MS Office abbraccia Linux via rete

Due le imprese che vogliono portare su Linux una soluzione per l'hosting di applicazioni scritte per Windows, come MS Office, accessibili attraverso un comune browser web. Alternativa economica ai terminal server


Santa Cruz (USA) – Facendo leva sulla crescente diffusione dei thin client basati su Linux, e sull’esigenza, da parte delle aziende, di farvi girare applicazioni scritte per Windows, Codeweavers e Tarantella hanno annunciato una partnership che le ha portate ad unire le rispettive tecnologie. Il frutto dell’accordo è una soluzione client-server capace di far girare le più comuni applicazioni per la produttività disponibili sotto Windows, come MS Office, su economici terminali Linux attraverso un browser web con supporto a Java.

Il software Enterprise 3 di Tarantella, che fornisce un accesso universale alle applicazioni attraverso un’interfaccia web-based, è stato integrato con il software CrossOver Office di Codeweavers, che permette invece, grazie alla tecnologia di Wine , di far girare sotto Linux applicazioni come Lotus Notes, Office 2000, Office XP, Quicken e Visio 2000. Da questo matrimonio è nato CrossOver Office Server Edition, un software per l’hosting di applicazioni Windows su server Linux che, secondo le due aziende, consente di accedere alle applicazioni di MS Office da un client Linux senza la necessità di installare una copia di Windows o possedere la relativa licenza.

“Le licenze dei terminal server di Citrix e Microsoft costano in genere centinaia di dollari per utente”, ha affermato Guy Churchward, director of strategic alliances di Tarantella. “Noi crediamo che CrossOver Office Edition permetta sensibili risparmi eliminando il modello di licenza CAL (licenza di accesso del client) e offrendo una grado di libertà maggiore rispetto al dover gestire Microsoft Terminal Server”.

Tarantella sostiene che la propria tecnologia è in grado minimizzare la banda occupata dalle comunicazioni fra client e server, un fattore che in futuro renderà possibile rilasciare una versione di CrossOver Office Server Edition ottimizzata per Internet. Tarantella ha già scritto versioni del proprio client in grado di girare sui dispositivi basati sulla piattaforma Windows CE, come i Pocket PC, ed in grado di adattarsi ai piccoli display.

CrossOver Office Server Edition 1.3.1 è già disponibile ad un prezzo base di 1.195 dollari.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    [ot] ma perchè 2
    Ma perche invece di fare commenti cretini non vai a lavare i cessi ?
  • Anonimo scrive:
    [ot] ma perche'...
    "gli analisti sostengono che ci vorrà probabilmente ancora una decina d'anni prima che questa possa rimpiazzare le tecnologie LCD tradizionali."... ma perche' gli analisti quando non san che pesci pigliare dicono sempre "una decina d'anni".. che piffero di analisti...
    • DKDIB scrive:
      Re: [ot] ma perche'...
      Ke commento cretino.E' impossibile fare previsioni abbastanza attendibili a lungo termine.Rikiede gia' un discreto sforzo capire ke si tratta di qualcosa ke avverra' nel lungo termine......
      • Anonimo scrive:
        Re: [ot] ma perche'...
        Questa tecnologia e' nata proprio nel momento in cui venivano fuori i primi modelli di monitor LCD e quindi chiaro ed evidente che prima i colossi devono smaltire i costi di produzione dei modelli LCD poi guadagnare poi inventare qualcosa di altro.Tuttavia oltre ad OLED che gia' viene applicata su alcuni nuovi cellulari a colori vi e' un'altra tecnologia OLEP molto piu'performante ed a bassissimi costi di produzione.In pratica e' come dire che l'automobile a idrogeno c'e' ma verra' costruita solo dopo il 2015 .... pur sapendo che il petrolio uccide l'aria che respiriamo
        • Canvil scrive:
          Re: ITALIANI, I SOLITI PIAGNONI!!!
          Nelle ultime fiere di settore è già esposta e vendibile ( anche se ancora troppo cara ) si parla di commercializzazione nel 2004...10 anni ......
        • Anonimo scrive:
          Re: [ot] ma perche'...
          a parte che per l'automobile scenziati indipendenti hanno tutti ben detto che le case sono pronte ma ciò che non è pronto e il metodo con cui produrre idrogeno, e il sistema di trasporto e stoccaggio dello stesso,l'Hindemberg dovrebbe ar ricordare che l'idrogeno è il combustibile più pericoloso) produrre idrogeno costa più di quello che rende per cui produrre 1000 di idrogeno costa 1500 di elettricità e siccome il nucleare è pericoloso e crea scorie radiottive, mentre il petrolio e il carbone di cui le centrali elettriche italiane in gran parte fanno uso, l'inqueinamento si sposterebbe dalle macchine alle centrali, un vero e proprio utilizzo di idrogeno sarà possibile quando si avranno centrali elettriche a fusione nucleare (poco inquinanti e pericolose) al posto di quelle attuali a fissione nucleare con costi quindi bassi e inquinamento dell'aria nullo e produzione limitata di scorio poco radiottive (rispetto al nucleare classico) ma fino all'ora come produci l'idrogeno che non si trova sciolto in natura come il metano? Bruciando petrolio e carbone coem faccimao ora per illuminare l'italia? per ilr esto non dimenticare che chi studia e investe in ricerca non può permettersi di non sfruttare e sue ricerche e gli investimenti sugli lcd classici per passare agli oled o olep perchè altrimenti come accantonerebbe i soldi per le ricerchè? smettiamola con al demagogia, con le palle che ci danno teconoligia vecchia per smaltire le scorte le aziende devono vivere e guadagnare per investire in ricerca e non lo fanno certo abbandonando ogni tecnologia in soli 1 o 2 anni, chiedete a tewlecom se gli investimenti in ISDN alla fine con l'arrivo di ADSL le sono rientrati e se domanie sce uan super ADSLe telecom ancora non ha finito di cablare l'italia a ADSL che fa? sapete il costo di trasformazione di ogni centralina telecom per la ADSL? 45000 euro.... se non le ritornano perchè dovrebbe investire in nuove teconologie ben sapendo che mentre ancora non ha iniziatoa guadagnare già altro sta uscendo? Certo se invece di apgare 39 euro al mese si è disposti a pagarne 3900 e invece di pagare un LCD oggi da 15" 360 euro si è disposti a pagarlo 36000 perchè non passare subito agli oled? e magari subito al pentium 3000?
          • Terra2 scrive:
            Re: [ot] ma perche'...
            - Scritto da: Anonimo
            a parte che per l'automobile scenziati
            indipendenti hanno
            [...]
            perchè non passare subito agli oled? e magar
            i subito al pentium 3000? CLAP CLAP CLAP CLAP:)) Grazie Yoda!!!Era dai tempi di Frassica a "quelli della notte" che non mi divertivo cosi'!Ho ancora le lacrime agli occhi!
Chiudi i commenti