Microsoft modifica subito una licenza mal scritta

Il big di Redmond convocato dal Dipartimento di Giustizia statunitense corregge un contratto di licenza per Windows Media Player: obbligava i produttori di player MP3 a subire il monopolio software


Washington (USA) – Microsoft è monitorata costantemente dal Dipartimento di Giustizia statunitense affinché non vengano infrante le normative anti-trust. Martedì scorso è rientrato un “allarme” riguardante un “fantomatico” contratto di licenza per Windows Media Player redatto per i produttori di player portatili. In pratica le aziende sottoscrittrici non avrebbero potuto completare i propri pacchetti software, allegati ai dispositivi, con altri player multimediali se non quello fornito da Microsoft. Un’eventuale protesta sarebbe stata punita con il ritiro della licenza.

Un produttore – di cui non è stato diffuso il nome – ha segnalato la cosa al Dipartimento di Giustizia che ha convocato i legali del gigante di Redmond. All’ammissione della “svista” le accuse sono decadute; in dieci giorni l’errore è stato corretto. I portavoce di Microsoft hanno dichiarato che “il contratto non è esclusivo e se i produttori vogliono aderire al programma di licenza sono comunque liberi di includere ogni tipo di software che desiderano”.

La Corte ha creduto nella buona fede di Microsoft e nel documento ufficiale che ha chiuso la vicenda ha redatto: “Anche se le indicazioni presenti sulla copia facevano riferimento all’esclusività della licenza, Microsoft è intervenuta immediatamente nella correzione; i querelanti non credono vi sia bisogno di un ulteriore intervento”.

Gli specialisti legali del settore, interpellati da varie testate giornalistiche, hanno confermato che, se non fossero intervenute le modifiche, si sarebbe trattato di una grave violazione della normativa antitrust. Microsoft ha dichiarato che il contratto è stato corretto dai legali e ha sottolineato che ha già avviato un’azione affinché questi incidenti possano essere scongiurati in futuro. “Comunque si trattava solo di una bozza, e non di un contratto vero e proprio, per valutare le reazioni dei produttori”, ha dichiarato Stacy Drake, portavoce di Microsoft.

Il programma di licenze fa parte, comunque, della nuova campagna “easy start”, una soluzione che dovrebbe agevolare Microsoft nella conquista di share di mercato in uno dei settori più competitivi del momento.

“C’è un vantaggio evidente nel creare un legame fra i portali di musica a pagamento e i player. Provarci è comprensibile. Che lo permetta la legge è un altro discorso”, ha dichiarato Nitin Gupta, analista presso Yankee Group . “La cosa più difficile è diventare un portale, quindi Microsoft e i suoi partner non dovrebbero eguagliare la stessa verticalizzazione che c’è fra Apple Ipod e iTunes, ma conquistare i consumatori che ne sono rimasti fuori”.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Le-ChuckITA scrive:
    Fanno come i terroristi!
    mado' ma questo è come fanno i terroristi: prima lo catturano, poi gli mettono una telecamera davanti e gli impongono di dire quello che vogliono loro! Ti costringono a cercare di convincere tanta gente di idee che tu non professi e non vuoi professare - ma basta il fatto di aver commesso un reato a doverti costringere all'abiura come Galileo? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanno come i terroristi!
      - Scritto da: Le-ChuckITA
      mado' ma questo è come fanno i terroristi: prima
      lo catturano, poi gli mettono una telecamera
      davanti e gli impongono di dire quello che
      vogliono loro! Ti costringono a cercare di
      convincere tanta gente di idee che tu non
      professi e non vuoi professare - ma basta il
      fatto di aver commesso un reato a doverti
      costringere all'abiura come Galileo? :)È quello che hanno fatto anche con i ragazzini nello Spot del Superbowl. Non solo li hanno convinti a partecipare allo spot sotto minaccia, ma gli hanno anche fatto dire delle falsità.Dire "Terroristi" è voler minimizzare.
      • J.L.Picard scrive:
        Re: Fanno come i terroristi!
        si giusto, terroristi..anzi no è come gli assassini che filmano i loro reati..-___-la funzione è l'umiliazione pubblica.. niente carcere ma libertà vigilata, direi che gli è andata bene visto che hanno ritirato la pena..non che il carcere non fosse esagerato eh.. direi fin troppo per un ragazzo che altro non fa che offrire un luogo di scambio..la punizione è l'umiliazione x chi professa lo scambio contro la legge :) giustamente spargi una voce dissidente, giustamente verrai punito con la stessa monetaricordiamoci che era in ogni caso in torto ;)
  • Anonimo scrive:
    crocifisso in sala mensa...
    e poi dicevano che Fantozzi e' solo un film.Mi sembra di vedere quella sequenza in cui Fantozzi scrive in cielo che il megapresidente e' uno stronz*.Alla fine tutti belli e gentili pronti a farli scrivere che Fantozzi e uno stronz*.In altre parole esattemente quello che e' successo :D :@
    • Anonimo scrive:
      Re: crocifisso in sala mensa...
      fantozzi sara' un film, ma ha descritto esattamente la societa' in cui viviamo oggi, certo estremizzando x fare la battuta...
    • Anonimo scrive:
      Re: crocifisso in sala mensa...
      Fantozzi era un geniale spaccato della società italiana. E' sottovalutato e bollato come commediuola ma nasconde dietro molti temi importanti.
  • puntomediatico scrive:
    hub direct connect
    è come un router a livello applicazione, oppure un vero e proprio server?
    • Anonimo scrive:
      Re: hub direct connect
      è uno scatolotto dove ci si connette direttamente (da cui il nome), a seconda di quante porte ha cambia il numero di utenti possibili.
      • AlphaC scrive:
        Re: hub direct connect
        - Scritto da: Anonimo
        è uno scatolotto dove ci si connette direttamente
        (da cui il nome), a seconda di quante porte ha
        cambia il numero di utenti possibili.
        ma sei serio?spero di no :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: hub direct connect
      server
    • Anonimo scrive:
      Re: hub direct connect
      Chiunque può tenere su un hub direct connect. Basta aprire un programmino (server) e tenere acceso il PC 24/24. Gli utenti, per accedervi, devono aprire un altro programma (client) e connettersi all'ip di quello che tiene aperto il server. Il numero di utenti non dipende dalle porte ma dipende dalla connessione. Generalmente con un upload di 256 Kb/s si possono reggere fino a 350 utenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: hub direct connect
        - Scritto da: Anonimo
        Chiunque può tenere su un hub direct connect.
        Basta aprire un programmino (server) e tenere
        acceso il PC 24/24. Gli utenti, per accedervi,
        devono aprire un altro programma (client) e
        connettersi all'ip di quello che tiene aperto il
        server. Il numero di utenti non dipende dalle
        porte ma dipende dalla connessione. Generalmente
        con un upload di 256 Kb/s si possono reggere fino
        a 350 utenti.ma il server non ha contenuti, giusto?
        • Anonimo scrive:
          Re: hub direct connect
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Chiunque può tenere su un hub direct connect.

          Basta aprire un programmino (server) e tenere

          acceso il PC 24/24. Gli utenti, per accedervi,

          devono aprire un altro programma (client) e

          connettersi all'ip di quello che tiene aperto il

          server. Il numero di utenti non dipende dalle

          porte ma dipende dalla connessione. Generalmente

          con un upload di 256 Kb/s si possono reggere
          fino

          a 350 utenti.

          ma il server non ha contenuti, giusto?Il server NON contiene i file scambiati dagli utenti, ma mette in contatto questi ultimi, e attraverso il server transitano le ricerche di file ("alcuni" dei quali protetti da diritto d'autore). Pero' fisicamente sul server non passa neanche un bit di questi file.
    • tempesta.org scrive:
      Re: hub direct connect
      Salve,e' un server a tutti gli effetti,non ha che vedere col router hardware che serve solo a connettere dei pc tra loro in rete e uscire in internet con un solo ip,anchio ho un server direct connect come migliaia di altri server il problema e' che vogliono annientare qualsiasi cosa che possa dare loro fastidio,loro parlano di guadagni persi,ma non fatevi prendere in giro,quei guadagni sono conteggiati come le assicurazioni conteggiano le truffe,cioe' senza riscrontro e dopo per recuperare ci fanno pagare a noi le loro perdite.
  • Anonimo scrive:
    evviva dc
    azzo gestiva quel ben di dio e ora si pente ...... inteligente l'amico :) sei la vergogna della liberta' digitale vergognaaaaaaaaaaaaaa ..............
    • Anonimo scrive:
      Re: evviva dc
      Si effettivamente concordo con te in parte ma uno per pararsi il cu.o fa questo ed altro
      • avvelenato scrive:
        Re: evviva dc
        - Scritto da: Anonimo
        Si effettivamente concordo con te in parte ma uno
        per pararsi il cu.o fa questo ed altropreferivo vendermi un rene per pagare una salatissima multa.col CAssO che costringono me a fare una cosa del genere, piuttosto dò fuoco a tutti, giudici, majors, e loro parenti fino al 7° grado!
        • Hotge scrive:
          Re: evviva dc
          meno male che c'e' gente come voi che dietro la bandiera della liberta' nasconde il semplice egoismo del non voler pagare.
          • avvelenato scrive:
            Re: evviva dc
            - Scritto da: Hotge
            meno male che c'e' gente come voi che dietro la
            bandiera della liberta' nasconde il semplice
            egoismo del non voler pagare.meno male che c'è gente come te talmente limitata da voler banalizzare così una lotta dal sapore rivoluzionario contro vecchi privilegi.
    • rem scrive:
      Re: evviva dc
      beh se per liberta' digitale intendi fregare a babbo il lavoro degli altri,quella si chiama furto,ti farei lavorare qualche mese per 10 ore al giorno e al momento di pagarti magari ti rifilerei un bell'opuscolo da leggerti la sera ,cosi' magari capiresti che chi lavora e' giusto quantomeno percepisca un compenso,di liberi ci sono i prodotti opensource e sono tanti,solo che non piacciono ,meglio fregare ha piu' gusto.................abbi almeno la compiacenza di tacere
      • Anonimo scrive:
        Re: evviva dc
        - Scritto da: rem
        beh se per liberta' digitale intendi fregare a
        babbo il lavoro degli altri,quella si chiama
        furto,ti farei lavorare qualche mese per 10 ore
        al giorno e al momento di pagarti magari ti
        rifilerei un bell'opuscolo da leggerti la sera
        ,cosi' magari capiresti che chi lavora e' giusto
        quantomeno percepisca un compenso,di liberi ci
        sono i prodotti opensource e sono tanti,solo che
        non piacciono ,meglio fregare ha piu'
        gusto.................abbi almeno la compiacenza
        di tacereAnche tu, e per primo.Una cosa è un giusto compenso ( e c'è già la tassa sui supporti, ricordatelo ), e una cosa fare cartello per costringere gli utenti a pagare una vera e propria mazzata sul portafoglio.Sarebbe bello se la gente come te tenesse il cervello acceso.
        • Hotge scrive:
          Re: evviva dc
          qualcuno ti obbliga a comprare musica? puoi ascoltare la radio...Qualcuno ti obbliga a comprare software? Hai Linux e openoffice....Qualcuno ti obbliga ad andare al cinema? Puoi sempre vedere la TV....Qualcuno ti obbliga a comprare DVD? Puoi sempre registrare dalla TV...Si chiama SCEGLIERE. E io scelgo l'alternativa di non pagare e non usare, SENZA RUBARE COME FATE VOI.
          • Anonimo scrive:
            Re: evviva dc
            - Scritto da: Hotge
            qualcuno ti obbliga a comprare musica? puoi
            ascoltare la radio...Che è pagata dalla pubblicità che si rivale su tutto ciò che compri (leggi: la paghi anche se non la ascolti).
            Qualcuno ti obbliga a comprare software? Hai
            Linux e openoffice....Che se passa l'IPRED2 rischiano di non restare legali ancora per molto.
            Qualcuno ti obbliga ad andare al cinema? Puoi
            sempre vedere la TV....Vale quanto detto per le radio.
            Qualcuno ti obbliga a comprare DVD? Puoi sempre
            registrare dalla TV...Che col digitale potranno impedirlo da remoto, e per i programmi interessanti (film e sport) lo faranno di certo, mentre per la defilippi e i realitisciò non potrai tagliare la pubblicità.
            Si chiama SCEGLIERE. E io scelgo l'alternativa di
            non pagare e non usare, SENZA RUBARE COME FATE
            VOI.Quoto, ma ti ripeto: attenzione, stanno togliendoci questa possibilità di scegliere. E in parte anche la scelta di non comprare. Poi che faremo?
          • Anonimo scrive:
            Re: evviva dc
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Hotge

            qualcuno ti obbliga a comprare musica? puoi

            ascoltare la radio...

            Che è pagata dalla pubblicità che si rivale su
            tutto ciò che compri (leggi: la paghi anche se
            non la ascolti).


            Qualcuno ti obbliga a comprare software? Hai

            Linux e openoffice....

            Che se passa l'IPRED2 rischiano di non restare
            legali ancora per molto.


            Qualcuno ti obbliga ad andare al cinema? Puoi

            sempre vedere la TV....

            Vale quanto detto per le radio.


            Qualcuno ti obbliga a comprare DVD? Puoi sempre

            registrare dalla TV...

            Che col digitale potranno impedirlo da remoto, e
            per i programmi interessanti (film e sport) lo
            faranno di certo, mentre per la defilippi e i
            realitisciò non potrai tagliare la pubblicità.


            Si chiama SCEGLIERE. E io scelgo l'alternativa
            di

            non pagare e non usare, SENZA RUBARE COME FATE

            VOI.

            Quoto, ma ti ripeto: attenzione, stanno
            togliendoci questa possibilità di scegliere. E in
            parte anche la scelta di non comprare.
            Poi che faremo?Se la scelta è comprare o no l'ultima cagata di Britney Spears, scelgo di non comprare.Se la scelta è andare al cinema per vedere Uomo Ragno contro Zorro....non ci vado.Slackware, oltre avrela scaricata, l'ho anche ordinata e pagata: mi andava di dare dei soldi a Patrick...lo zio bill vive da stramiliardario anche senza i miei....
          • Anonimo scrive:
            Re: evviva dc
            La tv hahahahahma smettila che ce la rai che e una camorra legalizzata :D e ti fa pagare la tassa annuale per forza smettiamolaaaaaaaaa
      • NSA scrive:
        Re: evviva dc
        - Scritto da: rem
        beh se per liberta' digitale intendi fregare a
        babbo il lavoro degli altri,quella si chiama
        furto,ti farei lavorare qualche mese per 10 ore
        al giorno e al momento di pagarti magari ti
        rifilerei un bell'opuscolo da leggerti la sera
        ,cosi' magari capiresti che chi lavora e' giusto
        quantomeno percepisca un compenso,di liberi ci
        sono i prodotti opensource e sono tanti,solo che
        non piacciono ,meglio fregare ha piu'
        gusto.................abbi almeno la compiacenza
        di tacereSei il solito chiaccherone che dice le solite fregnacce, non perdo neanche il tempo a dirti perche.
    • Anonimo scrive:
      Re: evviva dc
      - Scritto da: Anonimo
      azzo gestiva quel ben di dio e ora si pente
      ...... inteligente l'amico :) sei la vergogna
      della liberta' digitale vergognaaaaaaaaaaaaaa
      ..............si pente...lo fanno pentire!
      • Anonimo scrive:
        Re: evviva dc
        - Scritto da: Anonimo
        si pente...

        lo fanno pentire!gli hanno fatto un'offerta che non puo' rifiutare...
        • Locke scrive:
          Re: evviva dc
          - Scritto da: Anonimo

          gli hanno fatto un'offerta che non puo'
          rifiutare...Gli avevano proposto l'improponibile...Gli avevano consiglianto l'inconsigliabileLo avevano costretto a dare via il...EMMOBBASTA VERAMENTE SUL SERIO DAI CAZZO!!!!MOBBASTAVERAMENTESULSERIODAICAZZO!!!L'ultimo film di Bruno Liegi Bastonliegi!
    • Anonimo scrive:
      Re: evviva dc
      dc? che c'entra la democrazia cristiana?
    • Anonimo scrive:
      Re: evviva dc
      Magari te al posto suo per salvarti ti offrivi spontaneamente di scoparti in culo tua madre. Magari   :)
  • Anonimo scrive:
    Ma tu guarda...
    ...i giudici che fanno il gioco di questi signori... chi l'avrebbe mai detto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma tu guarda...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...i giudici che fanno il gioco di questi
      signori... chi l'avrebbe mai detto...i giudici fanno il gioco della legge.e la legge, purtroppo, è asservita alle lobbies
      • NSA scrive:
        Re: Ma tu guarda...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Wakko Warner

        ...i giudici che fanno il gioco di questi

        signori... chi l'avrebbe mai detto...

        i giudici fanno il gioco della legge.

        e la legge, purtroppo, è asservita alle lobbiesNon sapevo che la legge vietasse i server p2p.NOn mi pare nenache che i server debbano per forza in questo caso avere materiale coperto da copycaz. NOn credo che sia stato condannato in quanto teneva su un hub, mi sa di bufala.
        • nattu_panno_dam scrive:
          Re: Ma tu guarda...
          - Scritto da: NSA

          Non sapevo che la legge vietasse i server p2p.
          NOn mi pare nenache che i server debbano per
          forza in questo caso avere materiale coperto da
          copycaz. NOn credo che sia stato condannato in
          quanto teneva su un hub, mi sa di bufala.E' proprio quello il bello, che è tutto vero. Renditi conto che potere hannp quelle troie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma tu guarda...
      Parafrasando il Gen. Custer: l'unico giudice buono è un giudice......
Chiudi i commenti