Microsoft: il passato e il futuro dei bot

Nuova parentesi per Tay.ai, con cui Redmond vorrebbe studiare il linguaggio dei giovani della Rete: mentre viene di nuovo zittita, a BUILD 2016 vengono presentate nuove declinazioni di Cortana e strumenti per sviluppatori

Roma – Tay.AI, la frizzante chat bot che secondo le intenzioni di Microsoft avrebbe dovuto imparare il linguaggio dei giovani ma che è ben presto finita per essere traviata dai troll e messa offline dal suo creatore, è tornata momentaneamente ed erroneamente online a poche ore dagli annunci con cui Microsoft, a BUILD 2016, ha delineato una strategia di conversazioni come piattaforme, a base di interazione naturale con soluzioni di machine learning che sappiano assolvere ai bisogni degli utenti.

L’AI, ancora ribelle e politicamente scorretta, nella giornata di mercoledì , proprio all’alba della presentazione da parte di Microsoft di una soluzione per integrare schiere di bot presso tutte le proprie piattaforme, è riapparsa su Twitter, giusto il tempo di inviare tante volte il messaggio “you are too fast, please take a rest”, ma anche tweet con parolacce e qualche frase di scusa che assicura sia stata “tutta colpa dell’alcol”.

In precedenza erano bastate 24 ore ai troll della Rete per far degenerare Tay.ai e costringere Redmond a ritirare il suo esperimento pensato per studiare il linguaggio degli utenti più giovani interagendovi online e, di fatto, assorbendo il loro modo di esprimersi. Redmond aveva tempestivamente affermato di aver appreso la lezione a partire dalla prima debacle dell’esperimento. A quanto pare, tuttavia, non ha corretto tutti gli errori e per un breve tempo l’AI adolescente è sfuggita al suo controllo tornando online: poi il suo account è diventato privato, solo gli account accettati possono vedere cosa invia, “mentre stiamo apportando – riferisce Microsoft – gli aggiustamenti necessari”.

Aggiustamenti che saranno indispensabili per il buon andamento delle soluzioni che Microsoft ha presentato alla conferenza per sviluppatori : dall’integrazione della rodata Cortana in Skype , pronta ad assistere gli utenti in numerosi compiti e a comprendere il contesto in cui l’utente agisce, ai bot che gli sviluppatori potranno creare per Skype con l’ apposito SDK , o per integrarsi con le altre piattaforme al Web a Telegram, da Slack alle email, con Microsoft Bot Framework e con il pacchetto di API Cognitive Services , che spaziano dal riconoscimento delle immagini a quello della voce.

Nel momento in cui Nadella ha annunciato di volere che “ogni sviluppatore sia in grado di costruire bot per ogni business e per ogni servizio”, così da “infondere intelligenza nelle loro applicazioni”, ha altresì ammesso l’inadeguatezza di Tay: “Vogliamo svilupparla affinché impari il meglio dell’umanità, non il peggio”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • n0one scrive:
    Punti di vista
    Credo che si sia perso il punto di partenza, qualunque oggetto protetto ma accessibile fisicamente può essere violato, è solo questione di metodo e tempo per fare ciò.Esistono molti laboratori in giro per il mondo che fanno reverse engineering partendo dall'oggetto finito tirano fuori tutti gli schemi elettronici, sono tecniche non per comuni mortali ma non sono neache fantascienza.Per quanto riguarda Tor, il problema resta (per il momento) sempre nei nodi di uscita (chi controlla l'uscita controlla i flussi), il resto sono exploit della rete "normale" applicata nel deepweb magari sfruttando ingegneria sociale, anche qui niente di spaziale.
    • spaziale scrive:
      Re: Punti di vista
      - Scritto da: n0one
      anche qui niente di
      spaziale.wow...[img]http://www.nextme.it/images/stories/Scienza/Universo/passeggiata_spaziale_luca.jpg[/img]
    • gen scrive:
      Re: Punti di vista
      - Scritto da: n0one
      Per quanto riguarda Tor, il problema resta (per
      il momento) sempre nei nodi di uscita (chi
      controlla l'uscita controlla i flussi)sì ma all'exit node arriva sempre il traffico cifrato e comunque rimbalzato prima da tanti nodi che, come tu ben sai, ricevono e smistano senza conoscere il reale IP
  • xcaso scrive:
    Oh cavolo!!
    C' é da farsi una domanda oggi:- Ma da quelle parti, usano le stesse macchine per spizzicarsi a vicenda?(:Bellissimo over game, se non altro:)
  • Luca scrive:
    Che spasso
    L'accusa decide se la difesa potrà usare delle prove. Da ridere se non fosswe la vita reale
  • bubba scrive:
    certo che e' proprio una malattia
    certo che e' proprio una malattia, questa di nominare at libitum la panzana del "quelli di Apple sono disposti a licenziarsi piuttosto che essere costretti a inserire una backdoor all'interno del codice."NEL CASO FBI-APPLE NON E' MAI STATA CHIESTA ALCUNA BACKDOOR ne tantomeno di distribuirla... non mi ricordo di chi fosse il famoso detto "a forza di ripetere a nastro una panzana, quella diventa vera". Forse Jobs? :)
    • ... scrive:
      Re: certo che e' proprio una malattia
      - Scritto da: bubba
      certo che e' proprio una malattia, questa di
      nominare at libitum la panzana del "quelli di
      Apple sono disposti a licenziarsi piuttosto che
      essere costretti a inserire una backdoor
      all'interno del
      codice."
      NEL CASO FBI-APPLE NON E' MAI STATA CHIESTA
      ALCUNA BACKDOOR ne tantomeno di distribuirla...
      non mi ricordo di chi fosse il famoso detto "a
      forza di ripetere a nastro una panzana, quella
      diventa vera". Forse Jobs?
      :)ecco a chi si e' ispirato B=r|_|_|5C()||I
    • aphex_twin scrive:
      Re: certo che e' proprio una malattia
      - Scritto da: bubba
      certo che e' proprio una malattia, questa di
      nominare at libitum la panzana del "quelli di
      Apple sono disposti a licenziarsi piuttosto che
      essere costretti a inserire una backdoor
      all'interno del
      codice."
      NEL CASO FBI-APPLE NON E' MAI STATA CHIESTA
      ALCUNA BACKDOOR ne tantomeno di distribuirla...
      non mi ricordo di chi fosse il famoso detto "a
      forza di ripetere a nastro una panzana, quella
      diventa vera". Forse Jobs?
      :)Quale "panzana" ?Ha chiesto l'FBI ad Apple di aprire iOS ? SIHa Apple aperto iOS ? NOQuindi di che diamine di panzana parli ?
      • fix_twix scrive:
        Re: certo che e' proprio una malattia
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: bubba

        certo che e' proprio una malattia, questa di

        nominare at libitum la panzana del "quelli di

        Apple sono disposti a licenziarsi piuttosto
        che

        essere costretti a inserire una backdoor

        all'interno del

        codice."

        NEL CASO FBI-APPLE NON E' MAI STATA CHIESTA

        ALCUNA BACKDOOR ne tantomeno di
        distribuirla...

        non mi ricordo di chi fosse il famoso detto
        "a

        forza di ripetere a nastro una panzana,
        quella

        diventa vera". Forse Jobs?

        :)

        Quale "panzana" ?

        Ha chiesto l'FBI ad Apple di aprire iOS ? SINO, se ne é parlato in dettaglio, dopo tanto tempo é preoccupante notare la tua difficoltà nel comprendere.

        Ha Apple aperto iOS ? NOE' irrilevante sono stati aperti come le cozze comunque.

        Quindi di che diamine di panzana parli ?Delle panzane markettare.
        • aphex_twin scrive:
          Re: certo che e' proprio una malattia
          - Scritto da: fix_twix

          Ha chiesto l'FBI ad Apple di aprire iOS ? SI

          NO, se ne é parlato in dettaglio, dopo tanto
          tempo é preoccupante notare la tua difficoltà nel
          comprendere.
          Quindi l'FBI non ha mai chiesto aiuto ad Apple ? E vediamoli questi dettagli che PROVANO che l'FBI non ha chiesto aiuto ad Apple.



          Ha Apple aperto iOS ? NO

          E' irrilevante Beh certo comodo cosí .... adesso "é irrilevante" (rotfl)
          sono stati aperti come le cozze
          comunque.
          "Come cozze" ? Ah si ? Visto che lo sai , fammi vedere COME li hanno aperti.
          • fix_twix scrive:
            Re: certo che e' proprio una malattia
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: fix_twix


            Ha chiesto l'FBI ad Apple di aprire iOS
            ?
            SI



            NO, se ne é parlato in dettaglio, dopo tanto

            tempo é preoccupante notare la tua
            difficoltà
            nel

            comprendere.



            Quindi l'FBI non ha mai chiesto aiuto ad Apple ?

            E vediamoli questi dettagli che PROVANO che l'FBI
            non ha chiesto aiuto ad
            Apple.






            Ha Apple aperto iOS ? NO



            E' irrilevante

            Beh certo comodo cosí .... adesso "é
            irrilevante"
            (rotfl)E' la risposta data da FBI alla papple, ridi che la mamma ha fatto gli gnocchi.


            sono stati aperti come le cozze

            comunque.



            "Come cozze" ? Ah si ? Visto che lo sai , fammi
            vedere COME li hanno
            aperti.Chiedilo a FBI, ma sicuramente non ti caghe***nno di pezza come hanno fatto con papple.
          • ... scrive:
            Re: certo che e' proprio una malattia
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: fix_twix


            Ha chiesto l'FBI ad Apple di aprire iOS
            ?
            SI



            NO, se ne é parlato in dettaglio, dopo tanto

            tempo é preoccupante notare la tua
            difficoltà
            nel

            comprendere.



            Quindi l'FBI non ha mai chiesto aiuto ad Apple ?

            E vediamoli questi dettagli che PROVANO che l'FBI
            non ha chiesto aiuto ad Apple.cioe', tu chiedi le prove DELL'ASSENZA di qualcosa? ma te la parola LOGICA sai come si scrive? ah gia che sei un utente apple... come non detto.il campo di distorsione della realta' ha fulminato milioni di menti, poi facebook ha completato l'opera. se un meteorite prcipitando sulla terra facesse l'impossibile di ammazzare selettivamente gli idioti e non tutti quanti indistintamente, per me potrebbe precipitare pure.... ieri.
        • Aspettatemi scrive:
          Re: certo che e' proprio una malattia
          - Scritto da: fix_twix
          - Scritto da: aphex_twin

          - Scritto da: bubba


          certo che e' proprio una malattia, questa
          di


          nominare at libitum la panzana del "quelli
          di


          Apple sono disposti a licenziarsi piuttosto

          che


          essere costretti a inserire una backdoor


          all'interno del


          codice."


          NEL CASO FBI-APPLE NON E' MAI STATA CHIESTA


          ALCUNA BACKDOOR ne tantomeno di

          distribuirla...


          non mi ricordo di chi fosse il famoso detto

          "a


          forza di ripetere a nastro una panzana,

          quella


          diventa vera". Forse Jobs?


          :)



          Quale "panzana" ?



          Ha chiesto l'FBI ad Apple di aprire iOS ? SI

          NO, se ne é parlato in dettaglio, dopo tanto
          tempo é preoccupante notare la tua difficoltà nel
          comprendere.




          Ha Apple aperto iOS ? NO

          E' irrilevante sono stati aperti come le cozze
          comunque.




          Quindi di che diamine di panzana parli ?

          Delle panzane markettare.Devo dire che il tipo, il fuddaro, non ha tutti i torti nel ricordare che questo Aphex_twin e una mela testa bacata!
      • bubba scrive:
        Re: certo che e' proprio una malattia
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: bubba

        certo che e' proprio una malattia, questa di

        nominare at libitum la panzana del "quelli di

        Apple sono disposti a licenziarsi piuttosto
        che

        essere costretti a inserire una backdoor

        all'interno del

        codice."

        NEL CASO FBI-APPLE NON E' MAI STATA CHIESTA

        ALCUNA BACKDOOR ne tantomeno di
        distribuirla...

        non mi ricordo di chi fosse il famoso detto
        "a

        forza di ripetere a nastro una panzana,
        quella

        diventa vera". Forse Jobs?

        :)

        Quale "panzana" ?

        Ha chiesto l'FBI ad Apple di aprire iOS ? SI

        Ha Apple aperto iOS ? NO

        Quindi di che diamine di panzana parli ?Se vuoi ti mando una VHS di 'wargames' per capire cos'e' una backdoor (oppure volendo puoi guardare i router juniper o gli scatoli di adsl Alice ;) e trovare le differenze).Per il resto dovrei rimandarti all'"ordinanza" del DoJ di 40 pagine del 16 febbraio (ma la spiegazione occupa 2 pagine) ... o alla peggio ai miei post su p.i. poco dopo quella data
    • Etype scrive:
      Re: certo che e' proprio una malattia
      - Scritto da: bubba
      certo che e' proprio una malattia, questa di
      nominare at libitum la panzana del "quelli di
      Apple sono disposti a licenziarsi piuttosto che
      essere costretti a inserire una backdoor
      all'interno del
      codice."
      NEL CASO FBI-APPLE NON E' MAI STATA CHIESTA
      ALCUNA BACKDOOR più o meno...
      ne tantomeno di distribuirla...una volta realizzata, è un attimo distribuirla
      non mi ricordo di chi fosse il famoso detto "a
      forza di ripetere a nastro una panzana, quella
      diventa vera". Forse Jobs?
      :) :-o
  • Il fuddaro scrive:
    Bravi Pecoroni

    La percezione di Tor presso il pubblico è però pessima, visto che il 71 per cento degli intervistati di una ricerca recente (Centre for International Governance Innovation) preferirebbe vedere il network chiuso e la considera come un semplice ricettacolo di attività illegali.Bravi fate il vostro gioco! PECORONI!
    • BenTen scrive:
      Re: Bravi Pecoroni
      Una delle poche cose che dovrebbe aver ben insegnato a tutti la politica italiana (o politica "all'italiana") è quella di non bersi i risultati dei sondaggi 8)
      • Zack scrive:
        Re: Bravi Pecoroni
        - Scritto da: BenTen
        Una delle poche cose che dovrebbe aver ben
        insegnato a tutti la politica italiana (o
        politica "all'italiana") è quella di non bersi i
        risultati dei sondaggiI sondaggi sono sempre corretti, riportano sempre i desiderata di chi li ha commissionati :)
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Bravi Pecoroni
        - Scritto da: BenTen
        Una delle poche cose che dovrebbe aver ben
        insegnato a tutti la politica italiana (o
        politica "all'italiana") è quella di non bersi i
        risultati dei sondaggi
        8)Come i servizi delle Iene.
Chiudi i commenti