Monitor CRT, crollo verticale

Lo sostiene uno studio di CTX Europe
Lo sostiene uno studio di CTX Europe


Eindhoven (Olanda) – “I monitor CRT nel 2005 saranno una rarità nel mondo occidentale”. Lo ha affermato un produttore del settore, CTX Europe, secondo cui la flessione della domanda di CRT e l’aumento esponenziale di quella degli LCD non lasciano dubbi.

“Nel 2001 – si legge in una nota – i monitor LCD costituivano il 6% del reddito derivante dalla vendita dei monitor, rispetto al 94% dei modelli CRT. Nel 2002 gli LCD sono arrivati al 42% e nel 2003 effettueranno il sorpasso sui modelli più ingombranti, arrivando a rappresentare almeno il 54% delle entrate della società”.

Il 46% secondo le stime di CTX ancora è generato dai monitor CRT che sono venduti soprattutto nell? Europa centro-orientale dove il prezzo è al momento il principale fattore considerato nell?acquisto. “Tuttavia, con il prezzo degli LCD in continuo calo e con molti paesi dell?Est che entreranno presto a far parte dell?Unione Europea, non ci vorrà molto tempo prima che anche questi mercati seguano il trend dell?Europa occidentale. Nei prossimi 5 anni gli LCD conquisteranno anche queste aree e i monitor CRT saranno venduti in numero limitato nei mercati in via di sviluppo”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 09 2003
Link copiato negli appunti