Microsoft: ora Xbox è sana

Da Redmond arrivano rassicurazioni sullo stato di salute della console. Che se pure si dovesse rompere, dicono, ora tornerà riparata e migliorata tra le mani del suo proprietario a tempi di record
Da Redmond arrivano rassicurazioni sullo stato di salute della console. Che se pure si dovesse rompere, dicono, ora tornerà riparata e migliorata tra le mani del suo proprietario a tempi di record

“Il peggio è passato”, e Aaron Greenberg vale a dire l’ Xbox Live Group manager , tira un sospiro di sollievo chiacchierando con il magazine Edge sui retroscena del periodo post-apocalisse, quando il tristemente noto fenomeno dei Red Ring of Death si è placato passando dall’ epidemia a una situazione più tranquilla di contenimento del problema.

La console Microsoft non si guasta più come in passato, e oltre al piano di garanzia straordinario costato 1,1 miliardi di dollari, a Redmond ci hanno messo il progresso tecnologico e tutto l’impegno possibile nel comparto riparazioni, con risultati definiti tangibili.

“Abbiamo migliorato il processo di riparazione” dice Greenberg senza specificare particolari più precisi, lamentando vincoli legali in merito. Ora le Xbox 360 vengono riparate più velocemente, e ci sono buone possibilità che le macchine in garanzia vengano aggiornate all’ultima tecnologia disponibile. Greenberg si riferisce evidentemente a “Jasper”, nome in codice dell’ ultima revisione hardware della console che impiega una GPU prodotta con processo a 65 nanometri, maggior efficienza energetica e nessun problema da RRoD.

Riguardo gli “aggiornamenti” di cui parla l’executive sulle console in riparazione, è possibile a questo punto ipotizzare che l’utente vittima di un RRoD potrebbe trovarsi con una sorta di ibrido tra Jasper e “Falcon”, la precedente generazione di console con GPU a 90 nanometri piagata dal suddetto fenomeno epidemico di morti per malfunzionamenti di tipo “general hardware failure”, ovverosia i tre mefitici anellini rossi attorno al pulsante di accensione, noti come RRoD.

Grazie alla commercializzazione di Jasper, e al raffinamento delle tecniche di riparazione, non si dovrebbe più assistere a casi eclatanti come quello di un utente passato per quattro diverse riparazioni in successione .

E nel futuro immediato di Xbox 360 potrebbe rientrare anche la tecnologia della start-up israeliana 3DV Systems , società che Microsoft avrebbe intenzione di acquistare per 35 milioni di dollari e che sviluppa un sistema di controllo gestuale basato su cam: dopo l’incredibile exploit di Nintendo Wii, la corsa dei grandi player di settore verso meccanismi di interazione avanzati si mette inesorabilmente in moto.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 02 2009
Link copiato negli appunti