Mozilla affina la sua licenza

Con la collaborazione della community, Mozilla si appresta a modificare la licenza che porta il suo nome e che governa il codice di Firefox. Semplificare e aggiornare sono gli obiettivi

Roma – Dopo dieci anni di onorato servizio, Mozilla Foundation ha deciso che la licenza open source che porta il suo nome necessita di un aggiornamento. A tal scopo ha avviato un processo di pubblica consultazione attraverso cui intende arrivare, con l’aiuto di tutti gli interessati, alla stesura di una nuova versione della Mozilla Public License ( MPL ).

Vale la pena ricordare come la MPL sia la licenza sotto cui è pubblicato, fra gli altri, il codice di Firefox e Thunderbird.

“La versione 1.1 della MPL viene utilizzata da Mozilla e da altri progetti da oltre un decennio”, si legge sul sito dell’iniziativa di Mozilla. “Il suo spirito ci ha servito bene, aiutandoci a comunicare alcuni dei valori che sostengono la nostra grande e crescente comunità. Tuttavia, alcune delle sue espressioni potrebbero risultare non più attuali”.

Mozilla afferma che il principale scopo di questa revisione è quello di aggiornare e semplificare la MPL 1.1, facilitandone la comprensione e l’uso. Tutto ciò senza intaccare – promette Mozilla – i principi fondanti della licenza e senza limitare la portata del suo modello copyleft . Tra le modifiche già proposte c’è quella di rendere MPL più internazionale e compatibile con la diffusa Apache License.

Nell’aggiornare la propria licenza per mezzo di un dibattito pubblico, Mozilla afferma di potersi avvantaggiare dell’esperienza già fatta da “altri gruppi”: l’organizzazione non l’ha citata espressamente, ma è noto che la più importante iniziativa di questo tipo è stata quella che, nel 2007, ha portato alla pubblicazione della licenza GPLv3 da parte di Free Software Foundation.

La mamma di Firefox conta di concludere il processo di aggiornamento tra ottobre e novembre di quest’anno. Per il momento non è ancora stato deciso se la prossima revisione della licenza porterà il numero di versione 1.2 o 2.0.

Maggiori dettagli sul processo di aggiornamento della MPL si possono trovare in questa FAQ .

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • topolinik scrive:
    EMI, la lezione del giorno
    proteggere_il_diritto_d'autore != vendere_vendere_vendere;proteggere_il_diritto_d'autore != l'opera_è_licenziata_a_me_e_la_gestisco_io;artista != cash_cow;(o almeno non per tutti)
  • Arpolando scrive:
    E qui do ragione
    Vendere una singola canzone di un album come The Wall o Dark Side of the Moon equivale a vendere un solo capitolo di un libro o un naso di una statua :)L'importante è che valga solo per i concept album e non per le squifezze odierne :)
    • Nome e co scrive:
      Re: E qui do ragione
      Molto meglio britnay spears
    • HappyCactus scrive:
      Re: E qui do ragione
      - Scritto da: Arpolando
      Vendere una singola canzone di un album come The
      Wall o Dark Side of the Moon equivale a vendere
      un solo capitolo di un libro o un naso di una
      statua
      :)Vendere il sorriso della gioconda...?
      L'importante è che valga solo per i concept album
      e non per le squifezze odierne
      :)Condivisibile come idea, ma chi stabilisce il limite tra "concept album" e non concept?Ma semplicemente, dovranno essere gli artisti a concordarlo, analogamente a quanto si fa con qualunque altro contratto...Non vedo nulla di eclatante, dal punto di vista prettamente giuridico...
      • w3nT scrive:
        Re: E qui do ragione
        stiamo parlando di album degli anni 70 che ancor oggi sono più moderni di tutti i magri cantanti che popolano il mercato musicale.Forse sentire dark side on the moon in modalità shuffle potrebbe far capire la differenza fra un concept album e un album di britney spears.
        • Certo certo scrive:
          Re: E qui do ragione
          [yt]QubWKLQUrN0[/yt]Calma, calma. Se abbassi il volume anche i video di britney spears possono essere utili.Ma anche col volume alto: serve a darti il ritmo.unduetreRANZ!RANZ!RANZ!Poi vabbeh, forse cantano meglio i Chipmunks, ma non si può avere tutto.[yt]uPvh-NCxZYY[/yt]
          • ullala scrive:
            Re: E qui do ragione
            Cosa vorresti dire con questo?Che a Gilmour & co. non bastava roteare le chiappe?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)- Scritto da: Certo certo
            [yt]QubWKLQUrN0[/yt]
            Calma, calma. Se abbassi il volume anche i video
            di britney spears possono essere
            utili.
            Ma anche col volume alto: serve a darti il ritmo.
            un
            due
            tre

            RANZ!
            RANZ!
            RANZ!

            Poi vabbeh, forse cantano meglio i Chipmunks, ma
            non si può avere
            tutto.
            [yt]uPvh-NCxZYY[/yt]
Chiudi i commenti