MySpace, cambi al vertice

Tre dirigenti, tra cui il COO Amit Kapur, abbandoneranno l'azienda per inseguire altri sogni di gloria. In tutto questo, anche lo zampino di Facebook

Roma – Amit Kapur, attuale COO di MySpace ha annunciato l’addio all’azienda, dovuto a motivazioni personali e alla voglia di rilanciarsi creando una nuova startup. Con lui, lasciano l’azienda anche Jim Benedetto e Steve Pearman, rispettivamente vice presidente senior del dipartimento ingegneria e vice presidente senior del settore Product Strategy.

L’annuncio è stato confermato da una missiva dell’attuale CEO di MySpace, Chris DeWolfe il quale si è detto entusiasta di vedere la nuova creatura che i tre plasmeranno grazie alle loro doti. Kapur ha lavorato tra le fila dell’azienda cui fa capo il social network sin dal 2005, ricevendo la nomina di chief operating officer , nonché incarichi relativi ai progetti di espansione e di globalizzazione dell’azienda relativi al lancio di MySpace India e MySpace Music.

La notizia è stata ripresa da molte testate del settore ICT, soprattutto per quel che riguarda le motivazioni che hanno indotto i tre a cambiare aria. Secondo TechCrunch l’addio di Kapur e soci sarebbe indice dell’inesorabile declino che si prospetterebbe per MySpace. Le motivazioni di tale convinzione, secondo il sito, sono da ritrovarsi in una gestione non troppo lineare e diretta della società, troppo ingabbiata forse in rigidi schemi, nonché la continua ascesa di Facebook, che le previsioni vedono ad un passo dalla vetta di social network più popoloso degli Stati Uniti, a discapito proprio di MySpace.

Al momento nulla è dato sapere sul nuovo progetto in cantiere o tantomeno se News Corp, la compagnia a cui il social network fa riferimento, finanzierà in qualche modo la startup formata dagli ormai ex dirigenti. Quello che appare certo è che Kapur, Benedetto e Pearman lavoreranno per MySpace per alcune settimane, in modo da garantire una transizione morbida.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • blackshard scrive:
    Speex
    Esiste speex, è gratuito, open source e privo di qualunque royalty. Perchè non usarlo? Ah già, imporre uno standard proprietario fa sempre gola...
    • jonbonjovi scrive:
      Re: Speex
      forse perchè "speex" non lo conoscono tutti (io non l'avevo mai sentito), mentre questo codec viene distribuito da skype: un marchio che trasmette fiducia a chi magari non va tanto per il sottile.
      • pentolino scrive:
        Re: Speex
        mi piace l' uso della parola "fiducia"... tu ti fidi di un programma che si comporta così?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2566063&m=2566610#p2566610io personalmente no.
        • jonbonjovi scrive:
          Re: Speex
          io veramente parlavo in generale, voi esperti che vi preoccupate tanto di essere spiati (come se nn lo foste già comunque) siete solo una piccola percentuale dell'utenza di skype. Il resto degli utenti lo usa perchè è conosciuto. Mi sembra un ragionamento semplice.ciao
          • pentolino scrive:
            Re: Speex
            nessun problema, era proprio la parola "fiducia" a stridere... per il resto il ragionamento è condivisibile, basta vedere per chi ha votato il 90% degli italiani (sì intendo i due che fanno rima con pavoni...)
          • jonbonjovi scrive:
            Re: Speex
            - Scritto da: pentolino
            per il resto il ragionamento è
            condivisibile, basta vedere per chi ha votato il
            90% degli italiani (sì intendo i due che fanno
            rima con
            pavoni...)sono tristemente d'accordo con te, ma forse andiamo un tantino off topic ;)
      • Mario Pippondio scrive:
        Re: Speex
        E' anche supportato dall'ultima versione di Flash
  • bartolomeo vanzetti scrive:
    non sono così d'accordo
    io chiamo i numeri di rete fissa con skype dal mio mac da ormai un anno e, un tempo come ora, le persone che rispondono alle mie chiamate non sentono una cippa. E, seppur poco, le pago.Ritengo più che altro questa dichiarazione come una mossa di promozione.
    • IlMio Cognome scrive:
      Re: non sono così d'accordo
      - Scritto da: bartolomeo vanzetti
      io chiamo i numeri di rete fissa con skype dal
      mio mac da ormai un anno e, un tempo come ora, le
      persone che rispondono alle mie chiamate non
      sentono una cippa. E, seppur poco, le
      pago.
      Ritengo più che altro questa dichiarazione come
      una mossa di
      promozione.io chiamo i numeri di rete fissa con skype dal mio telefono skype da ormai due anni e, un tempo come ora, le persone che rispondono alle mie chiamate non hanno problemi a sentirmi.
    • pentolino scrive:
      Re: non sono così d'accordo
      problemi di microfono? Hai verificato se sei in grado di registrare qualcosa tramite il microfono? Magari non è di skype il problema...
  • Mario Pippondio scrive:
    CELT
    Credo che sia una mossa per contrastare il nuovo codec CELT, che oltre ad essere gratuito è anche open source:http://www.celt-codec.org/Ha una qualità superiore rispetto ai concorrenti:http://www.celt-codec.org/comparison/E alcune applicazioni già lo stanno utilizzando:http://www.celt-codec.org/software/
    • darkham scrive:
      Re: CELT
      molto possibile. Mettono le mani avanti per evitare spargimenti improvvisi di popolarità di qualsiasi concorrenza, tanto , quanti sono i ragazzini "vista certified" che verranno mai a scoprire CELT?
  • Marco Ravich scrive:
    Meglio la libertà !
    Ma invece di continuare ad inondarci di codecs, non sarebbe meglio supportare quelli open ?http://speex.org/
    • Nome cognome scrive:
      Re: Meglio la libertà !
      - Scritto da: Marco Ravich
      Ma invece di continuare ad inondarci di codecs,
      non sarebbe meglio supportare quelli open
      ?

      http://speex.org/se fanno così schifo .... perché ?!
      • gerlos scrive:
        Re: Meglio la libertà !
        - Scritto da: Nome cognome
        - Scritto da: Marco Ravich

        Ma invece di continuare ad inondarci di codecs,

        non sarebbe meglio supportare quelli open

        ?



        http://speex.org/

        se fanno così schifo .... perché ?!Perché magari, lavorandoci, migliorano! Quasi nulla nasce "perfetto", soprattutto in questo campo in cui lo sviluppo è impegnativo e non certo banale.E poi perché il codec di skype oggi è gratis per tutti, domani magari diventa a pagamento l'inclusione in certi tipi di prodotti, e possibilmente dopodomani, quando saremo in tanti ad usarlo e dipenderemo da esso, non lo potremo usare senza pagare licenze!Un'azienda lavora per il proprio interesse, è naturale, non possiamo aspettarci che facciano certe cose solo per beneficenza...È già accaduto, e accadrà fino a quando continueremo a usare software proprietario senza pensare alle conseguenze.
  • Osservatore Romulano scrive:
    Alla larga da scaip
    State alla larga da skype.quattro buoni motivi:--aggiornabile e comandabile da remoto (potenzialmente un/IL malware) --eseguibile pesantemente cifrato (che hanno da nascondere?) --ruba banda all'inverosimile (lo sapevate che se ne avete abbastanza skype può decidere di "promuovervi" a supernodo locale?) --è sempre latente e fa chiamate di sistema "strane" (ad es a che gli serve sapere che tasti premete *anche* se è "ridotto ad icona"? perchè controlla che antivirus avete installato? perchè "chiama casa" ogni 3x2?) State attenti![a lot of] more info:http://www1.cs.columbia.edu/~salman/skype/
    • Olmo scrive:
      Re: Alla larga da scaip
      Grazie delle info, non sapevo.Quale IM/Phone suggerisci?
    • pentolino scrive:
      Re: Alla larga da scaip
      andiamo bene... pensa che io nell' azienda dove lavoro (peraltro illuminata riguardo a software che si utilizza - ognuno quello che gli pare basta che il lavoro sia fatto) ho espresso qualche dubbio sull' utilizzo di skype come messaggistica interna (dal momento che avremmo un server jabber pubblico a disposizione) e sono stato semplicemente ignorato ("guarda che di Skype va bene anche la versione che c'è per linux, tanto noi usiamo solo la chat")
      • Joliet Jake scrive:
        Re: Alla larga da scaip
        Ma qualcosa un pò più aggiornato di studi del 2004 sulla versione 1.4 non ci sono?La storia del supernodo la sapevo anche io, ma se usa il protocollo p2p mi sembra ovvio che ti usa un pò di banda anche se non la stai usando te. E comunque se vuoi ci sono modi per disabilitarlo, spiegati sul sito ufficiale.
        • pentolino scrive:
          Re: Alla larga da scaip
          hai ragione, se il problema fosse solo il supernodo... di fatto skype è un programma che rappresenta l' assoluto contrario della trasparenza; è pressochè impossibile capire dall' esterno che cavolo fa (a parte telfonate e chat evidentemente) in quanto è criptato fino al midollo.Come ci si può fidare di una cosa del genere?
  • darkhamm scrive:
    Sviluppo linux fermo da 2 anni
    Sono veramente bravi a farsi pubblicità, decantare i loro prodotti, quello che riescono a fare e quanto sono magnanimi e misericordiosi nel renderli cosi' accessibili..."Silk è in grado di girare tranquillamente su tutti i proXXXXXri di classe x86, su sistemi Windows, Mac e Linux e, secondo Skype, il codec funziona anche su proXXXXXri ARM e MIPS" ecco, peccato che lo sviluppo linux (basato sulle librerie Qt presenti e supportate in google android) è praticamente fermo da 2 anni con semestrali annunci del tipo "non vi preoccupate, non ci siamo scordati di voi" relegando l'utenza linux alla versione 2.0.0.72 del software, cosa che un utente windows non usa da almeno 4 anni....
    • ufo1 scrive:
      Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni
      Mettiamo sul fuoco:- Software proprietario senza sorgenti- Codec proprietario senza sorgentiFar girare esclusivamente su Win et simili per le versioni 4.x(NB: Linux et simili, non permettono accessi con diritti di Root non autorizzati)Sniff, sniff..Cos'è sta puzza di bruciato?
      • JoCKerZ scrive:
        Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni

        (NB: Linux et simili, non permettono accessi con
        diritti di Root non
        autorizzati)

        Sniff, sniff..

        Cos'è sta puzza di bruciato?Perche', il windows c'e' qualcuno che ti obbliga a lanciarlo come amministratore?
        • krane scrive:
          Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni
          - Scritto da: JoCKerZ

          (NB: Linux et simili, non permettono accessi con

          diritti di Root non autorizzati)

          Sniff, sniff..

          Cos'è sta puzza di bruciato?
          Perche', il windows c'e' qualcuno che ti obbliga
          a lanciarlo come amministratore ?L'installer di XP sicuramente.L'installer di Vista ti crea un utente Admin un po' limitato, ma evidentemente non basta visto i viruz che funzionano anche su vista.
          • JoCKerZ scrive:
            Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni
            ti obbliga a installarlo come amministratore, mica ad usarlo come amministratore.
          • krane scrive:
            Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni
            - Scritto da: JoCKerZ
            ti obbliga a installarlo come amministratore,
            mica ad usarlo come amministratore.Ma neanche ti invita a non farlo, soprattutto XP.
          • jonbonjovi scrive:
            Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni
            cioè tu vorresti che l'installazione avvenisse in una cartella "utente", con i permessi disponibili anche non da root? cosa cambia se poi l'esecuzione è affidata ad un utente non privilegiato?
    • xxx scrive:
      Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni
      vero che sono indietro..Ma non credo che le versioni vadano assieme e siano comparabili.
      • Simone scrive:
        Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni
        Per nulla, in linux nn riesco neanche a vedere se chi chatta con me mi sta rispondendo o no.
        • advange scrive:
          Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni

          Per nulla, in linux nn riesco neanche a vedere se
          chi chatta con me mi sta rispondendo o no.Sì, il concetto è che sono numerati in maniera differente, cioè Skype 3 per Linux (se e quando uscirà) non avrà nulla a che vedere con Skype 3 per Windows.
      • darkham scrive:
        Re: Sviluppo linux fermo da 2 anni
        la numerazione delle versioni skype è perfettamente allineata, la 2.0.0.72 fa perfettamente tutto quello che faceva la 2.0 windows al rilascio. Altrimenti, al rilascio della 2.0 linux, uscita praticamente a meta' cosa della 3.0 windows, avrebbero introdotto qualcos'altro ormai standard della 3.0
  • fabioamd87 scrive:
    rilasciassero anche il protocollo
    per permettere l'interoperabilità con altri software voip...pezzenti...
    • xxx scrive:
      Re: rilasciassero anche il protocollo
      Venditori di servizi e pezzenti può essere la stessa cosa, ma non lo è necessariamente.Fanno quello che conviene loro, a volte conviene pure a noi :-)
  • r1348 scrive:
    Gaudio con riserva
    La notizia di per sé sarebbe ottima, ma quali sono le condizioni della licenza? L'unica informazione che sono riuscito a reperire è che non vi saranno royalty, bene, ma non è sufficiente per l'inclusione in un qualsiasi software free.Per ora vedo solo una SDK binaria disponibile a richiesta, spero che il risultato di tutto ciò non sia il solito blobbone binario da includere nel tuo programma.Nessuno pretende codice sorgente, ma quantomeno una specifica dettagliata per un'implementazione free.
    • littlegauss scrive:
      Re: Gaudio con riserva
      quoto, c'è un problema di fondo, anche se le dimensioni non sono paragonabili, questo è un problema molto simile a quello deglio odf e dei formati di microsoft office.
      • pippo scrive:
        Re: Gaudio con riserva

        quoto, c'è un problema di fondo, anche se le
        dimensioni non sono paragonabili, questo è un
        problema molto simile a quello deglio odf e dei
        formati di microsoft
        office.Quale problema? Questo per caso:http://www.microsoft.com/interop/docs/OfficeBinaryFormats.mspx
  • Alessandrox scrive:
    Bocconcino appetitoso....
    o bocconcino avvelenato?Certo che e' davvero un bel codec...
    • pentolino scrive:
      Re: Bocconcino appetitoso....
      mah come hanno scritto sotto puzza parecchio di bruciato la cosa... bel codec indubbiamente ma una licenza con parecchie ombre.Per il momento lo ritengo invitante ma avvelenato.
  • errora scrive:
    la verità
    rilasciando il protocollo in questo modo, le voglie di governi e poliziotti, che vogliono poterci ficcare il naso, saranno soddisfatte senza intaccare il prodotto Skype. ;)
    • rolo scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: errora
      rilasciando il protocollo in questo modo, le
      voglie di governi e poliziotti, che vogliono
      poterci ficcare il naso, saranno soddisfatte
      senza intaccare il prodotto Skype.
      ;)Pienamente d'accordo, purtroppo.
    • DPY scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: errora
      rilasciando il protocollo in questo modo, le
      voglie di governi e poliziotti, che vogliono
      poterci ficcare il naso, saranno soddisfatte
      senza intaccare il prodotto Skype.Mi permetto di dubitare un poco: qui si parla di codec, non si parla di protocollo né di algoritmo di crittografia, tutte cose che, in gran parte, possono essere considerate separatamente. Non momento in cui sai come è fatto il codec puoi ascoltare una conversazione non crittografata, ma nel momento in cui crittografi sei al punto di prima.E anche conoscere il protocollo e l'algoritmo di crittografia può non avere alcuna importanza, se questi sono stati ben scritti e non basano la loro sicurezza sul fatto di essere segreti. Se fosse come dici tu, i siti web ssl (https) non avrebbero ragione di esistere, visto che il protocollo http è ampiamente documentato, gli algoritmi di crittografia utilizzati anche, ed esistono implementazioni open source di entrambi. Che poi siano a prova di intercettazioni è indimostrabile, ma se sono forzabili (e non è sicuro) non dipende dal fatto di essere pubblici.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 marzo 2009 07.43-----------------------------------------------------------
      • pentolino scrive:
        Re: la verità
        quoto in pieno
      • rock3r scrive:
        Re: la verità
        quoto! non ha capito una ceppa...
      • gerlos scrive:
        Re: la verità
        Quoto e rilancio: ci sono un mucchio di algoritmi di crittografia là fuori le cui specifiche sono pubbliche e note a tutti, eppure sono tuttora estremamente sicuri, e per alcuni di essi non sono note vulnerabilità.Anzi, il fatto che sono pubblici permette di verificarne l'affidabilità.Ma leggendo l'articolo mi sembra che il codice rilasciato da skype sia per scopi ben diversi: codificare l'audio da trasmettere/ricevere. Se interpreto bene quanto letto, si tratta di qualcosa del tutto diverso dall'algoritmo crittografico che possibilmente viene applicato *in più*.
    • anon scrive:
      Re: la verità
      - Scritto da: errora
      rilasciando il protocollo in questo modo, le
      voglie di governi e poliziotti, che vogliono
      poterci ficcare il naso, saranno soddisfatte
      senza intaccare il prodotto Skype.
      ;)Ma chi sei, Maroni?
    • darkham scrive:
      Re: la verità
      non credo che e forze dell'ordine, italiane e non, si siano fatte mai un problema a sniffare o meno conversazioni skype, cosi' come di msn o altri voip; un nuovo codec potenzialmente monopolista, rilasciato in questo modo puo' solo agevolare la cosa in modo piu' o meno ufficiale.
Chiudi i commenti