Mozilla infila Prism dentro Chromeless

L'utility dedicata alla creazione di singole applicazioni web rivivrà come funzione extra del nuovo editor che serve a realizzare prototipi di browser

Roma – Dopo due anni di aggiornamenti col contagocce, Mozilla Labs decide di riadattare l’utility dedicata alla creazione di web application come plug-in di Chromeless , il nuovo toolkit sperimentale che permette di forgiare una propria interfaccia utente.

Prism è quell’add-on gratuito creato da Mozilla che permette realizzare dei gadget per il desktop, con tanto di icona, per accedere ad una precisa pagina web senza dover utilizzare il browser “intero”. Si basa sullo stesso motore di Firefox e può funzionare su Mac, Linux e Windows.

Chromeless è invece una piattaforma vera, che può essere usata per cambiare volto al browser impiegando tecnologie che spaziano tra HTML, CSS e JavaScript. Dopo aver riempito la GUI vuota è anche possibile finalizzare il proprio prototipo e distribuirlo su altri computer come prodotto finalizzato.

Anche se la differenza tra “creazione di un browser con GUI personalizzata” e “creazione di una web app desktop” è alquanto sottile, la scelta di includere Prism nella cassetta degli attrezzi di Chromeless potrebbe apparire poco sensata pensando al target. Il primo era nato come strumento semplificato, dedicato all’utente finale, mentre il secondo resta comunque un kit professionale per sviluppatori.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    Maometto e la montagna
    Basta fare un carro armato di 1 millimetro e il problema è risolto :D
  • il solito bene informato scrive:
    interessante ma...
    ... non c'ho capito niente.A parte, scusate se sono profano, l'assurdità del nascondere un oggetto con un cristallo 20 volte più grande, trovo assurdo questo tipo di ricerche per un semplice motivo: i sensi umani sono i peggiori che si possano trovare nel mondo animale; non per niente, in campo militare, l'uomo ha sopperito con radar, sonar, termografia eccetera. Tra l'altro nell'articolo accennano alla possibilità di "nascondere un sommergibile sul fondo del mare"... ma quando mai i sommergibili sono stati individuati a vista? (newbie)
    • la redazione si riserva di cancellare scrive:
      Re: interessante ma...
      È un articolo alla XXXXX di cane, come al solito.Non state anche voi leggendo PI solo per i commenti?
      • la redazione si riserva di cancellare scrive:
        Re: interessante ma...
        (l'articolo sarebbe anche fatto bene, se non fosse così sensazionalista)
      • il solito bene informato scrive:
        Re: interessante ma...
        - Scritto da: la redazione si riserva di cancellare
        È un articolo alla XXXXX di cane, come al solito.
        Non state anche voi leggendo PI solo per i
        commenti?non è l'articolo... sono le ricerche a XXXXX di cane!
    • Micio scrive:
      Re: interessante ma...
      - Scritto da: il solito bene informato
      ... non c'ho capito niente.
      A parte, scusate se sono profano, l'assurdità del
      nascondere un oggetto con un cristallo 20 volte
      più grande, trovo assurdo questo tipo di ricerche
      per un semplice motivo: i sensi umani sono i
      peggiori che si possano trovare nel mondo
      animale; non per niente, in campo militare,
      l'uomo ha sopperito con radar, sonar, termografia
      eccetera.Già ora la tecnologia permette di eludere quasi completamente sia i radar che la termografia,vedi aerei e navi e persino carri armati stealth che hanno una rifrazione radar e termica molto piccola, purtroppo anche se vengono definiti invisibili di fatto non lo sono dato che basta che entrino nel campo visivo di un osservatore per essere rilevati, ecco perché un dispositivo che li mascheri alla vista fa molta gola ai militari.
      Tra l'altro nell'articolo accennano
      alla possibilità di "nascondere un sommergibile
      sul fondo del mare"... ma quando mai i
      sommergibili sono stati individuati a vista?
      (newbie)Forse intendeva quando sono in emersione, anche se a quanto so si stanno studiando sistemi di rilevazione a mezzo telecamere subacquee, per la sorveglianza costiera di insenature e porti, quindi di luoghi con profondità basse dove operano sommergibili appositamente progettati.
    • Funz scrive:
      Re: interessante ma...
      - Scritto da: il solito bene informato
      ... non c'ho capito niente.
      A parte, scusate se sono profano, l'assurdità del
      nascondere un oggetto con un cristallo 20 volte
      più grande, trovo assurdo questo tipo di ricerche
      per un semplice motivo: i sensi umani sono i
      peggiori che si possano trovare nel mondo
      animale; non per niente, in campo militare,
      l'uomo ha sopperito con radar, sonar, termografia
      eccetera. Tra l'altro nell'articolo accennano
      alla possibilità di "nascondere un sommergibile
      sul fondo del mare"... ma quando mai i
      sommergibili sono stati individuati a vista?
      (newbie)Magari riusciranno a rendere il tank invisibile alla vista umana, almeno finché il nemico non farà fuoco su quel cristallo gigante piantato nel bel mezzo del campo di battaglia :p
      • Michele ENERGIA scrive:
        Re: interessante ma...
        - Scritto da: Funz
        Magari riusciranno a rendere il tank invisibile
        alla vista umana, almeno finché il nemico non
        farà fuoco su quel cristallo gigante piantato nel
        bel mezzo del campo di battaglia
        :pOppure basterà, chissà, ascoltare un rombo di un motore diesel che proviene misteriosamente da quel cristallo gigante che si muove verso di noi.Comunque è buffo notare che:1: ogni applicazione viene subito pensata per scopi militari2: i ricercatori hanno solo detto che, in laboratorio, riescono a deviare la luce su un oggetto piccolissimo così da renderlo invisibile e subito si pensa ai carri armati (rientrano nella regola 1 precedente)
        • Funz scrive:
          Re: interessante ma...
          - Scritto da: Michele ENERGIA

          Comunque è buffo notare che:
          1: ogni applicazione viene subito pensata per
          scopi
          militariCome accade più o meno dai tempi della fionda e della punta di selce ^^
          2: i ricercatori hanno solo detto che, in
          laboratorio, riescono a deviare la luce su un
          oggetto piccolissimo così da renderlo invisibile
          e subito si pensa ai carri armati (rientrano
          nella regola 1
          precedente)E' tutta una questione di scalabilità, basta trovare il modo di estendere il funzionamento dai mm ai m (giusto 3 ordini di grandezza) ^^
  • MissKappaLa Pipi scrive:
    Ho perso il mio mantello invisibile...
    ... qualcuno l'ha visto?!?
    • MeX scrive:
      Re: Ho perso il mio mantello invisibile...
      il mantello non è invisibile se non è indossato, non dovresti avere problemi a trovarlo :D
  • il mio scrive:
    pisello
    la mia piciolla è così piccola che è invisibile ahahahah sono pazzooooooo
    • krane scrive:
      Re: pisello
      - Scritto da: il mio
      la mia piciolla è così piccola che è invisibile
      ahahahah sono pazzoooooooLe discussioni su P.I. diventano sempre piu' interessanti...E dicci dicci... quandi cm o mm ?
  • Jack scrive:
    Sdoppiamento dei raggi di luce
    Un qualche materiale simile è usato nei fogli che compongono il sistema di retroilluminazione dei display lcd dei laptop, credo per ottenere una rifrazione più uniforme della luce proveniente da un solo lato (il tubo al neon è, per i laptop, uno solo, posizionato nella parte inferiore del monitor di solito).Jack
Chiudi i commenti