Multiflow, due celle sono meglio di una

Presto in commercio una tecnologia in grado di raddoppiare la banda disponibile per le comunicazioni mobile. Il segreto di cotanto successo? Usare due stazioni cellulari invece di una
Presto in commercio una tecnologia in grado di raddoppiare la banda disponibile per le comunicazioni mobile. Il segreto di cotanto successo? Usare due stazioni cellulari invece di una

In occasione del prossimo Mobile World Congress che si terrà in quel di Barcellona, Nokia Siemens Networks (NSN) e Qualcomm sveleranno una nuova tecnologia per le comunicazioni mobile in grado di raddoppiare la banda disponibile per gli utenti di smartphone, tablet e quant’altro.

L’idea sfrutta una caratteristica dei network di terza generazione (HSPA+) chiamata “multiflow”, che permette la ricezione – su uno stesso dispositivo – di due diversi flussi di dati trasmessi da due celle adiacenti alla posizione dell’utente.

Unendo questi due flussi di dati, promette NSN, la velocità delle comunicazioni cellulari viene letteralmente raddoppiata a tutto vantaggio dell’esperienza telematica degli utenti. La dimostrazione di una comunicazione in multiflow verrà fatta al congresso di Barcellona per mezzo di un prototipo nella forma di dispositivo USB (realizzato da Qualcomm) e relativa stazione di trasmissione di NSN.

Il multiflow su reti 3G è in realtà una tecnologia ancora in fase di sviluppo, e la sua standardizzazione è prevista entro la metà del 2012 a opera del consorzio 3GPP. Per quanto riguarda le applicazioni commerciali, invece, sarà necessario aggiornare le reti e i modem (chip) integrati nei dispositivi per trarne vantaggio.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 02 2012
Link copiato negli appunti