Microsoft: nuove regole per i dati elettronici

L'appello durante un convegno tra operatori della comunicazione: aziende come BigM sviluppano data center solidi. E poi leggi diverse da nazione a nazione rischiano di creare un pantano immateriale

Roma – “Abbiamo attualmente nel mondo un mosaico di leggi che sta formando una situazione crescente di confusione, quasi un pantano per tutti quelli che forniscono informazioni”. Così Brad Smith, vicepresidente e general counsel di Microsoft, intervenuto di recente al Global Services Summit , convegno che riunisce istituzioni bancarie, operatori di telecomunicazione e industrie impegnate nel settore dei servizi. Smith ha lanciato un appello per conto di Redmond: i vari stati del mondo dovrebbero forgiare nuove regole per gestire movimenti sempre più frequenti di dati elettronici all’interno della società connessa.

Al centro del discorso di Smith, il concetto che aziende come Microsoft, Yahoo! e IBM abbiano sviluppato grandi sistemi centrali per la conservazione dei dati, purtroppo complicati da leggi di tipo nazionale che modificano di fatto i criteri di archiviazione a seconda delle decisioni dei governi al riguardo. Seguendo l’esempio del counsel Microsoft, una nazione potrebbe optare per la conservazione di un indirizzo email lunga un anno, magari per scopi di sicurezza, mentre un’altra potrebbe invece cancellarla dopo sei mesi, per evitare intrusioni nella privacy dei netizen.

“In questo caso – ha continuato Smith – è molto difficile localizzare un data center in una nazione e fornire lo stesso servizio agli utenti di un’altra nazione. Così come cambiano continuamente le tecnologie, dovranno cambiare anche le leggi, per permettere ai vantaggi relativi di diffondersi nel pianeta”.

Leggi da modificare, dunque. Il Ministero della Giustizia britannico ha annunciato che, a partire dal prossimo aprile, si rischierà fino a due anni di prigione per aver ottenuto in maniera illecita dati personali di tipo confidenziale, come numeri di telefono o record sanitari. La decisione delle autorità di Londra è stata presa per frenare l’attività di investigatori privati e agenti d’inchiesta assoldati dai quotidiani, presi a scambiarsi illegalmente dati riservati.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nuccio Pavoni scrive:
    Ighina aveva ragione 40 anni fa
    ...e certo, ci voleva il "team" inglese a confermare l'esistenza del monopolo magnetico. Pierluigi Ighina, stra-sXXXXXXXto da quegli idioti e inetti del cicap lo aveva scoperto 40 anni fa. Adesso arrivano questi inglesi con 40 anni di ritardo a scoprire l'acqua calda!
  • Tiziano A. scrive:
    Pier Luigi Ighina - l' atomo magnetico
    Pier Luigi Ighina (Milano, 23 giugno 1908 Imola, 8 gennaio 2004) è stato uno scienziato e inventore italiano.I suoi studi ed esperimenti si basarono su teorie pseudoscientifiche che condividono alcuni aspetti con quelle di Wilhelm Reich sull'orgone.Pier Luigi Ighina nacque a Milano nel 1908. Fin da piccolo, a partire dai 6 anni di età, si interessò allo studio della natura e delle forze motrici e dell'elettromagnetismo.Secondo Ighina, l'energia solare positiva e l'energia terrestre negativa incontrandosi e pulsando creerebbero la materia e la pulsazione di tale incontro risulterebbe essere un'entità descritta come atomo magnetico. Ighina sosteneva di poter rigenerare cellule morte, allontanare terremoti e allontanare e avvicinare nuvole.
    • Massimo scrive:
      Re: Pier Luigi Ighina - l' atomo magnetico
      - Scritto da: Tiziano A.
      Pier Luigi Ighina (Milano, 23 giugno 1908
      Imola, 8 gennaio 2004) è stato uno scienziato e
      inventore
      italiano.

      I suoi studi ed esperimenti si basarono su teorie
      pseudoscientifiche che condividono alcuni aspetti
      con quelle di Wilhelm Reich
      sull'orgone.

      Pier Luigi Ighina nacque a Milano nel 1908. Fin
      da piccolo, a partire dai 6 anni di età, si
      interessò allo studio della natura e delle forze
      motrici e
      dell'elettromagnetismo.

      Secondo Ighina, l'energia solare positiva e
      l'energia terrestre negativa incontrandosi e
      pulsando creerebbero la materia e la pulsazione
      di tale incontro risulterebbe essere un'entità
      descritta come atomo magnetico.


      Ighina sosteneva di poter rigenerare cellule
      morte, allontanare terremoti e allontanare e
      avvicinare
      nuvole.Ah...
    • attonito scrive:
      Re: Pier Luigi Ighina - l' atomo magnetico
      - Scritto da: Tiziano A.
      Pier Luigi Ighina (Milano, 23 giugno 1908
      Imola, 8 gennaio 2004) è stato uno scienziato e
      inventore italiano.

      I suoi studi ed esperimenti si basarono su teorie
      pseudoscientifiche che condividono alcuni aspetti
      con quelle di Wilhelm Reich sull'orgone.

      Pier Luigi Ighina nacque a Milano nel 1908. Fin
      da piccolo, a partire dai 6 anni di età, si
      interessò allo studio della natura e delle forze
      motrici e dell'elettromagnetismo.CUTpurtroppo Voyager ha fatto un servizio su di lui.Se se ne occupa Voyager, e' SICURAMENTE una XXXXXXXta.(es: area 51, Templari, Maya, cerchi nel grano, scie chimiche, Piramidi costruite spostando telepaticamente le pietre, etc etc)Ecco sXXXXXXXto PER SEMPRE Ighina.
      • pentolino scrive:
        Re: Pier Luigi Ighina - l' atomo magnetico
        beh uno che dichiara di:
        poter rigenerare cellule
        morte, allontanare terremoti e allontanare e
        avvicinare
        nuvole.mi sembra materiale da Voyager! Poi per carità magari mi sbaglio, ma così a naso :-)
  • Mirko S. scrive:
    controllare le fonti!
    Bastava dare un'occhio a wikipedia prima di pubblicare... da en.wikipedia, voce monopoli magnetici: "Some condensed matter systems propose a superficially similar structure, known as a flux tube. The ends of a flux tube form a magnetic dipole, but since they move independently, they can be treated for many purposes as independent magnetic monopole quasiparticles. In late 2009 a large number of popular publications incorrectly reported this phenomenon as the long-awaited discovery of magnetic monopoles. However, the two phenomena are not related"Avessero trovato veramente i monopoli magnetici, il modello standard e tre quarti della comunità scientifica internazionale sarebbero gambe all'aria in questo momento :P
    • Massimo scrive:
      Re: controllare le fonti!
      - Scritto da: Mirko S.
      Bastava dare un'occhio a wikipedia prima di
      pubblicare... da en.wikipedia, voce monopoli
      magnetici: "Some condensed matter systems propose
      a superficially similar structure, known as a
      flux tube. The ends of a flux tube form a
      magnetic dipole, but since they move
      independently, they can be treated for many
      purposes as independent magnetic monopole
      quasiparticles. In late 2009 a large number of
      popular publications incorrectly reported this
      phenomenon as the long-awaited discovery of
      magnetic monopoles. However, the two phenomena
      are not
      related"

      Avessero trovato veramente i monopoli magnetici,
      il modello standard e tre quarti della comunità
      scientifica internazionale sarebbero gambe
      all'aria in questo momento
      :PEppure sul sito del London Centre of Nanotechnology si dice proprio così:"The research, published today in Nature (1), proves the existence of atom-sized magnetic charges called magnetic monopoles"Ecco il link: http://www.london-nano.com/content/researchhighlights/magnetricity/Non so, forse si sbagliano loro, che sono gli autori della ricerca... poi sai, la fisica è una scienza molto complessa, e anche lì si crano "fazioni", e gli esperimenti vengono spesso contestati, o meglio le interpretazioni di determinati fenomeni possono essere contoverse. Comunque se mi consenti do più credito al LCN che a Wikipedia ;-)
    • Stef scrive:
      Re: controllare le fonti!
      - Scritto da: Mirko S.
      Bastava dare un'occhio a wikipedia prima di
      pubblicare... da en.wikipedia, voce monopoli
      magnetici: "Some condensed matter systems propose
      a superficially similar structure, known as a
      flux tube. The ends of a flux tube form a
      magnetic dipole, but since they move
      independently, they can be treated for many
      purposes as independent magnetic monopole
      quasiparticles. In late 2009 a large number of
      popular publications incorrectly reported this
      phenomenon as the long-awaited discovery of
      magnetic monopoles. However, the two phenomena
      are not
      related"

      Avessero trovato veramente i monopoli magnetici,
      il modello standard e tre quarti della comunità
      scientifica internazionale sarebbero gambe
      all'aria in questo momento
      :Phttp://www.london-nano.com/content/newsmedia/recentnews/2009/monopole/forse il piccolo equivoco nasce dal fatto che i monopoli magnetici si producono non ovunque e liberamente ma soltanto in questo particolare tipo di materiale detto "spin ice". nell'articolo si fa comunque presente che no, non è stato trovato il Santo Graal della fisica (monopoli magnetici "in libertà" diciamo), ma "the next best thing"... cioè se proprio non è stata rivoluzionata la fisica, un bello scossone comunque è stato dato, e molto nuovo lavoro ai fisici teorici...
  • giacomololo scrive:
    gradi kelvin?
    ...temperature leggermente al di sopra dello zero assoluto (0 gradi Kelvin corrispondenti a -273,15 centigradi)....i Kelvin non sono gradi, ma solo Kelvin.
    • Mentore Siesto scrive:
      Re: gradi kelvin?
      - Scritto da: giacomololo
      ...temperature leggermente al di sopra dello zero
      assoluto (0 gradi Kelvin corrispondenti a -273,15
      centigradi)....

      i Kelvin non sono gradi, ma solo Kelvin.Veramente se non ricordo male si è sempre parlato di gradi Kelvin... Sui miei testi di Fisica I e II (a mia memoria) è così, sui testi ufficiali anche. Magari però ricordo male...Mentore
      • giacomololo scrive:
        Re: gradi kelvin?
        i Celsius e i Fahrenheit sono gradi, i kelvin NON sono gradi. Sui miei testi di fisica A B e C risulta questo, ma visto che va molto di moda wikipedia, cito anche quella: "Il sistema di misurazione kelvin (simbolo K, a volte erroneamente indicato con °K) della temperatura, è una delle sette unità base del Sistema internazionale di unità di misura."E scusa se mi permetto Mentore Siesto, ma un ingegnere (o almeno penso che tu lo sia dato che hai testi di fisica I e II) forse non merita tale titolo...
        • giacomololo scrive:
          Re: gradi kelvin?
          E scusa se mi permetto Mentore Siesto, ma se un ingegnere (o almeno penso che tu lo sia dato che hai testi di fisica I e II) che afferma che i kelvin sono gradi, forse non merita tale titolo...
          • Max scrive:
            Re: gradi kelvin?
            - Scritto da: giacomololo
            E scusa se mi permetto Mentore Siesto, ma se un
            ingegnere (o almeno penso che tu lo sia dato che
            hai testi di fisica I e II) che afferma che i
            kelvin sono gradi, forse non merita tale
            titolo...Mamma mia che pedanteria... se anche uno li chiama "gradi" forse che stravolge il senso di ciò che sono? cioè da unità di misura della temperatura mi diventano, che so, unità di misura della lunghezza? ci siam capiti su cosa sono i kelvin no?
    • Iuri scrive:
      Re: gradi kelvin?
      Be si ovvio, la temperatura si esprime in Kelvin e non in gradi Kelvin, ma nel linguaggio comune si usa spesso per intendersi più facilmente la seconda espressione, sopratutto perché i Kelvin funzionano in modo del tutto simile ai gradi Celsius, spostati di una costante.
  • Michele scrive:
    Monopoli magnetici... roba vecchia
    io ci giocavo in macchina quando andavo al mare da piccolo :-) insieme alla dama magnetica e non t'arrabbiare magnetico!ok, è una caxxata, ma mi è venuta spontanea ;-)
    • Fabrix scrive:
      Re: Monopoli magnetici... roba vecchia
      - Scritto da: Michele
      io ci giocavo in macchina quando andavo al mare
      da piccolo :-) insieme alla dama magnetica e non
      t'arrabbiare
      magnetico!

      ok, è una caxxata, ma mi è venuta spontanea ;-)tremenda LOL :D
  • Corrado scrive:
    Riferimenti
    Ben venga la divulgazione scientifica, ma i riferimenti a relazioni o documenti *seri* dove sono? Altrimenti, tanto vale scrivere un articolo sulla fine del mondo nel 2012 e portare come riferimento Nostradamus.
    • Massimo scrive:
      Re: Riferimenti
      - Scritto da: Corrado
      Ben venga la divulgazione scientifica, ma i
      riferimenti a relazioni o documenti *seri* dove
      sono?


      Altrimenti, tanto vale scrivere un articolo sulla
      fine del mondo nel 2012 e portare come
      riferimento
      Nostradamus.E' un articolo pubblicato su "Nature", ed è rimbalzato su tutta la stampa internazionale, e puoi trovare riferimenti su qualsiasi sito al mondo specializzato in notizie scientifiche... non ti do i link perché ce ne sono centinaia.Ok, l'articolo sarebbe stato più conpleto se si fosse citata la fonte della notizia ("Nature" appunto), ma vista l'enorme eco mondiale direi che è veramente un dettaglio... se vuoi approfondire, e sai l'inglese, hai davvero l'imbarazzo della scelta. Su PI, sempre a fare polemiche sul nulla da parte di qulche "sapientone"... che poi vorrei sapere quanto effettivamente "ne sa"...
      • Corrado scrive:
        Re: Riferimenti
        Ad una prima e rapida ricerca su google, mi pare che solo il times gli abbia dedicato due (di numero) righe. Quindi non mi sembra che "tutta la stampa internazionale ne abbia parlato". E comunque la mia non voleva essere una polemica "sul nulla", ma una semplice considerazione. Ripeto: ben venga la divulgazione scientifica, ma la fisica non è un atto di fede e se non ci sono dati e prove, si sta parlando di niente. Ora, siccome sul sito del London Centre for Nanotechnology non ho trovato niente e l'articolo cita soltanto link a wikipedia ho fatto notare che, IMHO, sarebbe meglio dare qualche riferimento: riviste accreditate, blog di chi ha svolto l'esperimento, comunicazione del centro di ricerche, tutto fa brodo, purché sia una fonte attendibile. Su, cerchiamo di non essere permalosi per nulla. O per postare un commento qui è necessario che alleghi il mio curriculum accademico?
        • Massimo scrive:
          Re: Riferimenti
          - Scritto da: Corrado
          Ad una prima e rapida ricerca su google, mi pare
          che solo il times gli abbia dedicato due (di
          numero) righe. Quindi non mi sembra che "tutta la
          stampa internazionale ne abbia parlato".


          E comunque la mia non voleva essere una polemica
          "sul nulla", ma una semplice considerazione.
          Ripeto: ben venga la divulgazione scientifica, ma
          la fisica non è un atto di fede e se non ci sono
          dati e prove, si sta parlando di niente. Ora,
          siccome sul sito del London Centre for
          Nanotechnology non ho trovato niente e l'articolo
          cita soltanto link a wikipedia ho fatto notare
          che, IMHO, sarebbe meglio dare qualche
          riferimento: riviste accreditate, blog di chi ha
          svolto l'esperimento, comunicazione del centro di
          ricerche, tutto fa brodo, purché sia una fonte
          attendibile.


          Su, cerchiamo di non essere permalosi per nulla.
          O per postare un commento qui è necessario che
          alleghi il mio curriculum
          accademico?Ecco il link sul sito di "Nature", con note e riferimenti quanti ne vuoihttp://www.nature.com/nature/journal/v461/n7266/full/nature08500.htmled ecco il link al sito del London Centre for Nanotechnologyhttp://www.london-nano.com/content/researchhighlights/magnetricity/non l'avevi trovato? bastava questo solo come riferimento credo,e nell'articolo è quantomeno citata (anche se non linkata) la fonte della notizia, appunto il London Center...e comunque ripeto: sono d'accordo che l'articolo sarebbe stato più completo se avessero postato i link di cui sopra. ma andare a tirar fuori il 2012 e nostradamus, con chiaro intento provocatorio, mi sembra il tipico attggiamento spocchioso di fin troppo "frequentatori" di P.I.ribadisco e confermo quindi tutto quanto ho scritto.
  • vavava scrive:
    scoperta?
    Scoperta?Come dice giustamente l'articolo si sapeva già da un secolo! Solo che la scienza vuole le prove sperimentali.Queste sono già utilizzate da tempo nella tecnologia dei superconduttori.Si è avuta la prova sperimentale... Tutto qui!CiaoNdr: Quando aggiusterete il codice antispam che non funziona bene????
    • pietro scrive:
      Re: scoperta?
      - Scritto da: vavava
      Scoperta?

      Come dice giustamente l'articolo si sapeva già da
      un secolo! Solo che la scienza vuole le prove
      sperimentali.

      Queste sono già utilizzate da tempo nella
      tecnologia dei
      superconduttori.

      Si è avuta la prova sperimentale... Tutto qui!

      Ciao

      Ndr: Quando aggiusterete il codice antispam che
      non funziona
      bene????Tutto qui?senza prove sperimentali anche la teoria più convincente rimane solo una teoria
    • Maser scrive:
      Re: scoperta?
      - Scritto da: vavava
      Scoperta?

      Come dice giustamente l'articolo si sapeva già da
      un secolo! Solo che la scienza vuole le prove
      sperimentali.

      Queste sono già utilizzate da tempo nella
      tecnologia dei
      superconduttori.

      Si è avuta la prova sperimentale... Tutto qui!

      Ciao

      Ndr: Quando aggiusterete il codice antispam che
      non funziona
      bene????Non sai di cosa parli.Predire una certa particella sulla base di una ipotesi è un conto.Trovare quella particella rende l'ipotesi una teoria scientifica.Senza la prova non ci sarebbe teoria scientifica perchè l'ipotesi di partenza nn sarebbe verificata.Leggiti la storia dei raggi N o anche quella dell'etere per sapere quante volte nella scienza le ipotesi nn sono state verificate e quindi la teoria supposta all'inizio si è dimostrata errata. ;)
    • Massimo scrive:
      Re: scoperta?
      - Scritto da: vavava
      Scoperta?

      Come dice giustamente l'articolo si sapeva già da
      un secolo! Solo che la scienza vuole le prove
      sperimentali.Ma va??!! Io pensavo che la scienza se ne infischiasse delle prove sperimentali...

      Queste sono già utilizzate da tempo nella
      tecnologia dei
      superconduttori.Queste cosa? Cosa è utilizzato da tempo nella tecnologia dei superconduttori?

      Si è avuta la prova sperimentale... Tutto qui!Ah bé, niente proprio... in fisica le prove sperimentali sono un piccolo dettaglio... un po' come in astrologia

      Ciao

      Ndr: Quando aggiusterete il codice antispam che
      non funziona
      bene????
  • Enjoy with Us scrive:
    Utile per la velocità a curvatura?
    A quando il varo della Enterprise?
    • az nock scrive:
      Re: Utile per la velocità a curvatura?
      Il varo dell'Enterprise avverrà nel 2245, ma se non vuoi aspettare così tanto puoi aspettare invece il primo contatto che avverrà nel 2063
      • Giambo scrive:
        Re: Utile per la velocità a curvatura?
        - Scritto da: az nock
        Il varo dell'Enterprise avverrà nel 2245, ma se
        non vuoi aspettare così tanto puoi aspettare
        invece il primo contatto che avverrà nel
        2063Giacobbo ha detto che il mondo finira' il 21.12.2012. Io gli credo, lui e' uno Scienziato con la "S" maiuscola :o !!
  • Luca scrive:
    Monopoli magnetici?
    In realtà, a leggere wikipedia inglese (che ovviamente NON è una fonte scientifica attendibile) i veri monopoli magnetici non sono stati scoperti:http://en.wikipedia.org/wiki/Magnetic_monopole#.22Monopoles.22_in_condensed-matter_systemsQuello che viene descritto è un comportamento collettivo di ioni ed elettroni all'interno di certi materiali che per alcuni aspetti produce effetti simili ai monopoli magnetici.-- Luca
    • John scrive:
      Re: Monopoli magnetici?


      http://en.wikipedia.org/wiki/Magnetic_monopole#.22

      Quello che viene descritto è un comportamento
      collettivo di ioni ed elettroni all'interno di
      certi materiali che per alcuni aspetti produce
      effetti simili ai monopoli magnetici.appunto: se esistessero i monopoli il campo magnetico potrebbe fare lavoro.Fatto smentito da secoli.
  • fra scrive:
    Teoria delle Stringhe
    Premetto che non sono un fisico.Ma l'esistenza dei monopoli magnetici non era una delle basi per la dimostrazione della teoria delle stringhe?
    • fisico scrive:
      Re: Teoria delle Stringhe
      Premetto che non e' il mio campo di ricerca e non so se la tua affermazione sul monopolo e sulla teoria delle stringhe sia vera, l'assumo tale. Nel caso sembra che il monopoloemerga da proprieta' "emergenti" del cristallo, cioe' da un comportamento che compare su alcuni atomi grazie all'interazione di piu' parti. Quindi, si, si ha il comportamento di una carica magnetica che viaggia nel cristallo, ma non si tratta di una vera particella monopolare. Questo quindi, credo che lascia ancora il punto interrogativo sulla teoria delle stringhe.
    • Massimo scrive:
      Re: Teoria delle Stringhe
      - Scritto da: fra
      Premetto che non sono un fisico.
      Ma l'esistenza dei monopoli magnetici non era una
      delle basi per la dimostrazione della teoria
      delle
      stringhe?I monopoli magnetici sono stati teorizzati da Curie alla fine dell''800, ben prima della teoria delle stringhe, addirittura qualche anno prima della nascita ufficiale della meccanica quantistica, con gli studi di Planck sulla radiazione elettromagnetica. Quindi, benché la teoria (sarebbe meglio dire le teorie) delle stringhe sia una delle teorie che prevedono l'esistenza dei monopoli magnetici, forse sarebbe azzardato affermare che l'esistenza di tali monopoli (che la teoria ha fatto suoi "a posteriori") sia una prova sperimentale della stessa... certamente i sostenitori delle stringhe hanno comunque di che essere contenti, dal momento che pochi degli esperimenti realmente atti a verificare o falsificare la teoria sono fattibili con gli strumenti attualmente a disposizione dei fisici
  • a n o n i m o scrive:
    un buon articolo
    interessante e abbastanza dettagliato, continuate così! :)
    • cippa lippa scrive:
      Re: un buon articolo
      - Scritto da: a n o n i m o
      interessante e abbastanza dettagliato, continuate
      così!
      :)Quoto. Non semplice per chi non si intende di fisica, ma avete esteso la notizia con links esplicativi.Bravi, la Scienza deve poter interessare anche la gente comune..dunque bisogna parlarne!
    • Giggi Giggi scrive:
      Re: un buon articolo
      mi aggrego ai complimenti. Davvero un buon articolo. Per il redattore dell'articolo: ci sarebbe anche da aggiornare la scheda del monopolo magnetico su wikipedia... ;-)
      • pentolino scrive:
        Re: un buon articolo
        - Scritto da: Giggi Giggi
        Per il redattore dell'articolo: ci sarebbe anche
        da aggiornare la scheda del monopolo magnetico su
        wikipedia...
        ;-)vero, su wikipedia non c'è alcun accenno ai due esperimenti citati nell' articolo :-)
    • SonoIO scrive:
      Re: un buon articolo
      - Scritto da: a n o n i m o
      interessante e abbastanza dettagliato, continuate
      così!
      :)+1
    • pippuz scrive:
      Re: un buon articolo
      - Scritto da: a n o n i m o
      interessante e abbastanza dettagliato, continuate
      così!
      :)quoto.quando è da riconoscere, è da riconoscere.
    • Luca Giombini scrive:
      Re: un buon articolo
      Mi aggrego. Vista la complessitá dell'argomento e la non stretta attinenza di questo con il pubblico usuale della rivista, un buon articolo che spiega in maniera lineare e comprensibile. Complimenti all'autore.
  • vac scrive:
    Tutto previsto!
    Era stato previsto nel gioco "Alpha centauri"
    • zaadum scrive:
      Re: Tutto previsto!
      - Scritto da: vac
      Era stato previsto nel gioco "Alpha centauri"grande!volevo scriverlo!
      • pentolino scrive:
        Re: Tutto previsto!
        beh allora non sono l' unico... che gioco quello lì, perchè non ne hanno mai fatto un seguito? (ok che uno dei pochi motivi per cui mi tengo una macchina virtuale windows è proprio per fare ogni tanto una partitina a SMAC!)
        • zaad scrive:
          Re: Tutto previsto!
          non l' ho mai capito...ok Civ è bello ma alpha centauri avrebbe meritato un po' si sviluppo
          • pentolino scrive:
            Re: Tutto previsto!
            sì infatti, personalmente trovo che l' atmosfera del gioco fosse davvero inimitabile, grazie soprattutto alla stretta interazione con il pianeta e le sue forme di vita. Stupendo anche il workshop delle unità; se ci fosse stata la gestione di risorse e diplomazia alla civilization sarebbe stato semplicemente perfetto.Ah il sottile piacere di mandare in giro stormi di locuste di Chiron... :-)
          • zaadum scrive:
            Re: Tutto previsto!
            - Scritto da: pentolino
            sì infatti, personalmente trovo che l' atmosfera
            del gioco fosse davvero inimitabile, grazie
            soprattutto alla stretta interazione con il
            pianeta e le sue forme di vita. Stupendo anche il
            workshop delle unità; se ci fosse stata la
            gestione di risorse e diplomazia alla
            civilization sarebbe stato semplicemente
            perfetto.
            Ah il sottile piacere di mandare in giro stormi
            di locuste di Chiron...
            :-)Troppo noir forse? Ricordo alcune testate che letteralmente eliminavano parte del territorio bombardato.... anche in civ se si usa un ICBM si fanno dei danni ma in Alpha Centauri si può parlare di geoingegneria, distruzione totale.Credo che alcune softwarehouse arrivino all' autocensura.Recentemente ho provato Galactic Civilization IIuna porcheria
          • pentolino scrive:
            Re: Tutto previsto!
            - Scritto da: zaadum
            Troppo noir forse? forse un po' estremo in effetti
            Ricordo alcune testate che letteralmente
            eliminavano parte del territorio bombardato....fantastiche... come altrettanto stupende erano le orde di locuste, vermi e compagnia bella - tutti incavolatissimi - che ne scaturivano come rappresaglia del pianeta!
            anche in civ se si usa un ICBM si fanno dei danni
            ma in Alpha Centauri si può parlare di
            geoingegneria, distruzione
            totale.vero, ma tutto aveva un prezzo bello salato come ho scritto sopra

            Credo che alcune softwarehouse arrivino all'
            autocensura.o forse l' audience si era divisa tra molti che non lo hanno apprezzato e pochi che invece l' hanno trovato inimitabile come noi...
          • OldDog scrive:
            Re: Tutto previsto!
            Per anni ho seguito uno dei maggiori forum su SMAC e le varie versioni di CIV.Negli interventi trapelarono alcune ipotesi: SMAC era fantascientifico e quindi incomprensibile per molti (tutti capiscono a cosa serve la ricerca della stampa, quasi nessuno capiva la ricerca dei monopoli magnetici).Di conseguenza i giocatori erano spesso spiazzati, non sapendo bene come valutare quanto stavano facendo.Inoltre il gioco risultò un po' raffazzonato tecnicamente (Sid aveva stretto i tempi al suo team, perché dovevano pagarsi le bollette con quel primo gioco) e un suo seguito avrebbe dovuto venir riscritto.La scelta del soggetto fu forzata, non potendo fare un clone di Civilization 2 (del quale non avevano più i diritti), ma non molto amata da Sid Meier e gli altri.Il bilanciamento del gioco era difficile, perché le molte differenze tra le fazioni costringevano a lavorare con il bilancino da gioielliere per valutare l'effetto di ogni variazione o nuova aggiunta al gioco (per es. una nuova tecnologia). Alla fine circolavano guide strategiche che consentivano di "strapazzare" SMAC vincendo a mani basse contro una "intelligenza" del motore del gioco non molto efficace. Comunque a me piaceva, ma non comprai mai l'espansione "alien crossfire", perché la demo si piantava inesorabilmente sul mio PC di allora
          • pentolino scrive:
            Re: Tutto previsto!
            - Scritto da: OldDog
            Di conseguenza i giocatori erano spesso
            spiazzati, non sapendo bene come valutare quanto
            stavano
            facendo.in effetti il tutto poteva risultare un po' astratto e richiedere più sforzo di fantasia
            Inoltre il gioco risultò un po' raffazzonato
            tecnicamente (Sid aveva stretto i tempi al suo
            team, perché dovevano pagarsi le bollette con
            quel primo gioco) e un suo seguito avrebbe dovuto
            venir
            riscritto.vero, avevano usato strane tecniche per cui di fatto girava bene solo su win 98 (già con xp c' erano problemi che non sono mai stati completamente risolti)

            Il bilanciamento del gioco era difficile, perché
            le molte differenze tra le fazioni costringevano
            a lavorare con il bilancino da gioielliere per
            valutare l'effetto di ogni variazione o nuova
            aggiunta al gioco (per es. una nuova tecnologia).
            Alla fine circolavano guide strategiche che
            consentivano di "strapazzare" SMAC vincendo a
            mani basse contro una "intelligenza" del motore
            del gioco non molto efficace.beh tenendo presente che era il primo di una nuova stirpe non mi pare che fossero difetti così gravi; è una legge quasi universale che un gioco diventi davvero valido e completo dalla sua terza incanazione!Mi fa piacere che la semplice espressione "monpoli magnetici" abbia scatenato una bella discussione su questo indimenticabile gioco :-)
Chiudi i commenti