 10, ma la causa di questo male.Solo su quella si può, eventualmente, agire.
          Se uccidere terzi è brutto, abbiamo anche solo
          l'idea di quanto sia brutto uccidere se stessi?Che fai, vuoi ripristinare un reato che c'era in diversi Stati Usa, e cioè il tentato suicidio?
          Yara non può più esserse salvata purtroppo, e non
          aveva colpe. Possiamo almeno cercare di salvare i
          poveracci che vorrebbero farla finita? E come?Ognuno ha il suo umore.
          Per questi
          possiamo fare ancora qualcosa, ma la tv ne parla
          come se fosse colpa loro (debolezza) o del
          sistema (e vai coi politici ladri e i ladri di
          polli)Non credo nella missione utilitaristica ed educatrice dell'informazione.I giornali sono nati per guadagnare.
          Basta con le turbe macabre del popolo, basta con
          le tv di maiali che ci sguazzano dentro. Non si può. C'è la libertà di stampa.
          Tutti a
          sentire la prima XXXXXXXXXX del probabile
          assassino, mille trasmissioni su quanto rumore e
          puzza ha fatto, ma nessuno che sappia che il
          pareggio di bilancio è stato messo in
          costituzione, Parla per te.Io lo so, e nemmeno mi riguarda, visto che sto all'estero.
          e quanti ancora ne dovranno morire
          per raggiungerlo, con tasse che mandano in fumo i
          soldi del
          popoloSe le tasse non ci fossero, secondo me i suicidi sarebbero ancora maggiori.Tutte le persone che non hanno i soldi per curarsi perché non esiste un servizio sanitario nazionale, oppure che non possono accedere all'istruzione che vorrebbero perché costa troppo, o non possono difendersi con un avvocato di loro scelta perché nessuno paga per il gratuito patrocinio, che ora esiste anche grazie alle tasse, tutte queste persone si suiciderebbero. Pensaci.
          • panda rossa scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: Leguleio
            Al proXXXXX per l'assassinio di Wilma Montesi,
            che di anni ne aveva <s
            20 </s
            <b
            21 </b
            , c'era un folla
            incredibile già allora.Fixed. @^
          • Leguleio scrive:
            Re: Popolo


            Al proXXXXX per l'assassinio di Wilma
            Montesi,

            che di anni ne aveva <s
            20
            </s
            <b
            21 </b
            , c'era un
            folla

            incredibile già allora.

            Fixed. @^Qui entra in gioco il pressappochismo dei giornali: facci caso, uno stesso fatto di cronaca con i protagonisti citati con nome e cognome, su giornali diversi hanno età diverse!In assenza della data di nascita esatta di Wilma Montesi ho trovato varie età: 20, 21, perfino 22 anni, scritto in lettere e non in numero, in questo articolo del <I
            La Stampa </I
            dell'epoca:http://tinyurl.com/n9mfolwChi conosce la sua vera età all'epoca della scomparsa è bravo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: Leguleio


            Al proXXXXX per l'assassinio di Wilma

            Montesi,


            che di anni ne aveva <s
            20

            </s
            <b
            21 </b
            , c'era
            un

            folla


            incredibile già allora.



            Fixed. @^

            Qui entra in gioco il pressappochismo dei
            giornali: facci caso, uno stesso fatto di cronaca
            con i protagonisti citati con nome e cognome, su
            giornali diversi hanno età
            diverse!Non e' una scusa!Le date di nascita e di morte del personaggio da te citato sono note.Potevi farti il calcolo, come ho fatto io, invece di fare un copia/incolla senza verificare la fonte.
            In assenza della data di nascita esatta di Wilma
            Montesi ho trovato varie età: Data di nascita: 3 febbraio 1932Data di morte: 9 aprile 1953
            Chi conosce la sua vera età all'epoca della
            scomparsa è
            bravo.E' scomparsa il 9 aprile, il corpo e' stato ritrovato l'11 aprile.E tu stai facendo una figura meschina.
          • Leguleio scrive:
            Re: Popolo

            Data di nascita: 3 febbraio 1932Fonte?
          • panda rossa scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: Leguleio

            Data di nascita: 3 febbraio 1932

            Fonte?Gli atti processuali.
          • Leguleio scrive:
            Re: Popolo



            Data di nascita: 3 febbraio 1932



            Fonte?

            Gli atti processuali.Ne so quanto prima. Dammi il link.
          • panda rossa scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: Leguleio



            Data di nascita: 3 febbraio 1932





            Fonte?



            Gli atti processuali.

            Ne so quanto prima.
            Dammi il link.Link?Vai alla cancelleria del tribunale di Roma, come ho fatto io, chiedi il faldone, allunghi 50 euro all'archivista e lo consulti.
          • Leguleio scrive:
            Re: Popolo



            Gli atti processuali.



            Ne so quanto prima.

            Dammi il link.

            Link?
            Vai alla cancelleria del tribunale di Roma, come
            ho fatto io, Ecco, aggiungiamo anche questa alle tue perle. Panda Rossa che va in tribunale per un caso di oltre 50 anni fa, che nulla ha a che fare con l'informatica.L'elenco si ingrossa di giorno in giorno. :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: Leguleio



            Gli atti processuali.





            Ne so quanto prima.


            Dammi il link.



            Link?

            Vai alla cancelleria del tribunale di Roma,
            come

            ho fatto io,

            Ecco, aggiungiamo anche questa alle tue perle.
            Panda Rossa che va in tribunale per un caso di
            oltre 50 anni fa, che nulla ha a che fare con
            l'informatica.
            L'elenco si ingrossa di giorno in giorno. :DSmentisci questa allora![img]http://image2.findagrave.com/photos250/photos/2012/269/97793900_134866108149.jpg[/img]Volevo risparmiarti l'umiliazione, ma visto che insisti...
          • Leguleio scrive:
            Re: Popolo
            Mamma mia, che umiliazione aver scritto 20 anni anziché 21! Quando tutti i giornali oscillavano fa una l'altra, poi. Be', visto che dici di aver chiesto gli atti del proXXXXX al tribunale di Roma, spendendo 50 euro, metti anche quelli. Non tutti, solo quelli che citano la sua data di nascita.Altrimenti l'umiliazione è reciproca. :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2014 17.52-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: Leguleio
            Mamma mia, che umiliazione aver scritto 20 anni
            anziché 21! Ne va della tua reputazione di Mr. Precisino.
            Quando tutti i giornali oscillavano
            fa una l'altra, poi.I giornali non sono mica affidabili.
            Be', visto che dici di aver chiesto gli atti del
            proXXXXX al tribunale di Roma, spendendo 50 euro,
            metti anche quelli.No, non io. Tu devi allungare 50 euro all'archivista se vuoi il faldone.Io gli faccio una telefonata.E me ne deve ancora di favori...
            Non tutti, solo quelli che
            citano la sua data di
            nascita.
            Altrimenti l'umiliazione è reciproca. :DA te il divertimento di spulciarteli.
          • Leguleio scrive:
            Re: Popolo


            Mamma mia, che umiliazione aver scritto 20
            anni

            anziché 21!

            Ne va della tua reputazione di Mr. Precisino.Te la sei messa in testa tu, questa reputazione.Non sono infallibile.

            Quando tutti i giornali oscillavano

            fa una l'altra, poi.

            I giornali non sono mica affidabili.Perché, chi fa i loculi mortuari sì?http://www.cityrumors.it/teramo/cronaca/72693-giulianova-errori-targa-cerasari-e-lapide-ciaffardoni.htmlhttp://archiviostorico.corriere.it/1996/dicembre/20/Lapide_Vittorini_sindaco_corregge_solo_co_7_9612201911.shtmlAnche i marmisti possono sbagliare, e in genere i famigliari non pretendono una lastra nuova. Non cambia nulla. Ho accettato la foto come documento ufficiale, per quel che me ne importa: ma ufficiale non è.

            Be', visto che dici di aver chiesto gli atti
            del

            proXXXXX al tribunale di Roma, spendendo 50
            euro,

            metti anche quelli.

            No, non io. Tu devi allungare 50 euro
            all'archivista se vuoi il
            faldone.
            Io gli faccio una telefonata.
            E me ne deve ancora di favori...Sì, sei pappa e ciccia col tribunale di Roma.

            Non tutti, solo quelli che

            citano la sua data di

            nascita.

            Altrimenti l'umiliazione è reciproca. :D

            A te il divertimento di spulciarteli.Non me ne importa nulla, come detto.A te, a quanto pare, sì. Quindi fatti avanti.
          • ... scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: Leguleio
            Mamma mia, che umiliazione aver scritto 20 anni
            anziché 21! o e' gol o non e' gol, non esiste il quasi-gol, come non esiste il quasi-giusto: o e' giusto o e' sbagliato. TU HAI SBAGLIATO.
            Quando tutti i giornali oscillavano
            fa una l'altra, poi.le chiamate di correo sono irrilevanti.
            Be', visto che dici di aver chiesto gli atti del
            proXXXXX al tribunale di Roma, spendendo 50 euro,
            metti anche quelli. Non tutti, solo quelli che
            citano la sua data di nascita.
            Altrimenti l'umiliazione è reciproca. :Dlui ha dato la cifra giusta, tu quella sbagliata e nessun arrampicata verbale sugli specchi potra' salvarti.PS: "in corea del nord internet proprio non esiste"(e adesso vediamo cosa ti inventi per far cancellare il mio post)
          • Leguleio scrive:
            Re: Popolo

            Smentisci questa allora!
            [img]http://image2.findagrave.com/photos250/photos/2012/269/97793900_134866108149.jpg[/img]

            Volevo risparmiarti l'umiliazione, ma visto che
            insisti...Ecco, a proposito di smentire, e anche di umiliazione: nel commento più sopra avevi scritto la data di nascita: 3 febbraio 1932.Nella foto che tu hai allegato, che è tratta da questo sito:http://www.findagrave.com/cgi-bin/fg.cgi?page=gr&GRid=97793900la data è il <B
            2 febbraio </B
            , e così nel testo.Ai fini della sua età non cambia nulla, ma un'altra foto tratta da questo sito:http://www.mediatecaroma.it/mediatecaRoma/ricerca.html?show=14&index=&jsonVal=&filter=&query=archiveName%3AluceFondoVedo&refId=11&indexPhoto=2&id=IL0000003646riporta la stessa tomba con la data del 3 febbraio.Ulteriore riprova che i loculi dei cimiteri non sono atti ufficiali. A me non sarebbe mai venuto in mente di andare a consultare quelli per correggere un errore dei giornali.
          • ... scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio


            Data di nascita: 3 febbraio 1932



            Fonte?

            Gli atti processuali.adesso ti chiedera' la fotocopia, occhio...
          • ... scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio



            Al proXXXXX per l'assassinio di
            Wilma


            Montesi,



            che di anni ne aveva <s
            20


            </s
            <b
            21 </b
            ,
            c'era

            un


            folla



            incredibile già allora.





            Fixed. @^



            Qui entra in gioco il pressappochismo dei

            giornali: facci caso, uno stesso fatto di
            cronaca

            con i protagonisti citati con nome e
            cognome,
            su

            giornali diversi hanno età

            diverse!

            Non e' una scusa!
            Le date di nascita e di morte del personaggio da
            te citato sono
            note.
            Potevi farti il calcolo, come ho fatto io, invece
            di fare un copia/incolla senza verificare la
            fonte.


            In assenza della data di nascita esatta di
            Wilma

            Montesi ho trovato varie età:

            Data di nascita: 3 febbraio 1932
            Data di morte: 9 aprile 1953


            Chi conosce la sua vera età all'epoca della

            scomparsa è

            bravo.

            E' scomparsa il 9 aprile, il corpo e' stato
            ritrovato l'11
            aprile.

            E tu stai facendo una figura meschina.in questa tua lotta contro l'innominabile, trovi in me un fans sfegatato.
          • ego scrive:
            Re: Popolo
            Ecco non ci provo nemmeno a comprendere quello che hai scritto, visto che a quanto pare nemmeno tu ti poni molto il problema e ti limiti a leggere selettivamente e dibattere le questioni più inutili.Io dico che fanno schifo a fare ciò che fanno e tu dici che "va beh possono" e "libertà di cronaca". Lo so anch'io che possono, cosa me ne frega, ma a te sfugge il punto della questione che ciò sia utile o meno e svincoli nei punti che piacciono piacciono te Hai qualche problema di comprensione?DITO E LUNA
          • Leguleio scrive:
            Re: Popolo

            Ecco non ci provo nemmeno a comprendere quello
            che hai scritto, Forse perché non sei in grado?
            visto che a quanto pare nemmeno
            tu ti poni molto il problema e ti limiti a
            leggere selettivamente e dibattere le questioni
            più
            inutili.Inutili per te.La società ha altre priorità di quelle nelle tua testa.
            Io dico che fanno schifo a fare ciò che fanno e
            tu dici che "va beh possono" e "libertà di
            cronaca". Lo so anch'io che possono, cosa me ne
            frega, Alla realtà frega.Nel mondo dei sogni si possono immaginare le cose più belle e piacevoli che siano ipotizzabili, senza omicidi né curiosità morbose, senza zanzare, senza persone sul forum che intervengono e non sono d'accordo...Atteniamoci alla realtà, e non alle cose desiderate.
            ma a te sfugge il punto della questione
            che ciò sia utile o meno Ma utile a chi?E poi, io sarei obbligato a rispondere solo ai punti che piacciono a te?Hai una concezione delle discussioni sui forum un po' bizzarra.
            DITO E LUNAE un tempo, signora, qui era tutta campagna.
          • ... scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: Leguleio

            Ecco non ci provo nemmeno a comprendere
            quello

            che hai scritto,

            Forse perché non sei in grado?



            visto che a quanto pare nemmeno

            tu ti poni molto il problema e ti limiti a

            leggere selettivamente e dibattere le
            questioni

            più

            inutili.

            Inutili per te.
            La società ha altre priorità di quelle nelle tua
            testa.



            Io dico che fanno schifo a fare ciò che
            fanno
            e

            tu dici che "va beh possono" e "libertà di

            cronaca". Lo so anch'io che possono, cosa me
            ne

            frega,

            Alla realtà frega.
            Nel mondo dei sogni si possono immaginare le cose
            più belle e piacevoli che siano ipotizzabili,
            senza omicidi né curiosità morbose, senza
            zanzare, senza persone sul forum che intervengono
            e non sono
            d'accordo...
            Atteniamoci alla realtà, e non alle cose
            desiderate.




            ma a te sfugge il punto della questione

            che ciò sia utile o meno

            Ma utile a chi?
            E poi, io sarei obbligato a rispondere solo ai
            punti che piacciono a
            te?
            Hai una concezione delle discussioni sui forum un
            po'
            bizzarra.



            DITO E LUNA

            E un tempo, signora, qui era tutta campagna.hai dimenticato "i negri hanno il ritmo nel sangue", "quando c'era Lui, i treni arrivavano in orario" e "e' intelligente ma non si applica".
          • ego scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: Leguleio

            Ecco non ci provo nemmeno a comprendere
            quello

            che hai scritto,

            Forse perché non sei in grado?Mi stavi anche abbastanza simpatico ma finalmente capisco perché la gente ti dà addosso. Sei un arrogante e probabilmente te le meriti pureSei il classico berlusconiano. Se per caso una legge che si è inventato lo protegge, uno normale pensa che sia una assurdità. Tu invece ti guardi in giro, spallucce, aggiusta gli occhiali, allarga il colletto stretto per il sudaticcio
          • Papple scrive:
            Re: Popolo
            - Scritto da: ego
            - Scritto da: Leguleio


            Ecco non ci provo nemmeno a comprendere

            quello


            che hai scritto,



            Forse perché non sei in grado?

            Mi stavi anche abbastanza simpatico ma finalmente
            capisco perché la gente ti dà addosso. Sei un
            arrogante e probabilmente te le meriti
            pure

            Sei il classico berlusconiano. Se per caso una
            legge che si è inventato lo protegge, uno normale
            pensa che sia una assurdità. Tu invece ti guardi
            in giro, spallucce, aggiusta gli occhiali,
            allarga il colletto stretto per il sudaticcio
            <<BEH MA LUI LO PUO' FARE LO DICE LA
            LEGGE

            La politica te la potevi risparmiare, o forse no non potevi.In fondo è solo un'altra delle numerose stupidaggini che hai scritto, per cui ci stava anche quello, è veramente sorprendente come certe persone infilino Berlusconi anche in discussioni che non hanno nulla a che fare con la politica, l'ossessione morbosa contro quell'esponente politico dovrebbe essere studiata in medicina, ha le sembianze di una fobia come l'agorafobia o la claustrofobia, si potrebbe chiamare berluscofobia.
          • Funz scrive:
            Re: Popolo
            Mamma che thread stucchevole... Panda che fa a gara con mr. Precisino a chi è più precisino a sgamare gli errori altrui, e mr. Precisino che scrive centinaia di righe per dimostrare che non si è sbagliato, e che se si è sbagliato non era importante... come se non fosse chiarissimo a tutti quanti che scrive sempre un sacco di sciocchezze :-o
    • ... scrive:
      Re: Popolo
      - Scritto da: ego
      La motivazione per questo accanimento è solo una

      La ragazzina non valeva un ca**o, come non varrei
      un ca**o io se un giorno mi ritrovassero in un
      burrone a dar da mangiare ai batteri. Ma c'è il
      plot twist: era una femmina ed era giovane, cioè
      il ritratto dell'immaginaria
      purezza/onestà

      Non è stato un caso di cronaca risolto, è stato
      un telefilm che ha dato da mangiare a rai e
      mediaset per molti mesi. Aveva due vantaggi: il
      primo è che i telefilm di solito costano in
      diritti e doppiaggi, mentre questo è totalmente
      gratis; il secondo è che basato sulla realtà
      quindi credibile; il terzo è che (1) incolla il
      popolo ignorante alla tv che è (2) fomentato dal
      più grande movimento morale e legislativo nazista
      dell'età contemporanea: il
      femminismo.[yt]Twsl_kAt8Zo[/yt]
  • king volution scrive:
    già ci siamo...
    abbiamo lo spot e la campagna pubblicitaria del governo:http://www.repubblica.it/scienze/2014/02/04/news/banca_dati_del_dna_-77692826/http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?approfondimento_id=4706http://www.governo.it/GovernoInforma/campagne_comunicazione/banca_DNA/index.htmlabbiamo la normativa:http://www.governo.it/biotecnologie/BancaDatiDna/DNA.htmle abbiamo già fatto le gare e le abbiamo aggiudicate a bravi imprenditori:http://www.interno.gov.it/mininterno/site/it/sezioni/servizi/bandi_gara/dip_pubblica_sicurezza/2012_09_07_fornitura_software_banca_dati_dna.htmlhttp://www.interno.gov.it/mininterno/site/it/sezioni/servizi/bandi_gara/dip_pubblica_sicurezza/2013_01_09_aggiudicazione_banca_dati_dna.htmle a breve, dal 2015, saremo TUTTI schedati... ma per la sicurezza e contro il crimine si fa questo e altro no?e meno male che c'è la democrazia e la libertà...che schifo
    • bubba scrive:
      Re: già ci siamo...
      - Scritto da: king volution
      abbiamo lo spot e la campagna pubblicitaria del
      governo:
      http://www.repubblica.it/scienze/2014/02/04/news/b
      http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlament
      http://www.governo.it/GovernoInforma/campagne_comu

      abbiamo la normativa:
      http://www.governo.it/biotecnologie/BancaDatiDna/D

      e abbiamo già fatto le gare e le abbiamo
      aggiudicate a bravi
      imprenditori:
      http://www.interno.gov.it/mininterno/site/it/sezio
      http://www.interno.gov.it/mininterno/site/it/sezio

      e a breve, dal 2015, saremo TUTTI schedati...

      ma per la sicurezza e contro il crimine si fa
      questo e altro
      no?
      e meno male che c'è la democrazia e la libertà...

      che schifo+1 per il post (quasi tutti cianciano a caso senza references).Meno sulle conclusioni (che capisco cmq...). Piuttosto bisognerebbe vedere come ha preso l'appalto questa Present s.p.a (x es)... e' che mi viene in mente l'affaire Prestigiacomo-Sistri...
      • king volution scrive:
        Re: già ci siamo...
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: king volution

        abbiamo lo spot e la campagna pubblicitaria del

        governo:


        http://www.repubblica.it/scienze/2014/02/04/news/b


        http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlament


        http://www.governo.it/GovernoInforma/campagne_comu



        abbiamo la normativa:


        http://www.governo.it/biotecnologie/BancaDatiDna/D



        e abbiamo già fatto le gare e le abbiamo

        aggiudicate a bravi

        imprenditori:


        http://www.interno.gov.it/mininterno/site/it/sezio


        http://www.interno.gov.it/mininterno/site/it/sezio



        e a breve, dal 2015, saremo TUTTI schedati...



        ma per la sicurezza e contro il crimine si fa

        questo e altro

        no?

        e meno male che c'è la democrazia e la
        libertà...



        che schifo
        +1 per il post (quasi tutti cianciano a caso
        senza
        references).
        Meno sulle conclusioni (che capisco cmq...).
        Piuttosto bisognerebbe vedere come ha preso
        l'appalto questa Present s.p.a (x es)... e' che
        mi viene in mente l'affaire
        Prestigiacomo-Sistri...hai visto le specifiche hw/sw del bando di gara???e questi dovrebbero trattare e custodire dati che più sensibili di così non si può...
    • maxsix scrive:
      Re: già ci siamo...

      e a breve, dal 2015, saremo TUTTI schedati...
      Quanta confusione che state facendo.Lo sei già.
  • ... scrive:
    caduta del DB
    Per un po non si vedevano gli articoli ma solo la pubblicita'. Insomma, a PI hanno tolto l'inutile per lasciare il necessario.
  • ... scrive:
    accanimento peloso
    ammazzano una adolescente: attivita' certo non rietrante tra le "cose buone". Ma come mai tutto questo accanimento nella ricerca del colpevole? Non era parete di un magistrato, politico, maneggione finanziario, insomma era una del popolo (leggasi: non conta un ca--o) eppure ci si sono impuntati di brutto. A leggerla bene, e' solo Alfano che ha scelto questo caso come "investimento elettorale" per bullarsi alle elezioni. A leggerla male, e' il grimaldello per: "avete visto? lo abbiamo preso. Adesso schediamo tutti, per sicurezza".
    • aphex_twin scrive:
      Re: accanimento peloso
      - Scritto da: ...
      "avete visto? lo abbiamo preso. Adesso schediamo
      tutti, per
      sicurezza".Se l'assassino sapeva di essere schedato la ragazzina oggi sarebbe stata al mare a godersi la vita.
      • ... scrive:
        Re: accanimento peloso
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: ...

        "avete visto? lo abbiamo preso. Adesso
        schediamo

        tutti, per

        sicurezza".

        Se l'assassino sapeva di essere schedato la
        ragazzina oggi sarebbe stata al mare a godersi la
        vita.dovresti firmarti "Voice of Reason", spari le stesse XXXXXXX.
        • Funz scrive:
          Re: accanimento peloso
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: aphex_twin

          - Scritto da: ...


          "avete visto? lo abbiamo preso. Adesso

          schediamo


          tutti, per


          sicurezza".



          Se l'assassino sapeva di essere schedato la

          ragazzina oggi sarebbe stata al mare a godersi
          la

          vita.

          dovresti firmarti "Voice of Reason", spari le
          stesse
          XXXXXXX.(lo fa già, ha solo sbagliato login) :p
      • panda rossa scrive:
        Re: accanimento peloso
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: ...

        "avete visto? lo abbiamo preso. Adesso
        schediamo

        tutti, per

        sicurezza".

        Se l'assassino sapeva di essere schedato la
        ragazzina oggi sarebbe stata al mare a godersi la
        vita.Si certo.Infatti nei paesi totalitari dove la popolazione e' schedata e spiata, il crimine e' stato azzerato.
        • aphex_twin scrive:
          Re: accanimento peloso
          No, ma se commetti un crimine ci mettono molto meno tempo e molti meno soldi (Vostri) a prendere il colpevole.E se lo sai ci pensi un milione di volte prima di commettere un crimine.
          • panda rossa scrive:
            Re: accanimento peloso
            - Scritto da: aphex_twin
            No, ma se commetti un crimine ci mettono molto
            meno tempo e molti meno soldi (Vostri) a prendere
            il colpevole.O anche a prendere te, visto che potrei lasciare il tuo DNA sul luogo del delitto.
            E se lo sai ci pensi un milione di volte prima di
            commettere un
            crimine.No, ci penso un milione di volte su come fare a farti incolpare, usando il DNA. E quando trovo il modo, io commetto il crimine, e la stampa potra' accanirsi sul colpevole, grazie all'infallibile DNA, e le forze dell'ordine non dovranno fare nessuna fatica: tu sei schedato e ti vengono a prendere.Il proXXXXX naturalmente non sara' necessario.
          • aphex_twin scrive:
            Re: accanimento peloso
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: aphex_twin

            No, ma se commetti un crimine ci mettono
            molto

            meno tempo e molti meno soldi (Vostri) a
            prendere

            il colpevole.

            O anche a prendere te, visto che potrei lasciare
            il tuo DNA sul luogo del
            delitto.
            Hai il mio DNA? Ma smettila va.

            E se lo sai ci pensi un milione di volte
            prima
            di

            commettere un

            crimine.

            No, ci penso un milione di volte su come fare a
            farti incolpare, usando il DNA. E quando trovo il
            modo, io commetto il crimine, e la stampa potra'
            accanirsi sul colpevole, grazie all'infallibile
            DNA, e le forze dell'ordine non dovranno fare
            nessuna fatica: tu sei schedato e ti vengono a
            prendere.Peccato che tu non hai il mio DNA e tutto il discorso cade.E non sto dicendo che il DNA sia la prova principe.
          • panda rossa scrive:
            Re: accanimento peloso
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: aphex_twin


            No, ma se commetti un crimine ci mettono

            molto


            meno tempo e molti meno soldi (Vostri) a

            prendere


            il colpevole.



            O anche a prendere te, visto che potrei
            lasciare

            il tuo DNA sul luogo del

            delitto.



            Hai il mio DNA? Ma smettila va.Ho il dna di chiunque.Mozziconi di sigaretta, gomme da masticare appicicate sotto il tavolo, cerotti usati...Lascio la traccia sul luogo del delitto, e la banca dati fara' il resto.Poco importa se quello ha un alibi di ferro: il DNA non sbaglia.



            E se lo sai ci pensi un milione di volte

            prima

            di


            commettere un


            crimine.



            No, ci penso un milione di volte su come
            fare
            a

            farti incolpare, usando il DNA. E quando
            trovo
            il

            modo, io commetto il crimine, e la stampa
            potra'

            accanirsi sul colpevole, grazie
            all'infallibile

            DNA, e le forze dell'ordine non dovranno fare

            nessuna fatica: tu sei schedato e ti vengono
            a

            prendere.

            Peccato che tu non hai il mio DNA e tutto il
            discorso cade.Tu sei chiunque.
            E non sto dicendo che il DNA sia la prova
            principe.Ma intanto le indagini prendono quella direzione.
          • Izio01 scrive:
            Re: accanimento peloso
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: aphex_twin


            No, ma se commetti un crimine ci mettono

            molto


            meno tempo e molti meno soldi (Vostri) a

            prendere


            il colpevole.



            O anche a prendere te, visto che potrei
            lasciare

            il tuo DNA sul luogo del

            delitto.



            Hai il mio DNA? Ma smettila va.
            Ma perché devo avere il TUO?Mi basta quello di chiunque non sia me; cosa mi impedisce di prendere un fazzoletto nuovo maneggiandolo con guanti di latex altrettanto intonsi, usarlo per raccogliere una scatarrata da terra e poi lasciarlo sul luogo del delitto?
          • Voice of Reason scrive:
            Re: accanimento peloso
            Dal momento che non lo troverai mai perchè nonostante quello che pensi tu non sei un genio, la Società Civile vivrà tranquilla.Chi non ha fatto nulla non deve temere nulla.Chi ha fatto qualcosa deve temere molto.Come è giusto. :)La tecnologia è ormai matura per realizzare la Trasparenza Sociale Assoluta: si proceda quindi a passo spedito ignorando le obiezioni di chi, come i frequentatori di questi forum, si immedesima facilmente nei malfattori per scarso senso civico e, molto probabilmente, per turpitudine morale. Prima saranno messi in condizione di non nuocere e meglio sarà. :)
          • Fun Time scrive:
            Re: accanimento peloso

            No, ci penso un milione di volte su come fare a
            farti incolpare, usando il DNA. E quando trovo il
            modo, io commetto il crimine, e la stampa potra'
            accanirsi sul colpevole, grazie all'infallibile
            DNA, e le forze dell'ordine non dovranno fare
            nessuna fatica: tu sei schedato e ti vengono a
            prendere.Dal momento che sei tanto geniale usa il tuo ingegno dalla parte della giustizia e non del criminale.Pensa 1000 volte a metodi migliori, piu corretti e infallibili per svolgere le indagini.Hai idee migliori per identificare possibili sospetti in un caso come quello di Yara?Il DNA cosi come tutte le altre prove non dice chi e stato l' assassino.Ma aiuta a capire chi e stato.Poter fare qualcosa di simile all' inizio dell indagine:SELECT Persone.Name FROM Persone WHERE Persone.DNA = dna_rilevato AND "Persone.PhoneNumber in Cella at kill time" AND altri filtri...sicuramente potrebbe fornire un punto di pertenza per l' indagine o aiutarne lo svolgimento.
          • panda rossa scrive:
            Re: accanimento peloso
            - Scritto da: Fun Time

            No, ci penso un milione di volte su come fare a

            farti incolpare, usando il DNA. E quando trovo
            il

            modo, io commetto il crimine, e la stampa potra'

            accanirsi sul colpevole, grazie all'infallibile

            DNA, e le forze dell'ordine non dovranno fare

            nessuna fatica: tu sei schedato e ti vengono a

            prendere.

            Dal momento che sei tanto geniale usa il tuo
            ingegno dalla parte della giustizia e non del
            criminale.
            Pensa 1000 volte a metodi migliori, piu corretti
            e infallibili per svolgere le
            indagini.

            Hai idee migliori per identificare possibili
            sospetti in un caso come quello di
            Yara?

            Il DNA cosi come tutte le altre prove non dice
            chi e stato l'
            assassino.
            Ma aiuta a capire chi e stato.

            Poter fare qualcosa di simile all' inizio dell
            indagine:

            SELECT Persone.Name FROM Persone WHERE
            Persone.DNA = dna_rilevato AND
            "Persone.PhoneNumber in Cella at kill time" AND
            altri
            filtri...Adesso ci spiegherai che tipo di dato e' il Persone.DNA
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: accanimento peloso
            contenuto non disponibile
      • bubba scrive:
        Re: accanimento peloso
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: ...

        "avete visto? lo abbiamo preso. Adesso
        schediamo

        tutti, per

        sicurezza".

        Se l'assassino sapeva di essere schedato la
        ragazzina oggi sarebbe stata al mare a godersi la
        vita.... disse Erich Mielke ai suoi amati concittadini.
      • Trollollero scrive:
        Re: accanimento peloso
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: ...

        "avete visto? lo abbiamo preso. Adesso
        schediamo

        tutti, per

        sicurezza".

        Se l'assassino sapeva di essere schedato la
        ragazzina oggi sarebbe stata al mare a godersi la
        vita.Ma per favore.....
        • aphex_twin scrive:
          Re: accanimento peloso
          Purtroppo é cosí.
          • Trollollero scrive:
            Re: accanimento peloso
            - Scritto da: aphex_twin
            Purtroppo é cosí.Purtroppo no.Le impronte digitali sono uniche tanto quanto il DNA, tutti i maschi italiani sopra una certa eta' sono schedati (incluso il presunto assassino), EPPURE la gente si ammazza lo stesso senza ritegno.La schedatura del DNA a scopo "preventivo" E' PERFETTAMENTE INUTILE, anzi, genera piu' problemi di quanti ne risolva (uno tra tutti, la possibile discriminazione su base genetica).Un mondo a "crimine zero" rimane solo e soltanto un bel sogno, purtroppo.
          • aphex_twin scrive:
            Re: accanimento peloso
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: aphex_twin

            Purtroppo é cosí.
            Purtroppo no.
            Le impronte digitali sono uniche tanto quanto il
            DNA, tutti i maschi italiani sopra una certa eta'
            sono schedati (incluso il presunto assassino),
            EPPURE la gente si ammazza lo stesso senza
            ritegno.I guanti li vendono ovunque
            La schedatura del DNA a scopo "preventivo" E'
            PERFETTAMENTE INUTILE, anzi, genera piu' problemi
            di quanti ne risolva (uno tra tutti, la possibile
            discriminazione su base
            genetica).
            Il DNA é un test sicuro , anche volendo dar credito alla tua "possibilitá" di discriminazione su base genetica se un DNA non combacia .... non combacia , e da li non si scappa.
            Un mondo a "crimine zero" rimane solo e soltanto
            un bel sogno,
            purtroppo.Son d'accordo , ma almeno le possibilità di prendere il colpevole aumentano di molto. E se chi vuole commettere un reato questo lo sa , é probabile che ci ripensi.
          • Trollollero scrive:
            Re: accanimento peloso
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: aphex_twin


            Purtroppo é cosí.

            Purtroppo no.

            Le impronte digitali sono uniche tanto
            quanto
            il

            DNA, tutti i maschi italiani sopra una certa
            eta'

            sono schedati (incluso il presunto
            assassino),

            EPPURE la gente si ammazza lo stesso senza

            ritegno.

            I guanti li vendono ovunque
            Anche la candeggina.

            La schedatura del DNA a scopo "preventivo" E'

            PERFETTAMENTE INUTILE, anzi, genera piu'
            problemi

            di quanti ne risolva (uno tra tutti, la
            possibile

            discriminazione su base

            genetica).



            Il DNA é un test sicuro , anche volendo dar
            credito alla tua "possibilitá" di
            discriminazione su base genetica se un DNA non
            combacia .... non combacia , e da li non si
            scappa.
            No, e' un test sicuro se i campioni non sono contaminati.Trovare un campione non contaminato buono per i test e' un terno al lotto

            Un mondo a "crimine zero" rimane solo e
            soltanto

            un bel sogno,

            purtroppo.

            Son d'accordo , ma almeno le possibilità di
            prendere il colpevole aumentano di molto. E se
            chi vuole commettere un reato questo lo sa , é
            probabile che ci
            ripensi.No ma proprio no.Chi vuole delinquere, SOPRATUTTO chi vuole uccidere, lo fa senza preoccuparsi troppo delle conseguenze.Chiedi a un qualsiasi poliziotto.....
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: accanimento peloso
        contenuto non disponibile
        • Leguleio scrive:
          Re: accanimento peloso

          adesso sarebbe in Brasile dove non fanno
          estradizione verso l'Italia per via del rischio
          carcere duro, considerato in violazione dei
          diritti
          umani.Ma no, dal Brasile estradano:http://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltirreno/2012/12/13/NZ_18_01.htmlhttp://www.repubblica.it/ultimora/24ore/camorra-estradato-dal-brasile-killer-dei-casalesi-salzano/news-dettaglio/4152972Forse hai ancora in mente il caso di Cesare Battisti.Se vuoi essere relativamente sicuro, scegli un Paese che non ha trattati di estradizione con l'Italia.
          • ... scrive:
            Re: accanimento peloso
            - Scritto da: Leguleio

            adesso sarebbe in Brasile dove non fanno

            estradizione verso l'Italia per via del
            rischio

            carcere duro, considerato in violazione dei

            diritti

            umani.

            Ma no, dal Brasile estradano:

            http://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltir

            http://www.repubblica.it/ultimora/24ore/camorra-es

            Forse hai ancora in mente il caso di Cesare
            Battisti.
            Se vuoi essere relativamente sicuro, scegli un
            Paese che non ha trattati di estradizione con
            l'Italia.Tipo? adesso ci fai la lista (con fonte) dei paesi che non hanno accordi di estradiizone con l'italia, non puoi venire qui a farti bello senza portaree le pezze giustificative!
          • Leguleio scrive:
            Re: accanimento peloso


            Se vuoi essere relativamente sicuro, scegli un

            Paese che non ha trattati di estradizione con

            l'Italia.

            Tipo? adesso ci fai la lista (con fonte) dei
            paesi che non hanno accordi di estradiizone con
            l'italia, non puoi venire qui a farti bello senza
            portaree le pezze
            giustificative!Qui uno spiritoso articolo delle località turistiche senza accordi di estradizione con l'Italia:http://www.ilturista.info/blog/10118-Paesi_senza_estradizione._I_migliori_stati_dove_scappare_letteralmente/#.U6mOVXZfbn4L'Italia ha un trattato di estradizione europeo con tutti i Paesi dell'area Schengen, e in più con questi Paesi:http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_3.wp?tabait=y&tab=a&ait=AIT32555#TopAiSe vuoi sapere i Paesi in cui non c'è l'estradizione, ti fai un database di tutti i 195 Paesi del mondo e sottrai quelli in elenco. Va detto comunque che l'estradizione non è esclusa a priori: se l'ambasciata lo richiede, il paese ospitante può concederla sulla base di accordi di favore. Nessun obbligo.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: accanimento peloso
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: ...

        "avete visto? lo abbiamo preso. Adesso
        schediamo

        tutti, per

        sicurezza".

        Se l'assassino sapeva di essere schedato la
        ragazzina oggi sarebbe stata al mare a godersi la
        vita.E se usassero la schedatura per ricattare i politici e gli opinion leader? Tu pensi sempre che non hai nulla da nascondere, a parte che è un'emerita XXXXXXXta, tutti noi abbiamo sempre qualche cosa da nascondere, fosse anche solo l'aver fatto le corna alla fidanzata/moglie.... ti rendi conto che usato in un certo modo un simile database potrebbe azzerare la democrazia, consegnando il paese nelle mani di una oligarchia? E tutto questo per eliminare (forse) qualche delitto?
      • collione scrive:
        Re: accanimento peloso
        - Scritto da: aphex_twin
        Se l'assassino sapeva di essere schedato la
        ragazzina oggi sarebbe stata al mare a godersi la
        vita.oppure l'assassino avrebbe bruciato il corpo per distruggere le tracce del suo dna :De poi vogliamo parlare degli abusi che si commetteranno a causa del possesso di milioni di campioni di codice genetico?
    • iRoby scrive:
      Re: accanimento peloso
      Ma l'andazzo è quello in USA e nei suoi paesi satelliti.Avvenimenti come questo ti fanno capire come tutte le scelte politiche ed economiche in Italia siano decise e dettate da fuori, e più precisamente a Washington.I frequenti viaggi dei nostri presidenti come Napolitano, ma anche di capi di partiti importanti devono fare capire queste cose.In Italia non sono mai state approvate leggi che vanno a toccare interessi USA, anzi vero il contrario, sono sempre particolarmente favoriti...
  • MaX scrive:
    Eccolo!
    E' appena arrivato uno che ha capito tutto.
  • Leguleio scrive:
    Alcune precisazioni
    L'ingegner Elvo Zornitta è stato sì scagionato, ma non per "successive indagini": semplicemente perché alcuni campioni repertati erano stati alterati da un investigatore, di prove valide non ce n'erano più.Lo stesso è avvenuto anni dopo con le prove raccolte contro Alberto Stasi, accusato dell'omicidio di Chiara Poggi.Sarebbe interessante sapere il destino professionale dei responsabili di queste manomissioni, ma non è stato reso noto. (anonimo) La questione della conservazione dei dato raccolti dalla polizia a fini di indagini era già sorta all'epoca delle impronte digitali, non è una novità dell'era DNA. Alcuni cittadini cercarono anche di farle cancellare appellandosi alla Corte europea dei diritti dell'uomo, ma non ci fu nulla da fare: in assenza di una legge sul punto nulla vieta di tenere in archivio le impronte digitali di chi è entrato per qualsiasi motivo nelle indagini. :(L'implicazione immediata di questa azione è trasparente: non potendo le autorità fare una raccolta di tutte le impronte digitali e del DNA alla nascita (quello sì, illegale), si "inventano" indagini per effettuare raccolte di campioni ad ampio raggio. In assenza di una legge che lo impedisca o che ponga dei limiti, nulla è vietato. :(Infine, un caso non citato da Calamari: nel 2002 a Quercianella (LI) viene uccisa Annalisa Vicentini, 24 anni. Attraverso una traccia del DNA nel 2003 viene indicato come assassino un barista inglese, tal Peter Hankin, che però sostiene non solo di non essere mai stato in Italia in vita sua, ma che il giorno dell'omicidio era al lavoro. E aveva ragione: rifatti gli esami, si scoprì che c'era un errore. :oPer la cronaca, il suo DNA era stato preso in occasione di una rissa alcuni anni prima.
    • panda rossa scrive:
      Re: Alcune precisazioni
      - Scritto da: Leguleio

      La questione della conservazione dei <s
      dato </s
      <b
      dati </b

      raccolti dalla polizia a fini di indagini era già
      sorta all'epoca delle impronte digitali, non è
      una novità dell'era DNA. Fixed. @^
      • ... scrive:
        Re: Alcune precisazioni
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Leguleio




        La questione della conservazione dei
        <s
        dato </s
        <b
        dati
        </b



        raccolti dalla polizia a fini di indagini
        era
        già

        sorta all'epoca delle impronte digitali, non
        è

        una novità dell'era DNA.

        Fixed. @^gia ti strimavo prima, ma quwsta battaglia contro il grammarnazi ti fa guadagnare ulteriori punti.
        • Avvocato del diavolo scrive:
          Re: Alcune precisazioni
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Leguleio







          La questione della conservazione dei

          <s
          dato </s
          <b
          dati

          </b





          raccolti dalla polizia a fini di indagini

          era

          già


          sorta all'epoca delle impronte digitali,
          non

          è


          una novità dell'era DNA.



          Fixed. @^

          gia ti strimavo prima, ma quwsta battaglia contro
          il grammarnazi ti fa guadagnare ulteriori
          punti.Si, però ne fa perdere a te... strimavo? quwsta? (rotfl)
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Alcune precisazioni
        Imbutu babuntu utumbu
      • ... scrive:
        Re: Alcune precisazioni
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Leguleio




        La questione della conservazione dei
        <s
        dato </s
        <b
        dati
        </b



        raccolti dalla polizia a fini di indagini
        era
        già

        sorta all'epoca delle impronte digitali, non
        è

        una novità dell'era DNA.

        Fixed. @^grande, Panda Rossa, G-R-A-N-D-E!!!!!!
    • ... scrive:
      Re: Alcune precisazioni
      - Scritto da: Leguleio
      L'ingegner Elvo Zornitta è stato sì scagionato,
      ma non per "successive indagini": semplicemente
      perché alcuni campioni repertati erano stati
      alterati da un investigatore, di prove valide non
      ce n'erano
      più.
      Lo stesso è avvenuto anni dopo con le prove
      raccolte contro Alberto Stasi, accusato
      dell'omicidio di Chiara
      Poggi.
      Sarebbe interessante sapere il destino
      professionale dei responsabili di queste
      manomissioni, ma non è stato reso noto. (anonimo)


      La questione della conservazione dei dato
      raccolti dalla polizia a fini di indagini era già
      sorta all'epoca delle impronte digitali, non è
      una novità dell'era DNA. Alcuni cittadini
      cercarono anche di farle cancellare appellandosi
      alla Corte europea dei diritti dell'uomo, ma non
      ci fu nulla da fare: in assenza di una legge sul
      punto nulla vieta di tenere in archivio le
      impronte digitali di chi è entrato per qualsiasi
      motivo nelle indagini.
      :(
      L'implicazione immediata di questa azione è
      trasparente: non potendo le autorità fare una
      raccolta di tutte le impronte digitali e del DNA
      alla nascita (quello sì, illegale), si
      "inventano" indagini per effettuare raccolte di
      campioni ad ampio raggio. In assenza di una legge
      che lo impedisca o che ponga dei limiti, nulla è
      vietato.
      :(

      Infine, un caso non citato da Calamari: nel 2002
      a Quercianella (LI) viene uccisa Annalisa
      Vicentini, 24 anni. Attraverso una traccia del
      DNA nel 2003 viene indicato come assassino un
      barista inglese, tal Peter Hankin, che però
      sostiene non solo di non essere mai stato in
      Italia in vita sua, ma che il giorno
      dell'omicidio era al lavoro. E aveva ragione:
      rifatti gli esami, si scoprì che c'era un errore.

      :o
      Per la cronaca, il suo DNA era stato preso in
      occasione di una rissa alcuni anni
      prima.legu, una cortesia: ponte alto sopra fiume profondo, pietrone e corda. Immagino tu possa immaginare la combinazione dei tra oggetti per levarti definitivamente dai XXXXXXXX!!!!!!!
  • Voice of Reason scrive:
    una scelta di civiltà
    Si crei una banca Europea dei profili genetici e si renda il prelievo obbligatorio.Chi non ha fatto nulla di male nulla dovrà temere.
    • Leguleio scrive:
      Re: una scelta di civiltà
      - Scritto da: Voice of Reason
      Si crei una banca Europea dei profili geneticiC'è già.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: una scelta di civiltà
      contenuto non disponibile
      • Leguleio scrive:
        Re: una scelta di civiltà


        Chi non ha fatto nulla di male nulla dovrà
        temere.

        A parte questo tizio:
        http://www.repubblica.it/online/cronaca/livorn/scaBe', per la verità quel tizio era stato coinvolto in una rissa. Non era un delinquente, ma nemmeno uno stinco di santo...Ma con questi sistemi di raccolta il confine fra le due categorie non esiste quasi più. :(
        fortuna sua al momento del delitto era l'oste in
        un pub in una nazione differente, quindi aveva
        una ventina di testimoni come
        alibi.Ma no, l'alibi di avventori di un'osteria non avrebbe contato nulla di fronte alla scienza forense. Sarebbe stato estradato in Italia, processato, e molto probabilmente condannato: la memoria della gente si può sbagliare su date e circostanze, il profilo genetico no.È stato scagionato unicamente dalla ripetizione dell'esame del DNA.
        • for ense scrive:
          Re: una scelta di civiltà
          - Scritto da: Leguleio
          Ma no, l'alibi di avventori di un'osteria non
          avrebbe contato nulla di fronte alla scienza
          forense.No.La prova del DNA è valida per legge solo per escludere la colpa: se non è il tuo DNA allora non sei la persona che cerchiamo.In caso contrario (c'è somiglianza col DNA) vale come indizio, non come prova.Gli avventori del locale era ben più di venti. Venti erano coloro che si ricordavano di essere lì quel giorno.Forse ti sfugge che in UK c'è gente che nei pub ci va tutti i santi giorni, altro che memoria fallata.
          • Leguleio scrive:
            Re: una scelta di civiltà


            Ma no, l'alibi di avventori di un'osteria non

            avrebbe contato nulla di fronte alla scienza

            forense.

            No.
            La prova del DNA è valida per legge solo per
            escludere la colpa: se non è il tuo DNA allora
            non sei la persona che
            cerchiamo.
            In caso contrario (c'è somiglianza col DNA) vale
            come indizio, non come
            prova.Non somiglianza, attenzione: identità del profilo genetico.Tu sostieni che la Cassazione non abbia dato il suo <I
            imprimatur </I
            al DNA come prova valida? Io leggo cose diverse sui quotidiani:http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2014/06/23/news/dna-il-gip-di-yara-cita-il-caso-rizzetto-1.9476169Tuttavia la sentenza citata sul caso dell'assassinio di Bruno Baldotto, quella della Corte di Cassazione del luglio 2004, non l'ho trovata. :
            Gli avventori del locale era ben più di venti.
            Venti erano coloro che si ricordavano di essere
            lì quel
            giorno.
            Forse ti sfugge che in UK c'è gente che nei pub
            ci va tutti i santi giorni, altro che memoria
            fallata.Non devi dire a me queste cose. Ma ad una corte giudicante italiana. Se non ti arrestano in aula, in ogni caso nemmeno ascoltano le tue parole: entrano da un orecchio, escono dall'altro.In Italia funziona così. :(
          • tucumcari scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            già meglio mettersi al sicuro "all'estero".... ;)
          • for ense scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Leguleio
            Non somiglianza, attenzione: identità del profilo
            genetico.L'identità al 100% non è possibile nel mondo reale perchè la natura compie errori durante la duplicazione del DNA all'interno dell'organismo: due tracce sono sempre diverse.Ancora più importante è la probabilità che ci siano errori nella procedura: in USA ci fu un caso in cui il DNA del tizio che era preposto appunto all'analisi del DNA finì in diversi campioni e tutti pensavano ad un pluriomicida quando invece era il tizio incapace a lasciare le tracce.Ad ogni modo per quanto forte sia l'indizio, se 20 persone sotto giuramento dicono una cosa, è compito dell'accusa dimostrare che mentano tutte.
          • Leguleio scrive:
            Re: una scelta di civiltà


            Non somiglianza, attenzione: identità del
            profilo

            genetico.

            L'identità al 100% non è possibile nel mondo
            reale perchè la natura compie errori durante la
            duplicazione del DNA all'interno dell'organismo:
            due tracce sono sempre
            diverse.Non si confrontano mai le sequenze intere del DNA.Si confrontano quelle che si sa essere rilevanti ai fini di un confronto. Per eventuali errori di duplicazioni naturali esistono i genetisti, che possono parlare della questione, se ritenuta pertinente.
            Ancora più importante è la probabilità che ci
            siano errori nella procedura: in USA ci fu un
            caso in cui il DNA del tizio che era preposto
            appunto all'analisi del DNA finì in diversi
            campioni e tutti pensavano ad un pluriomicida
            quando invece era il tizio incapace a lasciare le
            tracce.Eh sì.Ci sono stati casi un po' ovunque il DNA venga impiegato per queste indagini, non solo negli Usa.Non è il metodo sotto accusa, è la procedura che non è standardizzata e non prevede esami di acXXXXX specifici.
            Ad ogni modo per quanto forte sia l'indizio, se
            20 persone sotto giuramento dicono una cosa, è
            compito dell'accusa dimostrare che mentano
            tutte.Oh, figurati, ad un PM italiano bastano due secondi!Per l'omicidio di Paolo Gallo venne non solo condannato il fratello Salvatore, ma vennero pure arrestati e condannati per falsa testimonianza due signori, Salvatore Masuzzo e Giuseppe La Quercia, che avevano giurato di aver visto Paolo Gallo vivo e vegeto.Avevano ragione loro, ovviamente: quando Paolo Gallo si rifece vivo furono costretti a "inventare" la revisione del proXXXXX, non prevista all'epoca in Italia.Era il 1954: ma non credere che in assenza di una rsponsabilità civile dei magistrati la mentalità sia cambiata.
          • for ense scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Leguleio
            Oh, figurati, ad un PM italiano bastano due
            secondi!
            Per l'omicidio di Paolo Gallo venne non solo
            condannato il fratello Salvatore, ma vennero pure
            arrestati e condannati per falsa testimonianza
            due signori, Salvatore Masuzzo e Giuseppe La
            Quercia, che avevano giurato di aver visto Paolo
            Gallo vivo e
            vegeto.
            Avevano ragione loro, ovviamenteQuindi hai preso un caso in cui il giudice ha sbagliato per dimostrare che cosa?Che il giudice può sbagliare nelle procedure o nelle decisioni?Non ti rendi nemmeno ti rendo conto che ti mangi la coda da solo?
          • Leguleio scrive:
            Re: una scelta di civiltà


            Oh, figurati, ad un PM italiano bastano due

            secondi!

            Per l'omicidio di Paolo Gallo venne non solo

            condannato il fratello Salvatore, ma vennero
            pure

            arrestati e condannati per falsa
            testimonianza

            due signori, Salvatore Masuzzo e Giuseppe La

            Quercia, che avevano giurato di aver visto
            Paolo

            Gallo vivo e

            vegeto.

            Avevano ragione loro, ovviamente


            Quindi hai preso un caso in cui il giudice ha
            sbagliato per dimostrare che
            cosa?I giudici della Corte d'assise son più di uno, e alcuni sono giudici popolari. Tanto per mettere i puntini sulle I.
            Che il giudice può sbagliare nelle procedure o
            nelle
            decisioni?Tu hai sostenuto: "Ad ogni modo per quanto forte sia l'indizio, se 20 persone sotto giuramento dicono una cosa, è compito dell'accusa dimostrare che mentano tutte".Vero, è compito dell'accusa: e non batte ciglio prima di accusare di falsa testimonianza degli innocenti. @^È già accaduto molte volte. :|
            Non ti rendi nemmeno ti rendo conto che ti mangi
            la coda da
            solo?Perché mi mangerei la coda?
          • for ense scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Leguleio
            Tu hai sostenuto: "Ad ogni modo per quanto forte
            sia l'indizio, se 20 persone sotto giuramento
            dicono una cosa, è compito dell'accusa dimostrare
            che mentano
            tutte".
            Vero, è compito dell'accusa: e non batte ciglio
            prima di accusare di falsa testimonianza degli
            innocenti. Quando sbaglia, come tu stesso hai ammesso.Quindi quando sbaglia, sbaglia.Ma pensa!
          • Leguleio scrive:
            Re: una scelta di civiltà


            Tu hai sostenuto: "Ad ogni modo per quanto
            forte

            sia l'indizio, se 20 persone sotto giuramento

            dicono una cosa, è compito dell'accusa
            dimostrare

            che mentano

            tutte".

            Vero, è compito dell'accusa: e non batte
            ciglio

            prima di accusare di falsa testimonianza
            degli

            innocenti.

            Quando sbaglia, come tu stesso hai ammesso.
            Quindi quando sbaglia, sbaglia.
            Ma pensa!Quando fa le cose giuste il problema non si pone nemmeno. ;)Secondo una logica elementare se uno è colpevole e qualcuno cerca di fornirgli un falso alibi, ha detto una bugia. La condanna per falsa testimonianza è pienamente meritata. O mi sfugge qualche passaggio?Il punto non era nemmeno questo, il punto è che i magistrati non hanno la minima remora a sbattere in carcere persone innocenti per far quadrare i conti. Perché credi che lo Stato paghi somme del genere per ingiusta carcerazione?http://www.tempi.it/giustizia-risarcimenti-errori-giudiziari-vittime-gullotta-magistrati#.U6mUeHZfbn4Un caso su mille: quando è scoppiato il caso di Rignano Flaminio (tutti gli imputati sono stati assolti anche in appello, ma i giornali ne hanno parlato pochissimo), le testimonianze dei piccoli allievi della scuola materna facevano riferimento a un "uomo nero".Poiché l'unico uomo nero residente nel piccolo Comune era un cittadino dello Sri Lanka che faceva il benzinaio, hanno arrestato lui:http://roma.repubblica.it/dettaglio/nessuna-prova-contro-luomo-nero/1358111Senza chiedergli se fosse mai entrato in quell'asilo, senza indagare su un eventuale alibi. Si è scoperto dopo che non c'entrava niente con gli altri imputati e coi bambini, e ovviamente non è stato nemmeno rinviato a giudizio.La magistratura italiana è questa, prendere, o lasciare. Nel senso di lasciare l'Italia. :)
          • for ense scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Leguleio
            Quando fa le cose giuste il problema non si pone
            nemmeno.
            ;)Infatti quando fa la cosa giusta non condanna testimoni che dicono il vero.Fine della dimostrazione.
          • Leguleio scrive:
            Re: una scelta di civiltà


            Quando fa le cose giuste il problema non si
            pone

            nemmeno.

            ;)

            Infatti quando fa la cosa giusta non condanna
            testimoni che dicono il
            vero.Quando sono di fronte a un esame del DNA a cui credono, invece, verosimilmente condannaano i testimoni e assolvono il perito delle analisi sbagliate.Non ci sono precedenti, ma è plausibile. In Italia è così.
            Fine della dimostrazione.Adesso una frase lapalissiana è una dimostrazione. "Quando piove ci si bagna".Andiamo bene.
          • for ense scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Leguleio
            Quando sono di fronte a un esame del DNA a cui
            credono, invece, verosimilmente condannaanocondannano.A meno che non fosse un lapsus freudiano
            Adesso una frase lapalissiana è una
            dimostrazione. "Quando piove ci si
            bagna".
            Andiamo bene."quando il giudice sbaglia, allora sbaglia".Ma se sbaglia non puoi prendere il suo caso come pietra di paragone.
          • Leguleio scrive:
            Re: una scelta di civiltà

            "quando il giudice sbaglia, allora sbaglia".
            Ma se sbaglia non puoi prendere il suo caso come
            pietra di
            paragone.Non l'ho mai preso a pietra di paragone. Dico solo che con la fiducia che c'è oggi nella scienza forense un giudice si appoggerà alle prove del DNA anziché alle testimonianze di prima mano. Sbagliando, molto probabilmente, ma è meglio sapere in anticipo come si sbaglierà in futuro.
          • Izio01 scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: for ense
            - Scritto da: Leguleio


            Quando sono di fronte a un esame del DNA a
            cui

            credono, invece, verosimilmente condannaano

            condannano.
            A meno che non fosse un lapsus freudiano


            Adesso una frase lapalissiana è una

            dimostrazione. "Quando piove ci si

            bagna".

            Andiamo bene.

            "quando il giudice sbaglia, allora sbaglia".
            Ma se sbaglia non puoi prendere il suo caso come
            pietra di paragone.Ma scusa, tu sostieni che quando venti persone sotto giuramento sostengono un fatto, sta all'accusa dimostrare che mentono. Leguleio ti ha dimostrato che invece un giudice italiano se ne può XXXXXXX bellamente e tirare dritto per la sua strada, senza nemmeno temere le conseguenze di un errore marchiano, di quelli che rovinano la vita alla gente.La conclusione è che le venti o cinquanta testimonianze non valgono NULLA se il giudice lo decide, almeno qui da noi. Guarda anche il caso dei tre maschi recentemente condannati per stupro nonostate i testimoni multipli e indipendenti che testimoniavano che la ragazza "stuprata" fosse tornata in discoteca scambiando abbracci e bacini con loro.
          • for ense scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Izio01
            La conclusione è che le venti o cinquanta
            testimonianze non valgono NULLA se il giudice lo
            decide, almeno qui da noi. Guarda anche il caso
            dei tre maschi recentemente condannati per stupro
            nonostate i testimoni multipli e indipendenti che
            testimoniavano che la ragazza "stuprata" fosse
            tornata in discoteca scambiando abbracci e bacini
            con
            loro.20 testimoni (sicuramente gli abituali, gli altri non potevano ricordare) per un gestore di un pub sono una testimonianza decisamente più forte.O vuoi arrivare a dire che un calciatore verrebbe condannato pur giocando davanti a 80.000 testimoni durante un omicidio (supponi che non esistano telecamere)???
          • Izio01 scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: for ense
            - Scritto da: Izio01


            La conclusione è che le venti o cinquanta

            testimonianze non valgono NULLA se il
            giudice
            lo

            decide, almeno qui da noi. Guarda anche il
            caso

            dei tre maschi recentemente condannati per
            stupro

            nonostate i testimoni multipli e
            indipendenti
            che

            testimoniavano che la ragazza "stuprata"
            fosse

            tornata in discoteca scambiando abbracci e
            bacini

            con

            loro.

            20 testimoni (sicuramente gli abituali, gli altri
            non potevano ricordare) per un gestore di un pub
            sono una testimonianza decisamente più
            forte.

            O vuoi arrivare a dire che un calciatore verrebbe
            condannato pur giocando davanti a 80.000
            testimoni durante un omicidio (supponi che non
            esistano telecamere)???Nessuno ha parlato di calciatori e di 80.000 persone, si parlava di venti testimoni, una cifra nettamente più realistica e comunque SUPERIORI a quelle che una persona normale probabilmente avrebbe. Io che non lavoro in un pub non avrò mai venti persone disposte a giurare che la tal sera ero in loro compagnia. Se per fortuna quella sera ero fuori con qualcuno, avrò magari uno o due testimoni. Che, come mostrato da Leguleio, un giudice può decidere di ignorare/incriminare a proprio piacere, senza nemmeno pagare per errori ed abusi.
        • BSD_like scrive:
          Re: una scelta di civiltà
          Sapete che un test del DNA si può ripetere e che nessuno a priori escluda un possibile errore?Sapete che possono ripeterlo sia tecnici dell'accusa, sia della difesa sia nominati dal tribunale?Non diciamo cose non vere: una banale ripetizione del test avrebeb evidenziato l'errore ed archiviato il caso.Al max. il tizio si sarebbe fatto qualche settimana in carcere, nell'attesa di chiarire la posizione, poi sarebbe uscito.
          • Leguleio scrive:
            Re: una scelta di civiltà

            Sapete che un test del DNA si può ripetere e che
            nessuno a priori escluda un possibile
            errore?Sì.
            Sapete che possono ripeterlo sia tecnici
            dell'accusa, sia della difesa sia nominati dal
            tribunale?Sì.
            Non diciamo cose non vere: una banale ripetizione
            del test avrebeb evidenziato l'errore ed
            archiviato il
            caso.???Le accuse a suo carico <B
            sono stato archiviate </B
            . Ma hai letto il link?Le indagini per cercare l'assassino ovviamente sono proseguite.
            Al max. il tizio si sarebbe fatto qualche
            settimana in carcere, nell'attesa di chiarire la
            posizione, poi sarebbe
            uscito.È rimasto in carcere in Gran Bretagna un mese in attesa di estradizione, poi scarcerato su cauzione. Leggi i link prima di commentare: ne guadagni in immagine.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2014 13.38-----------------------------------------------------------
          • BSD_like scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            Non avevo alcuna intenzione di criticare o meno il link.Ma le prese di posizione di questa notizia su questo theread.In base ai commenti sembra che con un'errore simile può portare al carcere il cittadino innocente, per un delitot non commesso.E questo sarebbe l'esempio per giustificare il NO alla schedatura del DNA!!!
          • Leguleio scrive:
            Re: una scelta di civiltà

            Non avevo alcuna intenzione di criticare o meno
            il
            link.
            Ma le prese di posizione di questa notizia su
            questo
            theread.Più che prese di posizione, considerazioni basate su fatti veri, assodati, e con molte similitudini con quello attuale.
            In base ai commenti sembra che con un'errore
            simile può portare al carcere il cittadino
            innocente, per un delitot non
            commesso.È avvenuto, inutile nascondere la verità. Poi hanno fatto dei controesami e la persona arrestata all'epoca è stata scagionata. Meglio per tutti.
            E questo sarebbe l'esempio per giustificare il NO
            alla schedatura del
            DNA!!!Parlavamo d'altro.Il no alla schedatura della popolazione sta già nelle convenzioni internazionali, non c'è bisogno del forum di PI.
    • afrigano scrive:
      Re: una scelta di civiltà
      - Scritto da: Voice of Reason
      Si crei una banca Europea dei profili genetici e
      si renda il prelievo
      obbligatorio.guindi io bodere uccidere, visdo che mio dna non essere in banga dadi eurobea?
      • ... scrive:
        Re: una scelta di civiltà
        - Scritto da: afrigano
        - Scritto da: Voice of Reason

        Si crei una banca Europea dei profili
        genetici
        e

        si renda il prelievo

        obbligatorio.


        guindi io bodere uccidere, visdo che mio dna non
        essere in banga dadi
        eurobea?Gerdo! Endra illegalmende in baese bengodi, fatti arresdare tre o quaddro volte e prendi aldreddadi fogli di via coi guali pulirdi il gulo, dai fuori di maddo e ammazza bersone con tuo biggone. Poi anche se ti gaddurano, partira' il goro del "bovero afrigano disadaddado, dobbiamo aiudarlo". e avrai viddo e alloggio assigurado, poghi anni di manigomio criminale e una aggogliende comunida' pronda ad aggogleerdi a braccia aberde guando uscirai.
    • iRoby scrive:
      Re: una scelta di civiltà
      - Scritto da: Voice of Reason
      Chi non ha fatto nulla di male nulla dovrà temere.Questa affermazione è un'idiozia!
      • ... scrive:
        Re: una scelta di civiltà
        - Scritto da: iRoby
        - Scritto da: Voice of Reason

        Chi non ha fatto nulla di male nulla dovrà
        temere.

        Questa affermazione è un'idiozia!Da uno con un nick, simile, cosa pretendi? E' un po che bazzica pi, e sempre per sparare XXXXXXX.
    • ... scrive:
      Re: una scelta di civiltà
      - Scritto da: Voice of Reason
      Si crei una banca Europea dei profili genetici e
      si renda il prelievo
      obbligatorio.
      Chi non ha fatto nulla di male nulla dovrà temere.In divisa da SS devi effettivamente fare un figurone: stivali lucidissimi, pantalone "a sbuffo", capelli con brillantina e croce di prima classe appuntata al petto. Heil!
      • Voice of Reason scrive:
        Re: una scelta di civiltà
        Hitler era un non fumatore, quindi i non fumatori sono nazisti? ;)Argomenti deboli, per gente debole.Trasparenza = Civiltà.anonimato = malaffare.Che vi piaccia o no. :)
        • ... scrive:
          Re: una scelta di civiltà
          - Scritto da: Voice of Reason
          Hitler era un non fumatore, quindi i non fumatori
          sono nazisti?no. la "tua concatenazione logica" di logico non ha nulla.Hitler era vegerariano e aveva i baffi, allora chi ha i baffi ed e' vegetariano, e' malvagio. Oh, anche gandi aveva baffi ed era vegetariano.
          ;)
          Argomenti deboli, per gente debole.i tuoi son argomenti deboli.
          Trasparenza = Civiltà.
          anonimato = malaffare.
          Che vi piaccia o no. :)Ok, allora sciorina i tui dati anagrafici: che male dirci come ti chiami? Ma voglio la scansione della carta di identita', non mi basta che mi dici "mi chiamo xx yy". sai, fidarsi e' bene, non fidarsi e' meglio.
          • Voice of Reason scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            Certo: mandami copia del distintivo o di un documento di legittimazione.Ah, non sei un'Autorità?Come non detto. :)
          • ... scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Voice of Reason
            Certo: mandami <i
            copia </i
            del distintivo o di un
            documento di
            legittimazione.Eccola qui:[img]http://www.tuttomilitare.it/IMAGES/portafogli/portafogli-polizia-stato/portafogli-polizia-stato.jpg[/img]Hai chiesto una copia, e questa è una copia. Ora non hai più scuse, manda una scansione dei tuoi documenti.
          • Voice of Reason scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            Povero stolto. Non sei nemmeno degno di una risposta.Profilazione obbligatoria del DNA, subito! Se salva una sola vita, se anche un solo assassino sarà assicurato alla giustizia, ne sarà valsa la pena.
          • ... scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Voice of Reason
            Povero stolto. Non sei nemmeno degno di una
            risposta.
            Profilazione obbligatoria del DNA, subito! Se
            salva una sola vita, se anche un solo assassino
            sarà assicurato alla giustizia, ne sarà valsa la
            pena.ok, sei la stessa TESTA-DI-CACTUS che si firma la siae, carlo, pianetavideo... ormai ti si conosce, ma tranquillo, PI ti appoggia e non sarai mai bannato
          • Trollollero scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Voice of Reason
            Povero stolto. Non sei nemmeno degno di una
            risposta.
            Profilazione obbligatoria del DNA, subito! Se
            salva una sola vita, se anche un solo assassino
            sarà assicurato alla giustizia, ne sarà valsa la
            pena.Non hai nemmeno idea di quanti e quali problemi possa provocare una simile idiozia.......Altro che "ne sara' valsa la pena".
          • aphex_twin scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: Voice of Reason

            Povero stolto. Non sei nemmeno degno di una

            risposta.

            Profilazione obbligatoria del DNA, subito! Se

            salva una sola vita, se anche un solo
            assassino

            sarà assicurato alla giustizia, ne sarà
            valsa
            la

            pena.
            Non hai nemmeno idea di quanti e quali problemi
            possa provocare una simile
            idiozia.......
            Altro che "ne sara' valsa la pena".Ecco, tu che hai un'idea elenca tutti questi problemi e poi li confrontiamo con i vantaggi.Ti aspetto.
          • panda rossa scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: Voice of Reason


            Povero stolto. Non sei nemmeno degno di
            una


            risposta.


            Profilazione obbligatoria del DNA,
            subito!
            Se


            salva una sola vita, se anche un solo

            assassino


            sarà assicurato alla giustizia, ne sarà

            valsa

            la


            pena.

            Non hai nemmeno idea di quanti e quali
            problemi

            possa provocare una simile

            idiozia.......

            Altro che "ne sara' valsa la pena".

            Ecco, tu che hai un'idea elenca tutti questi
            problemi e poi li confrontiamo con i
            vantaggi.I problemi sono che qualcuno puo' prendere il tuo dna e lasciarlo sul cadavere di quello appena ammazzato, e poi lasciare che la banca dati faccia il resto.
            Ti aspetto.Sono io che aspetto di vedere come ti discolperai di fronte alla stampa e ai giudici.
          • argomentazi oni deboli scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: panda rossa
            I problemi sono che qualcuno puo' prendere il tuo
            dnaCome?
          • panda rossa scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: argomentazi oni deboli
            - Scritto da: panda rossa

            I problemi sono che qualcuno puo' prendere
            il
            tuo

            dna
            Come?Tirandoti i capelli, per esempio.
          • argomentazi oni deboli scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: panda rossa
            Tirandoti i capelli, per esempio.Come ha dimostrato il caso Gambirasio riescono a giungere a te pure se non sei schedato.
          • panda rossa scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: argomentazi oni deboli
            - Scritto da: panda rossa

            Tirandoti i capelli, per esempio.
            Come ha dimostrato il caso Gambirasio riescono a
            giungere a te pure se non sei
            schedato.No, non giungono a me.Giungono al proprietario delle tracce di DNA sul corpo del cadavere.Il quale dovra' essere in grado di chiarire perche' c'e' il suo DNA sul cadavere.
          • argomentazi oni deboli scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: panda rossa
            No, non giungono a me.
            Giungono al proprietario delle tracce di DNA sul
            corpo del
            cadavere.
            Il quale dovra' essere in grado di chiarire
            perche' c'e' il suo DNA sul
            cadavere.Quindi non cambierebbe nulla dalla situazione attuale.
          • Trollollero scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: Voice of Reason


            Povero stolto. Non sei nemmeno degno di
            una


            risposta.


            Profilazione obbligatoria del DNA,
            subito!
            Se


            salva una sola vita, se anche un solo

            assassino


            sarà assicurato alla giustizia, ne sarà

            valsa

            la


            pena.

            Non hai nemmeno idea di quanti e quali
            problemi

            possa provocare una simile

            idiozia.......

            Altro che "ne sara' valsa la pena".

            Ecco, tu che hai un'idea elenca tutti questi
            problemi e poi li confrontiamo con i
            vantaggi.

            Ti aspetto.Discriminazione su base genetica."Eh, mi spiace, ma vedo che lei e' geneticamente predisposto al morbo di Duputreiu, non la possiamo assumere/assicurare/far entrare/curare"E non scordiamoci di questo : http://espresso.repubblica.it/inchieste/2014/06/19/news/wikileaks-ecco-l-accordo-segreto-per-il-liberismo-selvaggio-1.170088Date le premesse, una schedatura genetica pervasiva della popolazione e' assolutamente da evitare.
          • ... scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            Come pensavo, sei un ipocrita: ti eri detto disponibile a rispondere, e non l'hai fatto. In altre parole... raccogliere tutto il dna, eccetto il proprio, vero?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: una scelta di civiltà
            contenuto non disponibile
        • Funz scrive:
          Re: una scelta di civiltà
          - Scritto da: Voice of Reason
          Hitler era un non fumatore, quindi i non fumatori
          sono nazisti?
          ;)
          Argomenti deboli, per gente debole.
          Trasparenza = Civiltà.
          anonimato = malaffare.
          Che vi piaccia o no. :)Tu il colonscopio brandizzato NSA te lo sei fatto installare volontariamente, immagino :p
    • MegaJock scrive:
      Re: una scelta di civiltà
      Ed ecco che si scatena il copronanismo.
    • king volution scrive:
      Re: una scelta di civiltà
      - Scritto da: Voice of Reason
      Si crei una banca Europea dei profili genetici e
      si renda il prelievo
      obbligatorio.
      Chi non ha fatto nulla di male nulla dovrà temere.pubblica qui immediatamente il tuo nome, cognome, codice fiscale, indirizzo e numeri di telefono...o sei un delinquente?
    • MacGeek scrive:
      Re: una scelta di civiltà
      - Scritto da: Voice of Reason
      Si crei una banca Europea dei profili genetici e
      si renda il prelievo
      obbligatorio.
      Chi non ha fatto nulla di male nulla dovrà temere. <i
      "Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza." </i
      -- Benjamin Franklin
    • collione scrive:
      Re: una scelta di civiltà
      - Scritto da: Voice of Reason
      Chi non ha fatto nulla di male nulla dovrà temere.dissero i nazisti agli ebrei, ma qualche anno dopo cominciarono a mandarli nei forni
      • in punta di leguleio scrive:
        Re: una scelta di civiltà
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: Voice of Reason


        Chi non ha fatto nulla di male nulla dovrà
        temere.

        dissero i nazisti agli ebrei, ma qualche anno
        dopo cominciarono a mandarli nei
        forni Avevano cominciato sottotono con i minorati mentali tedeschi per dare una ripulita alla razza, ma la popolazione non tardo' ad associare l'ingresso dei camion in appositi "centri di accoglienza" alle successive colonne di fumo che si levavano dagli stessi... allora si fecero piu' scaltri e spostarono le eliminazioni in aree piu' decentrate. Appena misero a punto la tecnica, passarono agli ebrei, mentre gli zingari godevano di uno status speciale nei vari campi di sterminio, cosa che pero' ritardo' solo l'ingresso nei forni.
Chiudi i commenti