Microsoft Hyper-V all'ultima tappa

Microsoft ha messo a disposizione del pubblico la seconda release candidate della tecnologia di virtualizzazione progettata per integrarsi con il neonato Windows Server 2008. Un passo dalla release finale
Microsoft ha messo a disposizione del pubblico la seconda release candidate della tecnologia di virtualizzazione progettata per integrarsi con il neonato Windows Server 2008. Un passo dalla release finale

Redmond (USA) – All’inizio della settimana Microsoft ha rilasciato la Release Candidate 1 di di Hyper-V, il suo nuovo software di virtualizzazione progettato per integrarsi con il giovane Windows Server 2008. La RC1 segue a distanza di due mesi la RC0 e, secondo la roadmap ufficiale, si tratta dell’ultima versione di test di Hyper-V: ciò significa che la prossima sarà quella finale, o RTM (Release to Manufacturing), la cui data di rilascio resta al momento fissata per agosto.

Microsoft Hyper-V all'ultima tappa Rispetto alla precedente RC, la nuova versione di Hyper-V introduce il supporto parziale ai sistemi operativi guest Windows 2000 Server SP4 (soltanto in emulazione e con un solo processore) e Windows 2000 Advanced Server SP4; semplifica l’installazione degli Integration Component per Windows Server 2008 SP1; aggiunge nuovi Integration Component per Linux che forniscono adesso anche l’integrazione del mouse ; la possibilità di migrare le impostazioni IPv4 verso una nuova scheda di rete virtuale; e alcuni ritocchi estetici all’interfaccia grafica della Management Console.

Microsoft fa notare che dopo l’aggiornamento alla RC1 è necessario reinstallare gli Integration Component in tutte le macchine virtuali preesistenti. BigM ha inoltre avvisato gli utenti di System Center Virtual Machine Manager 2008 di non installare, per il momento, Hyper-V RC1: il motivo è dato da una grave incompatibilità tra i due software . Il team di sviluppo di VMM2008 ha promesso di rilasciare una patch in tempi brevi.

Hyper-V RC1 può essere scaricato da Microsoft Download e, presto, anche da Windows Update. I link alle varie versioni del software sono riportati in questo post del Windows Virtualization Team Blog .

Il settore della virtualizzazione corre velocissimo, e Microsoft ha una gran fretta di capitalizzare i grossi investimenti effettuati negli scorsi anni nel progetto Viridian , oggi noto col nome commerciale Hyper-V. La tecnologia Hyper-V, che BigM ha promesso di rilasciare nella sua versione finale entro sei mesi dal lancio – avvenuto ad inizio febbraio – della RTM di Windows Server 2008, verrà integrata nelle edizioni Standard, Enterprise e Datacenter del suo nuovo sistema operativo server.

Con Hyper-V Microsoft intende rinnovare la propria sfida alla leader del settore virtualizzazione, VMware , e contrastare l’ascesa di società come Virtual Iron , Parallels ) e Citrix (che lo scorso anno ha acquisito XenSource ). BigM si troverà anche a fronteggiare vecchie rivali come Oracle e Sun , che proprio di recente hanno lanciato soluzioni di virtualizzazione di classe enterprise – Oracle VM e Sun xVM – basate su tecnologie open source.

Hyper-V include la funzionalità Quick Migration , che consente agli amministratori di muovere rapidamente una macchina virtuale da un server fisico all’altro, la possibilità di mettere in cluster host di virtualizzazione in modo da garantire l’alta disponibilità, e la capacità di girare come ruolo in un’installazione Server Core (che non prevede interfaccia utente, supporto a MS.NET Framework e diversi altri componenti).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 05 2008
Link copiato negli appunti