Mozilla Lightning sale in cattedra

Tra poche settimane il progetto di Mozilla.org rilascerà la prima estensione ad integrare nel celebre client e-mail Thunderbird alcune delle funzionalità di PIM fornite da prodotti come Outlook. Tutti i dettagli
Tra poche settimane il progetto di Mozilla.org rilascerà la prima estensione ad integrare nel celebre client e-mail Thunderbird alcune delle funzionalità di PIM fornite da prodotti come Outlook. Tutti i dettagli

Roma – Con sensibile ritardo rispetto a quanto annunciato lo scorso maggio , il progetto Lightning sembra finalmente in procinto di partorire una prima release di test della propria variante “simil Outlook” di Thunderbird, un passo considerato essenziale per estendere la base utenti di quello che si propone come alternativa “leggera” ed aperta al programmone Microsoft.

Lightning è il nome provvisorio di un’estensione per Thunderbird che integrerà nel noto client e-mail open source funzionalità di calendario e agenda. Tali funzionalità saranno prese a prestito da Sunbird , un altro giovane progetto di Mozilla.org che sta lentamente marciando verso la maturità.

Lightning Negli scorsi giorni sulle pagine del progetto è stata pubblicata una prima roadmap che mostra le imminenti tappe nello sviluppo di Lightning. La prima release di test pubblica, la 0.1, è attesa per novembre: includerà un insieme base, ma già utilizzabile, di funzionalità per la gestione di promemoria, appuntamenti e altri dati personali, inoltre supporterà lo standard WebDAV . Gli sviluppatori, attualmente impegnati nel risolvere alcuni gravi bug che potrebbero causare la perdita di dati, contano di iniziare ad utilizzare Lightning 0.1 per gestire e pianificare le proprie attività personali.

La release 0.2, il cui rilascio dovrebbe avvenire tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo, migliorerà l’integrazione delle funzionalità dell’add-in con quelle di Thunderbird, migliorerà il supporto allo standard CalDAV e introdurrà quello a IMIP (iCalendar Message-based Interoperability Protocol). Nelle future versioni, infine, gli sviluppatori contano di aggiungere a Lightning il supporto alla localizzazione, una modalità di consultazione off-line per i calendari remoti, e funzionalità di sincronizzazione con smartphone e PDA.

È già per altro possibile provare le nightly build di Lightning con alcune versioni di test di Thunderbird, ma al momento l’estensione non offre alcuna funzionalità pratica: tali release preliminari possono tuttavia già dare un’idea di come l’interfaccia di Lightning si fonderà con quella di Thunderbird (v. immagine a lato).

Tutte le informazioni al momento disponibili su Lightning si possono raggiungere dal wiki del progetto .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 09 2005
Link copiato negli appunti