Microsoft, incentivi per le app

Fino al prossimo 30 giugno offrirà agli sviluppatori fino a 2mila dollari per un massimo di 20 applicazioni suddivise tra i marketplace di Windows 8 e Windows Phone 8. Solo per cittadini statunitensi maggiorenni

Roma – Cambiamenti a sorpresa nelle policy finora adottate dal gigante Microsoft per lo sviluppo di applicazioni sui nuovi sistemi operativi Windows 8 e Windows Phone 8. In vigore dallo scorso 8 marzo (e fino al prossimo 30 giugno), il programma Keep The Cash offrirà un totale di 100 dollari per ciascuna app realizzata da sviluppatori terzi, purché maggiorenni e residenti negli Stati Uniti .

L’azienda di Redmond ha però fissato un limite di 10 applicazioni su ciascuno degli store legati ai due OS della linea 8. Facendo due rapidi calcoli, gli sviluppatori a stelle e strisce potranno guadagnare fino a 2mila dollari per un lavoro su 20 app in ambito desktop e mobile .

Ad oggi, BigM non si era mostrata affatto disponibile all’idea di pagare soggetti terzi per rimpolpare i suoi marketplace e muovere guerra a quelli di Google e Apple.

L’offerta del programma Keep The Cash non sembra aver convinto la stessa comunità dei developer statunitensi: la cifra proposta da Microsoft per ciascuna applicazione risulterebbe decisamente al di sotto degli standard di retribuzione sul mercato. Non pochi osservatori hanno infatti sottolineato come BigM ne sia del tutto consapevole, intenzionata creare una massa critica di applicazioni per i due OS. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ebm scrive:
    Per ora...
    Per ora così e se in un futuro dovesse trovarsi in crisi...non utilizzerebbe il suo brevetto per emttere i bastoni tra le ruote ad un altro sistema simile e mangari più innovativo? Come ben sappiamo, l'uomo non ha MAI costruito le armi con l'unica idea di difendersi.
Chiudi i commenti