MSI soffia un alito di Wind

Il produttore taiwanese cala la sue carte e si pone in diretta concorrenza con Asus. Eee PC è avvisato: si gioca al rialzo, tastiera e monitor compresi

Rieti – Tasti più grandi, schermo più grande e disco più grande. Queste le armi del piccolo netbook lanciato in forze in questi giorni dalla taiwanese Microstar anche sul mercato italiano. Il nuovo Wind U100 è il primo nato di una nuova categoria dell’offerta MSI, che si preannuncia in espansione già a partire dal prossimo autunno: e che – visto il nome – vuole soffiare il primato a Eee PC di Asus, con caratteristiche tecniche ritenute superiori e un prezzo aggressivo.

Wind U100 Rispetto al modello 900 di Asus, da poco presentato anche in Italia, il Wind U100 monta diverso processore e diverso storage : in luogo del Celeron M da 900 MHz dell’Asus, sulla scheda madre del MSI c’è un Atom N270 da 1,6 GHz , all’hard disk a stato solido da 1,8 pollici è stato preferito un disco tradizionale da 2,5 pollici e 80 GB espandibile con qualsiasi unità in commercio. CPU mobile per antonomasia, quindi, e un disco magnetico che dovrebbe garantire una più semplice espandibilità sia per l’utente finale che per l’offerta commerciale.

Le altre differenze tra Wind e Eee PC, che MSI Italia in una giornata di presentazione dei netbook condita da voli in aliante non ha timori a definire l’imprescindibile punto di riferimento attuale della categoria, sono nelle dimensioni. Confronto di categoria Quelle dello schermo, da 10 pollici invece che da 8,9 come nell’Asus: la risoluzione è la stessa, 1024×600, la retroilluminazione è a LED per garantire maggiore autonomia.

Altra differenza è la dimensione della tastiera : al prezzo di qualche millimetro in più nelle dimensioni complessive, U100 monta una tastiera quasi identica a quella di un notebook normale. Un bel vantaggio per chi intende usarlo per scriverci un romanzo e, secondo MSI, una delle chiavi di volta che potrebbero decretare il successo commerciale del prodotto. Un successo che sarebbe già evidente, visto che le vendite del Wind starebbero segnando il tutto esaurito da qualche giorno, in attesa che la casa madre riesca a far fronte alla domanda.

Le prossime colorazioni

In ogni caso, chiariscono i rappresentanti di MSI, il progetto Wind è tutt’altro che fermo: CPU più performanti potrebbero trovare posto all’interno del netbook, assieme a più RAM (fissata a 1GB di default ma già espandibile fino a 2) e ad altri accessori, non appena la clientela ne faccia richiesta e Intel rilasci novità nella linea Atom. MSI Wind U100 e Asus Eee Pc 900 Per accessori, poi, non si intende solo borse o varianti cromatiche, che pure dovrebbero conoscere qualche novità dall’autunno in avanti: si è vista per la prima volta una unità DVD e masterizzatore esterna, da collegare ad una delle porte USB, che potrebbe diventare un optional a richiesta o essere fornita all’interno di pacchetti chiavi in mano .

Messe da parte tutte queste premesse, per il momento Wind è disponibile sul mercato italiano in tre colorazioni, bianca, nera e rosa, al prezzo di 399 euro . Aero Club Rieti Da settembre si potranno anche acquistare delle borse appositamente studiate da MSI per contenere il suo portatilino, bianche coi risvolti neri e rosa, oppure nere coi risvolti bianchi.

Il peso supera di poco il chilogrammo, in linea con l’Eee Pc a stato solido, la tastiera è abbastanza comoda da usare (in proporzione ad altre di questa categoria). Resta l’incognita dell’autonomia, vero tallone d’Achille di questi netbook, ma il processore Atom impressiona per la velocità con cui avvia le applicazioni e gestisce il sistema operativo Windows XP, fornito di default su ogni macchina.

Sarà la buona cucina dell’Aero Club di Rieti dove si svolge la presentazione, sarà la bella giornata estiva, MSI riesce quasi a convincere tutti i presenti che il suo Wind è davvero il migliore sulla piazza. Ora si tratta solo di convincere tutti gli altri.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • WpBLcMoZUJm uKXkbjyK scrive:
    LwMfqiUU
    http://www.eatzischicago.com/prednisone.html prednisone no prescription %[ http://www.agamistathemovie.com/phentermine.html buy phentermine 8-[[[ http://www.notquitebettycrocker.com/acomplia.html acomplia online =DDD http://www.filmspunk.com/acomplia.html buy cheap acomplia online
    :-PPP
  • Roberto scrive:
    eCars-now anche in italia
    la community open source per la conversione di auto elettriche è ora attiva anche in italia e siamo alla ricerca di membri volenterosi di dare il loro contributo.le pagine in italiano sono accessibili all'indirizzo: www.italy.ecarsnow.org
  • Tuanonna scrive:
    w il petrolio
    Quando qualche casa sarà in grado di produrre un auto elettrica da 150 cavalli e 200 km/h allora potrà davvero prendere piede, ma per questo penso che bisognerà aspettare l'idrogeno. Per ora, w le macchine a benzina che ti fanno sentire per bene l'accelerazione ad ogni semaforo.
    • Viva la Salvia scrive:
      Re: w il petrolio
      Eccotela :ohttp://www.youtube.com/watch?v=w1C44JQU7Pc
      • Tuanonna scrive:
        Re: w il petrolio
        Molto interessante! Se risolveranno i problemi della trasmissione potrebbe davvero essere la prima elettrica decente. Peccato per il prezzo (che scenderà) e per il fatto che comunque va caricata con la presa (fino a quando arriverà l'idrogeno). Scommetto che il rumore fa schifo però.
        • ultrasuonat o scrive:
          Re: w il petrolio
          - Scritto da: Tuanonna
          Scommetto che il rumore fa schifo
          però.il rumore quasi non c'è... anzi correndo l'aria copre quei pochi db
        • xWolverinex scrive:
          Re: w il petrolio
          - Scritto da: Tuanonna
          Molto interessante! Se risolveranno i problemi
          della trasmissione potrebbe davvero essere la
          prima elettrica decente. Peccato per il prezzo
          (che scenderà) e per il fatto che comunque va
          caricata con la presa (fino a quando arriverà
          l'idrogeno). Scommetto che il rumore fa schifo
          però.ha anche il kit che sostituisce il tettino con pannelli solari adibiti alla ricarica delle batterie
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: w il petrolio
      - Scritto da: Tuanonna
      150 cavalli e 200 km/h
      ti fanno sentire per bene l'accelerazione ad ogni
      semaforo.L'umanità è a rischio perché c'è chi pensa che queste siano le conquiste del progresso.
      • Tuanonna scrive:
        Re: w il petrolio
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org
        L'umanità è a rischio perché c'è chi pensa che
        queste siano le conquiste del
        progresso.Addirittura? L'umanità è a rischio perché c'è chi pensa, come me, che l'uomo non è fatto solo di logica e km/l ma anche di piacere di guidare? Penso che se c'è qualcosa che mette l'umanità a rischio, è da cercare altrove.
        • alter scrive:
          Re: w il petrolio
          - Scritto da: Tuanonna
          Addirittura? L'umanità è a rischio perché c'è chi
          pensa, come me, che l'uomo non è fatto solo di
          logica e km/l ma anche di piacere di guidare?
          Penso che se c'è qualcosa che mette l'umanità a
          rischio, è da cercare
          altrove.sei obsoleto...proprio come tua nonna.
        • alter scrive:
          Re: w il petrolio
          - Scritto da: Tuanonna
          Addirittura? L'umanità è a rischio perché c'è chi
          pensa, come me, che l'uomo non è fatto solo di
          logica e km/l ma anche di piacere di guidare?
          Penso che se c'è qualcosa che mette l'umanità a
          rischio, è da cercare
          altrove.è ora di aggiornarsi, di lasciar perdere concetti vecchi di 100 e + anni
    • xWolverinex scrive:
      Re: w il petrolio
      - Scritto da: Tuanonna
      Quando qualche casa sarà in grado di produrre un
      auto elettrica da 150 cavalli e 200 km/h allora
      potrà davvero prendere piede, ma per questo penso
      che bisognerà aspettare l'idrogeno. Per ora, w le
      macchine a benzina che ti fanno sentire per bene
      l'accelerazione ad ogni
      semaforo.teslamotors
    • saturno giove scrive:
      Re: w il petrolio
      C'è già la teslacar con 450 km di autonomia: basta produrla in grande serie ed il prezzo sarà accettabile.Ciao
    • marchetto scrive:
      Re: w il petrolio
      sei veramente maleinformato www.teslamotors.com
  • Joliet Jake scrive:
    Hyvää!
    E' una grande idea!Speriamo prenda piede...Kiitos, J.J. :)
    • BLah scrive:
      Re: Hyvää!
      Sì però non fare un post solo per far vedere che sai due parole in lingua..
      • check scrive:
        Re: Hyvää!
        - Scritto da: BLah
        Sì però non fare un post solo per far vedere che
        sai due parole in
        lingua..Beh... non è che tu abbia detto molto di più.. è giusto che uno esponga il proprio piacere per un'iniziativa che condivide e/o apprezza. Non mi pare tu abbia portato granchè con i tuoi due post. Ma nessuno ti ha criticato, giustamente. Finchè non si insulta, è giusto che ognuno si esprima come vuole. Tornando IT:Io ritengo sia un bel progetto, anche se non so di quanto semplice realizzazione.. staremo a vedere!Buona giornata!
  • Jean Valjean scrive:
    citazione di Woody Allen:
    "Più che in ogni altra epoca storica, lumanità si trova ad un bivio: una strada porta alla disperazione e allo sconforto più assoluto. Laltra alla totale estinzione. Preghiamo il cielo che ci dia la saggezza di fare la scelta giusta"
  • Ricky scrive:
    Ma anche cosi' il problema continua...
    L'auto elettrica e' una cosa carina, pero' abbiamo delle batterie da smaltire,della corrente da produrre.A parte i costi elevati anche per il solo acquisto di una simile auto,si devono affrontare altre problematiche legate alla semplice ricarica.Quanto ci mette a fare il "pieno"?Quanto ciuccia alla fonte? Riesco ad accendere un lume in casa senza che il contatore esploda?E queste sono sciocchezze, il problema vero e' che usiamo il CARBONE per produrre l'energia elettrica!O le centrali nucleari...tipo quelle a Cernobil o in Francia che perdono i pezzi per strada.O magari quelle costruite su terreno sismico...La PRIMA cosa da fare e' creare,come vorrebbe Rubbia, un bel polo di acquisizione energetica solare inqualche deserto arido e,normalmente, inutile!Se e' vero che utilizzando solo l'1% dello spazio desertico a specchi solari possiamo generare TUTTA L'ENERGIA CHE SERVE AL PIANETA, cosa stiamo aspettando!?
    • a n o n i m o scrive:
      Re: Ma anche cosi' il problema continua...

      Se e' vero che utilizzando solo l'1% dello spazio
      desertico a specchi solari possiamo generare
      TUTTA L'ENERGIA CHE SERVE AL PIANETA, cosa stiamo
      aspettando!?La Distruzione Finale con conseguente rammaricamento generale per la mancanza di risorse per la conversione perchè per allora saranno esauste :s
    • fox82i scrive:
      Re: Ma anche cosi' il problema continua...
      Troppi interessi di fondo!Ci sono una miriade di progetti che potrebbero risolvere la maggior parte dei problemi energetici del mondo, ma come sempre tutto tace o meglio bollati come impossibili
    • maxloi scrive:
      Re: Ma anche cosi' il problema continua...
      Semplice: l'energia è il motore dell'economia mondiale. Se non la fai più pagare o tutti sono in grado di auto produrre il proprio fabbisogno, l'economia di tutto il mondo si fermerebbe e i potenti non avrebbero più potere. Purtroppo dobbiamo arrivarci gradualmente, o l'organizzazione sulla quale si basa attualmente l'umanità subirebbe un'implosione, generando guerre e guerriglie un po' ovunque. Ci dobbiamo arrivare, ma a piccoli passi. Un cancro diffuso non lo puoi estirpare tutto in un unica operazione, o il corpo morirebbe perchè non avrebbe il tempo di generare le nuove cellule "buone". Almeno questo è quello che penso io...
      • Ricky scrive:
        Re: Ma anche cosi' il problema continua...
        Mettiamola cosi', se un esperto in economia mondiale ci ponzasse su forse ne uscirebbe un progetto a medio/lungo termine per SANARE i casini senza causarne altri.Peccato pero' che questo non accade,le idee non le puoi bloccare, le invenzioni neanche ma le puoi COMPRARE.Sono convinto che ci siano parecchie invenzioni nel cassetto di chi adesso detiene il potere energetico mondiale attraverso il petrolio ma non solo.Al momento buono salteranno fuori dal cilindro.Pero' sarebbe utile arrivare prima noi ad utilizzare una energia che e' li fuori, potente, di tutti e GRATIS (per lo sfruttamento :) ).La stessa fusione fredda,prima sembrava essere possibile , poi no, poi NI, poi si ma ci manca poco perche' ci stasnno boicottando!E i motori magnetici!?Ho visto so youtube dei filmati in merito, tutti promettenti ma nessuno da considerarsi potenzialmente REALE.Secondo me dobbiamo guardare gli emirati...guardare cosa stanno facendo e studiano per capire dove vogliono andare a parare.Sanno bene che il petrolio e' agli sgoccioli quindi stanno sicuramente preparando il terreno per fregarci ancora.
        • maxloi scrive:
          Re: Ma anche cosi' il problema continua...
          Sul fatto che hanno già programmato come fotterci per i prossimi 200 anni, mi ci potrei tranquillamente giocare le palle!
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Ma anche cosi' il problema continua...
          - Scritto da: Ricky
          Pero' sarebbe utile arrivare prima noi ad
          utilizzare una energia che e' li fuori, potente,
          di tutti e GRATIS Infatti Rubbia è stato costretto a vendere il suo progetto d'impianto solare in Spagna: da noi nessuno gli ha dato retta.
          La stessa fusione fredda,prima sembrava essere
          possibile , poi no, poi NI, poi si ma ci manca
          poco perche' ci stasnno boicottando!La fusione fredda non è stata realizzata: gli stessi autori del primo esperimento pubblicato hanno ammesso che si è trattato di un errore di valutazione, come è stato dimostrato da tutti i laboratori dove l'esperimento è stato replicato. In teoria è possibile, ma si è lontani dalla realizzazione, anche solo in laboratorio. Più avanzata la ricerca sulla fusione 'calda', ma non ha ancora soluzione il problema del contenimento di un plasma da alcuni milioni di gradi di temperatura. Sole e vento, invece, stanno avendo già oggi ottimi risultati come fonti di energia pulita, e lo sviluppo possibile è molto promettente.
          E i motori magnetici!?Ho visto so youtube dei
          filmati in merito, tutti promettenti ma nessuno
          da considerarsi potenzialmente REALE.Motori magnetici sono già utilizzati in diversi ambiti. Esistono treni 'sospesi' (Maglev: treni a levitazione magnetica) che possono raggiungere velocità altissime (6-700 km/h) utilizzando una frazione dell'energia necessaria ai comuni treni a rotaia. In Cina una linea (il Transrapid a Shanghai) funziona con uno di questi convogli. In altri Paesi sono in corso sperimentazioni. Non è molto, ma si tratta di applicazioni reali.
          Secondo me dobbiamo guardare gli emirati...guardare cosa
          stanno facendo e studiano per capire dove vogliono
          andare a parare.Stanno costruendo enormi impianti solari nel deserto, eolici nelle zone litoranee dove i venti sono regolari e sono allo studio progetti di sfruttamento dell'energia delle maree.
    • ndr scrive:
      Re: Ma anche cosi' il problema continua...
      Prima impara almeno i nomi delle località che vai citando...Poi magari impara qualcosa sul processo di produzione dell'energia nei suoi vari aspetti...Quando un giorno sarai più preparato e consapevole, libero dai soliti qualunquismi che infarciscono i pensieri che hai espresso, ti spiegherò punto per punto ogni singola stupidaggine che hai scritto...
    • selidori scrive:
      Re: Ma anche cosi' il problema continua...
      " si devono affrontare altre problematiche legate alla semplice ricarica. "Esatto.Per questo si cerca di unire le forze, per trovare le idee per superare questi giganteschi problemi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 luglio 2008 19.05-----------------------------------------------------------
  • Marco Ravich scrive:
    Ma non esisteva già ?
    Il progetto OScar...http://www.theoscarproject.org/Ecco il vero problema dell'open source: l'eccessiva duplicazione/frammentazione di progetti......d'altro canto siamo nell'ambito bazaar !Comunque speriamo bene.
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Ma non esisteva già ?
      - Scritto da: Marco Ravich
      Il progetto OScar...

      http://www.theoscarproject.org/

      Ecco il vero problema dell'open source:
      l'eccessiva duplicazione/frammentazione di
      progetti...Non credo si possa parlare di problema. Al contrario i progetti esistono proprio in quanto open source. L'idea dell'unico progetto cui tutti collaborano non è realistica. Gli esseri umani sono differenti, pensano in modo diverso e realizzano opere diverse. Costringere più persone a lavorare insieme richiede necessariamente una struttura rigida che è la negazione del concetto che si trova alla base dell'open source, ovvero la libera circolazione del sapere. Proprio in quanto la conoscenza del 'cosa e del 'come' viene diffusa più possibile, è assurdo pensare che tale conoscenza non sia altrettanto liberamente utilizzata, magari creando un nuovo progetto. L'esistenza di più progetti indipendenti non è divisione di energie, ma moltiplicazione di idee, esperienze e conoscenze. Infatti è quasi nulla la possibilità che i sostenitori dei diversi progetti avrebbero collaborato insieme, mentre è altamente probabile che il frutto di diverse esperienze si aggiunga al corpus comune di conoscenza. E non è infrequente che diversi progetti si fondano in uno solo più ricco. Insomma, con l'open source, in ogni campo, ci sono diversi progetti liberi con obbiettivo simile. Senza condivisione delle informazioni, nessuno. La via di mezzo, questa volta, non c'è.
  • Davide scrive:
    Collaudo e immatricolazione
    Peccato che in Italia il collaudo per l'immatricolazione sia proibitivo per una persona normale. L'unico sistema è passare attraverso la Germania, ma i costi non sono bassi, si parla di migliaia di Euro.
    • krane scrive:
      Re: Collaudo e immatricolazione
      - Scritto da: Davide
      Peccato che in Italia il collaudo per
      l'immatricolazione sia proibitivo per una persona
      normale. L'unico sistema è passare attraverso la
      Germania, ma i costi non sono bassi, si parla di
      migliaia di Euro.Azz... Non basta ricompilarsela ????
    • jfk scrive:
      Re: Collaudo e immatricolazione
      - Scritto da: Davide
      Peccato che in Italia il collaudo per
      l'immatricolazione sia proibitivo per una persona
      normale. L'unico sistema è passare attraverso la
      Germania, ma i costi non sono bassi, si parla di
      migliaia di
      Euro.Ottimo a sapersi :-)Sempre meglio che acquistare un'auto nuova...
    • Anonimo scrive:
      Re: Collaudo e immatricolazione
      Concordo con vigore.Ottenere l'omologazione di un'auto, specie se elettrica, qui in Italia è IMPOSSIBILE.Ma l'ecXXXXX di zelo dimostrato non mi spiega invece la circolazione di SUV o di minicar a benzina, o anche come abbiano potuto ottenere l'omologazione modelli nostrani. Possiedo una Lancia Y ed a mio parere la stessa presenta seri problemi di visibilità (angoli ciechi). Devo guidarla con ESTREMA prudenza. Mi chiedo come abbia potuto ottenere l'omologazione. (se penso male faccio peccato ma indovino)
  • max scrive:
    Land Rover!
    Appena sará possibible tenteró convertire in elettrica una vecchia land rover (del 91 le vendono con il nome Defender).quelle si che sono macchine eterne!Ne ho una del 1980 che va a 110 orari in superstrada, non fa fumo, consuma 8.5 lt in 100km in autostrada a 90 km orari.... e si arrampica come uno stambecco quando vado in montagna.28 anni e non sentirli, per una auto è tantissimo.Verissimo che il modello è antiquato, ma da molta tranquillitá andare per strada sapendo di essere dentro ad un carro armato. Bene, appena saranno disponibili motori da 60KW e batterie idonee ad un prezzo decente, compro un'altra land rover e faccio la conversioneciao, max
    • uccello_gigante scrive:
      Re: Land Rover!

      Bene, appena saranno disponibili motori da 60KW e
      batterie idonee ad un prezzo decente, compro
      un'altra land rover e faccio la
      conversione

      ciao, maxOh caspiterina, adesso allora dovrai mettere mano al portafoglio:http://www.evparts.com/galleries_zoom.php?GALLERIESTAG=2
    • a n o n i m o scrive:
      Re: Land Rover!

      Bene, appena saranno disponibili motori da 60KW e
      batterie idonee ad un prezzo decente, compro
      un'altra land rover e faccio la
      conversione

      ciao, maxdai un'occhiata a questo:http://www.diyelectriccar.com/forums/showthread.php/ev-information-669.html(geek)
  • Angel one scrive:
    share knowledge - W ecars
    piuttosto che criticare, pensa se questo
    share< ci rendesse liberi dalla servitu' del petrolio e delle multiazionali dell'auto. Le grandi idee non nascono solo nei laboratori delle grandi societa', ma anche nei piccoli garage. Apple e' nata in un garage, linux e' nato da uno studente stanco di un sistema con dei limiti, ma quel che conta e' che l'idea nasca e venga condivisa. Le basi del nostro progresso sono legate a libere idee e non a copyright legali in mano ad avvocati. Anche se ammetto che serve a tutelare l'idea e l'ideatore da furti indebiti.
  • Piacione Venditore di OS scrive:
    L'auto cantinara, che pacchianata!!!
    Io mi ordino una Tesla, e come optional deve avere due UMPC con Vista, altro che cantine e opensorci!!! (win)(win)(win)(win)
    • Fabrizio scrive:
      Re: L'auto cantinara, che pacchianata!!!
      Tu puoi ordinare cosa vuoi, meno male che l'umanità è composta anche da persone normali...
    • Pigri Hackerozzi scrive:
      Re: L'auto cantinara, che pacchianata!!!
      solo gli OS bacati possono far fare soldi, eh? piacione?tu continua a venderli ed oi a sverminarli e ad abbatterli, con Debian. ciaoooo
      • ho sfidato il computer a tris e ho vinto scrive:
        Re: L'auto cantinara, che pacchianata!!!
        - Scritto da: Pigri Hackerozzi
        tu continua a venderli ed oi a sverminarli e ad
        abbatterli, con Debian.ma nooo perchè?30 euro a botta per il formattone semestrale a tutti quelli che vengono a bussare disperati non è mica male :Dgo windows go! (win)
    • Anonimo scrive:
      Re: L'auto cantinara, che pacchianata!!!
      Peccato che il progetto Tesla sia finanziato da uno dei fondatori di Google e visto che tra MS e Google non mi sembra esistere un rapporto amichevole l'unico UMPC che ti daranno sarà basato su Linux ;)Che fai rinunci alla Tesla?
      • Piacione Venditore di OS scrive:
        Re: L'auto cantinara, che pacchianata!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Peccato che il progetto Tesla sia finanziato da
        uno dei fondatori di Google e visto che tra MS e
        Google non mi sembra esistere un rapporto
        amichevole l'unico UMPC che ti daranno sarà
        basato su Linux
        ;)

        Che fai rinunci alla Tesla?Il Dio Quattrino domina l'Olimpo, chiedi Vista, paga $$$ e ti sarà dato!!! O) O) O) Ma guarda, voglio essere buono, me li farò dare dual-boot, così Linus non piange, a Raymond non viene un attacco e Stallman non fa voto di non lavarsi (ancora :-P) i piedi e spidocchiarsi la barba finché non mi sarò redento! :| :s(ghost) O) :p :D(rotfl)(troll3)
    • fox82i scrive:
      Re: L'auto cantinara, che pacchianata!!!
      - Scritto da: Piacione Venditore di OS
      Io mi ordino una Tesla, e come optional deve
      avere due UMPC con Vista, altro che cantine e
      opensorci!!!
      (win)(win)(win)(win)E chi se ne frega!
    • Funz scrive:
      Re: L'auto cantinara, che pacchianata!!!
      - Scritto da: Piacione Venditore di OS
      Io mi ordino una Tesla, e come optional deve
      avere due UMPC con Vista, altro che cantine e
      opensorci!!!Bravo, spendici pure 70-80 mila$.Ie, se si potesse convertire la mia vecchia Punto con poche migliaia di Euro, ci farei più che un pensiero.
    • wolin scrive:
      Re: L'auto cantinara, che pacchianata!!!
      - Scritto da: Piacione Venditore di OS
      Io mi ordino una Tesla, e come optional deve
      avere due UMPC con Vista, altro che cantine e
      opensorci!!!
      (win)(win)(win)(win)falli sognare, non vedi che sono come bambini che vogliono imitare i grandi?moriranno dannati :D
Chiudi i commenti