MSI e Asus sbloccano i core del Phenom II 960T

Le due rivali hanno annunciato una tecnologia che permetterà, con alcuni dei più recenti modelli di schede madre, di sbloccare tutti i core dell'imminente Phenom II X4 960T e trasformarlo in una CPU a sei core
Le due rivali hanno annunciato una tecnologia che permetterà, con alcuni dei più recenti modelli di schede madre, di sbloccare tutti i core dell'imminente Phenom II X4 960T e trasformarlo in una CPU a sei core

Replicando ad una analoga mossa della rivale MSI, Asus e la consociata Asrock hanno annunciato una tecnologia che permetterà alle rispettive schede madri di sbloccare tutti i core dell’imminente processore Phenom II X4 960T di AMD.

Il 960T utilizza lo stesso design six-core alla base dei processori Phenom II X6 ( Thuban ), ma a differenza di questi ultimi ha solo 4 core attivi: gli altri due, seppure fisicamente presenti, vengono disattivati in fabbrica. MSI e Asus hanno apparentemente trovato il modo di riattivare i due core “dormienti” e trasformare così l’X4 960T in una CPU molto simile al modello X6 1075T: rispetto a quest’ultimo, il 960T ha 8 MB di cache invece di 9 MB e nella modalità turbo raggiunge un clock di 3,4 GHz invece che di 3,5 GHz (in entrambi i casi la frequenza standard è di 3 GHz).

Una volta attivati tutti e sei i core, MSI afferma che le performance del processore 960T aumentano di circa il 104%. L’azienda taiwanese ha implementato la sua tecnologia di sblocco dei core nella mainboard 890GXM-G65 , capace altresì di trasformare alcuni modelli di Phenom II X2 in Phenom II X4.

Asus e Asrock non hanno ancora annunciato quali modelli di mainboard saranno in grado di sbloccare il 960T: entrambe le aziende si sono limitate a dire che la tecnologia Unlock CPU Core (UCC) sarà implementata su un selezionato numero di motherboard basate sui chipset AMD della serie 800.

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti