Motorola esce da Symbian e punta su Java

Lìazienda americana si appresta a vendere la sua quota azionaria di Symbian ed a concentrare i propri sforzi sulla tecnologia Java, la stessa che il colosso ha di recente abbinato a Linux


Chicago (USA) – Motorola, il secondo produttore al mondo di telefoni cellulari, ha annunciato l’intenzione di vendere la propria quota azionaria in Symbian a Nokia e Psion, due delle società con cui cinque anni or sono fondò quella stessa azienda che ha creato Symbian OS, attualmente il sistema operativo per smartphone più diffuso sul mercato.

In seguito agli accordi con Motorola, Nokia incrementerà la propria quota azionaria in Symbian dall’attuale 19% al 32%, mentre Psion la porterà al 31%.

Motorola ha sottolineato che sebbene questa mossa non vada intesa come un suo allontanamento dalla piattaforma di Symbian, di cui il colosso conserverà gli attuali accordi di licenza, questa le darà tuttavia la libertà necessaria per lavorare con gli sviluppatori di altri sistemi operativi.

“Come licenziataria di Symbian, Motorola continuerà a supportare Symbian OS per specifici clienti ed esigenze di business, come ad esempio nei nostri dispositivi 3G”, ha dichiarato Scott Durchslag, corporate vice president del Personal Communications Sector di Motorola. “In ogni caso, per quel che concerne il software dedicato al mercato di massa, la nostra attenzione è concentrata su Java, una tecnologia supportata anche da Symbian. Noi crediamo che Java è ciò che può fornire ai nostri clienti di tutto il mondo la miglior risposta alle loro necessità nel campo mobile”.

Proprio nelle scorse settimane Motorola ha commercializzato, per il momento solo in Asia, un nuovo smartphone che integra per la prima volta la tecnologia mobile Java con una piattaforma embedded basata su Linux: un connubio, questo, che Motorola ha già affermato di voler portare anche su altri modelli di telefoni cellulari e che, soprattutto ora che il gigante americano è uscito da Symbian, potrebbe acquistare sempre più importanza nelle strategie di Motorola.

A differenza di Motorola, che tende ad assumere una posizione prevalentemente agnostica nei confronti del sistema operativo (quel che più importa, a suo dire, è che vi giri Java), Nokia ha fatto di Symbian OS la propria tecnologia di riferimento: è su questo sistema operativo che poggia infatti la piattaforma Series 60 sviluppata dal colosso finlandese e utilizzata, fra gli altri, anche da Panasonic, Samsung, Sendo e Siemens.

Negli scorsi giorni Motorola ha svelato, come a dimostrare la sua volontà a non abbandonare Symbian OS, un nuovo smartphone, l’ A920 , destinato al mercato inglese e italiano e basato sul sistema operativo di Symbian. L’A920 supporta le reti GSM/GPRS/UMTS e adotta un display a colori da 208 x 320 pixel, una fotocamera digitale, un riproduttore di MP3, un sistema di navigazione satellitare e un’interfaccia utente simile al P800 di Sony Ericsson.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E se io....
    E se io registro una canzone dalla radio o dalla TV e la codifico MP3 e la tengo sul mio computer... posso?Comunque forse sarebbe ora di smettere del tutto di comperare CD e Video, e lo dice uno che ha speso una fortuna in Dischi, CD e video a partire dal 1969.Alla radio trasmettono cose splendide e in TV (raramente) danno dei buoni concerti...
  • Anonimo scrive:
    ma sono file mp3 no hà qualità cd
    mi pare un pò esagerato il modo di agire di queste "compagnie" che chiedono risarcimenti stellari per mp3 magari a 128 kbps in codifica che si avvicinano alla qualità di una buona cassetta audio vecchio tipo :) Vabbe'Faranno un pò di rumore ma credo che nel tempo non sarà la soluzione ideale .... credo :) !!!
  • Anonimo scrive:
    Che str*nzata!
    Se la tipa aveva gli originali che senso ha andare a questionare da dove provenivano le copie di backup? Lei aveva comunque pagato per il diritto di ascoltare le canzoni in questione. Punto!
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisazioni tecniche
    Ti ringrazio per la spiegazione.
  • numerone scrive:
    Per i giornalisti di PI
    gazzi mi meraviglio di voi...Voi definite questo un articolo? Io lo definisco "una cozzaglia di se ma forse però". Sapete meglio di me che l'informatica é una scienza esatta.Spero di rivedere l'articolo in modo decente in uno dei futuri PI, così da tenere fede al vostro buon nome...
  • Anonimo scrive:
    E' giustissimo, altro che scuse...
    Insomma le leggi bisogna rispettarle.....Internet Inglese e Informatica come dice il Silvio e rispetto della legge...Sempre l'America che ci insegna come si fanno le cose...se si potesse fare cosi anche qui! E invece il nostro governo si scontra con questa gente che sempre filosofeggia e impedisce il cambiamento.SQII
    • Nonninz scrive:
      Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla
      - Scritto da: Anonimo
      Insomma le leggi bisogna rispettarle.....
      Internet Inglese e Informatica come dice il
      Silvio e rispetto della legge...Credere obbedire combattere
      Sempre l'America che ci insegna come si
      fanno le cose...se si potesse fare cosi
      anche qui! E invece il nostro governo si
      scontra con questa gente che sempre
      filosofeggia e impedisce il cambiamento.LOL :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giustissimo, altro che scuse...
      - Scritto da: Anonimo
      Insomma le leggi bisogna rispettarle.....
      Internet Inglese e Informatica come dice il
      Silvio e rispetto della legge...
      Sempre l'America che ci insegna come si
      fanno le cose...se si potesse fare cosi
      anche qui! E invece il nostro governo si
      scontra con questa gente che sempre
      filosofeggia e impedisce il cambiamento.
      SQIIGiusto ! come dice (ha detto) il Silvio : "MAI PIU' ALLEANZE CON LA LEGA!"hahahahahahahahah !
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giustissimo, altro che scuse...
      - Scritto da: Anonimo
      Insomma le leggi bisogna rispettarle.....
      Internet Inglese e Informatica come dice il
      Silvio e rispetto della legge...
      Sempre l'America che ci insegna come si
      fanno le cose...se si potesse fare cosi
      anche qui! E invece il nostro governo si
      scontra con questa gente che sempre
      filosofeggia e impedisce il cambiamento.
      SQIIAHAHAHAHAHAHAHA,,,, uhuhuhuhuhuhuh..... eheheheheheBasta, basta ...... mi tengo la pancia dal ridere ...... ehehehehTu si che sei un fine umorista ....il Silvio che rispetta le leggi ....ahahahahha..... basta, non ne posso più .......
    • AndreaMilano scrive:
      Re: E' giustissimo, altro che scuse...
      ...in un mondo perfetto gli "Armitage" (Neuromancer, Bruce Sterling) come te, quelli che non sanno manco cosa rappresentano essi stessi, rimarrebbero in un costrutto ROM senza la possibilita' di espandere il proprio io... e sparare tali enormi castronerie :|Critiche costruttive, suggerimenti & Co. sempre i benvoluti.A.M.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giustissimo, altro che scuse...
      - Scritto da: Anonimo
      Insomma le leggi bisogna rispettarle.....come quelle che dicon che si pagan le tasseo quelle che vietan la corruzione....
      Internet Inglese e Informatica come dice il
      Silvio e rispetto della legge...giusto cominci lui a dare il buon esempio
      Sempre l'America che ci insegna come si
      fanno le cose...se si potesse fare cosi
      anche qui! E invece il nostro governo si
      scontra con questa gente che sempre
      filosofeggia e impedisce il cambiamento.se sei ricco...violi la legge se sei povero vai al patiboloMumia Abu Jamal"io sto con chi lavora non con chi sta al poteremi piace malcom x e le pantere nere"
    • Rododendro scrive:
      Re: E' giustissimo, altro che scuse...
      - Scritto da: Anonimo
      Insomma le leggi bisogna rispettarle.....
      Internet Inglese e Informatica come dice il
      Silvio e rispetto della legge...
      Sempre l'America che ci insegna come si
      fanno le cose...se si potesse fare cosi
      anche qui! E invece il nostro governo si
      scontra con questa gente che sempre
      filosofeggia e impedisce il cambiamento.Chi e' che rispetta la legge? Silvio Berlusconi? Il presidente del consiglio? Quello che e' stato gia' condannato un paio di volte, che si e' dato da fare corrompendo i giudici, finanzieri, magistrati e politici? Quello che si e' fatto fare le leggi su misura per depenalizzare i reati che aveva commesso? Quello che si e' fatto fare la legge sull'impunita' e ora denuncia tutto e tutti, tanto a lui non possono toccarlo?E' di lui che parli?
  • Anonimo scrive:
    Ridicolo :-D
    "La donna si è difesa sostenendo di avere i CD ufficiali di tutte le canzoni presenti nel proprio computer. La RIAA ha potuto allora dimostrare che le canzoni non provenivano dai CD della donna ma erano state scaricate attraverso i network del file sharing."Se possiedi i cd puoi anche avere le copie dello stesso brano masterizzate da un tuo amico."Infatti i files conservati sul PC della donna avevano un "hash", una specie di numero identificativo che è caratteristico dei brani scaricati con il P2P."E' un po dura, ma puo' dire di aver semplicemente provato il software sulla sua rete interna, per vedere come funziona.Difficile ma possibile :-PComunque se davvero il programma di file sharing modifica o aggiunge, in qualche modo, i files e' decisamente malfatto.:-| !!
  • Anonimo scrive:
    Non è un problema...
    Quanto ci va perchè esca un programmino free (10 minuti di lavoro per un programmatore di media esperienza) che cambi automaticamente una manciata di bit nel file mp3 (magari nell'area del tag id3) in modo tale da "personalizzare" l'hash di 1000 file in 10 secondi? senza alterare la qualità o altro.Il problema è che in questo modo non è poi possibile scaricare contemporaneamente pezzi diversi dello stesso file da persone diverse in quanto i file sono visti come diversi dagli altri presenti in rete...vabbè, si troveranno altri metodi...(PS OT la persona che possiede più CD copiati tra quelle che conosco non ha neanche internet, ha fatto tutto scambiando e rippando per conto suo...)
  • Anonimo scrive:
    Non capisco...
    Cito:"Una donna accusata di aver messo a disposizione oltre mille brani musicali sui network del P2P è stata chiamata in giudizio dalla RIAA per la violazione dei relativi copyright."Se è stata accusata di aver "messo a disposizione" quei brani, che differenza fa se ha tutti i CD originali? Qualcuno mi spieghi, per favore.
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Non capisco...
      Credo, ripeto credo, la RIAA si rifacesse alla provenienza del materiale. E' illecito farlo in quel modo, dunque anche se tu hai comprato l'originale l'mp3 lo hai preso da un p2p in modo illegale. Personalmente credo che sia una enorme castroneria il fatto di dover essere incolpata per averli scaricati.La signora con ogni probabilita' avra' scaricato non mega ma giga di mp3, ha ascoltato, ha percepito quelli a lei piu' congeniali e ha deciso di comprare gli album completi. Onestissimo.A me non sembra nulla di grave, e' come ascoltare la radio, solo che alla radio trasmettono i brani che decidono loro con le p2p scegli tu.Ovvio che il giudizio personale non va sempre di comune accordo con le normative vigenti.Critiche costruttive & co. sono sembre le benvenute :)A.M.
  • Anonimo scrive:
    [OT] brutta azione
    che brutta azione spostare Ekle fra gli OT e i troll! eppure alcuni post davano suggerimenti interessanti...
  • Anonimo scrive:
    Ma chi lo ha scritto???
    Sono veramente stupito di leggere un articolo cosi' approssimativo su un sito come Punto Informatico che, solitamente, mantiene un livello tecnico adeguato."Pare infatti che nei metadata che ogni file MP3 porta con se si possano trovare anche informazioni come ad esempio il nome dell'autore della registrazione"Ma cosa vuol dire?A parte che chi ha scritto l'articolo sembra ignorare completamente la struttura di un file mp3 e degli ID3 tag (come se fossero argomento inesplorato e misterioso), che cosa vuol dire "PARE"? L'informatica (come la matematica) non e' un'opinione, quindi non "PARE" un bel niente: "E'" o "NON E'". E, in questo caso: NON E'.La signora non e' stata incastrata perche ha inserito in coda agli mp3 il suo nome/cognome/indirizzo... ma, come l'articolista spiega in modo estremamente farraginoso, perche', prendendo il file "La vispa Teresa.mp3" e calcolandone l'hash (con algoritmi compatibili ai vari client p2p), tale hash e' risultata presente sui motori di ricerca p2p ed e' risultata corrispondente ad un file che, guarda caso, conteneva proprio la suddetta canzone.Cio' ha dimostrato (opinabile, ma molto probabile) che: o lei aveva scaricato gli mp3 da internet o li aveva condivisi con altri utenti, commettendo, in ogni caso, un reato.Inoltre dire che "i files conservati sul PC della donna avevano un "hash", una specie di numero identificativo che è caratteristico dei brani scaricati con il P2P" e' una castroneria galattica. Per qualunque file puo' essere calcolata una hash (che e' semplicemente una sorta di checksum che permette di identificare in modo pressoche' univoco un file) e cio' non significa minimamente che abbia qualcosa a che fare con il p2p.Sarei veramente curioso di sapere chi e' l'articolista.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi lo ha scritto???
      - Scritto da: Anonimo
      Sono veramente stupito di leggere un
      articolo cosi' approssimativo su un sito
      come Punto Informatico che, solitamente,
      mantiene un livello tecnico adeguato.
      Anch'io.
      A parte che chi ha scritto l'articolo sembra
      ignorare completamente la struttura di un
      file mp3 e degli ID3 tag (come se fossero
      argomento inesplorato e misterioso), Gia', si vede che non ha avuto l'ardire intellettuale di premere ALT-3 su Winamp per vedere che cosa salta fuori.
      che cosa vuol dire "PARE"? L'informatica (come
      la matematica) non e' un'opinione, quindi
      non "PARE" un bel niente: "E'" o "NON E'".
      E, in questo caso: NON E'.Infatti: l'articolo sembra piu' in stile astrologia che in stile scienza (se non sbaglio l'informatica dovrebbe far parte delle cosiddette scienze esatte, e non del sentito dire popolare...)
      Inoltre dire che "i files conservati sul PC
      della donna avevano un "hash", una specie di
      numero identificativo che è caratteristico
      dei brani scaricati con il P2P" e' una
      castroneria galattica. Per qualunque file
      puo' essere calcolata una hash (che e'
      semplicemente una sorta di checksum che
      permette di identificare in modo pressoche'
      univoco un file) e cio' non significa
      minimamente che abbia qualcosa a che fare
      con il p2p.Gia', e anche se uno proprio non ha idea di che cosa sia un hash di un file, mi stupisco che lavorando nel campo dell'informatica non abbia mai sentito parlare di una hash-table, e che non sia riuscito a fare il collegamento logico tra le due cose.

      Sarei veramente curioso di sapere chi e'
      l'articolista.Onestamente lo sarei anch'io, e sarei curioso di sapere perche' ha potuto scrivere su di un sito del livello (di solito buono) di PI senza avere la minima competenza tecnica sulla materia.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi lo ha scritto???
        non li fanno più come una volta :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi lo ha scritto???


        Inoltre dire che "i files conservati sul
        PC

        della donna avevano un "hash", una specie
        di

        numero identificativo che è caratteristico

        dei brani scaricati con il P2P" e' una

        castroneria galattica. Per qualunque file

        puo' essere calcolata una hash (che e'

        semplicemente una sorta di checksum che

        permette di identificare in modo
        pressoche'

        univoco un file) e cio' non significa

        minimamente che abbia qualcosa a che fare

        con il p2p.
        Gia', e anche se uno proprio non ha idea di
        che cosa sia un hash di un file, mi stupisco
        che lavorando nel campo dell'informatica non
        abbia mai sentito parlare di una hash-table,
        e che non sia riuscito a fare il
        collegamento logico tra le due cose.Forse il problema sta nel fatto che quando viene copiata in MP3 una canzone da un CD è praticamente impossibile ottenere due file uguali, ci sono imperfezioni minime che diependono da tantissimi elementi, dalla compressione per finire al programma utilizzato, ecc.Io penso così. Sbaglio?Ciao
        • The FoX scrive:
          Re: Ma chi lo ha scritto???
          - Scritto da: Anonimo
          Forse il problema sta nel fatto che quando
          viene copiata in MP3 una canzone da un CD è
          praticamente impossibile ottenere due file
          uguali, ci sono imperfezioni minime che
          diependono da tantissimi elementi, dalla
          compressione per finire al programma
          utilizzato, ecc.

          Io penso così. Sbaglio?Allora, e' possibile rippare in WAV una traccia audiodue volte consecutive ed ottenere due file uguali bit a bit.Io l'ho fatto (e il cd era pure rigato; infatti serviva per verificare l'azzenza di disturbi "casuali" dovuti ai graffi).Se poi i due file vengono processati alla stessa identica maniera con gli stessi identici programmi e codec, non vedo motivo per cui i file MP3 risultanti debbano essere diversi.Ma ammetto che questa e' una prova che ancora non ho fatto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi lo ha scritto???
        vediamo chi e che abusa di un copyright(se fossi lautore denuncerei la ria percje non e' in grado di proteggermi) e sapendo questo non ne farei mai partehttp://www.audiocoding.comqui trovate universal id3v2tagcerrti nascondono il propio nick in un mp3bene si puo rimuoverel'altro metodo e' il watermark (un suono inpercettibile (ste palle) che altera la canzone stessaANCHE QUESTO SI PUO RIMUOVEREcosa gli resta da fare assolutamnte nulla convivere con il p2pe vendere i cd - dvd (pieni di canzoni) alla cifra poco superiore dei vuoti ovviamente in mp3 e codificati BENEin un mese dite che il p2p abbia anora tanti utenti(solo per titoli introvabili)anche se su 120 brani 30 non sono di gusto non stai li a sputarci sopra per quella ciffra si passa sopra vero ??gia masterizzati, pronti all ascolto-visioneche senso ha dopo scaricare e masterizzare ?se chi produce solo media vuoti si porta a casa il paneil pane se lo portano a casa anche loro
    • Rododendro scrive:
      Re: Ma chi lo ha scritto???
      - Scritto da: Anonimo
      La signora non e' stata incastrata perche ha
      inserito in coda agli mp3 il suo
      nome/cognome/indirizzo... ma, come
      l'articolista spiega in modo estremamente
      farraginoso, perche', prendendo il file "La
      vispa Teresa.mp3" e calcolandone l'hash (con
      algoritmi compatibili ai vari client p2p),
      tale hash e' risultata presente sui motori
      di ricerca p2p ed e' risultata
      corrispondente ad un file che, guarda caso,
      conteneva proprio la suddetta canzone.

      Cio' ha dimostrato (opinabile, ma molto
      probabile) che: o lei aveva scaricato gli
      mp3 da internet o li aveva condivisi con
      altri utenti, commettendo, in ogni caso, un
      reato.BRAVO! Ottima spiegazione.
  • Anonimo scrive:
    non vuol dire niente!
    io potrei anche copiare tramite p2p un file musicale in mp3 di cui ho il cd e quindi è completamente legale in un'altro computer sempre mio! finchè non riescono a capire da che computer proviene come fanno a dire che è illegale?
  • Anonimo scrive:
    Mio cuggino
    Mio cuggino è tranquillo, quando scarica gli emmepitre, fa poi un Cidi e se gli dicono: toh hai scaricato gli emmepitre, lui risponde ma io ho anche il cidì....Come fai a fregare il mio cugino se è così intelligente???
  • ryoga scrive:
    Richiesta informazione....
    Scusate avrei bisogno della seguente informazione :- Indirizzo email della RIAA-Ho un dvd ORIGINALE, che a causa del troppo uso ( la mia piccola lo adora e quindi ogni giorno se lo vede 3-4 volte ), comincia a non visualizzare + correttamente il film ( ci sono alcuni "salti" in alcune scene ). Ho bisogno della email della RIAA ( o chi per essa ), ed anche un vostro giudizio per sapere, se, comprando una copia di quel Dvd dal marocchino sotto casa, o facendola fare da un amico, corro il rischio di poter venire multato per un qualche motivo oscuro.Non e' una domanda ironica,ma e' pura e semplice richiesta di informazione.P.s. : Non e' forse il caso, di richiedere alla casa produttrice, una copia nuova restituendo quella in mio possesso?Grazie a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Richiesta informazione....
      - Scritto da: ryoga
      Scusate avrei bisogno della seguente
      informazione :
      - Indirizzo email della RIAA
      -Ho un dvd ORIGINALE, che a causa del troppo
      uso ( la mia piccola lo adora e quindi ogni
      giorno se lo vede 3-4 volte ), comincia a
      non visualizzare + correttamente il film (
      ci sono alcuni "salti" in alcune scene ).
      Ho bisogno della email della RIAA ( o chi
      per essa ), ed anche un vostro giudizio per
      sapere, se, comprando una copia di quel Dvd
      dal marocchino sotto casa, o facendola fare
      da un amico, corro il rischio di poter
      venire multato per un qualche motivo oscuro.

      Non e' una domanda ironica,ma e' pura e
      semplice richiesta di informazione.

      P.s. : Non e' forse il caso, di richiedere
      alla casa produttrice, una copia nuova
      restituendo quella in mio possesso?

      Grazie a tuttiSecondo le nuove disposizioni sul copyright e' legale fare copie del film a scopo di backup solo se lo si produce il possessore dell'originale.Altri tipi di copie compresa quella con cui si aggira le protezione anticopia sono illegali.Ciau.
      • Anonimo scrive:
        Re: Richiesta informazione....
        un dvd non si rovina per il troppo uso, magari se tua figlia si pulisce la mani dalla marmellata prima di mettercele sopra.Basta ripulirlo con un panno leggermente umido, consiglio della nonna e poi funzia, senza scomodare la riaa che è già impegnate
        • Anonimo scrive:
          Re: Richiesta informazione....
          - Scritto da: Anonimo
          un dvd non si rovina per il troppo uso,
          magari se tua figlia si pulisce la mani
          dalla marmellata prima di mettercele sopra.
          Basta ripulirlo con un panno leggermente
          umido, consiglio della nonna e poi funzia,
          senza scomodare la riaa che è già impegnateFalso. E poi per "uso" si intende tutto, non solo l'atto della lettura...che devo fare, vivere in una casa iperbarica, così il mio DVD non si rovinerà mai?
          • Anonimo scrive:
            Re: Richiesta informazione....
            la cosa piu' sconvolgente e' che a una simile domanda vengano date risposte serie..... :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Richiesta informazione....

            Falso. E poi per "uso" si intende tutto, non
            solo l'atto della lettura...che devo fare,
            vivere in una casa iperbarica, così il mio
            DVD non si rovinerà mai?Come Maigol Gecson? :P
        • Nonninz scrive:
          Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla
          - Scritto da: Anonimo
          un dvd non si rovina per il troppo uso,
          magari se tua figlia si pulisce la mani
          dalla marmellata prima di mettercele sopra.
          Basta ripulirlo con un panno leggermente
          umido, consiglio della nonna e poi funzia,Quoto
          senza scomodare la riaa che è già impegnatesi a rubare piu' soldi possibili... ma ho capito bene?150.000 dollari a canzone???? :|
    • Akiro scrive:
      Re: Richiesta informazione....

      P.s. : Non e' forse il caso, di richiedere
      alla casa produttrice, una copia nuova
      restituendo quella in mio possesso?al 99% la RIAA ti dice di comprar una copia nuovaank'io ne ho uno difettoso... e se per cambiarlo ci vuole lo scontrino (ahimè l'ho buttato: ke pirla.) non penso proprio che a te lo possan cambiare senza batter ciglio
    • Anonimo scrive:
      Re: Richiesta informazione....
      ma come faccio la copa di backup se il cd è protetto ?da come si dice non posso agirare la protezione , ma allora come cavolo la faccio sta copia di backup ? =(
    • RunningTruck scrive:
      A me serve l' e-mail della ValleVerde...
      Ho un problema simile.Qualcuno puo' darmi l' e-mail della ValleVerde ?Ho un paio di scarpe che a causa del troppo uso si sono usurate.Voglio restituirgliele chiedendo in cambio un paio nuovo.
      • Strider scrive:
        Re: A me pure!!!
        - Scritto da: RunningTruck
        Ho un problema simile.
        Qualcuno puo' darmi l' e-mail della
        ValleVerde ?
        Ho un paio di scarpe che a causa del troppo
        uso si sono usurate.
        Voglio restituirgliele chiedendo in cambio
        un paio nuovo.Anch'io ho un problema simile...qualcuno ha l'indirizzo e-mail della Akuel?(chissà se qualcuno la capisce)
        • Anonimo scrive:
          Re: A me pure!!!
          - Scritto da: Strider

          - Scritto da: RunningTruck

          Ho un problema simile.

          Qualcuno puo' darmi l' e-mail della

          ValleVerde ?

          Ho un paio di scarpe che a causa del
          troppo

          uso si sono usurate.

          Voglio restituirgliele chiedendo in cambio

          un paio nuovo.

          Anch'io ho un problema simile...qualcuno ha
          l'indirizzo e-mail della Akuel?
          (chissà se qualcuno la capisce)Guzza più piano, che altrimenti si rompe .......
    • Strider scrive:
      Re: Richiesta informazione--
      risp seria

      Ho bisogno della email della RIAA ( o chi
      per essa )Hai il dvd originale hai detto, no? Su di esso ci deve essere il bollino visto SIAE, e la legge che si applica è solamente quella italiana, non hai bisogno di contattarli. Se invece l'hai preso d'importazione, non so che dirti e puoi tranquillamente saltare il resto del mio post perchè non conosco le loro leggi.
      ed anche un vostro giudizio per
      sapere, se, comprando una copia di quel Dvd
      dal marocchino sotto casa, o facendola fare
      da un amico, corro il rischio di poter
      venire multato per un qualche motivo oscuro.Nessun motivo oscuro. Il DL 682/2003 stabilisce chiaramente che le copie di sicurezza non possono essere effettuate da terzi, nè possono essere acquisite a titolo di prezzo. La multa sarebbe quindi perfettamente legittima, e inoltre potrebbe essere maggiore nel caso dell'acquisto dal marocchino (compri una copia in cui sono state decriptate informazioni di sicurezza / sei cliente di un ricettatore).
      P.s. : Non e' forse il caso, di richiedere
      alla casa produttrice, una copia nuova
      restituendo quella in mio possesso?Non hai diritto a una copia nuova. Hai diritto a farti una copia del tuo film su DVD, e hai diritto ad adattarlo per farlo girare su qualsiasi mezzo di riproduzione, fosse un videoregistratore come un videoproiettore o il ponte a ologrammi di Star Trek. Ma anche se sembra assurdo, non hai il diritto di bypassare il meccanismo di protezione/cifratura che i DVD implementano a protezione delle copie (il famigerato CCS), quindi all'atto pratico NON PUOI creare una copia di sicurezza. Chi ha inventato il sistema per rompere la protezione (il DECCS) è stato condannato duramente in tribunale, il solo possesso del codice sorgente è già un'illecito, perchè il CSS è (C) e l'uso del DECCS è pure illegale. Non prenderlo per oro colato, non sono avvocato ma conosco un po' di giurisprudenza. E se vuoi un commento personale a quanto scritto, secondo me è vergognoso che vendano qualcosa in cui tu non puoi mettere mano. Se io compro un CD Audio, voglio poterlo riprodurre con un lettore CD da PC, oppure riversarlo su Hard Disk per sentirmelo, e convertirlo o meno in formati assurdi e non renderne conto a nessuno. Lo stesso con i DVD, dovremmo essere in grado di poterne usufruire come e dove vogliamo e farci le copie di sicurezza.
      • ryoga scrive:
        Re: Richiesta informazione--
        risp seria
        All'inizio ti stavo mandando a quel paese per la risposta che hai dato insieme a Running*.Il Dvd l'ho comprato in italia, e per il troppo uso ( l'avro' visto in compagnia di mia figlia ben 300 volte + altre 300 l'avra' visto mia figlia con mia moglie ), alcune scene saltano e quindi non e' pensabile vedere un film che va a salti.Nel dubbio ho anche sostituito il lettore ( poteva darsi che la lentina -anche se l'ho ripulita- non era + in grado di leggere le informazioni sul disco in alcune aree che effettivamente sono "leggermente" danneggiate ).Purtroppo nessuna soluzione e cosi mi son ritrovato in mano il dvd illeggibile.Purtroppo non ho nessuna copia di backup fatta da me perche' :1) Non ho e non ho intenzione di comprare un masterizzatore dvd2) Non riesco a copiare il dvd su vhs ( macrovision + altre protezioni = impossibilita' a copiarlo )3) Non ho scontrino....non voglio restituirlo al mio negoziante (l'ho comprato online) e non volevo disturbare ne la SIAE ne la RIAA.....vorrei semplicemente sapere se e' possibile, restituendo alla casa distributrice del prodotto, e accertato che non e' un difetto a causa di un cattivo utilizzo (ma solo a causa del troppo utilizzo ), avere un'altra copia in sostituzione.Thanks comunque per le informazioni date :)
  • Anonimo scrive:
    La finite?
    E basta con ste domande del cavolo!Si parla di legislazione americana! Fortunatamente un po' di differenze ci sono ancora!
    • ryoga scrive:
      Re: La finite?
      - Scritto da: Anonimo
      E basta con ste domande del cavolo!
      Si parla di legislazione americana!
      Fortunatamente un po'
      di differenze ci sono ancora!Domandare e' lecito.Rispondere e' cortesia.
  • nop scrive:
    Esattamente cosa?
    Ma esattamente l'acquisto di un CD cosa mi conferisce?La proprietà fisica del supporto? la licenza di ascoltare la musica in casa mia? nella mia macchina? nel mio bagno?Perchè queste cose non vengono esplicitate sulla confezione?è possibile comprare qualcosa e non sapere cosa ci si puo' fare?mah ... ho fatto bene a smettere di comprare musica e cominciare ad ascoltare la radio......
    • Anonimo scrive:
      Re: Esattamente cosa?
      - Scritto da: nop

      Ma esattamente l'acquisto di un CD cosa mi
      conferisce?
      La proprietà fisica del supporto? la licenza
      di ascoltare la musica in casa mia? nella
      mia macchina? nel mio bagno?
      Perchè queste cose non vengono esplicitate
      sulla confezione?

      è possibile comprare qualcosa e non sapere
      cosa ci si puo' fare?

      mah ... ho fatto bene a smettere di comprare
      musica e cominciare ad ascoltare la
      radio......Tu acquisisci il diritto ad ascoltare (in solitudine, senza farla sentire ad altri) la musica che hai comprato.Ah gia', pero' non hai diritto a farti un mp3 da lasciare sull'HD del portatile (oppure una cassetta da sentire in auto) perche' in realta' hai solo diritto ad ascoltarla dal supporto originale. Quindi se vuoi un secondo supporto paghi il diritto una seconda volta.Ah gia', pero' hai diritto a farti una copia di back-up.Ah gia', pero' e' illegale aggirare le protezioni anticopia, anche per farsi una copia di back-up.Ah gia', pero' se perdi il supporto fisico non perdi il diritto ad ascoltare la musica comprata.Ah gia', pero' e' illegale scaricare un mp3 per rimpiazzare un supporto fisico danneggiato.Le mie personali considerazioni:1) E poi ci si chiede perche' le persone vedono con il fumo negli occhi le lobby del multimediale...2) Se gli scienziati e gli ingegneri operassero con la stessa approssimazione con cui si operano i legislatori probabilmente penseremmo ancora che la Terra e' piatta ed il Sole ci gira attorno.Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: Esattamente cosa?

        Tu acquisisci il diritto ad ascoltare (in
        solitudine, senza farla sentire ad altri) la
        musica che hai comprato.

        Ah gia', pero' non hai diritto a farti un
        mp3 da lasciare sull'HD del portatile
        (oppure una cassetta da sentire in auto)
        perche' in realta' hai solo diritto ad
        ascoltarla dal supporto originale. Quindi se
        vuoi un secondo supporto paghi il diritto
        una seconda volta.

        Ah gia', pero' hai diritto a farti una copia
        di back-up.

        Ah gia', pero' e' illegale aggirare le
        protezioni anticopia, anche per farsi una
        copia di back-up.

        Ah gia', pero' se perdi il supporto fisico
        non perdi il diritto ad ascoltare la musica
        comprata.

        Ah gia', pero' e' illegale scaricare un mp3
        per rimpiazzare un supporto fisico
        danneggiato.

        Le mie personali considerazioni:
        1) E poi ci si chiede perche' le persone
        vedono con il fumo negli occhi le lobby del
        multimediale...
        2) Se gli scienziati e gli ingegneri
        operassero con la stessa approssimazione con
        cui si operano i legislatori probabilmente
        penseremmo ancora che la Terra e' piatta ed
        il Sole ci gira attorno.

        Ciao!TI AMO!
  • Anonimo scrive:
    Solo una domanda...
    Forse sara' gia' stata posta, ma se io ho un vinile (caro, vecchio, splendido ma ingombrante vinile :'( ) ho diritto ad avere una copia? Ovviamente CDrip....in fondo io dovrei aver acquistato anche il diritto ad usufruire dell'opera, quindi non dovrebbe contare da quale fonte viene presa. Siccome ho diversi LP che vorrei...... ..... :)
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Solo una domanda...
      La normativa è a dir poco confusionaria se non assolutamente priva di senso. In questo modo qsiasi cosa tu faccia puoi sempre essere indicato come reo.La normativa permette una copia di backup, non puoi aggirare i sistemi anticopia* perche' illegale, puoi usare la tua copia tranquillamente, nessuno verra' a dirti che il cd che hai in macchina è pirata**. Attento solo a non sharare i file rippati.Critiche costruttive & Co. sempre le benvenute.A.M.*1=Ma i tuoi LP non ne hanno.*2=Non capisco perchè spendano milioni per questi sistemi. Inserisco l'out del mio lettore in un in di un registratore e ho eliminato l'anticopia da 11milioni di ? con un cavo da 2,50?**=Se lo fanno ti aspetta un lunghissimo processo ma alla fine dovresti vincere (magari le leggi cambiano)
  • Anonimo scrive:
    Basterebbe che....
    Ok..puntano sull'hash ? va bene...Prendete allora tutti gli mp3, riencodateli anche con lo stesso bitrate e risalvateli....Hash modificato...e adesso che fanno ?Poi chiaramente correte a comprare gli originali :-)Per i tag non c'è problema ..ci sono programmini che li possono modificare.La donna sicuramente perderà la causa a meno che il giudice non ritenga illeciti i metodi della riaa e disponga la nullità delle prove.Il problema è che la riaa farà un tale polverone in caso di vittoria che mi farà girare i marroni..ciauzCrazy
  • Akiro scrive:
    ma dai! è una beffa!
    "La donna si è difesa sostenendo di avere i CD ufficiali di tutte le canzoni presenti nel proprio computer. La RIAA ha potuto allora dimostrare che le canzoni non provenivano dai CD della donna ma erano state scaricate attraverso i network del file sharing."ma se uno ha tutti i cd ke "cippa" rompono a fare allora!?!?!così è persecuzione gratuita pura e semplice!bella beffa aver tutti i cd e dover RI-pagare ankora solo perkè la RIAA ha le sue cose.non ho parole, sono skifato.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma dai! è una beffa!

      ma se uno ha tutti i cd ke "cippa" rompono a
      fare allora!?!?!
      così è persecuzione gratuita pura e semplice!
      bella beffa aver tutti i cd e dover
      RI-pagare ankora solo perkè la RIAA ha le
      sue cose.probabilmente le hanno contestato di aver usato un sistema di file sharing, attaccandosi a due motivi:1) probabilmente aveva lasciato i file in condivisione, violando le leggi sulla distribuzione del materiale coperto da copyright (il fatto che avesse i diritti per l'ascolto non le dava quelli della diffusione)2) dato che condividere i file protetti da copyright è considerato reato, lo sfruttamento di un reato per profitto o adesso anche per utilizzo personale è interpretabile come reato: in pratica, non ha commesso il reato di violazione del copyright nello scaricare quelle canzoni se ne aveva i diritti possedendo i cd, ma ha commesso un reato di sfruttamento di una attività considerata criminosa.
      • Akiro scrive:
        Re: ma dai! è una beffa!

        1) probabilmente aveva lasciato i file in
        condivisione, violando le leggi sulla
        distribuzione del materiale coperto da
        copyright (il fatto che avesse i diritti per
        l'ascolto non le dava quelli della
        diffusione)purtroppo dal testo non si capisce se li ha lasciati condivisi...e penso che se non è stato specificato allora non l'ha fatto... ma è una mia convinzione personale.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma dai! è una beffa!

        copyright è considerato reato, lo
        sfruttamento di un reato per profitto o
        adesso anche per utilizzo personale è
        interpretabile come reato: in pratica, non
        ha commesso il reato di violazione del
        copyright nello scaricare quelle canzoni se
        ne aveva i diritti possedendo i cd, ma ha
        commesso un reato di sfruttamento di una
        attività considerata criminosa.Tipo rapina a mano armata ! ma chi sei ekleptical anonimo?Non è un reato e nemmeno un attività crimosa se non li vendi o ne sfrutti a vantaggio economico (ricettazione)Si tratta di un illecito amministrativo, paghi la multa e bastaSTOP CON QUESTO FUD ti prego, domani che diciù? Che c'è la sedia elettrica per chi scarica... ma per favore nasconditi!
  • Anonimo scrive:
    E pensare...
    ...che dieci anni fa conoscevo la RIAA solo per la curva di equalizzazione nei preampli per pickup da giradischi...
    • Anonimo scrive:
      Re: E pensare...
      - Scritto da: Anonimo
      ...che dieci anni fa conoscevo la RIAA solo
      per la curva di equalizzazione nei preampli
      per pickup da giradischi...Già.... anche io.... poi ho iniziato ha chiedermi chi erano quei rompiscatole che si chiamavano come un filtro di pesatura...
  • Anonimo scrive:
    Votiamo per l'annessione agli USA!!!
    Così almeno formalizziamo il nostro stato di colonia di fatto. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Votiamo per l'annessione agli USA!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Così almeno formalizziamo il nostro stato di
      colonia di fatto. :)Mi sa che invece sarebbero LORO a non volerci !!!Prendete ad esempio PuertoRico, adesso sono una specie di protettorato USA, usano i dollari, hanno il passaporto blu con l'aquila e possono commerciare solo con gli USA, ma questi ultimi col cavolo che li vogliono come 53esimo stato dell'unione !Anzi, gli schifano talmente che i Portoricani sono visti dagli USA come la peggior feccia dei caraibi....Va anche detto però che anche la maggior parte dei Portoricani si guarda bene sia da chiedere l'adesione agli USA che da chiedere l'indipendenza.... L'attuale status gli sembra essere conveniente e quindi non si sbattono più di tanto....(ah, la beata apatia latina !) Ciao !
      • Anonimo scrive:
        Re: Votiamo per l'annessione agli USA!!!
        le portoricane però sono delle gran gnocche!
      • Anonimo scrive:
        Re: Votiamo per l'annessione agli USA!!!

        Prendete ad esempio PuertoRico, adesso sono
        una specie di protettorato USA, usano i
        dollari, hanno il passaporto blu con
        l'aquila e possono commerciare solo con gli
        USA, ma questi ultimi col cavolo che li
        vogliono come 53esimo stato dell'unione !
        Anzi, gli schifano talmente che i
        Portoricani sono visti dagli USA come la
        peggior feccia dei caraibi....
        Questa parte del tuo messaggio mette in evidenza una certa ignoranza: non puo' entrare nell'unione uno Stato singolo ma devono entrare a coppie! Porto Rico e' passata agli USA dopo la guerra ispano-americana e 2 decenni dopo hanno ottenuto la cittadinanza americana (per inciso a quei tempi l'italia non era una democrazia nememno alla lontana) e dal '48 rappresentanti eletti. Comunque non ti preoccupare in Italia si parla moltissimo degli USA ma ben pochi ne conoscono un minimo di storia :-) In secondo luogo, dai portoricani che ho conosciuto ho sentito spesso dire che la situazione attuale di commonwealth e' comoda, godono dei diritti e della protezione USA ma non sono gravati dai doveri ;-) ciao :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Votiamo per l'annessione agli USA!!!
          - Scritto da: Anonimo
          In secondo luogo, dai portoricani che ho
          conosciuto ho sentito spesso dire che la
          situazione attuale di commonwealth e'
          comoda, godono dei diritti e della
          protezione USA ma non sono gravati dai
          doveri ;-)Infatti è proprio quello che dicevo io... Alla maggioranza dei Protoricani la situazione va bene così com'è !
          ciao :-) Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Votiamo per l'annessione agli USA!!!
      Embè?? e questo che c'entra con l'articolo????Le feste dell'Unità devono averti fritto il cervello a te e al tipo che parla dei portoricani.......mah.....(troll)- Scritto da: Anonimo
      Così almeno formalizziamo il nostro stato di
      colonia di fatto. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Votiamo per l'annessione agli USA!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Embè?? e questo che c'entra con
        l'articolo????
        Le feste dell'Unità devono averti fritto il
        cervello a te e al tipo che parla dei
        portoricani.......
        mah.....E tu ti unisci al coretto parlando a vanvera delle feste dell'unità...Senso dell'ironia pari a zero eh ?Tu invece mi sembri un tantino paranoide dato che vedi comunisti dappertutto....Mi sembra di averla già sentita questa.... Abiti forse ad Arcore ?
  • Anonimo scrive:
    ma che differenza c'è?
    ma che differenza c'è tra il rippare un cd di mia proprietà e scaricare gli stessi file di qualcun altro, se comunque ho l'originale?Oppure il diritto di copia vale solo per la mia copia fisica, anche se è uguale alla copia di qualcun altro?Ma allora comprando un CD acquisico il diritto di usufruire dei bit "fisici" (che guarda caso suonano come la mia canzone preferita) e non dell' opera d'arte...Mi pareva fosse diversa la questione...se qualcuno ha le idee più chiare delle mie (è facile!) per cortesia mi spieghi!...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che differenza c'è?
      - Scritto da: Anonimo
      ma che differenza c'è tra il rippare un cd
      di mia proprietà e scaricare gli stessi file
      di qualcun altro, se comunque ho
      l'originale?probabilmente la donna condivideva in P2P quel migliaio di brani.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che differenza c'è?
      - Scritto da: Anonimo
      ma che differenza c'è tra il rippare un cd
      di mia proprietà e scaricare gli stessi file
      di qualcun altro, se comunque ho
      l'originale?qusto è quello che mi chiedevo anche io.anche perchè spesso è IMPOSSIBILE ripparli (almeno legalmente).allora io mi procuro la mia copia personale nel modo che mi è più congeniale, senza violare la legge, no?lo credevo anche io.chissà come la vedono in Italia questa ... da qualche parte girava una storiella (che secondo me è falsa) su questo argomento ...
      Oppure il diritto di copia vale solo per la
      mia copia fisica, anche se è uguale alla
      copia di qualcun altro?secondo me è solo cavillare, da una parte e dall'altra.sia dalla parte del downloader, sia dalla parte del pubblico ministero
      Ma allora comprando un CD acquisico il
      diritto di usufruire dei bit "fisici" (che
      guarda caso suonano come la mia canzone
      preferita) e non dell' opera d'arte...ma se non hai nemmeno il diritto di fare la copia se ci sono sistemi di protezione, cosa stiamo ancora a parlare?
      Mi pareva fosse diversa la questione...
      se qualcuno ha le idee più chiare delle mie
      (è facile!) per cortesia mi spieghi!...la faccenda è questa: finchè non muoveremo il culo per far CAMBIARE LE LEGGI e ci batteremo e ancora e ancora finchè non le cambieranno, non ci sarà altro da spiegare che questo: per avere meno attrito, usare un lubrificante.
    • gerry scrive:
      Re: ma che differenza c'è?
      - Scritto da: Anonimo
      ma che differenza c'è tra il rippare un cd
      di mia proprietà e scaricare gli stessi file
      di qualcun altro, se comunque ho
      l'originale?
      Oppure il diritto di copia vale solo per la
      mia copia fisica, anche se è uguale alla
      copia di qualcun altro?I CD potrebbe averli comprati dopo la citazione, per mettersi a posto con la legge. Forse vogliono dimostrare che i CD non erano in suo possesso quando ha scaricato gli MP3.Detto questo, a me sembra una cavolata.Basta che provi di avere acquistato i CD prima della citazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che differenza c'è?
        - Scritto da: gerry

        I CD potrebbe averli comprati dopo la
        citazione, per mettersi a posto con la
        legge. Forse vogliono dimostrare che i CD
        non erano in suo possesso quando ha
        scaricato gli MP3.

        Detto questo, a me sembra una cavolata.
        Basta che provi di avere acquistato i CD
        prima della citazione.Forse l'articolo non è molto chiaro al riguardo, ma mi sembra palese che la donna verrà condannata (con tutta probabilità), non solo perchè aveva gli MP3 nel PC ma perchè li metteva in condivisione (come si legge nelle prime righe dell'articolo)....
  • Anonimo scrive:
    molto tecnico infatti
    I files conservati sul PC della donna avevano un ?hashes?, una specie di numero identificativo che è caratteristico dei brani scaricati con il P2P.Ma che significa?-- Guren
    • Anonimo scrive:
      Consiglio
      Se volete scaricare da internet mp3 ed essere tranquilli:- editatevi l'ID3 del file- fate un bel resampling
      • avvelenato scrive:
        Re: Consiglio

        Scritto da: Anonimo
        - fate un bel resamplingche consiglio idiota.antiqualitativo direi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Consiglio
          - Scritto da: avvelenato

          Scritto da: Anonimo

          - fate un bel resampling
          che consiglio idiota.

          antiqualitativo direi.Ma va? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Consiglio
        - Scritto da: Anonimo
        Se volete scaricare da internet mp3 ed
        essere tranquilli:

        - editatevi l'ID3 del filesi ma che sia Id3V1 e MAI V2!!!!!
        - fate un bel resamplingORRORE!allora tanto vale lasciar perdere i download!che consigli del cazzo dai?molto meglio condividere direttamente i WAV in RAR
    • Anonimo scrive:
      Re: molto tecnico infatti
      da notare che la procedura di codifica mp3 essendo un elaborazione numerica è di principio un operazione ripetibile... con un cd originale e lo stesso codec (che poi alla fine sono sempre gli stessi) settato nello stesso modo il risultato non cambiaqualunque tribunale non potrebbe accusare qualcuno su queste basi credo
      • Anonimo scrive:
        Re: molto tecnico infatti
        - Scritto da: Anonimo
        da notare che la procedura di codifica mp3
        essendo un elaborazione numerica è di
        principio un operazione ripetibile... con un
        cd originale e lo stesso codec (che poi alla
        fine sono sempre gli stessi) settato nello
        stesso modo il risultato non cambia
        qualunque tribunale non potrebbe accusare
        qualcuno su queste basi credoe qui casca l'asino informatico, perchè il supporto Audio CD comporta in lettura sempre una serie di errori seppur minimi dovuta a vari fattori, tali che 2 rip della stessa canzone non sono mai uguali bit per bit.
        • Anonimo scrive:
          Re: molto tecnico infatti

          e qui casca l'asino informatico, perchè il
          supporto Audio CD comporta in lettura sempre
          una serie di errori seppur minimi dovuta a
          vari fattori, tali che 2 rip della stessa
          canzone non sono mai uguali bit per bit.Esiste apposta EAC :)
          • Anonimo scrive:
            Re: molto tecnico infatti


            Esiste apposta EAC :)già ma chi ancora vuol perdere mezz'ora per un rip perfetto?Roba per pochi, la massa invece non ci bada e viene giustamente punita.Sapere è potere.
          • Anonimo scrive:
            Re: molto tecnico infatti
            - Scritto da: Anonimo




            Esiste apposta EAC :)

            già ma chi ancora vuol perdere mezz'ora per
            un rip perfetto?IO.e non è mezz'ora.e comunque che sarà mai mezz'ora?EAC fa pure il batch processing dell'encoding in LAME :)meglio di così ...ricordo a tutti che la versione di LAME da usare è la 3.90.3 !!non le ultime!!!!!e la versione giusta di EAC invece è l'ultima che trovate sul sito.EAC + LAME alt preset a tutti!ciao!
            Roba per pochi, la massa invece non ci bada
            e viene giustamente punita.beh ...
            Sapere è potere.questo sempre.
          • Anonimo scrive:
            Re: molto tecnico infatti
            - Scritto da: Anonimo

            EAC fa pure il batch processing
            dell'encoding in LAME :)Me ke skifo!!! :(Mai sentito parlare di AAC o Musepack?http://audio.ciara.us/test/128extension/results.html
        • Anonimo scrive:
          Re: molto tecnico infatti
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          da notare che la procedura di codifica mp3

          essendo un elaborazione numerica è di

          principio un operazione ripetibile... con
          un

          cd originale e lo stesso codec (che poi
          alla

          fine sono sempre gli stessi) settato nello

          stesso modo il risultato non cambia

          qualunque tribunale non potrebbe accusare

          qualcuno su queste basi credo

          e qui casca l'asino informatico, perchè il
          supporto Audio CD comporta in lettura sempre
          una serie di errori seppur minimi dovuta a
          vari fattori, tali che 2 rip della stessa
          canzone non sono mai uguali bit per bit.in teoria.ma sullo stesso PC, usa EAC e vedremo se il bue dice cornuto all'asino ...
      • Anonimo scrive:
        Re: molto tecnico infatti
        - Scritto da: Anonimo
        da notare che la procedura di codifica mp3
        essendo un elaborazione numerica è di
        principio un operazione ripetibile... con un
        cd originale e lo stesso codec (che poi alla
        fine sono sempre gli stessi) settato nello
        stesso modo il risultato non cambia
        qualunque tribunale non potrebbe accusare
        qualcuno su queste basi credoeco bravo."CREDO", ma non sai.prova a fare l'estrazione con audiocatalyst oppure con EACoppure 3 volte di fila con audiocatalyst ... e poi prova tu con EAC + LAME e tuo cuGGino con cdex, magari tutti e due con due versioni diverse del LAME ... e vediamo che versioni IDENTICHE vi vengono ...e per fare presto a calcolarti gli hash puoi usare easymd5
    • Anonimo scrive:
      Re: molto tecnico infatti
      - Scritto da: Anonimo
      I files conservati sul PC della donna
      avevano un ?hashes?, una specie di numero
      identificativo che è caratteristico dei
      brani scaricati con il P2P.
      hAshes to hashesDust to dust Fade to black Fortune , fame Mirror vain Gone insane Fortune , fame Mirror vain Gone insane and the memory remainsLalalala la lalaaaaaaaaaaaa lalalalalal lalalalalal lalalaaaaaaaaaaaaaa lallalalalalaaaaaaaaaaaaaahahahahahhhaha
      • Anonimo scrive:
        Re: molto tecnico infatti

        hAshes to hashes
        Dust to dust
        Fade to black
        Fortune , fame
        Mirror vain
        Gone insane
        Fortune , fame
        Mirror vain
        Gone insane
        and the memory remains

        Lalalala la lalaaaaaaaaaaaa lalalalalal
        lalalalalal lalalaaaaaaaaaaaaaa
        lallalalalalaaaaaaaaaaaaa

        ahahahahahhhahail duca bianco 8)l'avranno capita in 3 qua dentro
        • Anonimo scrive:
          Re: molto tecnico infatti
          - Scritto da: Anonimo

          il duca bianco 8)
          l'avranno capita in 3 qua dentroForse 4... Bowie è roba da intenditori, e per di più over 30.
          • Anonimo scrive:
            Re: molto tecnico infatti
            Si, grandissimi intenditori!Infatti erano i Metallica quelli.................................(The Memory Remains, album ReLoad)Ahahahaahhaha
          • Anonimo scrive:
            Re: molto tecnico infatti
            - Scritto da: Anonimo

            il duca bianco 8)

            l'avranno capita in 3 qua dentro
            Forse 4... Bowie è roba da intenditori, e
            per di più over 30.Una figura di mer** dietro l'altra.... erano i Metallica di "The memory remains"....Beccati!
          • Anonimo scrive:
            Re: molto tecnico infatti
            ashes to ashes funk to funkywe know major tom's a junkystrung out on heaven's highhitting an all time lowok ... questo è bowiefede
    • Anonimo scrive:
      Re: molto tecnico infatti
      - Scritto da: Ekleptical
      Il che dimostra in modo inequivocabile che
      il file veniva da Internet.E quindi? Se la tipa aveva i CD originali, che importanza ha il fatto che gli MP3 li abbia scaricati da Internet?Semmai il problema e' che li condivideva, ma non capisco il fatto di sottolineare la loro origine...
      • Anonimo scrive:
        Re: secondo me..
        la tipa avrebbe dovuto dichiarare di essere sorda e quindi di non aver potuto usufruire della musica. Negare, negare sempre in ogni luogo e circostanza.
  • Anonimo scrive:
    allora
    La donna si è difesa sostenendo di avere i CD ufficiali di tutte le canzoni presenti nel proprio computer. La RIAA ha potuto allora dimostrare che le canzoni non provenivano dai CD della donna ma erano state scaricate attraverso i network del file sharing.Ma il fatto che le canzoni mp3 provenivano da internet e non dai cd che la donna ha dichiarato di possedere in italia non dovrebbe incidere. Io ho diritto ad avere una copia di backup, ma se non ne sono capace crearla o perp igrizia anche, posso credo rifornirmi anche da un sistema peer to peer per raggiungere lo scopo ultimo del backup.Diverso sarebbe nel caso in cui la donna non avesse quei cd originali.O mi sbaglio?
    • Anonimo scrive:
      Re: allora
      qui in italia funziona sicuramente così...in america tra brevetti e leggi fatte in azienda non ne sarei così convinto, sarebbero anche capaci di punire il semplice atto del trasferimento di materiale illegale..comunque possedere lo stesso file non dimostra un bel niente perché se io prendo lo stesso cd e uso lo stesso encoder ottengo un file uguale.... se poi ci sono piccole coincidenze non possono reggere da sole l'emissione di un giudizioma tanto vedrai che alla fine sempre la riaa la spunta, si vuole dare una svolta
      • Anonimo scrive:
        Re: allora
        Poveri americanicosi convinti di essere i più fortunati al mondo e invece sono nello stesso brodo di iraniani e cinesi.
      • Anonimo scrive:
        Re: allora

        qui in italia funziona sicuramente così...non credo...mi pare che la copia di backup **DEVE** essereautoprodotta, se non viene data direttamente dal produttore
        sarebbero anche capaci di punire il semplice
        atto del trasferimento di materiale
        illegale..ecco quello che mi chiedo e' come si configura legalmente il lasciare condivisa una cartella contenente di materiale di backup di cui SI POSSIEDE LA LICENZA.IMHO il trasferimento di materiale illegale dovrebbe essere una colpa di chi sta scaricando il file e non dispone dell'originale, ma non di chi lascia una cartella condivisa!Voglio dire, tanto per fare una similitudine, se io lascio la porta aperta in casa mia e appendo un cartello "entrate pure se volete", e qualcuno entra, prende un mio cd originale dalla collezione, se lo copia e se ne va, la colpa non e' certo mia.E il file-sharing e' la stessa cosa: lasciare aperte le directory del proprio PC al mondo...se poi uno si prende cio' che non dovrebbe.......:-) :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: allora

          al mondo...se poi uno si prende cio' che non
          dovrebbe.......infatti io condivido un sacco di materiale LEGALE (ma raro, e' inutile mettere uno shareware che potresti scaricare dal primo sito che trovi...), altro autoprodotto (fotografie paesaggi, animali etc.. fatte dal sottoscritto a 4000x3000 di risoluzione, filmati...) e poi per una svista assolutamente non voluta :D ho messo in condivisione anche la cartella backup che contiene qualche DivX (fatto da me, da dei film in DVD *regolarmente* acquistati!)Se poi qualcuno approfitta della mia svista per piratare film che non possiede cosa c'entro io :)
Chiudi i commenti