MIT, la TV oltre lo schermo

Un laureando ha presentato un sistema che permette di sfruttare gli smartphone come schermi televisivi aggiuntivi. Sempre che le emittenti abbiamo predisposto riprese da più angolazioni

Roma – I ricercatori del MIT stanno sviluppando un metodo per estendere la visione dei televisori di casa. Collegando all’elettrodomestico uno smartphone o un portatile.

Si chiama “Surround Vision” ed è la tesi di laurea dello studente Santiago Alfaro: sfrutta riprese effettuate da diverse angolazioni e un magnetometro aggiunto ad un cellulare (per rilevare esattamente quando l’apparecchio è spostato alla sinistra o alla destra della TV) o ad un altro dispositivo in grado di riprodurre le immagini.

L’idea è quella di permettere allo spettatore di allargare la propria visuale e di esplorare il video trasmesso in televisione utilizzando lo smartphone. Muovendolo ai lati del televisore permette infatti di guardare le diverse angolazioni fornite e, tanto per fare un esempio, sfruttare il device mobile per inquadrare gli spalti dello stadio dove si sta svolgendo l’incontro sportivo anche se la regia televisiva rimane concentrata sul campo di gioco.

Secondo uno dei ricercatori il “sistema che potrebbe arrivare nelle case già dal prossimo anno se un emittente decidesse di implementarlo”. Intanto ulteriori test saranno condotti sfruttando le trasmissioni televisive e i programmi per bambini.

Rappresenterebbe un’alternativa meno ingombrante (e, potendo sfruttare molti degli smartphone attualmente in commercio, più economica) dei sistemi multi schermo, ma anche un possibile mezzo per rendere meno passiva la visione televisiva.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cavallo Pazzo scrive:
    equation editor
    Orrore, google docs utilizza ancora equation editor... ma hanno fatto quelli di BigG? Sono andati in discarica a prendere office 97 e ne hanno fatto una web apps?
  • Diego scrive:
    Nuovo editor e vecchi documenti
    Ciao, mi sono accorto che i vecchi documenti di testo che ho su google doc non sono editabili con la nuova interfaccia e non è possibile neanche switchare a quella nuova mentre per i fogli elettronici tutto okNe sapete qualcosa?
  • lukker scrive:
    Concorrenza
    Beh.. prima c'era microsoft con Office, poi è arrivato OpenOffice, Star Office ed infine Google Docs (e poi chissà quanti altri). Devo dire che la concorrenza almeno in questo campo aiuta a non far crescere troppo i prezzi), vero Adobe?Speriamo che continui così
    • erik_ilross o scrive:
      Re: Concorrenza
      veramente staroffice è arrivato molto molto prima di iniziare a parlare anche solo di openoffice... e dal codice di staroffice 6.0 che è partito openoffice, oltretutto la suite di google non fa concorrenza proprio a nulla, ci puoi scrivere tre boiate in croce non un documento "vero" dove per vero intendo stili, campi, footer, header, e simili. (io non sono riuscito a trovare nemmeno il conteggio delle parole e dei caratteri)
      • lukker scrive:
        Re: Concorrenza
        CiaoQuello che volevo dire è che in quel campo (Office) la M$ non è una monopolista ma deve guardarsi le spalle da OpenOffice (tanto per citarne una) e questo aiuta noi consumatori. Chi poi sia uscito prima o dopo, questo non importa. L'importante è che la M$ non abbia il monopolio.Capito?
        • lol scrive:
          Re: Concorrenza

          Chi poi sia uscito prima o dopo, questo non
          importa. L'importante è che la M$ non abbia il
          monopolio.non avrà il monopolio ma come al solito è li molto vicina.
      • Diego scrive:
        Re: Concorrenza
        Le boiate le dici tu:gli stili sono sotto: Formato -
        Stili paragrafoil conteggio parole è: Strumenti -
        Conteggio paroleHeader e Footer sono sotto Inserisci -
        Intestazione / Inserisci -
        Piè di paginaI campi: Inserisci -
        SegnalibroAdesso vuoi dire qualche altra boiata??
    • angros scrive:
      Re: Concorrenza
      E c'è anche eyeos, e luciddesktop, non dimenticatevi
    • Funz scrive:
      Re: Concorrenza
      - Scritto da: lukker
      Beh.. prima c'era microsoft con Office, poi è
      arrivato OpenOffice, Star Office ed infine Google
      Docs (e poi chissà quanti altri). Devo dire che
      la concorrenza almeno in questo campo aiuta a non
      far crescere troppo i prezzi), vero
      Adobe?

      Speriamo che continui cosìMa prima di MS c'erano altri programmi di scrittura, fogli di calcolo (Lotus 1-2-3, QuattroPro), programmi di presentazione, poi tutti comprati o spariti dalla circolazione...
  • hammer scrive:
    non ho mai capito una cosa...
    ...del foglio di calcolo, ma perché salva in automatico? bella fregatura se voglio solo fare delle "prove", sapete se si può disattivare questa funzione?
  • mauro gazziolo scrive:
    Piccolo errore.
    "Il sostanzioso upgrade a Google Docs ha poi lo svantaggio di perdere qualcosa che già aveva (a partire dal prossimo 3 maggio), vale a dire la possibilità di funzionare online"Mi permetto di segnalare che perde la possibilta' di lavorare off-line non ovviamente quella di lavorare on-line.
    • evilripper scrive:
      Re: Piccolo errore.
      - Scritto da: mauro gazziolo
      Mi permetto di segnalare che perde la possibilta'
      di lavorare off-line non ovviamente quella di
      lavorare
      on-line.volevo scriverlo anchio che e' errato!comunque costringendo gli utenti ad essere sempre connessi svantaggia le apps di google in alcuni paesi dove l'adsl non copre ancora tutto il territorio e la qualità della rete è pessima!
    • sylvaticus scrive:
      Re: Piccolo errore.
      idem.. ma ancora non l'hanno corretto?
Chiudi i commenti