Mozilla risolve i bug con un concorso a premi

Chi indovinerà il 200millesimo baco di Mozilla? E' questo l'insolito concorso con cui Mozilla.org mette in mostra la sua nutrita collezione di bachi come testimonianza del lavoro svolto. Un modo molto diverso di affrontare le vulnerabilità


Roma – Quasi a voler esorcizzare il pudore con cui i produttori di software generalmente esternano i propri bug, uno dei membri dello staff di Mozilla.org, Gervase Markham, ha lanciato una sorta di concorso a premi in cui è possibile cimentarsi in una prova assai curiosa e inedita: indovinare la data e l’ora in cui verrà riportato sul sito di Bugzilla il 200millesimo bug di Mozilla. Al vincitore andrà l’edizione limitata di un CD commemorativo contenente Mozilla 1.0 con stampata sul davanti una grande lucertola rossa.

Markham sostiene che la collezione di bachi e bachetti riportati dal sistema di bug reporting Bugzilla non solo non sia fonte di vergogna, ma rappresenti per la comunità di Mozilla un motivo di orgoglio: nulla come questo numero dimostra infatti, secondo il giovane sviluppatore, l’efficienza, l’impegno e la grande partecipazione al progetto da parte di una delle più vivaci comunità del mondo open source.

Alcuni rappresentanti di Mozilla.org hanno poi sottolineato come l’attuale numero di report registrati in Bugzilla, e collezionati a partire dal marzo del 1998, non rappresentino l’effettivo numero di bachi trovati in Mozilla: alcuni sarebbero infatti dei doppioni mentre altri si limiterebbero a richiedere nuove funzionalità che nulla hanno a che fare con errori nel codice e problemi di sicurezza. Il team di sviluppo ha poi spiegato come Bugzilla non raccolga solo i bug report del browser Mozilla, ma anche quelli di altri progetti nati sotto l’ombrello di Mozilla.org.

“Il fatto che ci stiamo avvicinando ai 200.000 report in Bugzilla – ha detto Markham – è un tributo alla dedizione e agli sforzi del team (quality assurance) di Mozilla e del contributo di decine di migliaia di persone che ci hanno aiutato a migliorare il nostro prodotto”.

Per partecipare al concorso è sufficiente inviare all’ indirizzo di e-mail di Markham una stringa nel seguente formato: 2002-11-07 10:15:36 .

Proprio pochi giorni fa Mozilla.org ha rilasciato un aggiornamento a Mozilla 1.0.1 che corregge alcune grave falle di sicurezza descritte in questo advisory apparso su BugTraq.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Think twice...
    Dopo os/2 e' meglio...
  • Anonimo scrive:
    Errore nell'applicazione
    L'applicazione ha generato un errore di tipo AE3453:098u9 sullo stack 09905HH.Premere CTRL+ALT+CANC per riavviare il sistema.
  • Anonimo scrive:
    IBM che vo fa semplice niente più sw solo HW e poi
    altro che monopolio MS e altre ammenità, a linari openari questo e il vero pericolo, un sw anche se senza sorgenti se po debuggare, ma con un cippone contenente il vostro pc che ce fate.
    • Anonimo scrive:
      Re: IBM che vo fa semplice niente più sw solo HW e
      - Scritto da: booo
      altro che monopolio MS e altre ammenità, a
      linari openari questo e il vero pericolo, un
      sw anche se senza sorgenti se po debuggare,
      ma con un cippone contenente il vostro pc
      che ce fate.Un portachiavi?Saluti, Ryo Takatsuki
  • Anonimo scrive:
    IBM tira fuori un bel palladione e il linaro opena
    ri non reagisce, MS scrive solo PALd.... e una selva di linari openari comincia con la solita sequela della liberta, fraternita va a ciappa i rat.linari openari un po di coerenza please.
    • Anonimo scrive:
      Re: IBM tira fuori un bel palladione e il linaro o
      - Scritto da: mazzulator
      ri non reagisce, MS scrive solo PALd.... e
      una selva di linari openari comincia con la
      solita sequela della liberta, fraternita va
      a ciappa i rat.In realta' il concetto di base e' abbastanza diverso, seppur egualmente inquietante, un software che si autoripara e' diverso da un software che chiede il permesso ad una non meglio identificata "autorita' centrale" per fare qualsiasi cosa.
      linari openari un po di coerenza please. E tu ti aspetti davvero "Coerenza" nella realta'?Se non riesce ad essere coerente nemmeno un sofware la cui coerenza dovrebbe essere l'unico pregio?Uhm... credo tu abbia bisogno urgente di leggere un buon libro e di dare una occhiata "distaccata" alla realta' che ti circonda.Saluti, Ryo Takatsuki
      • Anonimo scrive:
        Re: IBM tira fuori un bel palladione e il linaro o
        - Scritto da: Jabbawack
        - Scritto da: mazzulator

        ri non reagisce, MS scrive solo PALd.... e

        una selva di linari openari comincia con
        la

        solita sequela della liberta, fraternita
        va

        a ciappa i rat.

        In realta' il concetto di base e' abbastanza
        diverso, seppur egualmente inquietante, un
        software che si autoripara e' diverso da un
        software che chiede il permesso ad una non
        meglio identificata "autorita' centrale" per
        fare qualsiasi cosa.


        linari openari un po di coerenza please.

        E tu ti aspetti davvero "Coerenza" nella
        realta'?
        Se non riesce ad essere coerente nemmeno un
        sofware la cui coerenza dovrebbe essere
        l'unico pregio?il sw e prodotto da un uomo quindi segue la coerenza di chi lo ha prodotto.
        Uhm... credo tu abbia bisogno urgente di
        leggere un buon libro e di dare una occhiata
        "distaccata" alla realta' che ti circonda.

        Saluti,
        Ryo Takatsukie perchè devo leggere un libro e fare mia la realta di un altro non sono mica un clone intellettuale come te.
        • Anonimo scrive:
          Re: IBM tira fuori un bel palladione e il linaro o
          - Scritto da: clone
          il sw e prodotto da un uomo quindi segue la
          coerenza di chi lo ha prodotto.Appunto.
          e perchè devo leggere un libro e fare mia la
          realta di un altro non sono mica un clone
          intellettuale come te.Grazie ... anche se piu' che clone io mi definirei prodotto.Comunque, la mia proposta non era quella di fare tua la realta' di un altro, quanto quella di staccarti da questa realta' ed osservarla con occhio clinico per renderti conto che la coerenza non sta di casa in questo mondo.Nel mio caso, e ti ho fatto quella proposta perche' e' il metodo piu' efficace che conosca, la lettura di un buon libro mi permette di rilassarmi e, a lettura terminata, di osservare la realta' senza essere sommerso dai problemi che la realta' stessa comporta, non ti ho detto "leggiti i libri di Guareschi che quella e' la realta'", se hai equivocato mi spiace per te.Se non ti piace leggere puoi sempre provare con altro.Saluti, Ryo Takatsuki
          • Anonimo scrive:
            Re: IBM tira fuori un bel palladione e il linaro o
            - Scritto da: Jabbawack
            - Scritto da: clone

            il sw e prodotto da un uomo quindi segue
            la

            coerenza di chi lo ha prodotto.

            Appunto.


            e perchè devo leggere un libro e fare mia
            la

            realta di un altro non sono mica un clone

            intellettuale come te.

            Grazie ... anche se piu' che clone io mi
            definirei prodotto.

            Comunque, la mia proposta non era quella di
            fare tua la realta' di un altro, quanto
            quella di staccarti da questa realta' ed
            osservarla con occhio clinico per renderti
            conto che la coerenza non sta di casa in
            questo mondo.
            Nel mio caso, e ti ho fatto quella proposta
            perche' e' il metodo piu' efficace che
            conosca, la lettura di un buon libro mi
            permette di rilassarmi e, a lettura
            terminata, di osservare la realta' senza
            essere sommerso dai problemi che la realta'
            stessa comporta, non ti ho detto "leggiti i
            libri di Guareschi che quella e' la
            realta'", se hai equivocato mi spiace per
            te.

            Se non ti piace leggere puoi sempre provare
            con altro.

            Saluti,
            Ryo Takatsukiok proveròciao
  • Anonimo scrive:
    Non ci sono mai state svolte epocali
    Ma perché non imparano dall'esperienza e da anni di storia ? Le svolte epocali non ci sono mai state e mai ci saranno. A partire dall'intelligenza artificiale, per poi passare ai sistemi esperti, alle reti neurali, ai network computers ... regolarmente sono state annunciate svolte epocali e in pratica non e successo un cavolo, sono state sparate montagne di cazzate e la realtà è andata avanti con il suo corso. I progessi tecnologici sono estremamente lenti (pensate a quanti anni ci ha messo a imporsi ed affermarsi una tecnologia "epocale" come la telefonia cellulare - questa si che era epocale), costosi e complessi, come ben sa chi certe svolte ha tentato di metterle in pratica senza limitarsi a scrivere fesserie con approssimazione e superficialità. Di epocale non c'è e non ci sarà nulla, non diciamo fesserie !!!
    • Anonimo scrive:
      I piedi per terra li vogliamo tenere
      Io inviterei la maggior parte delle persone di non credere troppo a quello che leggete, perchè a mio parere, per inventare un computer che pensa da solo, bisognerebbe creare un cervello artificiale, e credo che siamo ancora ben lontani dall'arrivarci..... se il computer non disponesse di un cervello artificiale, dipenderebbe ancora da software come lo dipende adesso, quindi il CONTROLLO su di noi si ridurrebbe al minimo, visto che fortunatamente abbiamo ancora noi il controllo sui software.... almeno su quelli che hanno un livello di interazione uomo - macchina minimo da consentirci di poter interagire con esso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ci sono mai state svolte epocali
      - Scritto da: Un amico
      Ma perché non imparano dall'esperienza e da
      anni di storia ? Le svolte epocali non ci
      sono mai state e mai ci saranno. Non sono d'accordo, svolte epocali ce ne sono state e come, nel business dell'informatica, p.e. il cosiddetto "boom" del PC è stato una svolta epocale, determinata dall'introduzione di MS-DOS, oppure, per chi la scienza dell'informazione la studia e ne fa ricerca, l'e-business (grazie all'integrazione di sistemi distribuiti nel business). Potrei citartene almeno un'altra decina.
      A partire
      dall'intelligenza artificiale, per poi
      passare ai sistemi esperti, alle reti
      neurali, ai network computers ...Quelli di cui parli sono campi relativamente nuovi, la ricerca in quei campi è partita da non molto tempo ed i primi risultati si stanno avendo adesso. Ci potrebbero essere svolte eopcali anche lì, ma non adesso.
      regolarmente sono state annunciate svolte
      epocali e in pratica non e successo un
      cavolo, sono state sparate montagne di
      cazzate e la realtà è andata avanti con il
      suo corso. I progessi tecnologici sono
      estremamente lenti (pensate a quanti anni ci
      ha messo a imporsi ed affermarsi una
      tecnologia "epocale" come la telefonia
      cellulare - questa si che era epocale),
      costosi e complessi, come ben sa chi certe
      svolte ha tentato di metterle in pratica
      senza limitarsi a scrivere fesserie con
      approssimazione e superficialità. Di epocale
      non c'è e non ci sarà nulla, non diciamo
      fesserie !!!In realtà mi pare che le cazzate siano quelle che dici tu. E' la cosa più vecchia del mondo che si presentino prodotti come svolte epocali e poi in realtà siano flop, ma questa è pubblicità, è business. Probabilmente il prodotto in questione non sarà una svolta epocale, ma il solo averlo detto lo metterà al centro dell'attenzione e qualche pollo lo acquisterà solo perchè ha sentito dire che sarà una svolta. Le vere svolte epocali non si reclamizzano: pensa a quando è stato rilasciato Java. Quella è stata una svolta epocale per alcuni, o Visual Basic, se preferisci. La svolta epocale è prima di tutto per chi lo usa per studio/lavoro/necessità, e poi, forse, per chi lo usa per divertimento.Ciao.

    • Anonimo scrive:
      Re: Non ci sono mai state svolte epocali
      Suppongo che 15 anni fa tu gia navigassi in internet a 10 megabit al secondo, pagando a forfait... ma cosa c'e' di epocale dal collegarsi con un accoppiatore acustico a fidonet e collegarsi in fibra a internet? Niente... - Scritto da: Un amico
      Ma perché non imparano dall'esperienza e da
      anni di storia ? Le svolte epocali non ci
      sono mai state e mai ci saranno. A partire
      dall'intelligenza artificiale, per poi
      passare ai sistemi esperti, alle reti
      neurali, ai network computers ...
      regolarmente sono state annunciate svolte
      epocali e in pratica non e successo un
      cavolo, sono state sparate montagne di
      cazzate e la realtà è andata avanti con il
      suo corso. I progessi tecnologici sono
      estremamente lenti (pensate a quanti anni ci
      ha messo a imporsi ed affermarsi una
      tecnologia "epocale" come la telefonia
      cellulare - questa si che era epocale),
      costosi e complessi, come ben sa chi certe
      svolte ha tentato di metterle in pratica
      senza limitarsi a scrivere fesserie con
      approssimazione e superficialità. Di epocale
      non c'è e non ci sarà nulla, non diciamo
      fesserie !!!

  • Anonimo scrive:
    ma questo e' palladium
  • Anonimo scrive:
    Perche' mi sa di Palladium?
    Un computer che pensa da solo eh? Vogliono toglierci il controllo
Chiudi i commenti