MISE fa il punto sulle startup innovative d'Italia

Dal Ministero dello Sviluppo Economico la nuova versione del report che su base trimestrale fotografa lo stato di salute delle startup innovative.
Dal Ministero dello Sviluppo Economico la nuova versione del report che su base trimestrale fotografa lo stato di salute delle startup innovative.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato la nuova versione del proprio report trimestrale sulle startup innovative nel paese (l’edizione precedente risale a febbraio), redatto in collaborazione con Unioncamere e InfoCamere. Un documento che fotografa la situazione al 31 marzo in Italia, nel bel mezzo di un momento certamente non semplice con la crisi sanitaria ed economica che si è fatta sentire anche per chi opera in questo ambito.

Startup innovative: il rapporto trimestrale del MISE

I dati più significativi riguardano un aumento pari al 3% (+324 unità) di quelle iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese. Segno positivo anche per il capitale sociale sottoscritto complessivamente rispetto a tre mesi prima (+60,1 milioni di euro, +10,3% in termini percentuali). In ripresa il capitale medio se confrontato con quello di fine 2019: 57.408 euro (+7,1%). Questi gli altri numeri che emergono dal rapporto.

  • Crescita della popolazione: 11.206 le startup iscritte, il 3,1% di tutte le società di capitali di recente costituzione;
  • distribuzione territoriale: la Lombardia ne ospita oltre un quarto (27,1%) con la provincia di Milano che arriva al 19,6%, mentre la maggiore densità si registra in Trentino-Alto Adige con il 5,3% di tutte le società costituite negli ultimi cinque anni;
  • forza lavoro: impiegano complessivamente più di 65.00 mila persone (almeno 50.00 mila sono soci), con il 17,5% fondate da under 35, mentre risultano sottorappresentate le imprese femminili (13,3%);
  • fatturato: sono soprattutto micro-imprese con un valore della produzione medio di poco inferiore a 169.00 euro;
  • investimenti e redditività: mostrano un’incidenza più elevata della media di società in perdita (51,9% contro 32,4% complessivo), ma al tempo stesso valori particolarmente positivi in termini di redditività e valore aggiunto.

La crescita delle startup innovative in Italia dal 2014 a oggi

Il grafico qui sopra mostra la crescita delle imprese che rientrano nella categoria registrata dal 2014 a oggi con dati relativi a dipendenti e soci. La versione completa del rapporto da 28 pagine con informazioni più dettagliate e approfondite è consultabile in formato PDF.

Fonte: MISE
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti