Motorola & Bono for Africa

Varata un'iniziativa benefica legata ai proventi delle vendite di una versione speciale del modello SLVR L7

Londra – Per il mercato del solo Regno Unito, Motorola ha presentato in questi giorni la gamma (MOTO)RED, sviluppata nell’ambito di un’iniziativa benefica per la lotta all’Aids in Africa.

L’iniziativa umanitaria Product Red è stata lanciata all’inizio dell’anno da DATA (acronimo di Debt, Aids, Trade, Africa), organizzazione fondata da Bono Vox, leader degli U2 e dal musicista e filantropo Bobby Shriver , e ha finora coinvolto molte aziende, alcuni media e il mondo della moda. Motorola parteciperà con una serie di prodotti dedicati e il primo fra questi è una versione speciale del modello SLVR L7 .

In collaborazione con gli operatori TLC britannici (O2, BT, Vodafone, Carphone Warehouse, Tesco Mobile, T-Mobile UK e Virgin Mobile) la nuova edizione speciale del telefonino di Motorola sarà commercializzata in una formula che impone ai dealer la donazione di una parte dei profitti (10 sterline per ogni cellulare, ossia più o meno 15 euro) a beneficio della ricerca su Aids, Tubercolosi e Malaria. Anche gli operatori parteciperanno, con una quota del 5% mensile sui profitti relativi ai servizi legati a questo modello: “Per ogni telefonata, messaggio di testo o download, gli utenti daranno il proprio contributo nella lotta contro l’Aids, che si combatte in Africa ogni giorno” afferma Ron Garriques, presidente di Motorola Mobile Devices.

All’iniziativa ha assicurato la propria partecipazione, in un modo alquanto originale, anche la testata britannica The Independent : il quotidiano, per la giornata di oggi, concederà la poltrona del direttore a Bono, che per il momento non ha alcuna velleità editoriale ma sarà il padrino della raccolta benefica ideata dal giornale, che donerà all’iniziativa la metà di quanto guadagnato nella giornata.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Gps in casa?
    Il braccialetto GPS come funziona in casa? il tetto non oscura totalmente il segnale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Gps in casa?
      - Scritto da:
      Il braccialetto GPS come funziona in casa? il
      tetto non oscura totalmente il
      segnale?E' il contrario: appena esce lo beccano
      • Anonimo scrive:
        Re: Gps in casa?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Il braccialetto GPS come funziona in casa? il

        tetto non oscura totalmente il

        segnale?

        E' il contrario: appena esce lo beccanoma è semplicissimo da oscurare (forse basta un po di carta argentata sul bracciale.dovrebbe essere il contrario.se perdo il segnale scatta l'allarme.Ora invece la logica è che se non vedo movimento allora è tutto ok
        • Anonimo scrive:
          Re: Gps in casa?
          Io credo che sul tetto di casa ci sia un ripetitore e che funzioni in modo che appena il segnale viene perso scatta l'allarme.http://www.Trovaidea.it
          • Anonimo scrive:
            Re: Gps in casa?
            - Scritto da:
            Io credo che sul tetto di casa ci sia un
            ripetitore e che funzioni in modo che appena il
            segnale viene perso scatta
            l'allarme.

            http://www.Trovaidea.itIl GPS può essere regolato via software per inviare un allarme nel momento in cui esce da un perimetro definito da un set di coordinate.
          • smemobox scrive:
            Re: Gps in casa?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Io credo che sul tetto di casa ci sia un

            ripetitore e che funzioni in modo che appena il

            segnale viene perso scatta

            l'allarme.



            http://www.Trovaidea.it

            Il GPS può essere regolato via software per
            inviare un allarme nel momento in cui esce da un
            perimetro definito da un set di
            coordinate.inoltre il mio holux 231 funziona in casa niente male..
  • Rokeby scrive:
    GPS?
    Addirittura un braccialetto GPS? GIà che ci siamo applicategli uno spremi-palle che strizza se esce dalla porta.
    • Anonimo scrive:
      Re: GPS?
      - Scritto da: Rokeby
      Addirittura un braccialetto GPS? GIà che ci siamo
      applicategli uno spremi-palle che strizza se esce
      dalla
      porta.se a te sembra la stessa cosa...
  • Anonimo scrive:
    come riconoscere un keylogger?
    come riconoscere un keylogger?
    • Anonimo scrive:
      Re: come riconoscere un keylogger?
      - Scritto da:
      come riconoscere un keylogger?SpyBot S&D e Avast ne riconoscono la maggior parte, commerciali compresi.
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: come riconoscere un keylogger?
      - Scritto da:
      come riconoscere un keylogger?KL Detectorhttp://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=1124334recensito da PI Downloada lui non sfugge niente. Se qualche applicazione e' attiva mentre scrivi qualcosa, lui lo sa. LucaS
      • Anonimo scrive:
        Re: come riconoscere un keylogger?
        grazie, molto utile! io vi segnalo aklog.exe (non so il link, l'ho trovato su una rivista) è un programma che annulla qualsiasi scrittura di log, va acceso prima di scrivere le password e spento subito dopo perché rende instabile il sistema
  • Anonimo scrive:
    eppure il contrario no problem
    eppure non c'è nessun problema se un superiore vede ogni cosa del dipendente... che strano criterio questo della trasparenza sul lavoro eh? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: eppure il contrario no problem
      - Scritto da:
      eppure non c'è nessun problema se un superiore
      vede ogni cosa del dipendente... che strano
      criterio questo della trasparenza sul lavoro eh?
      :)dove hai letto che è il superiore può inserire keylogger ai dipendenti?Attendo fiducioso.
      • Anonimo scrive:
        Re: eppure il contrario no problem
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        eppure non c'è nessun problema se un superiore

        vede ogni cosa del dipendente... che strano

        criterio questo della trasparenza sul lavoro eh?

        :)

        dove hai letto che è il superiore può inserire
        keylogger ai
        dipendenti?
        Attendo fiducioso.Se posso risponderti io... (non sono il mittente del primo msg).Il controllo dei dipendenti è stato avallato da alcune sentenze nei paesi (USA, Gran Bretagna) dove non vi sono norme di tutela del lavoratore.Non ricordo specifiche distinzioni tra log e keylog, ma i tool di controllo remoto, di origine USA venduti in Italia, prevedono tutti modalità "silenti" nelle quali il "tecnico di manutenzione remota" può osservare tutto quello che compare a video della postazione monitorata senza alcun avviso all'utilizzatore legittimo.In Italia violano lo statuto dei lavoratori, ma tutti coloro che lo sanno e ne vengono coinvolti voltano la testa dall'altra parte pena minacce "moggiane" di conseguenze sul proprio incarico di lavoro.
        • Anonimo scrive:
          Re: eppure il contrario no problem
          - Scritto da: [pffffft]
          In Italia violano lo statuto dei lavoratori,appunto.
          ma
          tutti coloro che lo sanno e ne vengono coinvolti
          voltano la testa dall'altra parte pena minacce
          "moggiane" di conseguenze sul proprio incarico di
          lavoro.ROTFL
          • Anonimo scrive:
            Re: eppure il contrario no problem
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            [pffffft]


            In Italia violano lo statuto dei lavoratori,

            appunto.


            ma

            tutti coloro che lo sanno e ne vengono coinvolti

            voltano la testa dall'altra parte pena minacce

            "moggiane" di conseguenze sul proprio incarico
            di

            lavoro.

            ROTFLrotfl una ceppa, è proprio così
        • Anonimo scrive:
          Re: eppure il contrario no problem
          - Scritto da:
          In Italia violano lo statuto dei lavoratori, ma
          tutti coloro che lo sanno e ne vengono coinvolti
          voltano la testa dall'altra parte pena minacce
          "moggiane" di conseguenze sul proprio incarico di
          lavoro.Devono trattarli proprio coi guanti 'coloro che lo sanno', visto che se per caso litigano con la società e se ne vanno, possono mandare *in galera* i loro capi (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ma sì... è un rischio che possono correre i dirigenti (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: eppure il contrario no problem
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            In Italia violano lo statuto dei lavoratori, ma

            tutti coloro che lo sanno e ne vengono coinvolti

            voltano la testa dall'altra parte pena minacce

            "moggiane" di conseguenze sul proprio incarico
            di

            lavoro.

            Devono trattarli proprio coi guanti 'coloro che
            lo sanno', visto che se per caso litigano con la
            società e se ne vanno, possono mandare *in
            galera* i loro capi
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Ma sì... è un rischio che possono correre i
            dirigentisu, fai ridere anche noi, ma non solo per la tua incapacità di farci capire che diavolo hai detto
        • Anonimo scrive:
          Re: eppure il contrario no problem
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          eppure non c'è nessun problema se un superiore


          vede ogni cosa del dipendente... che strano


          criterio questo della trasparenza sul lavoro
          eh?


          :)



          dove hai letto che è il superiore può inserire

          keylogger ai

          dipendenti?

          Attendo fiducioso.
          Se posso risponderti io... (non sono il mittente
          del primo
          msg).

          Il controllo dei dipendenti è stato avallato da
          alcune sentenze nei paesi (USA, Gran Bretagna)
          dove non vi sono norme di tutela del
          lavoratore.
          Non ricordo specifiche distinzioni tra log e
          keylog, ma i tool di controllo remoto, di origine
          USA venduti in Italia, prevedono tutti modalità
          "silenti" nelle quali il "tecnico di manutenzione
          remota" può osservare tutto quello che compare a
          video della postazione monitorata senza alcun
          avviso all'utilizzatore
          legittimo.

          In Italia violano lo statuto dei lavoratori, ma
          tutti coloro che lo sanno e ne vengono coinvolti
          voltano la testa dall'altra parte pena minacce
          "moggiane" di conseguenze sul proprio incarico di
          lavoro.basta dire che si vede tutto (anche se non è vero) e tutti si regolano.perlomeno non stai zitto.appena vai ad installare una postazione ricordi "mi raccomando non fate cose che non si devono fare perchè è possibile controllare tutto"con "è possibile" hai detto e non detto, ma hai informato sulla possibilità tecnica.
      • Anonimo scrive:
        Re: eppure il contrario no problem
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        eppure non c'è nessun problema se un superiore

        vede ogni cosa del dipendente... che strano

        criterio questo della trasparenza sul lavoro eh?

        :)

        dove hai letto che è il superiore può inserire
        keylogger ai
        dipendenti?
        Attendo fiducioso.dove hai letto che non lo può fare?attendo fiducioso
    • interceptor scrive:
      Re: eppure il contrario no problem
      - Scritto da:
      eppure non c'è nessun problema se un superiore
      vede ogni cosa del dipendente... che strano
      criterio questo della trasparenza sul lavoro eh?
      :)Se il computer è del datore di lavoroSe la linea è del datore di lavoroSe il server è del datore di lavoroSe la corrente elettrica è del datore di lavoroForse sei al lavoro e devi lavorare e forse saràmeglio poter controllare.(Il confine con spiare è poi sottilissimo)PS: Rileggendo il post originale: non sto dicendo che TUTTI i superiori possano controllare i loro sottoposti, ma che ci sia un sistema di controlllo DI CUI L'UTENTE E' INFORMATO non mi sembra un grosso scandalo.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: eppure il contrario no problem
        non mi
        sembra un grosso
        scandalo.

        Salutinel medioevo non era uno scandalo nemmeno torturare la gente, se ragioniamo per "cosa non è uno scandalo".
  • robbie scrive:
    Re: Usava un keylogger, finirà in carcer
    beh... un elettore di sinistra... si puo dire? :s-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 maggio 2006 00.56-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Usava un keylogger, finirà in carcer
      - Scritto da: robbie
      si puo dire? :sNo. Sono il fantasma delle censure future
Chiudi i commenti