MyDoom, querelle sulla quantità di danni

Una rispettata società di consulenza afferma che il worm più diffuso della storia ha causato quasi 40 miliardi di dollari di danni in tutto il Mondo. Una stima assurda secondo i detrattori, che parlano di isteria da virus


Roma – Quale ammontare di danni può aver provocato in tutto il mondo un worm come MyDoom , capace di infilarsi in centinaia di migliaia di computer in tutto il mondo e sferrare un attacco via internet ? Secondo l’autorevole società di ricerche e analisi di mercato londinese mi2g i danni provocati sono 38,5 miliardi di dollari .

La stima di mi2g è ora al centro di un acceso dibattito alimentato dai gestori di Vmyths , sito nato per mettere alla berlina quella che definisce isteria da virus .

Stando all’ultimo bollettino di Vmyths, la stima di mi2g è pari al 40 per cento dei danni subiti dalla città di New York per gli attacchi terroristici dell’11 settembre, è il doppio di quanto sia costato agli Stati Uniti il terribile uragano Andrew del 1992 ed è ben l’1,6 per cento del budget federale americano. Secondo il sito anti-isteria, dunque, la stima di mi2g è semplicemente assurda. Ma è una stima che mi2g riassume in un rapporto che vende online per 30 dollari.

Vmyths ha anche citato nei suoi bollettini i funzionari di Trend Micro , uno dei principali produttori di software antivirus, che in passato hanno dichiarato di non poter calcolare la quantità di danni prodotta da un virus perché non raccolgono le informazioni necessarie”.

Questo però non vuol dire, secondo mi2g, che quei dati non possano essere raccolti. Secondo l’azienda, dunque, ciò che serve per capire l’ammontare di danni provocato da un worm di questo tipo sono una serie di informazioni che comprendono: costi dei servizi di assistenza telefonici o a domicilio, ritardati pagamenti, dover affidare attività interne temporaneamente a strutture esterne, perdite di occasioni d’affari, intasamento di banda di connessione, diminuzione della capacità produttiva, deviazione dei tempi di lavoro del management, costo dei software e degli aggiornamenti di recupero”.

Stando ad una intervista rilasciata da mi2g, inoltre, “ci sono prove empiriche che confermano la dimensione delle nostre stime. Nel momento più critico dell’attacco di MyDoom, una grossa azienda londinese ha dovuto chiudere i propri uffici per un paio di giorni perché erano continuamente assaliti da email infette, notifiche di messaggi che non possono essere consegnati e messaggi di allerta virus”.

Sarebbe da vedere, a questo punto, quante sono invece le imprese che non hanno chiuso…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    un modo per intasare i concorrenti?
    ogni volta che piazzo il mio ind email su qualche sito, newsgroup o mailist, lo spam che ricevo aumenta di un buon 5%.se veramente le intenzioni di google fossero quelle di raccattare indirizzi email da vendere alle varie spamcorporescions, chiunque potrebbe iscriversi a orkut e poi invitare tutti i suoi concorrenti, sperando che gli intasino le caselle monitorizzandogli le "navigate". no?
  • Anonimo scrive:
    Io ho l'invito su orkut
    se vi mettete a 90 e mi date 50 euro via paypalvi do il permesso di dire che siete miei amici :De ovviamente vi faccio entrare su orkut.
  • TBJ61898 scrive:
    quanti problemi inutili
    ma io non ho capito di che avete paura... il problema vero NON E' quanti dei miei dati personali sono resi + o - pubblici, il problema sono le persone che li usano in modo scorretto (vedasi SPAM).Se a me mi garba il cinema, i film d'azione, magari mi son comprato un freelander e sono amico di gente che organizza vacanze avventurose in c*lo al mondo, se un'azienda ci proponesse, a me e ai miei amici, di organizzarci un bel viaggio, magari con un'idea originale, dovrebbe dispiacermi?Scansione retiniche (ho i flash di minority report), biometria comunque in generale (apro una maniglia e tutti sanno dove son entrato). Bancomat, carte di credito, i log del server dove controllo la mia posta... sono tutti indici. Ovvero, detto in altre parole, sempre molto semplici perche' non ho studiato molto, risiamo da capo a lamentarci (a volte pure io) della sabbia nella scarpe ciancicose che usiamo per andare al mare, e poi magari non abbiamo scosso l'asciugamano...A volte mi vien fatto di paragonare internet alla vita reale, tant'e' complessa la psicologia della rete che non mi par nemmeno di sbagliare troppo, ed osservo che:- se qualcuno mi vede entrare tutte le sere in una porta, iniziera' a pensare che abito li, o che comunque conosco fin troppo bene chi ci abita- se qualcuno mi vede in auto sapra' la mia targa, che auto ho (quindi un indice sul mio stile di vita)- vedono come sono vestito (gusti personali)- vedono chi frequento (a meno che non mi dia una punta in the middle of noland)Solito discorso per internet.. anche se 'vedere' diviene "analizzare" (log, per esempio).O allora, tanto per porre fine a sto post, sperando che nessuno ci si riconosca offeso. la privacy non esiste. E' come pretendere che qualcuno chiuda gli occhi quando passiamo in auto. IMHO?apriamo le porte alle nostre informazioni, venite thirdy party e fate incetta di me, di quel che sono e di quel che penso. e che ognuno possa saperlo (se lo vuole).Tanto non ho niente da nascondere o di cui vergognarmi.io sarei anche per togliere il voto segreto, vedi te... (qualcuno ha detto voltafaccia?)e per concludere in grande stile: trovo giornalmente quintali di deplian e volantini (SPAM) sul parabrezza della mia macchina e a volte nella cassetta postale, che non mi viene distribuita basandosi sui miei interessi, bensì su un lavoro di massa. Analogalmente mi arriva spam alla casella di posta elettronica... almeno l'80% mi spiegano come avere + successo con le donne, come allungare il mio pene (o la durata), o come ottenere prestiti/mutui a tasso agevolato.. ma anche come azzerare i miei debiti sulla carta di credito, allora:[ABERRANZA MODE ON]- io cio' un cazzo che motumbo mi fa una sega a du mani e un gli bastano- se dovessi avere ancora + successo con le donne potrei fare il gigolo'- a letto con una donna vengo chiamato usualmente Rocco- non sto/ne ho intenzione di compare casa o altri beni che richiedono mutui- non mi servono 15000$ di prestito[OFF]E sono sicuro di non aver MAI affermato il contrario di quanto sopra in nessuno stupido questionario ONLINE. nonostante questo ricevo tale spam. Allora davvero credi, o tu stupido e stolido utente, che qualcuno se ne fotta dei form che compili?Ti si mangiano solo la casella email, ma come orkut consiglia in fase di invito/join, dovresti usarne una specifica solo per orkut (mi pare o il mio inglese è esploso?). Così tieni d'occhio lo spam no?Siamo ancora alla fase di sperimentazione del digitale terrestre e vi fate le paranoie per il marketing shaping? (chissa' se si potra' dire...) .. ma ci siamo ancora lontaniiiiii ... e bisognera' vedere se davvero sarà così brutto come vi immaginate... a volte io sarei disposto a pagare per ricevere le informazioni che realmente mi interessano... se un'azienda lo fa aggratisse dovrebbe dispiacermi?maddai... via basta pippette e fatevi scoprire, fatevi analizzare, tanto, per quanto brutti vi vedete, per un'azienda pubblicitaria siete i + belli del mondo.Andrè
  • Anonimo scrive:
    All your data are belong to us
    Dalle condizioni generali (terms of service) di orkut:http://www.orkut.com/terms.aspxBy submitting, posting or displaying any Materials on or through the orkut.com service, you automatically grant to us a worldwide, non-exclusive, sublicenseable, transferable, royalty-free, perpetual, irrevocable right to copy, distribute, create derivative works of, publicly perform and display such Materials.Ahem.
    • vb scrive:
      Re: All your data are belong to us
      - Scritto da: Anonimo
      Dalle condizioni generali (terms of service)
      di orkut:
      www.orkut.com/terms.aspx


      By submitting, posting or displaying any
      Materials on or through the orkut.com
      service, you automatically grant to us a
      worldwide, non-exclusive, sublicenseable,
      transferable, royalty-free, perpetual,
      irrevocable right to copy, distribute,
      create derivative works of, publicly perform
      and display such Materials....difatti volevo citare anche quello, ma l'articolo già così era troppo lungo :-)
  • Anonimo scrive:
    Faser
    Complimeti Vittorio. Un capolavoro.
  • Anonimo scrive:
    tutti saprannoche mi chiamo genunzio
    Argggg tuti saprann oche il mio nome vero non è Ginoma Genunzio aiuto .. sono rovinatoEil mio biscottino cookie avrà il mio nome vero ...Natraggeddia...
  • Anonimo scrive:
    qualcuno mi registra ?
    vorrei provare il servizio, la mia email e'godhatesusall@sexmagnet.com
    • Anonimo scrive:
      Re: qualcuno mi registra ?
      ehhh si beh certo :)pero' devi comunicare pubblicamente pure il tuo nome e cognome :PpP.mah spero tanto che nessuno mi faccia mai entrare in sta cosa... altrimenti gli spacco le ossicine -_-
      • Anonimo scrive:
        Re: qualcuno mi registra ?
        ok, qualcuno li inventa per me plz ?- Scritto da: Anonimo
        ehhh si beh certo :)
        pero' devi comunicare pubblicamente pure il
        tuo nome e cognome :ppP.

        mah spero tanto che nessuno mi faccia mai
        entrare in sta cosa... altrimenti gli spacco
        le ossicine -_-
  • Anonimo scrive:
    Emarginazione pericolosa?
    Non è che si va incontro ad un nuovo tipo di emarginazione sociale? Il sistema orkut mi sembra un riscatto oltre ad essere un oltraggio alla legge della privacy!
  • Anonimo scrive:
    e gli IM?
    C'e` qualche differenza rispetto a quanto fanno gli IM? Mi sono ad esempio recentemente iscritto a quello di yahoo, e li` non solo si possono specificare le proprie preferenze (per di piu` tramite checkbox, e le risposte chiuse si adattano molto meglio all'elaborazione automatica di quelle aperte, quali sono in buona parte su orkut) e le amicizie (ossia tutti i contatti...), ma e` ipotizzabile che ogni messaggio che passa sul server venga loggato o quantomeno che vengano controllate parole chiave. Ed essendo in un IM il volume di messaggi molto maggiore che su orkut, ed essendo i messaggi che io mando ad un amico potenzialmente molto piu` confidenziali dei dati che pubblico, le conclusioni che se ne possono trarre sono evidenti.A parte questo, personalmente ho optato volontariamente per assumere un certo tipo di immagine sulla rete e per essere piu` o meno al centro di fenomeni su vasta scala che in essa si verifichino; prima di iscrivermi ad orkut ho soppesato pro e contro, e del pari prima di invitare qualcuno gli chiedo esplicito consenso (non vidimato da notaio, ma non siamo cosi` formali, su) e solitamente gli faccio presenti i possibili rischi a cui va incontro.Concludendo: concordo che le remore presentate nell'articolo siano tutt'altro che improbabili, ed anzi in buona parte sostanzialmente certe. Tuttavia preferirei che in queste situazioni, anziche` allarmismo, si preferisse fare opera di informazione e sensibilizzazione sulla gestione dei propri dati personali. Ovvero, anziche` esaltare tanto il diritto alla privacy quasi fosse un *dovere* alla privacy, mettere ognuno nella condizione di saper scegliere quando, come e quanto rendersi visibile in questo nuovo villaggio globale.Tutto sempre e solo rigorosamente IMVHOAlessandro Dalvit
    • Anonimo scrive:
      Re: e gli IM?
      - Scritto da: Anonimo
      C'e` qualche differenza rispetto a quanto
      fanno gli IM?Se voglio usare un IM, lo scarico io, mi creo l'identità io.In questo caso ti incorqggiano a iscrivere altra gente, che magari non ha nessuna intenzione di iscriversi.Penso sia questa la differenza principale: in un caso si tratta di una mia azione consapevole (io i miei dati son libero di metterli dove voglio), nell'altro di diffusione di dati non tuoi.A.
      • Anonimo scrive:
        Re: e gli IM?
        Qui ti do ragione, la mia speranza rimane che prima di diffondere dati di amici una persona chieda il consenso... ma riconosco di essere decisamente troppo ottimista :PAd ogni modo, negli inviti compaiono solo nome, cognome, indirizzo email; indubbiamente da un punto di vista assoluto sono informazioni preziose, ma nella realta` di internet perdono gran parte del loro valore. Mi spiego: recuperare indirizzi non e` certo un problema; una volta che si ha un indirizzo, in buona parte dei casi si puo` risalire a nome e cognome. Questo non e` piu` vero per chi non ha "vita sociale" in newsgroup, mailing list, blog, forum, [...], ma mi rivelo di nuovo ottimista con la speranza che nessuno inviti in una comunita` come Orkut gente a cui nulla importa di questi aspetti della Rete.Indubbiamente resta il fatto che se decido di tutelare il mio anonimato virtuale e un amico per leggerezza fa cose di sto tipo... Beh Orkut e` ancora in beta, immagino che prima o poi proprio per evitare polemiche di questo tipo aggiungeranno un riquadro "chiedi sempre ai tuoi amici prima di diffondere i loro dati", perlomeno nella versione italiana, quando lo tradurranno.Considerazioni sparse:- come si accennava in un altro thread, andrebbero castrate telematicamente le persone che si ostinano a mandare mail a mezzo mondo senza bcc- aggiungiamo al gruppo anche quelli che usano GuardaFuori quell'Espresso e sono abbastanza abili da beccare tutti i worm in anteprima mondiale- siamo sicuri che google non stia gia` elaborando reti di contatti tra persone basandosi su [v. lista di cui sopra], visto che ha un archivio immenso sia di web che di usenet? ;)- (diamine, un articolo del genere da una persona che pubblica online il proprio indirizzo di residenza...)Conclusioni: Orkut continua a non sembrarmi cosi` mostruoso e aberrante, ad ogni modo capisco e rispetto chi la pensa diversamente... mala tempora currunt.A.D.
        • vb scrive:
          Re: e gli IM?
          - Scritto da: Anonimo
          Qui ti do ragione, la mia speranza rimane
          che prima di diffondere dati di amici una
          persona chieda il consenso... ma riconosco
          di essere decisamente troppo ottimista :p
          Ad ogni modo, negli inviti compaiono solo
          nome, cognome, indirizzo email;
          indubbiamente da un punto di vista assoluto
          sono informazioni preziose, ma nella realta`
          di internet perdono gran parte del loro
          valore. Difatti, forse le informazioni più preziose non sono nemmeno quelle... ma quelle relative a chi frequenti, e a cosa ti piace. Le seconde servono per scopi commerciali; ma le prime? Se, poniamo, io fossi nella contact list di qualcuno che non è troppo gradito agli americani, cominceranno a tener d'occhio anche me?Forse per l'utente medio è una preoccupazione eccessiva, ma io a dicembre ero a Ginevra al World Summit on Information Society... quello dove tutti i badge dei presenti avevano un RFID e non si sa perchè. E se i dissidenti politici presenti al summit fossero stati sorvegliati dai relativi governi, e ora anche tutti i compatrioti con cui hanno parlato lo fossero? Magari loro non sono così fessi da andare su Orkut a fare la comunità "Dissidenti del paese XYZ", ma se qualcuno che invece è fesso li invita? Certo, sono casi molto particolari, ma sono tutt'altro che irrealistici. Anche solo in Italia, sei sicuro che se risulti "amico" di uno a cui la Finanza è entrata in casa a sequestrare MP3, non prendano te come prossimo da perquisire? Anche se magari tu non hai nemmeno un computer in casa?
          - siamo sicuri che google non stia gia`
          elaborando reti di contatti tra persone
          basandosi su [v. lista di cui sopra], visto
          che ha un archivio immenso sia di web che di
          usenet? ;)Difatti... A maggior ragione, Google può (può, non dico che debba o che lo sarà davvero) diventare l'implementazione pratica di quel "Total Information Awareness" che, proposto esplicitamente, ha suscitato lo sdegno di mezzo mondo.
          - (diamine, un articolo del genere da una
          persona che pubblica online il proprio
          indirizzo di residenza...)Ma quello non è un dato particolarmente sensibile: lo trovi anche sull'elenco del telefono (beh, in effetti dovresti sapere il cognome di mia mamma). Non mi importa di nasconderlo. Mi importa di più, eventualmente, di nascondere i dati di cui sopra.
          • Anonimo scrive:
            Bertola: I want to be a superhero
            - Scritto da: vb
            Difatti, forse le informazioni più
            preziose non sono nemmeno quelle... ma
            quelle relative a chi frequenti, e a cosa ti
            piace. Le seconde servono per scopi
            commerciali; ma le prime? Se, poniamo, io
            fossi nella contact list di qualcuno che non
            è troppo gradito agli americani,
            cominceranno a tener d'occhio anche me?A me pare che tu abbia voluto scrivere un pezzo adeffetto, in cerca di consenso.L'adesione ad orkut, fino a prova contraria, e' un attovolontario e non coercitivo.Si suppone che chi vi aderisca legga il "contratto", primadi aderire.Ah, non e' cosi', dici?Poco male: sono tali e tanti i contratti e le clausoleche la gente firma senza leggere che questo mi parel'ultimo dei problemi.Tenere d'occhio?Hihihihi: io li' scrivo quel che voglio scrivere.Sono molto piu' preoccupato di ben altri monitoraggi, cheavvengono senza che se ne abbia il benche' minimosentore.Ad maiora, Mr. sensazionalismo.
  • Anonimo scrive:
    it.comp.software.mailreader
    vorrei che ci dessero una letta.ogni volta che rompono il cazzo perchè la gente usa gli antispam!sapessero a QUANTI amici miei vorrei poter mandare mail senza fargli sapere l'indirizzo corretto ... mamma mia!!!! :(come mai mi arrivano i virus?CHI ha dato loro il mio indirizzo?perchè cazzo non usano il BCC ?io devo poter usare indirizzi anonimi, decido IO quando dare un indirizzo ... e poi se io lo do a uno e lui lo da a tutti?porc......
    • Anonimo scrive:
      Re: it.comp.software.mailreader
      - Scritto da: Anonimo
      vorrei che ci dessero una letta.
      ogni volta che rompono il cazzo
      perchè la gente usa gli antispam!


      sapessero a QUANTI amici miei vorrei poter
      mandare mail senza fargli sapere l'indirizzo
      corretto ... mamma mia!!!! :(

      come mai mi arrivano i virus?
      CHI ha dato loro il mio indirizzo?

      perchè cazzo non usano il BCC ?

      io devo poter usare indirizzi anonimi,
      decido IO quando dare un indirizzo ... e poi
      se io lo do a uno e lui lo da a tutti?


      porc......Esistono i remailer anonimi....
  • Cavallo GolOso scrive:
    Cosa dovremmo fare, effettivamente ...
    Chi chiede Ora, se il governo italiano si presentasse alla vostra porta, chiedendovi gentilmente di compilare una lista contenente nomi, cognomi e indirizzi di e-mail di tutte le persone che conoscete, raggruppate per interessi e opinioni comuni, cosa fareste? Cosa dovremmo fare effettivamente?Dovremmo dire che in base alla legge tal dei tali non siamo autorizzati a fornire dati. Ma non solo: non li possediamo perchè non vogliamo accolarci l'onere di detenere un database di dati riservati. Per tanto non abbiamo nulla.Per il resto, meglio chiedere in giro se qualcuno ci conosce e si vuol qualificare come "nostro amico" e dire "si, schedatemi, prego."
  • Anonimo scrive:
    Ma non si vìola la legge sulla privacy ?
    Mi sembra che fornire a terzi dati sensibili (e l'indirizzo e-mail è considerato un "dato sensibile" come da un recente pronunciamento del Garante) senza l'autorizzazione del proprietario è una violazione della legge.Se io ho ricevuto da un amico il suo indirizzo e-mail, questo deve essere custodito da me con le dovute cautele e non diffuso senza il permesso esplicito del mio amico...Sbaglio ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non si vìola la legge sulla priva

      e l'indirizzo e-mail è considerato un "dato sensibile" come da
      un recente pronunciamento del Garante)Dato personale, non sensibile.
      Se io ho ricevuto da un amico il suo indirizzo e-mail, questo
      deve essere custodito da me con le dovute cautele e non
      diffuso senza il permesso esplicito del mio amico...

      Sbaglio ?No, non sbagli.
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ma non si vìola la legge sulla priva

        Dato personale, non sensibile.Quindi non è riservato e non ha le stesse tutele.Peraltro dovreste denunciare l'amico, non certo Orkut, che non ha colpa se qualcuno vi invita!Del resto si trova ovunque in giro per il Web il classico boxettino "dillo ad un amico", no?Che cambia?Siete tutti paranoici!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non si vìola la legge sulla priva
          - Scritto da: Ekleptical

          Dato personale, non sensibile.

          Quindi non è riservato e non ha le
          stesse tutele.

          Peraltro dovreste denunciare l'amico, non
          certo Orkut, che non ha colpa se qualcuno vi
          invita!

          Del resto si trova ovunque in giro per il
          Web il classico boxettino "dillo ad un
          amico", no?
          Che cambia?

          Siete tutti paranoici!visto che tu non lo sei, scrivi qua in chiaro i tuoi dati...a quel che leggo in questi forum, interesserebbero a molti....:)
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ma non si vìola la legge sulla priva

            visto che tu non lo sei, scrivi qua in
            chiaro i tuoi dati...
            a quel che leggo in questi forum,
            interesserebbero a molti....Paranoico no, ma nemmeno pirla!: P
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non si vìola la legge sulla priva
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non si vìola la legge sulla priva
            - Scritto da: Ekleptical

            visto che tu non lo sei, scrivi qua in

            chiaro i tuoi dati...

            a quel che leggo in questi forum,

            interesserebbero a molti....

            Paranoico no, ma nemmeno pirla!: Pma vuoi che lo faccia qualcun'altro per te??
    • vb scrive:
      Re: Ma non si vìola la legge sulla priva
      Loro sono americani. Della legge europea sulla privacy se ne fregano.Ciò non toglie che, magari, il nostro Garante potrebbe fare un pensierino per capire se veramente non esista modo di costringere all'adozione delle nostre normative le aziende straniere che vogliono fare affari in Europa (come già accaduto per l'IVA).
  • Anonimo scrive:
    Privacy un bel problema
    Come da oggetto.In rete poi, sarà per la sua incontrollabilità, e per la persistenza dei dati immessi, c'è la sensazione che, rispetto al mondo al di fuori della rete, sia molto più a rischio.Ma è cosi?A volte poi uno si chiede:Ma ha senso nascondere i dati?Ho qualcosa da nascondere forse?Però è anche vero che chi sono e le mie passioni sono cose mie, e non mi piace che per il dio denaro che governa tutto debbano essere catalogate.PEr cui orkout, e i serrvizi che chiedono dati(cioè tutti) avranno spesso da me dati veri o falsi a seconda di come mi gira, ma soprattutto delle chiarezza e dell'onestà del servizio, che vuol dire innanzitutto mettere le cose in chiaro senza giri di parole, scritte in piccolo ecc..La rete sta crendo nuove esigenze di libertà.
  • Anonimo scrive:
    Mai usato ....
    da nessuna parte i miei dati veri.Nemmeno quando installo software o registro XP.MAI.Per cui ..... nessun problema !
    • KerNivore scrive:
      Re: Mai usato ....
      - Scritto da: Anonimo
      da nessuna parte i miei dati veri.
      Nemmeno quando installo software o registro
      XP.


      MAI.

      Per cui ..... nessun problema !Per cui, la tua copia di XP, e' irregolare !Il bello e' che magari l'hai anche pagata !Complimenti !
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai usato ....
      - Scritto da: Anonimo
      da nessuna parte i miei dati veri.
      Nemmeno quando installo software o registro
      XP.


      MAI.

      Per cui ..... nessun problema !Al posto tuo non ne sarei così sicuro.Quando esegui tutte queste operazioni lo fai usando una connessione ad internet, quindi, tramite il classico cookie oppure tramite la tracciatura dell' IP chi ha voglia ed un po' di tempo da perdere può risalire alla tua identità reale come e quando vuole.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Mai usato ....

        Quando esegui tutte queste operazioni lo fai
        usando una connessione ad internet, quindi,
        tramite il classico cookie oppure tramite la
        tracciatura dell' IP chi ha voglia ed un po'
        di tempo da perdere può risalire alla
        tua identità reale come e quando
        vuole.....NON e' assolutamente vero.Si puo' risalire all'IP.Poi l'autorita' giudiziaria (se ha dei motivi per farlo) puo' chiedere all'isp di fornire il nominativo della persona che il tal giorno alla tal'ora stava usando quell'IP.Al limite se conosci qualcuno che lavora in quell'isp puoi chiedergli di dare una sbirciatina nei db (anche se penso sia illegale).Ma sicuramente NON puo' farlo un pinco pallino qualunche che "ha voglia ed un po' di tempo da perdere".
        • Anonimo scrive:
          Re: Mai usato ....
          - Scritto da: Anonimo
          Ma sicuramente NON puo' farlo un pinco
          pallino qualunche che "ha voglia ed un po'
          di tempo da perdere".Ovviamente mi riferivo a personesocietà che avrebbero titolo per farlo, non a un "pincopallino" qualsiasi.E' ovvio che se fornisci "false" generalità a chi ti fornisce un prodotto oppure un servizio questo sia poi interessato ad adoperarsi presso l'autorità giudiziaria per fare valere le proprie ragioni e conoscere la vera identità del "cliente".Ovvio anche che questo comporta una perdita di tempo notevole visto che dovrebbe presentare una denuncia circostanziata, sobbarcarsi costi legali etc...Da qui la frase su "voglia e tempo da perdere"...Capito ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai usato ....

            E' ovvio che se fornisci "false"
            generalità a chi ti fornisce un
            prodotto oppure un servizio questo sia poi
            interessato ad adoperarsi presso
            l'autorità giudiziaria per fare
            valere le proprie ragioni e conoscere la
            vera identità del "cliente".?per un prodotto??? ma che se ne frega di chi sono io? io ho pagato il prodotto? punto. ora va a finire che per fare statistiche al mercato devo girare con la carta...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai usato ....
      Fornire false generalità è un reato.Un giorno o l'altro qualcuno potrebbe causarti dei fastidi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Mai usato ....
        - Scritto da: Anonimo
        Fornire false generalità è un
        reato:DSolo se le fornisci a un pubblico ufficiale...
  • Anonimo scrive:
    Se un tuo amico da il tuo indirizzo...
    a questa organizzazione, c'è solo una cosa da fare...eviscerarlo!8)Vedrai che gli passa la voglia
    • Ekleptical scrive:
      Re: Se un tuo amico da il tuo indirizzo...

      a questa organizzazione, c'è solo una
      cosa da fare...eviscerarlo!Ma quale organizzazione? Orkut è un'idea carina nata e portata avanti part-time da uno dei programmatori di Google!Non è un'azienda! Non è nemmeno ufficialmente di Google! C'è solo un "appoggio morale", visto che è nata all'interno!!!VB fa pura disinformazione! E' più pericoloso lui di Orkut e non ve ne accorgete! Siete paranoici e attenti, ma in realtà siete i più manipolabili! Basa scrivere un po' di deliri con nessun fondamento e abboccate come allocchi!http://www.repubblica.it/2004/a/sezioni/scienza_e_tecnologia/orkut/orkut/orkut.html
      • Anonimo scrive:
        Re: Se un tuo amico da il tuo indirizzo.
        LOLbeh se ad un articolo scritto da una persona dal CV quantomeno interessante contrapponi un articolo di Repubblica... niente da dire sulla testata, ma i loro giornalisti tecnologici non mi sono mai sembrati troppo brillanti ;PAd ogni modo Orkut sara` *nato* come "idea nel tempo libero" del tizio, ma non penso che al momento la stia portando avanti lui solo soletto come hobby, no? In caso contrario google dovrebbe essere davvero un'azienda prodiga di risorse verso i suoi dipendenti :PA parte tutto questo, si`, orkut e` un'idea carina. Ma non penso che sia un servizio che vuole andare in perdita... ad ogni modo ne ho parlato in altro thread, non mi dilungo qui.A.D.
  • Anonimo scrive:
    Ma quale paranoico...
  • Ekleptical scrive:
    Esagerato!
    Caro VB, non ti facevo così paranoico! Va beh che ai raduni di IAC a Lucca eri sempre un po' in incognito, apparivi e scomparivi dal nulla, però francamente qua esageri! :PGli stessi dati molta gente (me compreso) li mette su ICQ, senza farsi tanti problemi! Dare interessi e passioni serve agli altri per allacciare rapporti. Si è sempre fatto in rete, senza molti patemi e sempre si farà!Se ti da problemi mettere il tuo nome vero, mettine uno falso o uno pseduonimo, come fanno in tanti (idem io again).Peraltro ICQ è gratis da una vita e non mi pare che abbia mai fatto granchè con quei dati!!
    • vb scrive:
      Re: Esagerato!
      - Scritto da: Ekleptical
      Caro VB, non ti facevo così
      paranoico! Va beh che ai raduni di IAC a
      Lucca eri sempre un po' in incognito,
      apparivi e scomparivi dal nulla, però
      francamente qua esageri! :pCome dicevo nell'articolo, magari è davvero solo paranoia. Ma puoi permetterti di correre il rischio che sia vero?
      Gli stessi dati molta gente (me compreso) li
      mette su ICQ, senza farsi tanti problemi!Appunto: forse dovrebbe farsene qualcuno di più :-)E comunque il paragone con ICQ non regge. Su ICQ tu ti registri autonomamente e puoi essere (quasi) anonimo fin dal principio. Su Orkut tu vieni invitato per nome e cognome e sei identificato fin da subito.
      Dare interessi e passioni serve agli altri
      per allacciare rapporti. Si è sempre
      fatto in rete, senza molti patemi e sempre
      si farà!Qui però non stai soltanto dicendo al sistema i *tuoi* interessi e passioni. Stai anche dicendogli nomi e cognomi di tutti quelli che le condividono. Senza nemmeno avergli chiesto un parere.E poi, se vuoi comunicare agli altri i tuoi interessi, fatti una home page, iscriviti ai newsgroup relativi, pubblicizzati su un motore di ricerca. Non è necessario farsi schedare in un database centralizzato.
      Se ti da problemi mettere il tuo nome vero,
      mettine uno falso o uno pseduonimo, come
      fanno in tanti (idem io again).Ehm... forse ti sfugge che in questo caso sono gli altri a dare al sistema il tuo nome, cognome e indirizzo di e-mail: tu non hai nessun modo di metterne uno falso. Come dicevo nell'articolo, se anche mentre compili la form di registrazione tu cambi i tuoi dati e ci scrivi dentro "Pinco Pallino", loro sanno comunque chi sei e hanno l'associazione tra la tua identità vera e quella falsa.
      Peraltro ICQ è gratis da una vita e
      non mi pare che abbia mai fatto
      granchè con quei dati!!Ne sei sicuro?Magari non ti hanno spammato. Ma chi ti dice che non abbiano dato a qualcuno la lista di tutti gli utenti che, poniamo, hanno scritto almeno una volta "kazaa" o "bin laden" nei loro messaggi?Se ti sembra paranoia, ti consiglio di fare qualche ricerchina per "echelon" o per "total information awareness".
      • Ekleptical scrive:
        Re: Esagerato!

        Come dicevo nell'articolo, magari è
        davvero solo paranoia. Ma puoi permetterti
        di correre il rischio che sia vero?Mah, direi di sì! Non è che mi metta molto in pericolo se qualcuno sa i miei gusti musicali, sa i miei orientamenti politici (che non nascondo) o altro. Su Orkut sono in publica piazza e mi va bene così. Non ho messo niente che voglia tenere riservato! Potevo sempre non mettere niente...
        essere (quasi) anonimo fin dal principio. Su
        Orkut tu vieni invitato per nome e cognome e
        sei identificato fin da subito.Naaa! Non hai accettato l'invito, immagino!Intanto nome e cognome non è obbligatorio darli giusti! Io la gente l'ho invitata per nome e nick, in genere. Dillo a chi ti invita!
        Ehm... forse ti sfugge che in questo caso
        sono gli altri a dare al sistema il tuo
        nome, cognome e indirizzo di e-mail: tu non
        hai nessun modo di metterne uno falso.Come no? Accetta l'invito! :pPuoi cambiare benissimo nome e cognome, mail e tutto quello che vuoi! E' la prima cosa che ho fatto!VB, bisognerebbe parlare quando le cose le si conosce!!!==================================Modificato dall'autore il 09/02/2004 10.41.07
        • Anonimo scrive:
          Re: Esagerato!
          Ma ci fai o ci sei?- Scritto da: Ekleptical

          Come no? Accetta l'invito! :p
          Puoi cambiare benissimo nome e cognome, mail
          e tutto quello che vuoi! E' la prima cosa
          che ho fatto!

          VB, bisognerebbe parlare quando le cose le
          si conosce!!!
          Se io invito il mio amico Paolo Rossi, anche se lui una volta che ha accettato cambia il nome con un nick.... pensi che loro improvvisamente si dimenitchino che quel nick corrisponde a Paolo Rossi? Che sui loro db non rimanga traccia?Anzi, anche se lui non accetta, il suo nome ormai ce l'hanno...Ekleptical, bisognerebbe parlare solo dopo aver collegato il cervello.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Esagerato!

            Se io invito il mio amico Paolo Rossi, anche
            se lui una volta che ha accettato cambia il
            nome con un nick.... pensi che loro
            improvvisamente si dimenitchino che quel
            nick corrisponde a Paolo Rossi? Che sui loro
            db non rimanga traccia?Perchè no? Dovrebbero prevedere tabelle apposta per il backup degli inviti. Non ha nessuna utilità per il funzionamento del servizio. A quale scopo? Siete paranoici.Peraltro, ripeto, basta mandare gli inviti senza nome reale!Dov'è il problema?In sunto, se avete amici pirla, prendetevela con loro, non con Orkut! :pPeraltro, aggiungo, anche qualora fossi invitato con nome e cognome, che cambia? Tanto la mia mail con nome e cognome ce l'hanno cani e porci. Basta fare qualche colloquio di lavoro. O date dati falsi anche sul curriculm? (magari è per quello che non vi richiamano! :P).==================================Modificato dall'autore il 09/02/2004 11.21.21==================================Modificato dall'autore il 09/02/2004 11.26.13
          • Anonimo scrive:
            Re: Esagerato!
            - Scritto da: Ekleptical
            Peraltro, aggiungo, anche qualora fossi
            invitato con nome e cognome, che cambia?
            Tanto la mia mail con nome e cognome ce
            l'hanno cani e porci. Basta fare qualche
            colloquio di lavoro. O date dati falsi anche
            sul curriculm? (magari è per quello
            che non vi richiamano! :p).
            Un conto è che io dia il mio nome, indirizzo, telefono a una azienda da cui VOGLIO essere ricontattato per lavoro.Un altro è che il mio indirizzo, il mio telefono, la mia mail siano messi in giro in maniera indiscriminata, magari per "colpa" di un mio amico che pensava di farmi un piacere...Inoltre, se i tuoi amici sono tutti geni dell'informatica, beato te...fra i miei ci sono parecchi dilettanti che provano a usare internet... (ed alcuni non hanno ancora capito la differenza tra Cc e Ccn...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Esagerato!
            - Scritto da: Ekleptical
            Peraltro, aggiungo, anche qualora fossi
            invitato con nome e cognome, che cambia?
            Tanto la mia mail con nome e cognome ce
            l'hanno cani e porci. Basta fare qualche
            colloquio di lavoro.verissimo, ormai i nostri dati sono sempre rintracciabili, basta un minimo sforzo per recuperarli se proprio ci servono. CV, iscrizioni a ML, NG, siti, servizi vari....Orkut non è altro che la dimostrazione delle teorie dell'americano barabasi di come le nostre relazioni possano espandersi. più che un demonio, a me sembra un esperiemnto interessante, non è ne l'unico ne il primo, e della privacy non mi preoccupo, non credo che la mia identità venga ulteriormente diffusa, non ho niente da nascondere ne temo lo spamming, quello esiste e arriva comunque. purtroppo. indipendentemente da orkut.Ch.
  • Orsogrigio scrive:
    Nome perfetto
    Orkut, l'orco cattivo delle fiabe entra nel cyberspazio e giustamente acquista un nuovo nome. Chi aveva detto che gli orchi non esistono?Io ne vedo uno ad ogni angolo di strada, ad ogni nodo di Internet: hanno la nostra vita in ostaggio e ce l'affittano a caro prezzo. Noi lavoriamo per loro, viviamo per loro.Ragazzi: nascondiamoci. Diamo nomi falsi, indirizzi di fantasia, rinunciamo alla carta di credito e al Telepass, usiamo le maschere di carnevale ogni giorno e depistiamoli.Siamo su una brutta strada, per fortuna sono abbastanza vecchio per non peroccuparmi troppo del futuro. A quando un altro '68?Ciao a tutti
Chiudi i commenti