Mod chip, rimandato il giorno della verità

Punto Informatico ne parla con l'operatore tirato in ballo dall'ultima sentenza della Cassazione e protagonista di due diversi procedimenti con cui si potrebbe far chiarezza su DRM e diritti dei consumatori

Roma – Una vicenda complicata ma decisiva per i diritti dei consumatori è quella che coinvolge Oscar Dalvit, titolare di HS Distribuzione, in due diversi procedimenti che riguardano sì la Playstation e i mod chip ma che, in effetti, impattano direttamente sull’uso delle tecnologie di protezione, il diritto del consumatore di disporre di ciò che acquista e i limiti delle normative italiane in tema di diritto d’autore, una vicenda che non si conclude con la sentenza emessa due giorni fa dalla Cassazione ( qui il testo completo).

“Non finisce qui – spiega Dalvit a Punto Informatico – perché la sentenza della Cassazione non fa altro che riportare in tribunale l’intera questione”. Come a dire che la battaglia vera si svolgerà più avanti, quando torneranno in aula i due diversi procedimenti, accorpati in Cassazione ma separati perché relativi a fatti accaduti prima e dopo una modifica alla normativa sul diritto d’autore. Se vendere mod chip sia legale o meno, dunque, deve ancora essere stabilito in via definitiva , sottolinea Dalvit. “Pochi si sono resi conto – continua – che qui stiamo parlando di DRM, e del fatto che in questo processo non si dibatte di pirateria ma della legittimità che una multinazionale possa avere di controllare o impedire l’accesso ad un hardware da parte dell’utente finale”.

Nel primo procedimento, Sony tenterà di dimostrare ancora una volta come la vendita dei mod chip si traduca nella violazione di quella porzione della norma efficace nel 2002 secondo cui è da considerarsi illegale “qualsiasi dispositivo che rimuove le protezioni”. Un procedimento che metterà dunque “sotto processo” una normativa ormai vecchia . L’esito di questo giudizio, dunque, non avrà nei fatti alcun impatto sull’attuale legalità o illegalità della vendita di mod chip.

Diversa, invece, la situazione del secondo procedimento, quello relativo a fatti 2003 ossia a fatti “coperti” dalla legge sul diritto d’autore come emersa dalle modifiche entrate in vigore a fine aprile 2003. Modifiche sostanziali, in quanto introducono un principio diverso, quello della prevalenza (ex art 171ter-f):

“(è punito chiunque) fabbrica, importa, distribuisce, vende, noleggia, cede a qualsiasi titolo, pubblicizza per la vendita o il noleggio, o detiene per scopi commerciali, attrezzature, prodotti o componenti ovvero presta servizi che abbiano la prevalente finalità o l’uso commerciale di eludere efficaci misure tecnologiche di cui all’articolo 102 quater ovvero siano principalmente progettati, prodotti, adattati o realizzati con la finalità di rendere possibile o facilitare l’elusione di predette misure”.

E il 102 quater altro non è che l’articolo che autorizza l’utilizzo in Italia di tecnologie DRM , destinate a consentire a chi produce i materiali di controllarli “(…) tramite l’applicazione di un dispositivo di accesso o di un procedimento di protezione, quale la cifratura, la distorsione o qualsiasi altra trasformazione dell’opera o del materiale protetto (…)” . Nel caso specifico di Dalvit, però, il secondo procedimento è stato rimandato indietro dalla Cassazione non per il merito del caso in sé, come evidenziato da più parti, quanto invece per questioni formali, legate allo svolgimento dei gradi di giudizio precedenti.

Su tutto questo, e in attesa di novità che dalle aule non arriveranno prima di diversi mesi , spicca e rimane punto di riferimento , dunque, l’ormai celeberrima sentenza del giudice Claudio Gottardi del Tribunale di Bolzano che, come noto, assolve Oscar Dalvit “perché il fatto non sussiste”, affrontando in modo dettagliato la questione principale, ovvero se i mod chip possano essere considerati dispositivi che abbiano come funzione prevalente quella di consentire l’uso di copie di videogiochi illecitamente masterizzati o se, invece, la funzione prevalente non sia un miglior uso della Playstation. Una sentenza che, a partire dal fatto che Sony con un ricorso europeo ha ottenuto che la Playstation sia considerata un computer (i computer sono esenti dalle tasse doganali delle console) e dalla considerazione che i videogame non sono fonogrammi o videogrammi ma software (il che ha implicazioni sulla interpretazione della legge sul diritto d’autore), riconosce che i mod chip possono essere usati per evidenti ragioni del tutto legali , come l’installazione di un sistema operativo Linux su quel computer . Altri scopi leciti, evidentemente, comprendono anche la cosiddetta copia privata di backup che, pur come eccezione, l’ordinamento italiano consente ai consumatori.

In breve, spiega Gottardi nella sentenza, La funzione primaria e prevalente del chip non è quella di consentire l’uso di copie “pirata”, bensì di utilizzare la Playstation in tutte le sue potenzialità, in quanto, si rimarca ulteriormente, il chip serve: – a leggere dischi di importazione; – a leggere dischi prodotti da società diverse da quella che ha prodotto la Playstation; – a leggere la copia di sicurezza del software che la legge italiana consente di procurarsi; – a leggere supporti di contenuto diverso da quello originariamente previsto, ma sicuramente legali; – a consentire in definitiva di sfruttare tutte le potenzialità della Playstation come computer .

Viste queste premesse, lo svolgimento del nuovo procedimento, come voluto dalla Cassazione, basato sulla riformata legge sul diritto d’autore si preannuncia decisivo e dall’esito incerto. “La questione – ribadisce Dalvit a Punto Informatico – è quindi ancora tutta da decidere”. “Stiamo bene attenti – conclude Dalvit – questo processo è cruciale, potrebbe essere una pietra miliare che legittimerebbe la vendita di PC e cellulari, console e via dicendo chiusi, dove l’utente smaliziato non potrebbe per legge toccare l’hardware in quanto sarebbe costretto a rimuovere una protezione DRM”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tex scrive:
    La lenta agonia del software
    Stallman c'è riuscito, il software commerciale è stato definitivamente ammazzato e a poco a poco tutti i superstiti moriranno soffocati dallo strapotere della nuova e subdola lobby mondiale open source.Basta ad esempio vedere come di software di virtualizzazione ne sono rimasti 4 gatti... tutti morenti, raramente aggiornati ma squisitamente open source e gratis, per la gioia di chi rode odia il mondo.Presto non ci sarà più concorrenza e lo sviluppo del software conoscerà il suo primo medioevo.Eh, Bravi! Ci siete riusciti (dico seriamente), nerds e neocomunisti il vostro odio contro tutto e contro la stessa umanità sta dando ancora un altro frutto.
    • Lillo scrive:
      Re: La lenta agonia del software
      Stavi forse scrivendo un software di virtualizzazione closed e ti senti intralciato dall'opensource.A me non può che fare piacere di avere strumenti aperti e funzionanti per queste attività. E poi non è affatto vero che sono di scarsa qualità, anzi quelli opensource sono proprio i migliori in questo segmento.
    • Iceman scrive:
      Re: La lenta agonia del software
      Schiavo del tuo SISTEMAAA!
    • Arcano Incantator e scrive:
      Re: La lenta agonia del software
      - Scritto da: Tex
      Stallman c'è riuscito, il software commerciale è
      stato definitivamente ammazzato e a poco a poco
      tutti i superstiti moriranno soffocati dallo
      strapotere della nuova e subdola lobby mondiale
      open
      source.

      Basta ad esempio vedere come di software di
      virtualizzazione ne sono rimasti 4 gatti... tutti
      morenti, raramente aggiornati ma squisitamente
      open source e gratis, per la gioia di chi rode
      odia il
      mondo.

      Presto non ci sarà più concorrenza e lo sviluppo
      del software conoscerà il suo primo
      medioevo.

      Eh, Bravi! Ci siete riusciti (dico seriamente),
      nerds e neocomunisti il vostro odio contro tutto
      e contro la stessa umanità sta dando ancora un
      altro
      frutto.ma va la bauscia!morenti? sarà per quello che le azione di vmware sono schizzate da 22 a 70 e passa dollari della sett scorsa...e il sw opensource non sarebbe aggiornato????o sei ignorante oppure sei uno di quelli che spara contro per partito preso... giusto per raccontare un po' di balle (berluschino docet)
    • Non authenticat scrive:
      Re: La lenta agonia del software
      - Scritto da: Tex
      Eh, Bravi! Ci siete riusciti (dico seriamente),
      nerds e neocomunisti il vostro odio contro tutto
      e contro la stessa umanità sta dando ancora un
      altro
      frutto.Su su.. non te la prendere vedrai che tra poco FSF & co. cominceranno anche a bollire i bambini per fare concime!Così poi tu e il nano vi mettete l'anima in pace e potrete postare il vostro... "ve lo avevo detto"!Nell'attesa ti saremmo grati se continuassi a soffrire (se proprio devi) evitando di postare trollate che niente c'entrano con le notizie e il resto della discussione!
  • acno scrive:
    schifo
    Ecco perche' ancora si uccide e il crimi dilaga,fino a che c'e' gente che sfrutta ogniminimo appiglio per un insulto.....per di piu' ingiustificato.....povero mondo......
    • Greenu64 scrive:
      Re: schifo
      Tranquillo, son solo trollate, se il mondo si accontentasse di queste e non d'altro, tutto andrebbe davvero meglio :D
  • pippo scrive:
    Gira e rigira
    Quei vecchi volponi dei linari, se le studiano tutte pur di mettere windows dentro il loro linux. Adesso che esiste persino il tema clearlooks per xp, saranno liberi di lanciare i propri exe preferiti, senza preoccuparsi di sembrare dei vigliacchi estimatori di bill gates. Xp tanto sara' solo emulato, e linux rimane padrone incontrastato della macchina....tanto basta per avere la coscienza in pace.
    • mosfet scrive:
      Re: Gira e rigira
      - Scritto da: pippo
      Quei vecchi volponi dei linari, se le studiano
      tutte pur di mettere windows dentro il loro
      linux.


      Adesso che esiste persino il tema clearlooks per
      xp, saranno liberi di lanciare i propri exe
      preferiti, senza preoccuparsi di sembrare dei
      vigliacchi estimatori di bill gates.

      Xp tanto sara' solo emulato, e linux rimane
      padrone incontrastato della macchina....tanto
      basta per avere la coscienza in
      pace.Bravo tu si che hai capito noi linari.Sicuramente hai parlato solo con dei troll visto che come linaro faccio girare windows xp ma anche altre distribuzioni restandomi la macchina pulita Mi basta un rm -i o solo rm da shell è rimetto tutto apposto.Ciao
      • pappappero pappa scrive:
        Re: Gira e rigira
        io farei un bell' rm -Rf / fossi in te... a quel punto si che sarebbe tutto a posto...
        • ciko scrive:
          Re: Gira e rigira
          - Scritto da: pappappero pappa
          io farei un bell' rm -Rf / fossi in te... a quel
          punto si che sarebbe tutto a
          posto...direi di no, visto che di solito non si usa l'utente root... al massimo un "sudo rm -Rf /", altrimenti cancelli solo i documenti dell'utente...ma che ci vuoi fare, voi utenti win siete abituati ad usare solo l'utente Administrator, non e' colpa vostra...
    • gorgo scrive:
      Re: Gira e rigira
      - Scritto da: pippo
      Quei vecchi volponi dei linari, se le studiano
      tutte pur di mettere windows dentro il loro
      linux.
      windows, come bsd, come debian sarge, come mac os x, come NT... hai presente a cosa serve un software di virtualizzazione?
    • Blah scrive:
      Re: Gira e rigira
      AHahah è proprio vero...Cosa bisogna fare a volte per la propria coscienza! E più si arrabbiano nel leggere queste righe, più lo confermano... Alla faccia di rm -i shell e company!
    • Luca scrive:
      Re: Gira e rigira
      - Scritto da: pippo
      Quei vecchi volponi dei linari, se le studiano
      tutte pur di mettere windows dentro il loro
      linux.


      Adesso che esiste persino il tema clearlooks per
      xp, saranno liberi di lanciare i propri exe
      preferiti, senza preoccuparsi di sembrare dei
      vigliacchi estimatori di bill gates.

      Xp tanto sara' solo emulato, e linux rimane
      padrone incontrastato della macchina....tanto
      basta per avere la coscienza in
      pace.Discussione abbastanza sterile (a mio modesto parere) ognuno usi quello che gli pare senza cercare di convincere gli altri. Io uso linux si a a casa che in ufficio, ma per lavoro e anche per diletto uso Photoshop (compratomi dall'uffico giusto per evitare la diatriba windows=pirati a go go) mio padre usa Ulead Photo Impact (comprato pure quello) ma non passo il tempo a dirgli cose del tipo sei un fesso perche' non usi photoshop e cose del genere.Personalmente per quanto lo trovi meritevole e ben fatto io con gimp non mi trovo ma non per questo vado in giro a gridare Linari bastardi o Windowsiani non capite un belino, o Macachi etc etc.Punto due, io adoro i videogiochi e ammettere tutti che Linux certe cosette (oblivion) non le fa girare se non a prezzo di enormi (per la maggior parte delle persone) sbattimenti.Soluzione che ho adottato? dual boot con Linux e XP e avete risolto il problema. Produttività senza problemi di blocchi di sistema (che ogni tanto capitano ammettiamolo) e attività ludiche quando ne avete voglia e l'uso di quella particolare applicazione che vi piace e che proprio sotto Linux non c'e' (ancora), senza diatribe senza insulti e senza frasi del tipo "vigliacchi estimatori di bill gates"Un salutone e buona giornata a tutti/e.
      • delbyblue scrive:
        Re: Gira e rigira
        E' bello (e raro) leggere un commento che non sia aggressivo.Trovarne uno che dica anche cose senzate è il massimo!
        • Luca scrive:
          Re: Gira e rigira
          - Scritto da: delbyblue
          E' bello (e raro) leggere un commento che non sia
          aggressivo.
          Trovarne uno che dica anche cose senzate è il
          massimo!ehm che ti posso dire grazie :$ davvero.Buona serata (vista l'ora)Luca
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Gira e rigira
      - Scritto da: pippo
      Quei vecchi volponi dei linari, se le studiano
      tutte pur di mettere windows dentro il loro
      linux.


      Adesso che esiste persino il tema clearlooks per
      xp, saranno liberi di lanciare i propri exe
      preferiti, senza preoccuparsi di sembrare dei
      vigliacchi estimatori di bill gates.

      Xp tanto sara' solo emulato, e linux rimane
      padrone incontrastato della macchina....tanto
      basta per avere la coscienza in
      pace.se vuoi semplificarla così fai pure, farai solo la figura del troll.Un utente linux che schiaffa programmi per windows su un OS linux lo fa perchè:- si tratta di un gioco che è solo per windows;- si tratta di un programma che usa per lavoro e di cui non può fare a meno- sperimentare (esempio Internet explorer (+ versioni) per testare i sitimolto raramente installerà un programma per cui esiste l'equivalente per linuxe inoltre non ho cpaito per quale motivo un programma di terze parti, seppur programmato per piattaforme MS non abbia il diritto di girare su linux. Mica lo ha fatto Ms...
      • Virgult scrive:
        Re: Gira e rigira
        - Scritto da: Nome e cognome
        e inoltre non ho cpaito per quale motivo un
        programma di terze parti, seppur programmato per
        piattaforme MS non abbia il diritto di girare su
        linux. Mica lo ha fatto
        Ms......ma anche quelli fatti da MS! Ogni tanto Office serve, magari per "pulire" l'impaginazione di un documento di OpenOffice prima di darlo ai tuoi colleghi che usano solo windows; Explorer può servire per connettersi a certe intranet fatte avendo in mente solo IE6 (e lì, però, se permettete chi le ha create meriterebbe la gogna perchè Firefox ha avuto una diffusione tutt'altro che irrilevante). I SW di virtualizzazione servono, e alla grande: ce lo insegnano anche i Macchisti con parallels.
    • pikappa scrive:
      Re: Gira e rigira
      Bah io uso quel che mi serve, compreso windows, e se posso farlo senza riavviare tanto di guadagnato
    • Slaytanic scrive:
      Re: Gira e rigira
      - Scritto da: pippo
      Quei vecchi volponi dei linari, se le studiano
      tutte pur di mettere windows dentro il loro
      linux.


      Adesso che esiste persino il tema clearlooks per
      xp, saranno liberi di lanciare i propri exe
      preferiti, senza preoccuparsi di sembrare dei
      vigliacchi estimatori di bill gates.

      Xp tanto sara' solo emulato, e linux rimane
      padrone incontrastato della macchina....tanto
      basta per avere la coscienza in
      pace.Ma dai, per piacere, non dire fesserie... Tu non hai neanche idea delle libertà e possibilità che ti da in più linux... solo che ogni tanto c'è pure qualcuno che ti fa usare qualche programmino only-WinZoz e quindi può far comodo avere il sistema di Zio Bill in una Virtual Machine, anche al fine di limitarne i danni :)
      • Setta scrive:
        Re: Gira e rigira

        Ma dai, per piacere, non dire fesserie... Tu non
        hai neanche idea delle libertàChe libertà in più avresti?La libertà di dire che sei più libero? E poi?
        • Slaytanic scrive:
          Re: Gira e rigira
          - Scritto da: Setta

          Ma dai, per piacere, non dire fesserie... Tu non

          hai neanche idea delle libertà
          Che libertà in più avresti?
          La libertà di dire che sei più libero? E poi?Mmmm.... beh, una su tutte la libertà di vedere come funziona il sistema operativo... per me è stata importante per la mia tesi... ora lo è per il mio lavoro e lo è anche per una mia passione/curiosità personale :)Ok, agli utenti "comuni" non interessa forse....
      • pippo75 scrive:
        Re: Gira e rigira

        Ma dai, per piacere, non dire fesserie... Tu non
        hai neanche idea delle libertà e possibilità che
        ti da in più linux... come libertà capisco, ma come possibilità in piu' no, mi diresti cosa darebbe di piu' a livello desktop?
        sistema di Zio Bill in una Virtual Machine, anche
        al fine di limitarne i danni
        :)Qualcuno l'ha provsata l'ultima versione.Come prestazioni come e'?Ci sono differenza tra la versione windows e quella per Distro Linux?Rispetto a VMware chi e' piu' veloce?ciao
        • Shu scrive:
          Re: Gira e rigira
          - Scritto da: pippo75
          come libertà capisco, ma come possibilità in piu'
          no, mi diresti cosa darebbe di piu' a livello
          desktop?Giusto per dirne una: gnome quando metto un CD mi mostra l'icona sul desktop. E` una cagata, ma ce l'avevo con l'Amiga e con XP non c'e` mai stata. Anzi, mi mostra le icone dei lettori CD anche quando non c'e` un CD dentro, e solo dentro la finestra di Risorse del Computer.Sempre parlando di Gnome, mi permette di mettere sul desktop icone di collegamento in sftp, ftp, smb/cifs a computer remoti, e di vederli come cartelle locali.Linux mi consente di vedere dischi e partizioni formattati con praticamente tutti i S.O. esistenti (anche AmigaOS o Apple HFS), senza preoccuparmi di cercare in che formato e` (lo riconosce automaticamente)Il menu dei programmi e` organizzato per categorie, non per nome del produttore di software. Ho Internet/Firefox, non Applicazioni/Mozilla corp./FirefoxInoltre ha un passo in meno da clickare (= maggiore usabilita`)Mi basta mettere in una cartella (Templates nella home) i template dei file (un template openoffice, una gif vuota, un xml vuoto) per trovarmi sul desktop "Crea Documento -
          File XML" o "Crea Documento -
          OpenOffice text" da biclickare per aprire OpenOffice o gEdit e iniziare a lavorarci.Posso associare un emblema alle icone di file e cartelle.Lo so. Molte funzioni sono copiate da altri S.O., ma il fatto e` che le ho tutte a disposizione.E mi sono limitato solo al desktop puro, con Gnome liscio, senza nemmeno accennare alle applet di default, alle applicazioni integrate tramite dbus, ad applicazioni di terze parti e, in modo piu` esteso, a quello che "non si vede" (daemon, scripting, ecc.)
          • pippo75 scrive:
            Re: Gira e rigira

            Giusto per dirne una: gnome quando metto un CD mi
            mostra l'icona sul desktop. E` una cagata, ma ce
            l'avevo con l'Amiga e con XP non c'e` mai stata.
            Anzi, mi mostra le icone dei lettori CD anche
            quando non c'e` un CD dentro, e solo dentro la
            finestra di Risorse del Computer.l'unica cosa che mi viene in mente e' quella di creare un collegamento sul Desktop, ha i suoi pro e i suoi contro.
            Linux mi consente di vedere dischi e partizioni
            formattati con praticamente tutti i S.O.
            esistenti (anche AmigaOS o Apple HFS), senza
            preoccuparmi di cercare in che formato e` (lo
            riconosce automaticamente)credo che come windows riconosca i formati per i quali sono istallati i driver.Purtroppo Ms pensa principalmente solo ai suoi formati.
            Il menu dei programmi e` organizzato per
            categorie, non per nome del produttore di
            software. Ho Internet/Firefox, non
            Applicazioni/MozillaIl menu Start lo modifichi in tanti di quei modi....
            Mi basta mettere in una cartella (Templates nella
            home) i template dei file (un template
            openoffice, una gif vuota, un xml vuoto) per
            trovarmi sul desktop "Crea Documento -
            File XML"
            o "Crea Documento -
            OpenOffice text" da
            biclickare per aprire OpenOffice o gEdit e
            iniziare a lavorarci.una volta era possibile anche con windows, ora mi sembra che abbiano cambiato ( non so dirti, dato che e' una cosa che non faccio da tempo ).
            Posso associare un emblema alle icone di file e
            cartelle.cosa intendi con emblema?
            E mi sono limitato solo al desktop puro, con
            Gnome liscio, senza nemmeno accennare alle applet
            di default, alle applicazioni integrate tramite
            dbus, ad applicazioni di terze parti e, in modo
            piu` esteso, a quello che "non si vede" (daemon,
            scripting, ecc.)ma in genere sono tutte funzioni che si possono fare anche in modi diversi.
    • robby scrive:
      Re: Gira e rigira
      Virtualbox è un ottimo prodotto e per di più opensource. Ti spiego cosa significa, perchè forse non capisci..Open = Aperto, Source = SorgenteSi evince che: OpenSource = sorgente apertoCioè software che chiunque *CHIUNQUE* (già, perfino tu pippo) può leggere e modificare a piacimento, sopratutto CORREGGERE e controllare.Ma il tuo problema qual'è?Disprezzi la linearità?Ti infastidisce la chiarezza?Ami le cose oscure e sconosciute?Desideri qualcuno che pensi per te e scelga al posto tuo?Microsuzz è la risposta, allora vai tranquillo...Una curiosità.. la tua copia di windows (ovviamente uno come te avrà già installato Vista, magari sol service pack 1..) è originale o piratata??
      • Setta scrive:
        Re: Gira e rigira
        - Scritto da: robby
        Virtualbox è un ottimo prodotto e per di più
        opensource. Ti spiego cosa significa, perchè
        forse non
        capisci..
        Open = Aperto, Source = Sorgente
        Si evince che: OpenSource = sorgente aperto
        Cioè software che chiunque *CHIUNQUE* (già,
        perfino tu pippo) può leggere e modificare a
        piacimento, sopratutto CORREGGERE e
        controllare.Non chiunque, solo chi è in grado di farlo. Ovvero una minoranza risibile.Il sw open esiste pure per windows, dove sta la differenza?
    • Tarch scrive:
      Re: Gira e rigira
      - Scritto da: pippo
      Quei vecchi volponi dei linari, se le studiano
      tutte pur di mettere windows dentro il loro
      linux.Sai se uno lo usa per lavorare...


      Adesso che esiste persino il tema clearlooks per
      xp, saranno liberi di lanciare i propri exe
      preferiti, senza preoccuparsi di sembrare dei
      vigliacchi estimatori di bill gates.Prova a lavorare tutto il giorno dovendo passare dal normale desktop a quello emulato e poi vedi se non è più comodo che tutte le finestre (comprese quelle emulate) siano tutte assieme (per esempio se devi testare varie modifiche su un sito).

      Xp tanto sara' solo emulato, e linux rimane
      padrone incontrastato della macchina....tanto
      basta per avere la coscienza in
      pace.Non è questione di coscienza è solo questione di necessità!
    • ziolla scrive:
      Re: Gira e rigira
      non hai capito... non è che ci piace usare windows è che per certe applicazioni guaste consigliate da gente guasta è obbligatorio usarlo... fosse per noi office fuori legge e tutti su openoffice
    • Fulmine scrive:
      Re: Gira e rigira
      - Scritto da: pippo
      Quei vecchi volponi dei linari, se le studiano
      tutte pur di mettere windows dentro il loro
      linux.Non credo che sia legale ...Stai forse dicendo che i linari sono dei ladri ?
      • Oggetto scrive:
        Re: Gira e rigira
        - Scritto da: Fulmine
        - Scritto da: pippo

        Quei vecchi volponi dei linari, se le studiano

        tutte pur di mettere windows dentro il loro

        linux.

        Non credo che sia legale ...perchè dovrebbe? basta essere in regola con la licenza....
Chiudi i commenti