Microsoft save the Queen!

Dopo due anni di onorato servizio alla corte dei Reali d'Inghilterra il posto di Linux è stato usurpato da Internet Information Server. Una Regina da salvare?
Dopo due anni di onorato servizio alla corte dei Reali d'Inghilterra il posto di Linux è stato usurpato da Internet Information Server. Una Regina da salvare?

Londra, Buckingham Palace – Dopo essere stato per due anni il fedele ciambellano della Web-corte della Regina d’Inghilterra, il pinguino è ora stato allontanato dai server reali per essere sostituito dal suo acerrimo nemico: Microsoft Internet Information Server.

Il sistema operativo open source fu adottato nel 1999 in sostituzione di Sun Solaris e da allora ha contribuito a reggere una piccola porzione del trono d’Inghilterra, ospitando il sito ufficiale della famiglia reale . All’epoca nella comunità open source si diffuse persino una versione modificata dell’inno inglese intitolata “Penguin save the Queen”.

Lo scorso martedì, in seguito alla chiusura del servizio di hosting che un’agenzia governativa aveva fino ad allora fornito ai Reali d’Inghilterra, il sito è passato sui server del provider CCG.XM, il quale fa uso esclusivo del server Web IIS.

Sul sito si legge che proprio di recente le pagine Web reali si sono totalmente rinnovate “approfittando dei vantaggi portati dai cambiamenti nelle tecnologie di Internet”. Fra le migliorie adottate nel nuovo sito, la cui prima versione risale al 1997, ci sarebbe l’utilizzo di una nuova interfaccia grafica basata su Flash e DHTML. Si apprende inoltre che “una versione basata sul Web del Content Management System consentirà al sito di essere aggiornato su base oraria con le news reali”.

Ora la comunità del pinguino non ha dubbi: Qualcuno salvi la Regina!

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 12 2001
Link copiato negli appunti