Microsoft lancerà i suoi device Wi-Fi

Dopo averne introdotto il supporto nativo in Windows XP e averne fatto la tecnologia prescelta per Mira, Microsoft si prepara ora a lanciare una linea di dispositivi Wi-Fi per l'home networking. Balzo in avanti
Dopo averne introdotto il supporto nativo in Windows XP e averne fatto la tecnologia prescelta per Mira, Microsoft si prepara ora a lanciare una linea di dispositivi Wi-Fi per l'home networking. Balzo in avanti


Redmond (USA) – Al pari di quanto hanno già fatto in tempi più o meno recenti molti produttori di periferiche e dispositivi di networking, a partire dal prossimo autunno Microsoft ha fatto sapere di voler entrare nel fertile business dei dispositivi Wi-Fi (802.11b). Sebbene il big di Redmond sia stato parco di dettagli, alcuni portavoce americani hanno affermato che la produzione di questi device verrà demandata alla stessa divisione che oggi si occupa di sfornare tastiere e topolini con o senza coda.

Questa mossa, che verrà ufficialmente annunciata fra pochi mesi, spinge ulteriormente il gigante del software sul mercato dell’hardware, un settore che a parere di Microsoft manca ancora di prodotti per l’home networking wireless sufficientemente economici e facili da installare e configurare. Il gigante di Redmond si è quindi offerto di metterci una pezza e tentare, attraverso l’hardware, di spingere nuovi software e servizi pensati per la casa digitale.

A qualcuno tutto ciò ricorda però da vicino quello che successe diversi anni fa sul mercato dei modem: Microsoft s’inventò lo standard “winmodem” che, se da un lato ebbe effettivamente il pregio di tagliare i costi di queste periferiche, dall’altro portava con sé la cronica incompatibilità con tutto ciò che non si chiamasse Windows.

Microsoft sostiene che la sua scelta è caduta sullo standard wireless 802.11b per il fatto che è largamente diffuso, sia in ambito aziendale che pubblico, e già supportato nativamente da Windows XP. Il colosso di Redmond ha però svelato di voler testare anche altre tecnologie più recenti e veloci: non è difficile immaginare che fra questi vi siano gli altri due standard della IEEE, 802.11a e l’imminente 802.11g .

Questa mossa rientra in quella più ampia strategia con cui Microsoft intende trasformare il PC in un media center, un centro di controllo per i dispositivi digitali a cui gli utenti potranno accedere attraverso connessioni wireless da ogni punto della casa o dell’ufficio. Fra le prime tecnologie a far parte di questa visione vi sono Mira e Freestyle : con la prima, in particolare, Microsoft intende dar vita ad un nuovo genere di dispositivi, chiamati “smart display”, che consentano agli utenti di portarsi “il monitor a spasso” accedendo a Windows XP attraverso il protocollo Remote Desktop e connessioni wireless in standard Wi-Fi.

Sempre in tema di tecnologie wireless, ma in questo caso slegate dall’ambito home networking, Microsoft ha recentemente presentato in anteprima una linea di tastiere e mouse senza fili basate sulla tecnologia Bluetooth.