Microsoft.com fuori uso per un giorno

L'azienda ieri ha confermato i problemi al dominio dovuti a questioni tecniche di gestione del Domain Name System che per la seconda volta in pochi giorni tradisce l'azienda di Redmond. Anche MSN.com fuori gioco per ore


Roma – Ieri il principale indirizzo Internet di Microsoft Corporation, microsoft.com, è rimasto inaccessibile e persino MSN.com, il portale dell’azienda, non ha potuto essere raggiunto dagli utenti Internet per molte ore nel corso della mattinata.

A Punto Informatico i responsabili di Microsoft Italia hanno spiegato che si sta ancora indagando per comprendere i dettagli tecnici dell’accaduto sottolineando che il disguido è dovuto a cause tecniche dipendenti dalla gestione del Domain Name System (DNS), il “sistemone” che gestisce l’indirizzamento verso i domini Internet.

Per Microsoft l’evento è tutt’altro che piacevole, visto che a quel dominio fa riferimento un intero network di risorse specializzate che coprono tutto ciò che va dalla la presenza internazionale sulla Rete della maggiore softwarehouse del mondo fino ai dati tecnici di ciascuno dei suoi prodotti e sue evoluzioni. Al sito fanno riferimento quotidiano tecnici e operatori, amministratori di sistema, sviluppatori, giornalisti, hackers, imprese e milioni di clienti dell’azienda.

In ogni caso, quanto accaduto non avrebbe nulla a che fare, hanno sottolineato i responsabili Microsoft a Punto Informatico, con problemi di sicurezza, come alcuni avevano paventato. Né tutto questo sarebbe dipeso da un qualche assalto al sito dell’azienda. Entrambe le ipotesi erano circolate ieri perché soltanto due giorni fa il sito della divisione neozelandese di Microsoft era stato bucato dai famigerati crackers di “prime suspectz”.


Che il DNS in questi giorni stia dimostrando tutta la sua debolezza, più volte denunciata dagli esperti, era emerso anche nel corso del week-end, quando proprio microsoft.com e un altro celebre dominio, yahoo.com, erano incorsi in uno spiacevole incidente. Per alcune ore gli utenti che si recavano sui due celebri siti venivano reindirizzati su mydomains.com.

In quel caso l’evento era dovuto alla release da parte di mydomains.com di una DNS Table piena di errori che ha di fatto “trascinato” sul proprio sito una porzione di navigatori. Nelle prime ore dopo questo evento qualcuno aveva ipotizzato un dolo nell’accaduto, un’accusa che mydomains.com ha però respinto e così anche gli esperti intervenuti.

Quello che appare sempre più evidente, dopo questo incidente e dopo quelli occorsi più volte in passato, è che i sistemi di gestione del DNS, ormai costretti a tenere traccia di miliardi di movimenti e di un numero impressionante di locazioni, sono arrivati al limite. L’attuale Domain Name System, come nel caso di mydomains.com, rischia di essere messo “a terra” per banali errori di interpretazione o di inserimento dati. Errori che possono accadere in qualsiasi momento e che producono conseguenze, come si vede in queste ore, tutt’altro che minimali.

Per quanto riguarda Microsoft, comunque, nel primo pomeriggio di ieri MSN.com era tornato disponibile mentre, come hanno assicurato i manager italiani dell’azienda, si prevede che in queste ore tutto il network ritorni disponibile con il “riavvio” dell’indirizzamento corretto verso microsoft.com. Mentre scriviamo questa notizia, però, microsoft.com risulta ancora “down”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Criteri x Submit
    Non è valido per tutti, ma per esempio looksmart dà chiare indicazioni... che sono anche abbastanza ovvie... però non per tutti... ti dicono più o meno "non far perdere tempo alla gente":Con che criterio selezionano i siti, i redattori di LookSmart ?Noi non includiamo mai: Pornografia o siti solo per adultiSiti con pubblicità pornografica o per adultiSiti con violenza gratuitaSiti che promuovano o diffondano attività illegaliSiti che non sono in inglese (!!! bastardi!! )Siti che vendono medicine ... Noi possiamo escludere:Siti con troppo poche pagine (!!! credevo con troppe!)Siti senza riconoscibile contenuto di qualitàSiti che sono smodatamente lenti da caricareSiti che non sono usufruibili ad un pubblico degli Stati UnitiNoi stiamo cercando: Siti che siano ricchi in contenuto originaleSitiche sono attinenti al lavoro, benessere o divertimento attinenti a casa e occupazione In particolare, noi preferiamo Siti che sono: Di Qualità altaAffidabili e moderniAccuratiFacili da usareVelociche usino linguaggio correnteUnici nel contenutoInteressantiBelli a vedersiUtili ai consumatori (e questo mi scazza... perché non "utenti"?) ... consumatori...ciao e spero di avervi dato qualche dritta...... anche se sono cose ovvie
  • Anonimo scrive:
    METATAG are not a magic word
    mi ricordo che su Altavista una volta ho letto questo, relativamente alle proposte di inserimento dei siti:Meta tag are not a magic keywordMeta tag are not a magic keywordMeta tag are not a magic keywordMeta tag are not a magic keywordMeta tag are not a magic keywordscritto esattamente così.
  • Anonimo scrive:
    altavista - refine
    Una volta AltaVista aveva la stupenda funzione del "refine" ... una cosa stupenda.Riusciva da una prima ricerca a dirti in 10 categorie, in percentuale, di cosa trattavano i siti che aveva trovato. qualsiasi fosse il numero delle pagine.tu eliminavi direttamente quelle categorie che avevi identificato come inutili...e così restringendo sempre più il campo in fasi successive... funzionava da Dio.infatti lo hanno tolto. :-)se qualcuno sa qualcosa di lui o di motori che facciano la stessa cosa... me lo dica qui su PI ...sarà utile a tutti. :-L
  • Anonimo scrive:
    speak italian?
    mi va tutto bene fino a"infatti contiene i riferimenti alle informazioni presenti nel database; l'organizzazione strutturale di questo componente diventa dunque di fondamentale importanza relativamente ai tempi di ricerca che devono essere quasi immediati."ok, sintatticamente non fa una piega... ma ... non capisco comunque cosa sia l'indice!"A livello hardware invece, si tratta di strutture decisamente complesse e performanti."PERFORMANTI??!!!mi sa tanto da italianizzazione... che vuol dire?su http://www.garzanti.it/ non esiste quella parola.
  • Anonimo scrive:
    Il problema della registrazione
    I motori di ricerca, ultimamente hanno grossiproblemi di inserimento nuovi siti.Il tempo indicato all'iscrizione di un sitonon e' mai rispettato.Alcuni esempi:Altavista.it/.com - 3 mesi di attesaLycos - 2 mesiVirgilio - 2,5 mesi dopo varie sollecitazioniSara' il boom di Internet, ma queste attese dovrebbero essere almeno indicate.
  • Anonimo scrive:
    Concordo: usate Google
    Non solo troverete subito le informazioni che avete chiesto, ma imparerete anche come potete fare voi per apparire in testa alle ricerche effettuate con questo meraviglioso quanto incredibilmente semplice motore di ricerca.Ogni altra spiegazione e' fuori luogo, anche perche' chi non capisce i funzionamento di un motore di ricerca guardando come lavora Google, puo' tranquillmente rivolgersi a qualche agenzia pubblicitaria a pagamento per pubblicizzare il proprio sito.Bravi comunque quelli di Newbie.it, spiegazioni abbastanza chiare e sufficientemente sintetiche.Au revoir.
  • Anonimo scrive:
    usate google
    ok le istruzioni per usare bene i motori ma google.com batte tutti e non sbaglia mai un colpoGoogle ruleznon per niente e' basato su linux
    • Anonimo scrive:
      Cosa c'entra Linux
      - Scritto da: googleboy
      ok le istruzioni per usare bene i motori ma
      google.com batte tutti e non sbaglia mai un
      colpo

      Google rulez

      non per niente e' basato su linuxIl fatto che sia basato su Linux non significa assolutamente niente, e' chi ha fatto il programma di spidering che fa la differenza: una mente illuminata. Un vero programmatore, di quelli con le palle.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa c'entra Linux
        Assolutamente concordo... ma vuoi mettere Linux con un sistema Windows ???- Scritto da: Max

        - Scritto da: googleboy

        ok le istruzioni per usare bene i motori
        ma

        google.com batte tutti e non sbaglia mai
        un

        colpo



        Google rulez



        non per niente e' basato su linux


        Il fatto che sia basato su Linux non
        significa assolutamente niente, e' chi ha
        fatto il programma di spidering che fa la
        differenza: una mente illuminata. Un vero
        programmatore, di quelli con le palle.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa c'entra Linux
          - Scritto da: AlterEgo
          Assolutamente concordo... ma vuoi mettere
          Linux con un sistema Windows ???Anche se a vederli possono sembrare ormai quasiidentici,il cuore e' profondamente diverso.Non sono un fan di Linux,io uso i *BSD,solo cheLinux e' molto meglio di Windows...Per tante cose...
Chiudi i commenti