Microsoft: OnLive sfrutta Windows senza licenza

Redmond si attiva per chiarire la questione della licenza per il servizio di "desktop streaming" offerto da OnLive su tablet. Un punto resta fermo: Windows 7 non può finire su tablet senza che OnLive paghi il dovuto

Roma – Il servizio di ” cloud gaming ” OnLive porta il sistema operativo Windows sui gadget-tavoletta (iPad, Android) con OnLive Desktop , e Microsoft indaga sulla legalità dell’operazione. Il cruccio del caso è la licenza con cui OnLive ha acquisito le copie dell’OS a finestre e la sua validità nel caso dello streaming delle funzionalità complete del sistema operativo sui dispositivi dotati di schermi touch.

Inizialmente distribuita in modalità gratuita, la app OnLive Desktop per iOS e Android offre ora la possibilità di fruire di servizi aggiuntivi a pagamento: l’OS è sempre Windows ma OnLive ci guadagnerebbe sopra , permettendo ai suoi “consumatori” di navigare velocemente in rete con tutta la flessibilità di un browser completo con tanto di supporto a Flash e ad altri plug-in.

Sarebbe stata proprio questa opzione a pagamento di OnLive Desktop a spingere Microsoft ad alzare gli scudi: “Siamo attivamente in contatto con OnLive con la speranza di farli convergere in uno scenario di licenza adeguato, e siamo impegnati affinché il problema venga risolto” ha scritto il vice-presidente corporate del programma licenze di Microsoft Joe Matz.

Matz spiega in particolare che le licenze Microsoft prevedono alcuni scenari in cui è possibile offrire l’esperienza desktop di Windows in “modalità-servizio” o in streaming, ma nel caso di offerte a clienti terzi (in questo caso OnLive e i suoi utenti) non è prevista la disponibilità che di “alcune” funzionalità simil-desktop. Comunque non certo un sistema operativo completo, per giunta con Office installato sopra.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maraboshi75 scrive:
    Ci risiamo
    Ci ritentano continuamente in un modo o nell'altro, con una scusa o l'altra per impedire a qualcuno di scrivere articoli scomodi. Il discorso del copyright è solo là per XXXXXXX i gonzi.Nel disegno di legge c'è scritto chiaramente "per trarne profitto" sebbene nel suo sito Butti alcune volte accenni a "scopo di lucro" e poi cambi in "trarne profitto, insomma giocando sull'equivoco.
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    The decline of the media industry
    [img]http://assets.totalbankruptcy.com/infographics/decline-of-the-media-industry.png[/img]
  • Allibito scrive:
    Coerenza, questa sconosciuta!
    Ogni volta è la stessa cosa, se si cerca di impedire il saccheggio di una qualsiasi opera, si tirano in ballo i bavagli, la libertà ecc eccLe leggi sul copyright sono ideate solo ed esclusivamente per la tutela del sacrosanto diritto dell'autore e girano alla larga dal voler limitare la libertà d'espressione con cui poco hanno a che fare. Perchè si tira fuori la cache come limitazione lla libertà, quando un preciso articolo di legge, il 68 bis 633/41 appunto, la tiene fuori? E se si fa notare questo perchè si insiste arrampicandosi con le unghie sul vetro? La lotta è tra chi vuole usufruire o lucrare sul lavoro altrui e su chi quel lavoro vuole proteggere, tutte le numerose ragioni, che si vorrebbero aggiungere, risultano inadatte e fuori luogo. Da una parte chi crea e produce e vorrebbe il giusto riconoscimento economico e dall'altra coloro che non vorrebbero pagare il lavoro altrui mentre vorrebbero proteggere il proprio... la coerenza, questa sconosciuta.
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Coerenza, questa sconosciuta!
      - Scritto da: Allibito
      Ogni volta è la stessa cosa, se si cerca di
      impedire il saccheggio di una qualsiasi opera, si
      tirano in ballo i bavagli, la libertà ecc
      ecc
      Le leggi sul copyright sono ideate solo ed
      esclusivamente per la tutela del sacrosanto
      diritto dell'autore e girano alla larga dal voler
      limitare la libertà d'espressione con cui poco
      hanno a che fare. Perchè si tira fuori la cache
      come limitazione lla libertà, quando un preciso
      articolo di legge, il 68 bis 633/41 appunto, la
      tiene fuori? Perchè parla di "prestatori intermediari" che con la cache non c'entrano proprio nulla.Tra l'altro la norma che citi potrebbe anche essere interpretata nel modo secondo il quale, per la legge italiana Kim DotCom non ha commesso nessun reato.
      • Allibito scrive:
        Re: Coerenza, questa sconosciuta!
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella
        - Scritto da: Allibito

        Ogni volta è la stessa cosa, se si cerca di

        impedire il saccheggio di una qualsiasi
        opera,
        si

        tirano in ballo i bavagli, la libertà ecc

        ecc

        Le leggi sul copyright sono ideate solo ed

        esclusivamente per la tutela del sacrosanto

        diritto dell'autore e girano alla larga dal
        voler

        limitare la libertà d'espressione con cui
        poco

        hanno a che fare. Perchè si tira fuori la
        cache

        come limitazione lla libertà, quando un
        preciso

        articolo di legge, il 68 bis 633/41 appunto,
        la

        tiene fuori?

        Perchè parla di "prestatori intermediari" che con
        la cache non c'entrano proprio
        nulla.

        Tra l'altro la norma che citi potrebbe anche
        essere interpretata nel modo secondo il quale,
        per la legge italiana Kim DotCom non ha commesso
        nessun
        reato.Devi leggere con più attenzione, l'articolo prevede anche che ANCHE un intermediario può modificare o acquisire un opera protetta se questo fa parte du un proXXXXX tecnologico, purchè non tragga lucro proprio da questa attività. Dotcom ha commesso tanti di quei reati che non basta il codice penale, tra questi, non è citata la cache, lui non traeva guadagno dall'elaborazione conto terzi, ma rubava direttamente la fonte intera, pagando e istigando a delinquere anche minori. Riciclaggio e violazione del copyright sono solo ciliegine.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Coerenza, questa sconosciuta!
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella

          - Scritto da: Allibito


          Ogni volta è la stessa cosa, se si cerca di


          impedire il saccheggio di una qualsiasi

          opera,

          si


          tirano in ballo i bavagli, la libertà ecc


          ecc


          Le leggi sul copyright sono ideate solo ed


          esclusivamente per la tutela del sacrosanto


          diritto dell'autore e girano alla larga dal

          voler


          limitare la libertà d'espressione con cui

          poco


          hanno a che fare. Perchè si tira fuori la

          cache


          come limitazione lla libertà, quando un

          preciso


          articolo di legge, il 68 bis 633/41
          appunto,

          la


          tiene fuori?



          Perchè parla di "prestatori intermediari" che
          con

          la cache non c'entrano proprio

          nulla.



          Tra l'altro la norma che citi potrebbe anche

          essere interpretata nel modo secondo il quale,

          per la legge italiana Kim DotCom non ha commesso

          nessun

          reato.
          Devi leggere con più attenzione,Io ho una laurea scientifica, dici che sono io che devo leggere con + attenzione, o tu?
          l'articolo
          prevede anche che ANCHE un intermediario puòLa parola ANCHE te la sei sognata tu.
          modificare o acquisire un opera protetta se
          questo fa parte du un proXXXXX tecnologico,
          purchè non tragga lucro proprio da questa
          attività.Articolo, comma?Il 68bis che hai citato, a sproposito, dice che un intermediario (Kim Schulz) non deve pagare diritti per le copie temporanee necessarie al trasferimento dati tra terze parti, purchè la copia non abbia rilievo economico.Se ne deduce che i megasiti, in quanto intermediari, dello scambio tra uploader e downloader nulla dovrebbero come copyright, in quanto la copia sui loro server è funzionale al proXXXXX tecnologico di trasferimento tra i due soggetti di cui sopra. La copia ha rilievo economico? No perchè l'intermediario non vendeva o affittava quella copia, che era, appunto solo utile al trasferimento dei dati. Se l'uploader nel trasferire il contenuto commetteva un reato non possedendo i diritti la responsabilità resta la sua, l'intermediario, proprio grazie al 68-bis resta salvo.
          Dotcom ha commesso tanti di quei reati
          che non basta il codice penale, tra questi, non è
          citata la cache,Abbiamo già stabilito che in quell'articolo non si parla di cahce.A esserne convinto sei soltanto tu.
          lui non traeva guadagno
          dall'elaborazione conto terzi, ma rubava
          direttamente la fonte intera, pagando e istigando
          a delinquere anche minori. Riciclaggio e
          violazione del copyright sono solo
          ciliegine.Queste sono le TUE accuse, ben lungi dall'essere dimostrate.
          • Allibito scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Allibito

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: Allibito



            Ogni volta è la stessa cosa, se si
            cerca
            di



            impedire il saccheggio di una
            qualsiasi


            opera,


            si



            tirano in ballo i bavagli, la
            libertà
            ecc



            ecc



            Le leggi sul copyright sono ideate
            solo
            ed



            esclusivamente per la tutela del
            sacrosanto



            diritto dell'autore e girano alla
            larga
            dal


            voler



            limitare la libertà d'espressione
            con
            cui


            poco



            hanno a che fare. Perchè si tira
            fuori
            la


            cache



            come limitazione lla libertà,
            quando
            un


            preciso



            articolo di legge, il 68 bis 633/41

            appunto,


            la



            tiene fuori?





            Perchè parla di "prestatori
            intermediari"
            che

            con


            la cache non c'entrano proprio


            nulla.





            Tra l'altro la norma che citi potrebbe
            anche


            essere interpretata nel modo secondo il
            quale,


            per la legge italiana Kim DotCom non ha
            commesso


            nessun


            reato.

            Devi leggere con più attenzione,

            Io ho una laurea scientifica, dici che sono io
            che devo leggere con + attenzione, o
            tu?


            l'articolo

            prevede anche che ANCHE un intermediario può

            La parola ANCHE te la sei sognata tu.


            modificare o acquisire un opera protetta se

            questo fa parte du un proXXXXX tecnologico,

            purchè non tragga lucro proprio da questa

            attività.

            Articolo, comma?

            Il 68bis che hai citato, a sproposito, dice che
            un intermediario (Kim Schulz) non deve pagare
            diritti per le copie temporanee necessarie al
            trasferimento dati tra terze parti, purchè la
            copia non abbia rilievo
            economico.
            Se ne deduce che i megasiti, in quanto
            intermediari, dello scambio tra uploader e
            downloader nulla dovrebbero come copyright, in
            quanto la copia sui loro server è funzionale al
            proXXXXX tecnologico di trasferimento tra i due
            soggetti di cui sopra. La copia ha rilievo
            economico? No perchè l'intermediario non vendeva
            o affittava quella copia, che era, appunto solo
            utile al trasferimento dei dati. Se l'uploader
            nel trasferire il contenuto commetteva un reato
            non possedendo i diritti la responsabilità resta
            la sua, l'intermediario, proprio grazie al 68-bis
            resta
            salvo.


            Dotcom ha commesso tanti di quei reati

            che non basta il codice penale, tra questi,
            non
            è

            citata la cache,

            Abbiamo già stabilito che in quell'articolo non
            si parla di
            cahce.
            A esserne convinto sei soltanto tu.


            lui non traeva guadagno

            dall'elaborazione conto terzi, ma rubava

            direttamente la fonte intera, pagando e
            istigando

            a delinquere anche minori. Riciclaggio e

            violazione del copyright sono solo

            ciliegine.

            Queste sono le TUE accuse, ben lungi dall'essere
            dimostrate.Io non accuso nessuno, è l'FBI a farlo. Il sig Dotcom, non usa la cache, ma ha sui propri server 100.000 titoli adesso al vaglio degli inquirenti. Pagava gli ignari utenti per assicurarsi file freschi e questo reato è pesantissimo. Ignari perchè non conoscevano la differenza tra uno scambio di file tra amici e percepire un compenso per immettere un file in condivisione. Non sono io il pubblico ministero, non devi convincere me che sia un bravo ragazzo e i soldi che gli hanno trovato sono frutto di vincite alla pesca del paese, convinci lui. L'articolo 68bis è lì, basta leggerlo. Posso dirti che c'è stata una causa in cui si discusse proprio della cache che in quel caso era vera cache, come acquisizione non autorizzata (quella che fa ogni pc quando ci metti un dvd in lettura), l'acquisizione temporanea citata nell'art. 68bis include processi di questo tipo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            - Scritto da: Allibito




            Ogni volta è la stessa cosa, se
            si

            cerca

            di




            impedire il saccheggio di una

            qualsiasi



            opera,



            si




            tirano in ballo i bavagli, la

            libertà

            ecc




            ecc




            Le leggi sul copyright sono
            ideate

            solo

            ed




            esclusivamente per la tutela del

            sacrosanto




            diritto dell'autore e girano alla

            larga

            dal



            voler




            limitare la libertà d'espressione

            con

            cui



            poco




            hanno a che fare. Perchè si tira

            fuori

            la



            cache




            come limitazione lla libertà,

            quando

            un



            preciso




            articolo di legge, il 68 bis
            633/41


            appunto,



            la




            tiene fuori?







            Perchè parla di "prestatori

            intermediari"

            che


            con



            la cache non c'entrano proprio



            nulla.







            Tra l'altro la norma che citi potrebbe

            anche



            essere interpretata nel modo secondo
            il

            quale,



            per la legge italiana Kim DotCom non
            ha

            commesso



            nessun



            reato.


            Devi leggere con più attenzione,



            Io ho una laurea scientifica, dici che sono io

            che devo leggere con + attenzione, o

            tu?




            l'articolo


            prevede anche che ANCHE un intermediario
            può



            La parola ANCHE te la sei sognata tu.




            modificare o acquisire un opera protetta se


            questo fa parte du un proXXXXX tecnologico,


            purchè non tragga lucro proprio da questa


            attività.



            Articolo, comma?



            Il 68bis che hai citato, a sproposito, dice che

            un intermediario (Kim Schulz) non deve pagare

            diritti per le copie temporanee necessarie al

            trasferimento dati tra terze parti, purchè la

            copia non abbia rilievo

            economico.

            Se ne deduce che i megasiti, in quanto

            intermediari, dello scambio tra uploader e

            downloader nulla dovrebbero come copyright, in

            quanto la copia sui loro server è funzionale al

            proXXXXX tecnologico di trasferimento tra i due

            soggetti di cui sopra. La copia ha rilievo

            economico? No perchè l'intermediario non vendeva

            o affittava quella copia, che era, appunto solo

            utile al trasferimento dei dati. Se l'uploader

            nel trasferire il contenuto commetteva un reato

            non possedendo i diritti la responsabilità resta

            la sua, l'intermediario, proprio grazie al
            68-bis

            resta

            salvo.




            Dotcom ha commesso tanti di quei reati


            che non basta il codice penale, tra questi,

            non

            è


            citata la cache,



            Abbiamo già stabilito che in quell'articolo non

            si parla di

            cahce.

            A esserne convinto sei soltanto tu.




            lui non traeva guadagno


            dall'elaborazione conto terzi, ma rubava


            direttamente la fonte intera, pagando e

            istigando


            a delinquere anche minori. Riciclaggio e


            violazione del copyright sono solo


            ciliegine.



            Queste sono le TUE accuse, ben lungi dall'essere

            dimostrate.
            Io non accuso nessuno, è l'FBI a farlo.Eh, ma tu applaudi, ergo concordi, ergo accusi anche tu.
            Il sig
            Dotcom, non usa la cache,infatti la cache in questo discorso non c'entra nulla.
            ma ha sui propri server
            100.000 titoli adesso al vaglio degli inquirenti.Come se esistessero veramente 100.000 titoli distinti al mondo.Ti rendi conto delle assurdità?
            Pagava gli ignari utenti per assicurarsi file
            freschi e questo reato è pesantissimo.Cioè gli utenti prendevano dei soldi a loro insaputa?Si arricchivano senza saperlo?Ma cosa stai farneticando?i megasiti pagavano chi metteva materiale che faceva molti download, non ha mai detto o chiesto di violare il copyright. Chi lo violava era l'uplader per il tramite del megasito. e lo violava proprio per prendere i soldi di kim dotcom, altro che ignaro!!!
            Non sono
            io il pubblico ministero, non devi convincere me
            che sia un bravo ragazzo e i soldi che gli hanno
            trovato sono frutto di vincite alla pesca del
            paese, convinci lui.Io non sono l'avvocato di nessuno, men che mai di un riccone tedesco, non devo proprio convincere nessuno.Ma se tu vieni qui a sbomballarci le sfere di dragonball lanciando strali a destra e a manca, uno presume che tu ne voglia discutere, e non che tu venga qui solo per sfogare la tua frustrazione insultando chi ti capita a tiro. Ma vedo che mi stai dicendo che tu non vuoi discutere, tu vuoi solo dire la tua senza contradditorio come si usa in altri forum magari a te + congeniali.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]
            i megasiti pagavano chi metteva materiale che
            faceva molti download, non ha mai detto o
            chiesto di violare il copyright. Chi lo violava
            era l'uplader per il tramite del megasito. e lo
            violava proprio per prendere i soldi di kim
            dotcom, Chissà perché ho il vago sospetto che kim lo sapesse. Non ce lo vedo una povera vittima degli uploader assetati di denaro :D
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]

            i megasiti pagavano chi metteva materiale che

            faceva molti download, non ha mai detto o

            chiesto di violare il copyright. Chi lo
            violava

            era l'uplader per il tramite del megasito. e
            lo

            violava proprio per prendere i soldi di kim

            dotcom,

            Chissà perché ho il vago sospetto che kim lo
            sapesse. Non ce lo vedo una povera vittima degli
            uploader assetati di denaro
            :DNessuno ha parlato di vittime, tranne il tuo amico videotecaro.Però dato che qua siete tutti bravi a puntare il dito, a vostra convenienza, ed essendo a digiuno totale tanto di giurisprudenza, tanto di aspetti tecnico informatici, forse è il caso di sottolineare l'ovvio.Tu hai solo il preconcetto che mr.Megasito sia peggio del mostro di Rostov e sei disposto a dire qualsiasi assurdità pur di sostenere questa tesi.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Nessuno ha parlato di vittime, tranne il tuo
            amico
            videotecaro.Sempre il solito (troll)
            Però dato che qua siete tutti bravi a puntare il
            dito, a vostra convenienza, Io non punto nessun dito. Mi limito a far notare che il sito è chiuso.
            ed essendo a digiuno
            totale tanto di giurisprudenza, tanto di aspetti
            tecnico informatici,tu invece hai una laurea in legge ed una in informatica scommetto.

            Tu hai solo il preconcetto che mr.Megasito sia
            peggio del mostro di Rostov e sei disposto a dire
            qualsiasi assurdità pur di sostenere questa
            tesi.Solo perché faccio notare che il sito è chiuso?Mi pare che sia tu a scaldarti tanto solo perché ti si fa notare l'ovvio.
          • krane scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Nessuno ha parlato di vittime, tranne il tuo

            amico

            videotecaro.

            Sempre il solito (troll)


            Però dato che qua siete tutti bravi a
            puntare
            il

            dito, a vostra convenienza,

            Io non punto nessun dito. Mi limito a far notare
            che il sito è chiuso.



            ed essendo a digiuno

            totale tanto di giurisprudenza, tanto di
            aspetti

            tecnico informatici,

            tu invece hai una laurea in legge ed una in
            informatica
            scommetto.




            Tu hai solo il preconcetto che mr.Megasito
            sia

            peggio del mostro di Rostov e sei disposto a
            dire

            qualsiasi assurdità pur di sostenere questa

            tesi.

            Solo perché faccio notare che il sito è chiuso?
            Mi pare che sia tu a scaldarti tanto solo perché
            ti si fa notare l'ovvio.Temporaneamente chiuso, ed il tipo e' in attesa di proXXXXX. Si verda'...Per ora puoi dire che e' chiuso ma fino al proXXXXX non pui dire se e' piu' o meno colpevole di google.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Basta Pirateria

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            Nessuno ha parlato di vittime, tranne
            il
            tuo


            amico


            videotecaro.



            Sempre il solito (troll)




            Però dato che qua siete tutti bravi a

            puntare

            il


            dito, a vostra convenienza,



            Io non punto nessun dito. Mi limito a far
            notare

            che il sito è chiuso.






            ed essendo a digiuno


            totale tanto di giurisprudenza, tanto di

            aspetti


            tecnico informatici,



            tu invece hai una laurea in legge ed una in

            informatica

            scommetto.







            Tu hai solo il preconcetto che
            mr.Megasito

            sia


            peggio del mostro di Rostov e sei
            disposto
            a

            dire


            qualsiasi assurdità pur di sostenere
            questa


            tesi.



            Solo perché faccio notare che il sito è
            chiuso?

            Mi pare che sia tu a scaldarti tanto solo
            perché

            ti si fa notare l'ovvio.

            Temporaneamente chiuso, ed il tipo e' in attesa
            di proXXXXX. Si
            verda'...
            Per ora puoi dire che e' chiuso ma fino al
            proXXXXX non pui dire se e' piu' o meno colpevole
            di
            google.Nulla da eccepire, hai ragione.Però posso sempre fare un po' di "tifo da stadio" no?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Basta Pirateria


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella






            Nessuno ha parlato di vittime,
            tranne

            il

            tuo



            amico



            videotecaro.





            Sempre il solito (troll)






            Però dato che qua siete tutti
            bravi
            a


            puntare


            il



            dito, a vostra convenienza,





            Io non punto nessun dito. Mi limito a
            far

            notare


            che il sito è chiuso.









            ed essendo a digiuno



            totale tanto di giurisprudenza,
            tanto
            di


            aspetti



            tecnico informatici,





            tu invece hai una laurea in legge ed
            una
            in


            informatica


            scommetto.










            Tu hai solo il preconcetto che

            mr.Megasito


            sia



            peggio del mostro di Rostov e sei

            disposto

            a


            dire



            qualsiasi assurdità pur di
            sostenere

            questa



            tesi.





            Solo perché faccio notare che il sito è

            chiuso?


            Mi pare che sia tu a scaldarti tanto
            solo

            perché


            ti si fa notare l'ovvio.



            Temporaneamente chiuso, ed il tipo e' in
            attesa

            di proXXXXX. Si

            verda'...

            Per ora puoi dire che e' chiuso ma fino al

            proXXXXX non pui dire se e' piu' o meno
            colpevole

            di

            google.

            Nulla da eccepire, hai ragione.

            Però posso sempre fare un po' di "tifo da stadio"
            no?Tu puoi fare quello che ti pare.Ma il fatto è che poi gli altir leggono e si fanno una idea di quanto peso dare alle tue parole.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Tu puoi fare quello che ti pare.
            Ma il fatto è che poi gli altir leggono e si
            fanno una idea di quanto peso dare alle tue
            parole.A differenza di altri su questo forum io esprimo solo la mia opinione senza pretendere di enunciare una verità universale. A volte uso un po' di enfasi per divertirmi a fare qualche flame ma rimangono comunque delle opinioni. E rimango pronto a cambiarle quando trovo elementi che ritengo sufficienti a confutarle. ;)
          • krane scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Tu puoi fare quello che ti pare.

            Ma il fatto è che poi gli altir leggono e si

            fanno una idea di quanto peso dare alle tue

            parole.

            A differenza di altri su questo forum io esprimo
            solo la mia opinione senza pretendere di
            enunciare una verità universale. A volte uso un
            po' di enfasi per divertirmi a fare qualche flame
            ma rimangono comunque delle opinioni. E rimango
            pronto a cambiarle quando trovo elementi che
            ritengo sufficienti a
            confutarle.

            ;)Ma poi il gg resetti tutto e bisogna ricominciare :D
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Nessuno ha parlato di vittime, tranne il tuo

            amico

            videotecaro.

            Sempre il solito (troll)
            Non c'è bisogno che ti presenti ad ogni post, sappiamo chi sei.

            Però dato che qua siete tutti bravi a
            puntare
            il

            dito, a vostra convenienza,

            Io non punto nessun dito. Mi limito a far notare
            che il sito è chiuso.
            Quindi è stata la fatina del capslock dei dentini a scrivere con il tuo nick "buttate via la chiave" o "criminale" o amenità del genere?


            ed essendo a digiuno

            totale tanto di giurisprudenza, tanto di
            aspetti

            tecnico informatici,

            tu invece hai una laurea in legge ed una in
            informatica
            scommetto.
            Bingo, c'hai preso.C'è chi come me ha 2 lauree e tu nemmeno una.



            Tu hai solo il preconcetto che mr.Megasito
            sia

            peggio del mostro di Rostov e sei disposto a
            dire

            qualsiasi assurdità pur di sostenere questa

            tesi.

            Solo perché faccio notare che il sito è chiuso?Quindi è confermata la teoria della fatina che ti ha rubato la password?
            Mi pare che sia tu a scaldarti tanto solo perché
            ti si fa notare
            l'ovvio.Il fatto che ti smonti ogni volta che vieni a scrivere insulsaggini non vuol dire che mi scaldo, solo che valgo + di te ANCHE dal punto di vista dialettico. Che poi, capirai che forza...
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]

            tu invece hai una laurea in legge ed una in

            informatica

            scommetto.



            Bingo, c'hai preso.
            C'è chi come me ha 2 lauree e tu nemmeno una.Puoi anche dimostrarlo o stai solo millantando?(intendo il fatto che tu ne abbia 2 ed io neanche una).[...]

            Il fatto che ti smonti ogni volta che vieni a
            scrivere insulsaggini non vuol dire che mi
            scaldo, solo che valgo + di te ANCHE dal punto di
            vista dialettico. Che poi, capirai che
            forza...Tu non smonti nulla in quanto utilizzi argomentazioni ormai abusate e spesso ripetute a pappagallo.L'unico aspetto in cui mi sei sicuramente superiore è la modestia, sul resto fossi in te ci andrei più cauto perché nessuno qui arriva con il proprio CV quindi non puoi mai sapere quanto sia o non sia preparato il tuo interlocutore. Con queste affermazioni fai solo la figura dello smargiasso.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]


            tu invece hai una laurea in legge ed
            una
            in


            informatica


            scommetto.






            Bingo, c'hai preso.

            C'è chi come me ha 2 lauree e tu nemmeno una.

            Puoi anche dimostrarlo o stai solo millantando?
            (intendo il fatto che tu ne abbia 2 ed io neanche
            una).Certo che posso, ho le pergamene appese al muro.

            [...]



            Il fatto che ti smonti ogni volta che vieni a

            scrivere insulsaggini non vuol dire che mi

            scaldo, solo che valgo + di te ANCHE dal
            punto
            di

            vista dialettico. Che poi, capirai che

            forza...

            Tu non smonti nulla Certo illuditi.Tutti leggendoti pensano che hai ragione.
            L'unico aspetto in cui mi sei sicuramente
            superiore è la modestia, sul resto fossi in te ci
            andrei più cauto perché nessuno qui arriva con il
            proprio CV quindi non puoi mai sapere quanto sia
            o non sia preparato il tuo interlocutore. Almeno finchè non legge quello che l'interlocutore scrive.Dopo diventa evidente.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]

            Puoi anche dimostrarlo o stai solo
            millantando?

            (intendo il fatto che tu ne abbia 2 ed io
            neanche

            una).

            Certo che posso, ho le pergamene appese al muro.Ok mi fido.Che mi dici invece della mia "nessuna laurea". Puoi dimostrare anche questo?[...]
            Tutti leggendoti pensano che hai ragione."basta pirateria" è un pensiero che può essere condivisibile, inoltre trovo presuntuoso da parte tua eleggerti a portavoce di "tutti". Infine io non sono qui per convincere nessuno che io ho ragione e tutti gli altri torto....Puoi dire lo stesso di te?[...]
            Almeno finchè non legge quello che
            l'interlocutore
            scrive.
            Dopo diventa evidente.Evidente da cosa?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Coerenza, questa sconosciuta!
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]


            Puoi anche dimostrarlo o stai solo

            millantando?


            (intendo il fatto che tu ne abbia 2 ed
            io

            neanche


            una).



            Certo che posso, ho le pergamene appese al
            muro.

            Ok mi fido.

            Che mi dici invece della mia "nessuna laurea".
            Puoi dimostrare anche
            questo?
            Vuoi sostenere che non è così?
            [...]

            Tutti leggendoti pensano che hai ragione.

            "basta pirateria" è un pensiero che può essere
            condivisibile, inoltre trovo presuntuoso da parte
            tua eleggerti a portavoce di "tutti".Io non dico che rappresento tutti, dico che non sono molti quelli che leggendoti trovano elementi validi nelle tue argomentazioni.E' chiaro adesso?
            Infine io
            non sono qui per convincere nessuno che io ho
            ragione e tutti gli altri
            torto.Quindi se qui a fare cosa?A dire "io la penso così" senza dirci perchè?A che serve?

            ...Puoi dire lo stesso di te?
            Io sono qui per discutere, dire come e perchè la penso in un modo e ad ascoltare come e perchè gli altri la pensano nel loro modo.Purtroppo con te non ci riesco, perchè tu ci dici come ma non sei capace a dirci perchè.
            [...]

            Almeno finchè non legge quello che

            l'interlocutore

            scrive.

            Dopo diventa evidente.

            Evidente da cosa?Da quello che scrivi.
        • bubba scrive:
          Re: Coerenza, questa sconosciuta!
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella

          - Scritto da: Allibito


          Ogni volta è la stessa cosa, se si cerca di


          impedire il saccheggio di una qualsiasi

          opera,

          si


          tirano in ballo i bavagli, la libertà ecc


          ecc


          Le leggi sul copyright sono ideate solo ed


          esclusivamente per la tutela del sacrosanto


          diritto dell'autore e girano alla larga dal

          voler


          limitare la libertà d'espressione con cui

          poco


          hanno a che fare. Perchè si tira fuori la

          cache


          come limitazione lla libertà, quando un

          preciso


          articolo di legge, il 68 bis 633/41
          appunto,

          la


          tiene fuori?



          Perchè parla di "prestatori intermediari" che
          con

          la cache non c'entrano proprio

          nulla.



          Tra l'altro la norma che citi potrebbe anche

          essere interpretata nel modo secondo il quale,

          per la legge italiana Kim DotCom non ha commesso

          nessun

          reato.
          Devi leggere con più attenzione, l'articolo
          prevede anche che ANCHE un intermediario può
          modificare o acquisire un opera protetta se
          questo fa parte du un proXXXXX tecnologico,
          purchè non tragga lucro proprio da questa
          attività. e come mai questa attivita' di "un intermediario che puo' acquisire un opera protetta se fa parte di un proXXXXX tecnologico" che HA CERTAMENTE LUCRO (banner), com'e' la Cache di Bing, non viene considerata un crimine?Ripeto http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3475229&m=3475984&is=0#p3475984 ... piu' ci si arrampica con burocrazia sovietica, piu' si creano disastri..
  • CastigaTrol L scrive:
    Siam fra la Fava e il Butt .....
    Questa gente viene ben espressa già dal loro cognome ;)
  • Videoteca Vuota scrive:
    ABOLIRE IL COPYRIGHT
    La libertà in rete è inversamente proporzionale alla legge sul copyright.Quindi:VIVA INTERNET LIBERO - ABOLIRE IL COPYRIGHT (E ANCHE QUALCHE PARTITO POLITICO)!!! p) @^ (rotfl)
    • Allibito scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      - Scritto da: Videoteca Vuota
      La libertà in rete è inversamente proporzionale
      alla legge sul
      copyright.
      Quindi: E' esattamente il contrario, la libertà è avere protezione del proprio lavoro e della proprietà, senza questo, si chiama anarchia.Ripetere la stessa frase sballata non la farà apparire vera all'occhio del lettore.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

        E' esattamente il contrario, la libertà è avere
        protezione del proprio lavoro e della proprietà,La proprietà è tua solo se non la vendi. Se la vendi, non è più tua. E se la vendi, ti fai pagare, e poi pretendi che sia ancora tua, non è libertà: è <b
        truffa </b
        .La libertà consiste anche nel far sparire i truffatori dalla circolazione: e questo implica distruggere, in modo definitivo e irreversibile, ogni forma di mercato per film, musica e software.
        • brain scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          - Scritto da: uno qualsiasi

          E' esattamente il contrario, la libertà è
          avere

          protezione del proprio lavoro e della
          proprietà,

          La proprietà è tua solo se non la vendi. Se la
          vendi, non è più tua. E se la vendi, ti fai
          pagare, e poi pretendi che sia ancora tua, non è
          libertà: è <b
          truffa </b

          .mai sentito parlare di noleggi, vero? :D
  • dritto scrive:
    Butti - Fava
    Se si vuole scrivere su qualsiasi argomento basta consultare prima un vero esperto!!
    • lupomda scrive:
      Re: Butti - Fava
      Qualsiasi proposta di legge si può migliorare, questo è un altro discorso.Mi stupisce invece che Butti venga attaccato proprio da coloro che dovrebbero sostenerlo. La Rete pullula di gente che vive dei contenuti degli altri, senza aggiungere nulla di proprio. E creare contenuti costa, se lo si fa nel rispetto delle regole e delle persone. Leggetevi meglio il DDL, dopodiché se il contenuto sarà d'autore, non è certo Butti che vi darà fastidio. Magari qualche redazione dovrebbe scandalizzarsi di più per il fatto che fa lavorare a cottimo chi scrive.
      • Gennarino B scrive:
        Re: Butti - Fava
        Guardi di discorsi da sepoclri imbiancati come il suo la "rete" ne fa volentieri a meno...certa roba puo' andar bene per i salottini tipo "porta a porta" ma qui si parla d'altro
  • Gennarino B scrive:
    neanche 50 anni
    E già cosí ignorante in materia...egregio (?) Butti ascolti a me..torni a programmare il riscaldamento che forse é il massimo della tecnologia che lei riesce a domare e la smetta di farmi vergognare che le MIE tasse servono per pagarle uno stipendio principesco immeritato
  • paoloap scrive:
    ehm...
    "Utilizzo e riproduzione in qualsiasi forma".Quando un articolo online viene letto, tecnicamente viene riprodotto nella cache del browser, ergo quando apro repubblica.it già commetto un reato? :)
    • prova123 scrive:
      Re: ehm...
      "Utilizzo e riproduzione in qualsiasi forma" quindi riportandolo a voce lo sto riproducendo e utilizzando, allora lo posso solo leggere ma non parlarne con alcuno ... questo è delirio allo stato puro ... chiamate un'ambulanza presto ..... ho le lacrime agli occhi ... non respiro più ... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • bubba scrive:
      Re: ehm...
      - Scritto da: paoloap
      "Utilizzo e riproduzione in qualsiasi forma".
      Quando un articolo online viene letto,
      tecnicamente viene riprodotto nella cache del
      browser, ergo quando apro repubblica.it già
      commetto un reato?
      :)ya.. e da molto tempo. E anche Bing e Google, che hanno sui loro harddisk terabyte di contenuti (testi immagini prevalentemente) copiati dai webserver di tutto il mondo e disponibili nella cache.
    • Allibito scrive:
      Re: ehm...
      - Scritto da: paoloap
      "Utilizzo e riproduzione in qualsiasi forma".
      Quando un articolo online viene letto,
      tecnicamente viene riprodotto nella cache del
      browser, ergo quando apro repubblica.it già
      commetto un reato?
      :)La memoria temporanea è compresa in un preciso articolo della 633/41 che esclude tutte quelle misure facenti parte di un proXXXXX tecnologico(come l'acquisizione), purchè tale proXXXXX non sia fonte di lucro (conto terzi a pagamento).
      • bubba scrive:
        Re: ehm...
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: paoloap

        "Utilizzo e riproduzione in qualsiasi forma".

        Quando un articolo online viene letto,

        tecnicamente viene riprodotto nella cache del

        browser, ergo quando apro repubblica.it già

        commetto un reato?

        :)
        La memoria temporanea è compresa in un preciso
        articolo della 633/41 che esclude tutte quelle
        misure facenti parte di un proXXXXX
        tecnologico(come l'acquisizione), purchè tale
        proXXXXX non sia fonte di lucro (conto terzi a
        pagamento).mangiato pesante eh? :)
        • Allibito scrive:
          Re: ehm...
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: Allibito

          - Scritto da: paoloap


          "Utilizzo e riproduzione in qualsiasi forma".


          Quando un articolo online viene letto,


          tecnicamente viene riprodotto nella cache del


          browser, ergo quando apro repubblica.it già


          commetto un reato?


          :)

          La memoria temporanea è compresa in un preciso

          articolo della 633/41 che esclude tutte quelle

          misure facenti parte di un proXXXXX

          tecnologico(come l'acquisizione), purchè tale

          proXXXXX non sia fonte di lucro (conto terzi a

          pagamento).
          mangiato pesante eh? :)Art. 68-bis1. Salvo quanto disposto in ordine alla responsabilità dei prestatori intermediari dalla normativa in materia di commercio elettronico, sono esentati dal diritto di riproduzione gli atti di riproduzione temporanea privi di rilievo economico proprio che sono transitori o acXXXXXri e parte integrante ed essenziale di un procedimento tecnologico, eseguiti all'unico scopo di consentire la trasmissione in rete tra terzi con l'intervento di un intermediario, o un utilizzo legittimo di un'opera o di altri materiali.Affatto, io parlo di ciò che conosco e tu ignori da ignorante, che da solo non sarebbe nulla se non avessi la pretesa di sapere...Art. 68-bis1. Salvo quanto disposto in ordine alla responsabilità dei prestatori intermediari dalla normativa in materia di commercio elettronico, sono esentati dal diritto di riproduzione gli atti di riproduzione temporanea privi di rilievo economico proprio che sono transitori o acXXXXXri e parte integrante ed essenziale di un procedimento tecnologico, eseguiti all'unico scopo di consentire la trasmissione in rete tra terzi con l'intervento di un intermediario, o un utilizzo legittimo di un'opera o di altri materiali.
          • bubba scrive:
            Re: ehm...
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: paoloap



            "Utilizzo e riproduzione in qualsiasi
            forma".



            Quando un articolo online viene letto,



            tecnicamente viene riprodotto nella cache
            del



            browser, ergo quando apro repubblica.it già



            commetto un reato?



            :)


            La memoria temporanea è compresa in un preciso


            articolo della 633/41 che esclude tutte quelle


            misure facenti parte di un proXXXXX


            tecnologico(come l'acquisizione), purchè tale


            proXXXXX non sia fonte di lucro (conto terzi a


            pagamento).

            mangiato pesante eh? :)
            Art. 68-bis

            1. Salvo quanto disposto in ordine allaso leggere e avevo GIA' replicatohttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3475229&m=3475984&is=0#p3475984:)
      • Gennarino B scrive:
        Re: ehm...
        quindi con questo post da "addetto ai lavori" ha appena confessato di essere un parlamentare in incognito che vive di milionate di soldi pubblici...bene d'ora in avanti (se ce ne fosse bisogno) i suoi post per me varranno come il 2 di picche
        • bubba scrive:
          Re: ehm...
          - Scritto da: Gennarino B
          quindi con questo post da "addetto ai lavori" ha
          appena confessato di essere un parlamentare in
          incognito che vive di milionate di soldi
          pubblici...bene d'ora in avanti (se ce ne fosse
          bisogno) i suoi post per me varranno come il 2 di
          picchee non diamogli troppa importanza su :) e' solo un mediocre "avvocato" delle major... quel art 68-bis fa parte di quella visione tesa a normare ogni singolo dettaglio della prop.intelletuale, peggio della burocrazia sovietica... il PROBLEMA e' che cosi' facendo si producono sempre piu norme oscure e contradditorie.. xche tutta "quella roba la'" e' stata pensata quando il grammofono era una novita' e il produttore era ben differente dal fruitore... e invece il progresso tecnologico CORRE e le toppe prodotte fanno piu danni che altro...pesco da un sito dedicato proprio al diritto d'autore e ai commenti sul 68bis:(...) In linea teorica, come già da altri accennato[29], la distinzione è chiara; ma in realtà, mancando di corporeità, ogni riproduzione può trasformarsi da atto acXXXXXrio a finale ed è utopistico pensare di distinguere la disciplina applicabile in base alla destinazione di ogni singolo atto.Un ultimo accenno merita il riferimento alla trasmissione. Il legislatore, in questo caso. ha dimostrato scarsa conoscenza delle modalità di funzionamento di una rete telematica come Internet. (ecc)Del resto basta pensarci... sta robba e' stata pensata immaginando l'utente che browsa e ficca la roba in cache. Ma ci sono altri comportamenti, che evidenziano tutte le contraddizioni... es la webcache di Bing ..
        • Basta Pirateria scrive:
          Re: ehm...
          - Scritto da: Gennarino B
          quindi con questo post da "addetto ai lavori" ha
          appena confessato di essere un parlamentare in
          incognito che vive di milionate di soldi
          pubblici...bene d'ora in avanti (se ce ne fosse
          bisogno) i suoi post per me varranno come il 2 di
          piccheCerto che siete proprio forti!Vi lamentate di una norma opprimente che vieterebbe persino la cache del browser. Qualcuno vi fa gentilmente notare che non è così, che la cache del browser è esente perchè "ci avevano pensato" e neanche così vi sta bene.Pare che vogliate solo trovare da discutere ragionando per partito preso, altro che!
          • bubba scrive:
            Re: ehm...
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: Gennarino B

            quindi con questo post da "addetto ai
            lavori"
            ha

            appena confessato di essere un parlamentare
            in

            incognito che vive di milionate di soldi

            pubblici...bene d'ora in avanti (se ce ne
            fosse

            bisogno) i suoi post per me varranno come il
            2
            di

            picche

            Certo che siete proprio forti!

            Vi lamentate di una norma opprimente che
            vieterebbe persino la cache del browser. Qualcuno
            vi fa gentilmente notare che non è così, che la
            cache del browser è esente perchè "ci avevano
            pensato" e neanche così vi sta
            bene.

            Pare che vogliate solo trovare da discutere
            ragionando per partito preso, altro
            che!arrivi tardi... e' gia stata "smontata" la questione art 68bis.. :)
    • Basta Pirateria scrive:
      Re: ehm...
      - Scritto da: paoloap
      "Utilizzo e riproduzione in qualsiasi forma".
      Quando un articolo online viene letto,
      tecnicamente viene riprodotto nella cache del
      browser, ergo quando apro repubblica.it già
      commetto un reato?
      :)Non viene "riprodotto" ma "copiato" nella cache.
      • mas scrive:
        Re: ehm...
        - Scritto da: Basta Pirateria
        Non viene "riprodotto" ma "copiato" nella cache.http://www.dizionario-online.net/sinonimi/riproduzione.html
  • iome scrive:
    PI fuorilegge?
    Se passa il testo Butti, PI diventa fuorilegge un secndo dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. FORZA BUTTI!
  • prova123 scrive:
    Non mi stupirei ...
    se domani dovessi leggere che il senatore Butti si è suicidato. Quando si hanno questi salti umorali e comportamentali così violenti e evidentemente sconclusionati sono i tipici campanelli di allarme da prendere in considerazione a partire dai 40 anni. E se non è suicidio formale anche ictus e/o infarto sono da considerarsi alla stessa stregua. Auguro al senatore Butti una pronta guarigione ricordando che la professionalità nell'affrontare certe argomentazioni si acquisisce con decine di anni di esperienza nel campo, e che non basta avere un cellulare per sentirsi tecnologici e competenti della materia. Cordiali saluti.
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Non mi stupirei ...

      se domani dovessi leggere che il senatore Butti
      si è suicidato.Perchè dovrebbe ... più probabile che sparisca per godersi il malloppo in santa pace ...
  • dont feed the troll/dovella scrive:
    Purtroppo Butti non è nuovo
    a proposte di legge per regolamentare la rete scritte male, non so se in buona o cattiva fede, dove l'unica cosa che appare evidente è che lui ignora completamente la rete che vorrebbe regolamentare (ovviamente in maniera restrittiva).Nel 2008 gli scrissi per mostrargli quanto una sua proposta di legge contro "la piaga della pedoXXXXXgrafia" non fosse solo liberticida, ma addirittura che fosse scritta proprio sintatticamente, semanticamente e giuridicamente male.Ebbe anche il coraggio di rispondermi, con una mail di insulti.E mi è gia andata bene che non mi minacciò.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Purtroppo Butti non è nuovo
      Dacci qualche dettaglio in più.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Purtroppo Butti non è nuovo
        - Scritto da: Sgabbio
        Dacci qualche dettaglio in più.Gia in passato pubblicai lo famoso scambio di mail con Butti (con tanto di mail istituzionale) e la redazione pensò bene di censurarmi, probabilmente per paura di ritorsioni.Cmq in rete credo si trovi ancora quel disegno di legge contro la "piaga della pedoXXXXXgrafia", credo che si chiamasse qualcosa come "Proposta di legge per il corretto uso delle reti informatiche". Dico già il nome è aberrante. E' roba del 2008.Ebbene era la solita accozzaglia di stupidaggini scritte da chi dimostra di non sapere di cosa sta parlando e gli feci notare che, al di là del fatto di concordare con il contenuto della sua proposta, questa era stata scritta male, elencandogli tra l'altro i punti dove proprio non diceva nulla di concreto o applicabile. Aggiunsi anche almeno una decina di link dove numerosi blogger e giornalisti sottolineavano questi errori, qualora non avesse voluto fidarsi di me.Mi rispose che io ero ignorante e superficiale e che non avevo letto bene.Fortunatamente la sua proposta delirante fu cestinata.
        • Thepassenge r scrive:
          Re: Purtroppo Butti non è nuovo
          Speriamo accada ancora e pure per la Fava che è molto peggio di questa.
          Fortunatamente la sua proposta delirante fu
          cestinata.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Purtroppo Butti non è nuovo
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          - Scritto da: Sgabbio

          Dacci qualche dettaglio in più.

          Gia in passato pubblicai lo famoso scambio di
          mail con Butti (con tanto di mail istituzionale)
          e la redazione pensò bene di censurarmi,
          probabilmente per paura di
          ritorsioni.

          Cmq in rete credo si trovi ancora quel disegno di
          legge contro la "piaga della pedoXXXXXgrafia",
          credo che si chiamasse qualcosa come "Proposta di
          legge per il corretto uso delle reti
          informatiche". Dico già il nome è aberrante. E'
          roba del
          2008.

          Ebbene era la solita accozzaglia di stupidaggini
          scritte da chi dimostra di non sapere di cosa sta
          parlando e gli feci notare che, al di là del
          fatto di concordare con il contenuto della sua
          proposta, questa era stata scritta male,
          elencandogli tra l'altro i punti dove proprio non
          diceva nulla di concreto o applicabile. Aggiunsi
          anche almeno una decina di link dove numerosi
          blogger e giornalisti sottolineavano questi
          errori, qualora non avesse voluto fidarsi di
          me.

          Mi rispose che io ero ignorante e superficiale e
          che non avevo letto
          bene.

          Fortunatamente la sua proposta delirante fu
          cestinata.Hai conservato tale mail ? Sarebbe illuminate leggerle.
          • Allibito scrive:
            Re: Purtroppo Butti non è nuovo
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Sgabbio


            Dacci qualche dettaglio in più.



            Gia in passato pubblicai lo famoso scambio di

            mail con Butti (con tanto di mail istituzionale)

            e la redazione pensò bene di censurarmi,

            probabilmente per paura di

            ritorsioni.



            Cmq in rete credo si trovi ancora quel disegno
            di

            legge contro la "piaga della pedoXXXXXgrafia",

            credo che si chiamasse qualcosa come "Proposta
            di

            legge per il corretto uso delle reti

            informatiche". Dico già il nome è aberrante. E'

            roba del

            2008.



            Ebbene era la solita accozzaglia di stupidaggini

            scritte da chi dimostra di non sapere di cosa
            sta

            parlando e gli feci notare che, al di là del

            fatto di concordare con il contenuto della sua

            proposta, questa era stata scritta male,

            elencandogli tra l'altro i punti dove proprio
            non

            diceva nulla di concreto o applicabile. Aggiunsi

            anche almeno una decina di link dove numerosi

            blogger e giornalisti sottolineavano questi

            errori, qualora non avesse voluto fidarsi di

            me.



            Mi rispose che io ero ignorante e superficiale e

            che non avevo letto

            bene.



            Fortunatamente la sua proposta delirante fu

            cestinata.

            Hai conservato tale mail ? Sarebbe illuminate
            leggerle.Soprattutto per chi è certo sia una panzana...una delle tante... come vedete è facile calunniare senza prove e senza fonti, ora dirà che una mail privata non si può pubblicare e quindi la colpa è della legge, non di infama senza prove.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Purtroppo Butti non è nuovo
            - Scritto da: Allibito
            Soprattutto per chi è certo sia una panzana...una
            delle tante... come vedete è facile calunniare
            senza prove e senza fonti, ora dirà che una mail
            privata non si può pubblicare e quindi la colpa è
            della legge, non di infama senza
            prove.Scusa, dicevo a te ? Prafavore, evita le tue panzanate da pirate haters, che qui il discorso è molto serio.
          • bubba scrive:
            Re: Purtroppo Butti non è nuovo
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Sgabbio

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: Sgabbio



            Dacci qualche dettaglio in più.(..)
            e


            che non avevo letto


            bene.





            Fortunatamente la sua proposta delirante fu


            cestinata.



            Hai conservato tale mail ? Sarebbe illuminate

            leggerle.
            Soprattutto per chi è certo sia una panzana...una
            delle tante... come vedete è facile calunniare
            senza prove e senza fonti, ora dirà che una mail
            privata non si può pubblicare e quindi la colpa è
            della legge, non di infama senza
            prove.e chi sei ,Ghedini? mica e' un tribunale questo. Ne ci piace la strategia azzeccagarbugliesca e dilatoria atta a trascinare i discorsi altrove o i "colpevoli" fuori dalla "condanna". Ci sono gruppi in parlamento che, ciclicamente, ammaestrati o di propria sponte, portano norme per potenziare l'enforcement del copyright (gente che poi e' spesso in conflitto di interessi tra l'altro)... NON e' che ogni volta dobbiamo "ri-valutare" tutta la catena, chiedendoci se e' una svista temporanea o blabla. Lo "condanniamo" e basta, per il trend che abbiamo gia' visto svilupparsi in anni e anni, dal proponente o dal suo gruppo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Purtroppo Butti non è nuovo
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Sgabbio

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: Sgabbio



            Dacci qualche dettaglio in più.





            Gia in passato pubblicai lo famoso scambio di


            mail con Butti (con tanto di mail
            istituzionale)


            e la redazione pensò bene di censurarmi,


            probabilmente per paura di


            ritorsioni.





            Cmq in rete credo si trovi ancora quel disegno

            di


            legge contro la "piaga della pedoXXXXXgrafia",


            credo che si chiamasse qualcosa come "Proposta

            di


            legge per il corretto uso delle reti


            informatiche". Dico già il nome è aberrante.
            E'


            roba del


            2008.





            Ebbene era la solita accozzaglia di
            stupidaggini


            scritte da chi dimostra di non sapere di cosa

            sta


            parlando e gli feci notare che, al di là del


            fatto di concordare con il contenuto della sua


            proposta, questa era stata scritta male,


            elencandogli tra l'altro i punti dove proprio

            non


            diceva nulla di concreto o applicabile.
            Aggiunsi


            anche almeno una decina di link dove numerosi


            blogger e giornalisti sottolineavano questi


            errori, qualora non avesse voluto fidarsi di


            me.





            Mi rispose che io ero ignorante e
            superficiale
            e


            che non avevo letto


            bene.





            Fortunatamente la sua proposta delirante fu


            cestinata.



            Hai conservato tale mail ? Sarebbe illuminate

            leggerle.
            Soprattutto per chi è certo sia una panzana...una
            delle tante... come vedete è facile calunniare
            senza prove e senza fonti, ora dirà che una mail
            privata non si può pubblicare e quindi la colpa è
            della legge, non di infama senza
            prove.Il testo della proposta di legge è pubblico, come sono ancora pubbliche tutte le proteste e le contestazioni pubblicate in merito.La mail di insulti non la pubblico, ma la conservo gelosamente a futura memoria.Non capisco da dove ti venga tutta la tua sicumera e d'altronde non capisco quale infamia sarebbe dire che un tizio mi ha insultato.Supponiamo per assurdo che non mi abbia insultato ed è tutta una invenzione, questo renderebbe migliore quel (o questo) disegno di legge?Il problema non è se Butti mi abbia insultato o meno, il problema, se c'è, sono le sue proposte di legge.Butti, d'altronde, ha facoltà di insultarmi come e quanto gli pare qualora ne avesse voglia.Tu d'altronde, hai mai letto quel disegno di legge? E questo, lo hai letto?O, dietro il bancone della tua videoteca, ti basta leggere che c'è una legge a "favore" del diritto di autore per essere automaticamente d'accordo?ps.Non so se sia legale o meno pubblicare mail private e nel dubbio mi astengo. Tu mi pare, invece, che ne sappia + di me. In tal caso perchè cerchi di indurmi a commettere un reato?
        • iome scrive:
          Re: Purtroppo Butti non è nuovo
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          - Scritto da: Sgabbio

          Dacci qualche dettaglio in più.

          Gia in passato pubblicai lo famoso scambio di
          mail con Butti (con tanto di mail istituzionale)
          e la redazione pensò bene di censurarmi,
          probabilmente per paura di
          ritorsioni.anche tu, pubblicare su un portale gestito da eunuchi... te lo dovevi aspettare di essere censurato.
          • bubba scrive:
            Re: Purtroppo Butti non è nuovo
            - Scritto da: iome
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Sgabbio


            Dacci qualche dettaglio in più.



            Gia in passato pubblicai lo famoso scambio di

            mail con Butti (con tanto di mail istituzionale)

            e la redazione pensò bene di censurarmi,

            probabilmente per paura di

            ritorsioni.

            anche tu, pubblicare su un portale gestito da
            eunuchi... te lo dovevi aspettare di essere
            censurato.cmq ci vuol poco a trovare cosa ne pensava la gente su internet di quell'altra boiata di Butti (anch'essa proposta e finita in un cassetto)... basta cercare "664 corretta utilizzazione internet minori"Tra l'altro noto che Butti, as usual, normando su roba afferente la proprieta' intellettuale si trova in conflitto di interessi , visto che mi risulta amministratore di una concessionaria/produttrice di pubblicita' (la media nord srl) ... mai che si becchi gente che ha un allevamento ittico, che faccia il metalmeccanico o costruisca posate :P
  • iome scrive:
    Scorza, almeno Lei!
    eviti, eviti la PREGO, i "vorrebbe" e i "sembrerebbe".
    • Ubuntu scrive:
      Re: Scorza, almeno Lei!
      - Scritto da: iome
      eviti, eviti la PREGO, i "vorrebbe" e i
      "sembrerebbe".Ma tu ce l'hai proprio a morte con PI. Perche' non vai a postare da un'altra parte? :D
      • iome scrive:
        Re: Scorza, almeno Lei!
        - Scritto da: Ubuntu
        - Scritto da: iome

        eviti, eviti la PREGO, i "vorrebbe" e i

        "sembrerebbe".

        Ma tu ce l'hai proprio a morte con PI. Perche'
        non vai a postare da un'altra parte?
        :Dnelle favole evangeliche, gesucrsto si accompagnava a mignotte e farabutti, mi pare.
        • Ubuntu scrive:
          Re: Scorza, almeno Lei!
          - Scritto da: iome
          - Scritto da: Ubuntu

          - Scritto da: iome


          eviti, eviti la PREGO, i "vorrebbe" e i


          "sembrerebbe".



          Ma tu ce l'hai proprio a morte con PI. Perche'

          non vai a postare da un'altra parte?

          :D

          nelle favole evangeliche, gesucrsto si
          accompagnava a mignotte e farabutti, mi
          pare.Appunto!!! (rotfl)
  • ThEnOra scrive:
    DMCA
    Guido, ma un DMCA all'italiana la possiamo fare?
    • Sgabbio scrive:
      Re: DMCA
      Io ho i miei dubbi....
    • Talking Head scrive:
      Re: DMCA
      - Scritto da: ThEnOra
      Guido, ma un DMCA all'italiana la possiamo fare?Premettendo che il DMCA è anni luce da questa follia (oltre che applicata a casi diversi), la legge EU sul copyright è praticamente identica al DMCA, se non in peggio, quindi in quella direzione si andrà, volenti o nolenti.La speranza è di tirare ancora per un po' il can per l'aia fin quando non vi sarà un cambiamento democratico nella struttura governativa europea.
  • esprit scrive:
    Censura
    Avviso che PI ha censurato un mio commento che era del tutto innocuo. A meno che PI sia di matrice cattolico integralista e non permetta a uno che si chiama Butti di avere dei figli.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Censura
      - Scritto da: esprit
      Avviso che PI ha censurato un mio commento che
      era del tutto innocuo.

      A meno che PI sia di matrice cattolico
      integralista e non permetta a uno che si chiama
      Butti di avere dei
      figli.Pi censura perche è pavida.
  • ThEnOra scrive:
    Blogger e pubblicità
    A che serve quando esistono spazi completamente gratuiti per il blogger?
    • Sgabbio scrive:
      Re: Blogger e pubblicità
      - Scritto da: ThEnOra
      A che serve quando esistono spazi completamente
      gratuiti per il
      blogger?Forse perchè certi spazi sono "limitati" tecnicamente o non danno certe personalizzazioni.Faccio comunque presente che pure blogger e wordpress.com permettono di mettere i banner di google anche per pagarti alcune spese, sopratutto se fai un blog "d'informazione" :DSu wordpress.com, il servizio e gratuito, ma certe funzionalità le devi pagare a parte al mese.
      • ThEnOra scrive:
        Re: Blogger e pubblicità
        Spese di che genere?
        • Talking Head scrive:
          Re: Blogger e pubblicità
          Corrente e banda internet, aggiornamento di software grafici e editoriali, spese varie che dipendono dal tipo di informazione che si riporta.Molti blog mischiano raccolta e indicizzazione con attività di inchiesta personale, alternano articoli propri a raccolte di link interessanti. Questo avviene in tutto il mondo, i principali blog economici (The Conscience of a Liberal, Marginal Revolution, Felix Salmon) hanno strutture simili. I principali blog tecnologici. I principali blog d'attualità.Mentre per mettere un link ragionevolmente non ho bisogno di fondi, per fare altro sì. Se vado a intervistare un uomo d'affari, metto pubblicità sul blog e mi ripago la benzina. Se questa attività mi impedisce di riportare un link sullo stesso articolo o su un altro (!), non è vergognoso: è assurdo. E' fuori dal mondo. Non dovrebbe neanche essere commentato, come una richiesta di abolire le automobili o vietare le gonne sopra il ginocchio, il delirio di un pazzo rimasto al secolo scorso.Più generalmente è assurdo anche se lo faccio a scopo di lucro, se offro un servizio diverso dal giornale stesso e se rientra nel fair use (link, abastract). Mentre ricostruire un'indicizzazione completa di un giornale può essere concepita (da qualcuno molto favorevole ad una interpretazione stretta del diritto d'autore, ma comunque sano di mente) come proprietà intellettuale, il link a singole notizie o un loro riassunto non ha davvero alcun senso sia regolamentato.La rete di collegamenti che mi permette di verificare la fonte di una notizia andando all'articolo originale dovrebbe essere esclusivamente incoraggiata.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            - Scritto da: Talking Head
            Corrente e banda internet, aggiornamento di
            software grafici e editoriali, spese varie che
            dipendono dal tipo di informazione che si
            riporta.Passi Internet e la corrente, ma i sw? Daiiii :DCmq senza cambiare discorso, non riesco a conciliare l'idea che una persona abbia bisogno di così tante risorse da doversi auto-finanziare attraverso il suo "passatempo/hobby/missione".A scanso di equivoci, non sto difendendo nessuno, in questo momento.Sto cercando di capire.
          • Talking Head scrive:
            Re: Blogger e pubblicità

            Sto cercando di capire.No. Non ci credo da un po' che tu stia tentando di capire. Non insinuo tu sia al soldo dell'industria: credo semplicemente che tu abbia un tipico caso di ostilità alla dissonanza cognitiva, come tutti gli esseri umani. In alcuni casi si supera, e si accetta che esistono cretini anche tra quelli che la pensano come noi su alcuni punti. Ve ne sono tanti qui che scrivono giudizi informati, da una parte e dall'altra, o quantomeno evitano di commentare quando il caso lo richiede. In altri casi si diventa fanboy, e si giudica una notizia solo in funzione del proprio pregiudizio. Ti ho classificato da tempo nella seconda categoria.Non potrei altrimenti capire come si possa non vedere che io possa avere un blog di tecnologia con dei costi e voglia, sullo stesso blog (orrore!), linkare saltuariamente le notizie particolari legate al mondo della tecnologia.Due amici hanno creato un videogioco multiplayer gratuito, con server e banda pagati da loro tramite dei banner sulla wiki del gioco. Sullo stesso sito, vogliono linkare un articolo di un giornale che parla del loro gioco. Non possono senza chiedere il permesso al giornale, magari straniero, che non capirà mai il senso della richiesta. Immagino la risposta tipo "Scrivete dalla Nord Corea?"Due amici si occupano di controllo delle attività del municipio, se mettono un banner sul loro sito per pagarsi la benzina e il parcometro durante i giri che fanno per fotografare i progressi dei lavori è un'attività lucrativa. Se vogliono dimostrare come un articolo scritto nel settimanale del municipio (controllato dal municipio stesso) sia falso, non possono mettere un link al quotidiano del municipio. Se tale giornale non gli da il permesso di link? Ovviamente ferma restando la parte che ti ostini a non citare del mio post: il problema non è legato ai blog amatoriali, quello è solo il caso più assurdo. Anche per i siti a fini di lucro, l'uso fair (link, abstract) è non solo chiaramente da permettere liberamente ma assolutamente da incoraggiare. Se sul mio sito di informazione cinematografica, che mantengo per campare, dopo un lungo commento voglio linkare i rispettivi commenti di Repubblica e Corriere della Sera, con la traduzione in stelle del loro commento per facile visualizzazione, il totale è chiaramente un miglioramento dell'informazione. Se scrivo un blog di informazione politica, che mantengo per campare, citare i giornali e gli articoli di approfondimento è la base del lavoro. I motivi per cui questo non è sempre gradito ai giornali è il tentativo di integrazione verticale del monopolio dell'informazione, un noto fallimento del mercato libero la cui difesa dovrebbe essere uno dei pochi compiti dello stato. Se avessimo una destra liberista, invece che corporativa, potremmo sperarci.Il fair use è doveroso e non può essere ristretto. Il riassunto di un'opera, la citazione di ampi passi e la citazione su dove trovare l'originale (link) sono la base della costruzione del pensiero occidentale. E' come vengono organizzati gli articoli accademici, è come viene organizzata l'informazione in ogni parte del mondo. Che si debba chiedere il permesso ogni volta, è fuori dal mondo.Non posso credere che tu stia provando a capire ma non ci riesca: è talmente connaturato nella cultura occidentale che l'alternativa evoca immediatamente alla mente regimi totalitari.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            - Scritto da: Talking Head

            Sto cercando di capire.

            No. Non ci credo da un po' che tu stia tentando
            di capire. Non insinuo tu sia al soldo
            dell'industria: credo semplicemente che tu abbia
            un tipico caso di ostilità alla dissonanza
            cognitiva, come tutti gli esseri umani. In alcuni
            casi si supera, e si accetta che esistono cretini
            anche tra quelli che la pensano come noi su
            alcuni punti. Ve ne sono tanti qui che scrivono
            giudizi informati, da una parte e dall'altra, o
            quantomeno evitano di commentare quando il caso
            lo richiede. In altri casi si diventa fanboy, e
            si giudica una notizia solo in funzione del
            proprio pregiudizio. Ti ho classificato da tempo
            nella seconda
            categoria.

            Non potrei altrimenti capire come si possa non
            vedere che io possa avere un blog di tecnologia
            con dei costi e voglia, sullo stesso blog
            (orrore!), linkare saltuariamente le notizie
            particolari legate al mondo della
            tecnologia.

            Due amici hanno creato un videogioco multiplayer
            gratuito, con server e banda pagati da loro
            tramite dei banner sulla wiki del gioco. Sullo
            stesso sito, vogliono linkare un articolo di un
            giornale che parla del loro gioco. Non possono
            senza chiedere il permesso al giornale, magari
            straniero, che non capirà mai il senso della
            richiesta. Immagino la risposta tipo "Scrivete
            dalla Nord
            Corea?"

            Due amici si occupano di controllo delle attività
            del municipio, se mettono un banner sul loro sito
            per pagarsi la benzina e il parcometro durante i
            giri che fanno per fotografare i progressi dei
            lavori è un'attività lucrativa. Se vogliono
            dimostrare come un articolo scritto nel
            settimanale del municipio (controllato dal
            municipio stesso) sia falso, non possono mettere
            un link al quotidiano del municipio. Se tale
            giornale non gli da il permesso di link?


            Ovviamente ferma restando la parte che ti ostini
            a non citare del mio post: il problema non è
            legato ai blog amatoriali, quello è solo il caso
            più assurdo. Anche per i siti a fini di lucro,
            l'uso fair (link, abstract) è non solo
            chiaramente da permettere liberamente ma
            assolutamente da incoraggiare. Se sul mio sito di
            informazione cinematografica, che mantengo per
            campare, dopo un lungo commento voglio linkare i
            rispettivi commenti di Repubblica e Corriere
            della Sera, con la traduzione in stelle del loro
            commento per facile visualizzazione, il totale è
            chiaramente un miglioramento dell'informazione.
            Se scrivo un blog di informazione politica, che
            mantengo per campare, citare i giornali e gli
            articoli di approfondimento è la base del lavoro.
            I motivi per cui questo non è sempre gradito ai
            giornali è il tentativo di integrazione verticale
            del monopolio dell'informazione, un noto
            fallimento del mercato libero la cui difesa
            dovrebbe essere uno dei pochi compiti dello
            stato. Se avessimo una destra liberista, invece
            che corporativa, potremmo
            sperarci.

            Il fair use è doveroso e non può essere
            ristretto. Il riassunto di un'opera, la citazione
            di ampi passi e la citazione su dove trovare
            l'originale (link) sono la base della costruzione
            del pensiero occidentale. E' come vengono
            organizzati gli articoli accademici, è come viene
            organizzata l'informazione in ogni parte del
            mondo. Che si debba chiedere il permesso ogni
            volta, è fuori dal
            mondo.

            Non posso credere che tu stia provando a capire
            ma non ci riesca: è talmente connaturato nella
            cultura occidentale che l'alternativa evoca
            immediatamente alla mente regimi
            totalitari.pirate haters...A parte questo, credo volesse sapere quale spese potrebbe affrontare un blog che non usa hosting a pagamento...io avevo risposto con l'esempio di wordpress.com.
          • Gennarino B scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            Ottimo post..non sperare di ricevere una risposta da una capra di tali fattezze però
          • ThEnOra scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            - Scritto da: Talking Head

            Sto cercando di capire.

            No. Non ci credo da un po' che tu stia tentando
            di capire. Vebbe, se lo dici tu... credi a quello che vuoi.
            Non insinuo tu sia al soldo
            dell'industria: credo semplicemente che tu abbia
            un tipico caso di ostilità alla dissonanza
            cognitiva, come tutti gli esseri umani.E tu che sei? Chi sei? Quanta arronganza!
            In alcuni
            casi si supera, e si accetta che esistono cretini
            anche tra quelli che la pensano come noi su
            alcuni punti. Ve ne sono tanti qui che scrivono
            giudizi informati, da una parte e dall'altra, o
            quantomeno evitano di commentare quando il caso
            lo richiede. In altri casi si diventa fanboy, e
            si giudica una notizia solo in funzione del
            proprio pregiudizio. Ti ho classificato da tempo
            nella seconda
            categoria.Invece tu rientri nella prima, ovvio...
            Non potrei altrimenti capire come si possa non
            vedere che io possa avere un blog di tecnologia
            con dei costi e voglia, sullo stesso blog
            (orrore!), linkare saltuariamente le notizie
            particolari legate al mondo della
            tecnologia.Se i blog non li frequenti, come puoi giungere a questa conclusione?
            Ovviamente ferma restando la parte che ti ostini
            a non citare del mio post: il problema non è
            legato ai blog amatoriali, quello è solo il caso
            più assurdo. Anche per i siti a fini di lucro,
            l'uso fair (link, abstract) è non solo
            chiaramente da permettere liberamente ma
            assolutamente da incoraggiare. Ma ho mai parlato di linking (relativamente all'articolo e alla proposta di Butti)? Cioè, se vuoi che mi presti come punchi-ball, lo posso pure fare, se ciò ti fa star meglio.
            Se sul mio sito di
            informazione cinematografica, che mantengo per
            campare, dopo un lungo commento voglio linkare i
            rispettivi commenti di Repubblica e Corriere
            della Sera, con la traduzione in stelle del loro
            commento per facile visualizzazione, il totale è
            chiaramente un miglioramento dell'informazione.
            Se scrivo un blog di informazione politica, che
            mantengo per campare, citare i giornali e gli
            articoli di approfondimento è la base del lavoro.
            I motivi per cui questo non è sempre gradito ai
            giornali è il tentativo di integrazione verticale
            del monopolio dell'informazione, un noto
            fallimento del mercato libero la cui difesa
            dovrebbe essere uno dei pochi compiti dello
            stato. Se avessimo una destra liberista, invece
            che corporativa, potremmo
            sperarci.Dunque, a me premeva arrivare a questo punto. Ossia confermi, come ho sempre sostenuto, ma che altri qui hanno sostenuto il contrario, che attraverso la creazione di blog/siti è possibile campare.
            Il fair use è doveroso e non può essere
            ristretto.Mai detto il contrario. In Italia saprai benissimo che non esiste il fair use ma gli art. 65 e 70 LDA portano ad ottenere un simile risultato.
            Che si debba chiedere il permesso ogni
            volta, è fuori dal
            mondo.Concordo.
            Non posso credere che tu stia provando a capire
            ma non ci riesca: è talmente connaturato nella
            cultura occidentale che l'alternativa evoca
            immediatamente alla mente regimi
            totalitari.Io sono giunto alla conclusione che tu non capisci, oppure non t'interessa, cosa una persona scrive.Il mio voler capire non riguardava il linking e/o l'impatto che l'eventuale proposta di Butti potesse avere (poi te lo vengo a chiedere a te, IO?): come detto sopra, volevo capire la necessità di avere pubblicità su di un blog, e tu mi hai risposto.
          • Talking Head scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            - Scritto da: ThEnOra
            E tu che sei? Chi sei? Quanta arronganza!
            ...
            Invece tu rientri nella prima, ovvio...Sono un essere umano, e non so in quale categoria rientro. E non ho mai scritto il contrario. Essendo un bias cognitivo noto nella letteratura, so di non potere giudicare me stesso.Essendo un essere umano, giudico invece gli altri come è naturale. I nick su internet sono fumosi, catalogarli è naturale. Visto che scrivi spesso, ti catalogo. Altri catalogheranno me, ovviamente, come è normale che sia. Mi sembrava ragionevole dirti che, nel caso tu notassi un cambio d'atteggiamento nei tuoi confronti, questo è derivato dall'averti catalogato come una persona che si identifica nell'ideologia e non viene per dibattere ma per convincere. Per intendersi, uno che mette una (C) come avatar.
            Dunque, a me premeva arrivare a questo punto.
            Ossia confermi, come ho sempre sostenuto, ma che
            altri qui hanno sostenuto il contrario, che
            attraverso la creazione di blog/siti è possibile
            campare.Qualcuno sostiene che attraverso la creazione di siti internet di sucXXXXX è impossibile campare? Sarebbe davvero strano in un mondo in cui un sito internet viene venduto per decine, centinaia di migliaia, milioni, miliardi di dollari. Ovviamente la percentuale di siti internet che possono offrire un guadagno tale da sopravvivere è eccezionalmente bassa rispetto al totale.Nella stragrande maggioranza dei casi, servono a coprire piccole spese.D'altronde il conto è presto fatto. Con un RPM elevatissimo di 5$, servono 200k visite uniche al messe per guadagnare 1000$ al mese. In Italia credo che Blog così grandi gestiti da una sola persona non esistano. Persone che conosco che investono gran parte del loro tempo sul blog hanno 15-20k visite al mese, con RPM molto più bassi. I 50$ al mese guadagnati non coprono assolutamente le loro spese.
            come detto sopra, volevo capire la
            necessità di avere pubblicità su di un blog, e tu
            mi hai
            risposto.Volevi sapere che la pubblicità su di un blog serve per guadagnare soldi? Qual'era la tua possibilità alternativa? Per fare bello il sito? Sì, le pubblcità servono per guadagnare soldi che, nella gran maggioranza dei casi, non ricoprono le spese per il sito mentre, in casi straordinari, permettono di guadagnare qualcosa. Era questo che volevi sapere? Bene, ora anche tu sai l'ovvio.E ti offendi pure se qualcuno non crede che tu sia qui a discutere, bah.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            - Scritto da: Talking Head

            Sono un essere umano, e non so in quale categoria
            rientro. E non ho mai scritto il contrario.
            Essendo un bias cognitivo noto nella letteratura,
            so di non potere giudicare me
            stesso.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Mi sembrava ragionevole dirti che, nel caso tu
            notassi un cambio d'atteggiamento nei tuoi
            confronti, questo è derivato dall'averti
            catalogato come una persona che si identifica
            nell'ideologia e non viene per dibattere ma per
            convincere. Per intendersi, uno che mette una (C)
            come
            avatar.Corretto, quando parli di ideologia perchè difatti io credo nel valore proprietà intellettuale e industriale come elemento essenziale della nostra società, di oggi e del domani.Detto ciò mi preme sottolineare che io stesso riconosco gli aspetti anacronistici della vigente legislazione in materia di diritto d'autore e marchi/brevetti, ma da osservatore ho potuto notare che anziché criticare e cercare di modificare ciò che non va semplicemente si cerca di annullarle! Ma la cosa che più mi fa imbestialire è che ciò viene fatto, puntalmente, invocando la libertà d'espressione, d'informazione e quant'altro, a sproposito, senza un minimo d'approfondimento, con molta ipocrisia e populismo! Se credi veramente che venga a scrive su PI per "convincere", o non hai letto cosa scrivo (perchè sicuramente scemo non sei) oppure sei un dick head :D

            Dunque, a me premeva arrivare a questo punto.

            Ossia confermi, come ho sempre sostenuto, ma
            che

            altri qui hanno sostenuto il contrario, che

            attraverso la creazione di blog/siti è
            possibile

            campare.

            Sì, le pubblcità servono per guadagnare soldi
            che, nella gran maggioranza dei casi, non
            ricoprono le spese per il sito mentre, in casi
            straordinari, permettono di guadagnare qualcosa.
            Era questo che volevi sapere? Bene, ora anche tu
            sai
            l'ovvio.Riferito ai siti, già lo sapevo.Per esempio, il recente sito chiuso Scaricolibero sai a che ranking Alexa stava? Meno di 400. Fatti due conti.In realtà la mia domanda era più specifica e riguardava i blog.Secondo la tua risposta vi sono 4 conclusioni:1. Blog S.r.l. --
            questo guadanga, eccome2. Blog ditta individuale --
            copertura costi e si campa3. Blog amatoriale --
            copertura costi o in perdita4. Blog amatoriale amatoriale --
            non hanno costiHo capito bene?A questo punto, cambiando discorso, come deve essere "sfruttato" il materiale (C) nei 4 casi?
            E ti offendi pure se qualcuno non crede che tu
            sia qui a discutere,
            bah.Parliamone... se no non ti risponderei.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3467094&m=3468429#p3468429
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            - Scritto da: ThEnOra

            Corretto, quando parli di ideologia perchè
            difatti io credo nel valore proprietà
            intellettuale e industriale come elemento
            essenziale della nostra società, di oggi e del
            domani.Alla faccia dell'ideologia.Credevo che ci fossero cose + importanti da vivere ideologicamente, piuttosto che gli introiti di qualche magnate di hollywood, ma tant'è.Ad ognuno il suo.
            Detto ciò mi preme sottolineare che io stesso
            riconosco gli aspetti anacronistici della vigente
            legislazione in materia di diritto d'autore e
            marchi/brevetti, ma da osservatore ho potuto
            notare che anziché criticare e cercare di
            modificare ciò che non va semplicemente si cerca
            di annullarle! Ma la cosa che più mi fa
            imbestialire è che ciò viene fatto, puntalmente,
            invocando la libertà d'espressione,
            d'informazione e quant'altro, a sproposito, senza
            un minimo d'approfondimento, con molta ipocrisia
            e populismo!
            L'ipocrisia è il populismo mi pare che ci sia da entrambe le parti, soprattutto se pensiamo ai soliti noti che vengono qui a farci il pippotto su legge e legalità quando invece stanno a pensare se riescono a racimolare qualche euro in + con la loro attività (che va male indipendentemente dalla pirateria).E poi piantiamola con questa storia del "discutiamo e cambiamo la legge". Suvvia siamo seri, sono anni che si discute e mi pare che il risultato sia evidente, leggi sempre + aggressive e liberticide a tutela dell'obsoleto copyright. lo stanno gia riformando, ma in peggio. Di fronte a questa "democrazia" sub judice al capitale, in maniera sempre + spregiudicata, la gente che può fare?Resiste e fa quello che fa nell'assoluta convinzione di non stare ad ammazzare nessuno se ascolta una canzone e vede un film.Qualcun altro poi, supporta questa necessità di contenuti a prezzi bassi o nulli (con costi copertti dalla pubblicità o in altre forme), facendo un illecito lucro. Ma qui il punto non è se Kim dotcom va in galera dopo aver fatto i miliardi, qui il problema che si vuole criminalizzare un comportamento sociale a livello mondiale, rovinando la vita a qualche "mamma americana" o a qualche ragazzo con la passione delle serie tv americane in anteprima, in nome non abbiamo ancora capito bene di cosa.Ma vadano pure in galera i dotcom e compagnia cantante, se sono proprio loro i mostri da abbattere, purchè per farlo non si diminuisca la libertà e non si traghetti sempre di + la cittadinanza verso la schiavitù.Basta leggere un qualsiasi forum o chat, compreso questo. Ormai non si può discutere di nulla senza che chi non è d'accordo non minacci di querela o ritorsioni legali qualcun altro. Siamo alla delazione all'autorità di stampo nemmeno + fascista, ma stalinista. Quando introdurremo nuove norme a tutela del portafoglio dei pochi, in nome di un principio di legalità, dove andremo a finire?Sarà la rete ancora libera di mettere in contatto la gente, informandola ed arricchendola con il confronto di idee ed opinioni diverse come stiamo facendo adesso?A te pare demagogia e populismo, a me pare solo che qualcuno stia facendo la cassandra mentre qualcun altro minimizza o per superficialità o per tornaconto personale.Ma senza farsi trascinare dalla paranoia, secondo te, è meglio mostrare tolleranza zero verso "ladri" come li chiamate voi, mettendo in pericolo anche remotamente la libertà di tutti, o è meglio per ecXXXXX di cautela tollerare qualche scaricamento e puntare a una nuova era di circolazione libera di idee e di contenuti, illudendosi magari di rendere questo mondo migliore?Io non ho 50 anni, ma non sono nemmeno un ragazzino ma preferisco ancora illudermi che l'umanità possa evolvere dalla restrittiva tutela degli interessi di qualcuno.La cosa tragica, tornando con i piedi per terra, è che qua non decidiamo nè io nè tu.Nemmeno panda rossa, e fortunatamente nemmeno i videotechini infiltrati.Qua stanno decidendo alle nostre spalle e per tenerci buoni a voi vi dicono che vi converrà,e a noi altri dicono "zitti voi ladri, che se protestate ancora vi sbattiamo in carcere".E' una fregatura per me, ma stai tranquillo che lo è pure per te.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            Ti avevo risposto ma PI mi ha censurato... addirittura con tre avvisi di moderazione, nello stesso momento!Vabbe, ci risentiremo.
          • krane scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            - Scritto da: ThEnOra
            Ti avevo risposto ma PI mi ha censurato...
            addirittura con tre avvisi di moderazione, nello
            stesso momento!Niente di insolito...
            Vabbe, ci risentiremo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            - Scritto da: ThEnOra
            Ti avevo risposto ma PI mi ha censurato...
            addirittura con tre avvisi di moderazione, nello
            stesso
            momento!

            Vabbe, ci risentiremo.Ma non censurano allibito che mi insulta.Chissà perchè...misteri del T-1000
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Blogger e pubblicità
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Talking Head

            Corrente e banda internet, aggiornamento di

            software grafici e editoriali, spese varie
            che

            dipendono dal tipo di informazione che si

            riporta.

            Passi Internet e la corrente, ma i sw? Daiiii :D

            Cmq senza cambiare discorso, non riesco a
            conciliare l'idea che una persona abbia bisogno
            di così tante risorse da doversi auto-finanziare
            attraverso il suo
            "passatempo/hobby/missione".

            A scanso di equivoci, non sto difendendo nessuno,
            in questo
            momento.
            Sto cercando di capire.La risposta è dentro di te. Se non la trovi significa che non hai cercato abbastanza! Consiglio un approccio al metodo "maieutico", in moda da trovare le risposte che cerchi!
  • Sgabbio scrive:
    finalmente!
    Dopo GIORNI DI RITARDO e apparsta la notizia, ovviamente grazie allo stesso che l'aveva data in altre sedi, perchè se aspettavano la redazione di punto informatico, ci mettevanno 5 mesi prima di leggerla.Quando sentiremo parlare di FAVA che ci riprova ?
    • esprit scrive:
      Re: finalmente!
      Ci ha gia' riprovato, inserendo un codicillo nel decreto semplificazioni.Non riesco a trovare la notizia ma era su FQ di qualche giorno fa
      • Marietto scrive:
        Re: finalmente!
        - Scritto da: esprit
        Ci ha gia' riprovato, inserendo un codicillo nel
        decreto
        semplificazioni.
        Non riesco a trovare la notizia ma era su FQ di
        qualche giorno
        faEcco qui il link: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/04/furbetti-ammazza-internet-fava-riprova
      • Sgabbio scrive:
        Re: finalmente!
        Mi sono spiegato male: Lo so che ci ha già riprovato, il problema è che oltre Scorza, nessuno ne ha parlato :D
    • Thepassenge r scrive:
      Re: finalmente!
      Ma possono fare questo e inserirlo dove gli pare nonostante il parlamento lo abbia già respinto una volta?Se è illegale dvorebbero essere presi provvedimenti disciplinari ed essere rimosso dalla sua carica?Nessuno fa controlli contro questi abusi di potere?- Scritto da: Sgabbio
      Dopo GIORNI DI RITARDO e apparsta la notizia,
      ovviamente grazie allo stesso che l'aveva data in
      altre sedi, perchè se aspettavano la redazione di
      punto informatico, ci mettevanno 5 mesi prima di
      leggerla.

      Quando sentiremo parlare di FAVA che ci riprova ?
  • Fetente scrive:
    Ma si Butti...
    ... dal ponte...
  • esprit scrive:
    Avrà un figlio?
    Questo genio avrà un figlio? Il famoso figlio di butti
Chiudi i commenti