Microsoft Update sotto test

Parte la prima fase di beta testing di un nuovo servizio di aggiornamento: sostituirà Windows Update entro l'anno. Il nuovo centro di raccolta e distribuzione delle patch supporterà anche Office
Parte la prima fase di beta testing di un nuovo servizio di aggiornamento: sostituirà Windows Update entro l'anno. Il nuovo centro di raccolta e distribuzione delle patch supporterà anche Office


Redmond (USA) – In questi giorni è cominciata la fase di beta testing di Microsoft Update (MU), un’evoluzione dell’attuale servizio di aggiornamento Windows Update (WU) che dovrebbe essere completata verso il tardo 2005.

A differenza di WU, che contiene quasi esclusivamente aggiornamenti relativi a Windows ed ai suoi componenti, MU diverrà il punto di raccolta e distribuzione delle patch per i più importanti software di Microsoft , tra cui Office, Exchange e SQL Server. Il servizio sarà accessibile agli utenti di Windows 2000, XP e Server 2003 e si interfaccerà alla funzionalità Aggiornamenti automatici di Windows, che di fatto rappresenta il client di WU alternativo all’accoppiata browser/ActiveX: un client che, come noto, permette di scaricare gli update in modo manuale, automatico e/o programmato.

“Il consolidamento degli aggiornamenti è la naturale estensione della filosofia alla base di Windows Update. Separati meccanismi di aggiornamento per Office e Windows sono per gli utenti scomodi e onerosi”, ha affermato Joe Wilcox, analista senior presso Jupiter Research.

Microsoft ha comunque detto che i siti WU e Office Update rimarranno attivi anche dopo il debutto di MU: questo per andare incontro alle esigenze di specifici clienti.

In una e-mail inviata ai propri beta tester, Microsoft ha spiegato di aver mutato il nome del suo servizio da Windows Update a Microsoft Update per sottolineare l’importanza dell’aggiornamento.

“Questa beta sarà molto più complessa (da testare, NdR) delle precedenti beta di Windows Update”, ha scritto nella lettera Roger Holland, Beta Coordinator di MU. Una complessità rispecchiata dal fatto che per l’occasione il big di Redmond ha chiamato a raccolta ben 25.000 tester, buona parte dei quali ha già partecipato al testing di Windows Update v5 (il cui supporto è stato incluso nel Service Pack 2 per Windows XP).

Al momento anche MU, al pari di WU, può essere utilizzato esclusivamente con Internet Explorer: una limitazione che il crescente successo di Firefox sembra destinato a rendere sempre più vistosa.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 03 2005
Link copiato negli appunti