NASA aspiri alla fantascienza

Un rapporto dell'Accademia Nazionale delle Scienze spinge verso le tecnologie all'avanguardia. Perché lo shuttle non è tutto

Roma – L’Accademia Nazionale delle Scienze ha proposto una nuova ricetta per riportare la NASA agli originali splendori : costituire un’organizzazione indipendente all’interno della stessa agenzia spaziale per lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia.

D’altronde, si legge nel report, NASA sta passando un periodo di difficoltà . La flotta di shuttle utilizzati negli ultimi anni sta invecchiando e a breve saranno mandati in pensione, mentre la generazione successiva Orion non sarà pronta prima del 2015 e nel frattempo gli astronauti americani chiederanno un passaggio alle navi russe Soyuz per raggiungere le stazioni spaziali da completare.

Questo gap, inoltre, coincide con un periodo tecnologicamente insoddisfacente: rispetto agli anni occorsi a portare il primo uomo sulla Luna, negli ultimi 30 anni non vi sono stati grandi sviluppi nel sistema di propulsione.

I problemi sono sia di natura finanziaria che strategica. I finanziamenti sono passati dai 4,5 miliardi del 1966 ai 18 miliardi di dollari oggi, ma in proporzione al budget federale sono diminuiti dal 4 all’1 per cento e ora non sembrano sufficienti neanche per gli obiettivi di breve termine.

Programmaticamente, inoltre, l’agenzia si è accontentata di missioni specifiche ed obiettivi limitati e, ha detto Ray Colladay, vice segretario della Commissione che ha effettuato lo studio, manca la necessaria spinta verso tecnologie avanzate che “guardino a cosa farà il paese fra 20 anni”.

Il rapporto ha affermato infatti che NASA potrebbe servire meglio gli interessi nazionali allineandosi agli obiettivi economici, ambientali e strategici del paese: ponendo l’enfasi su ricerca e sviluppo. Per esempio si propone lo sviluppo di impianti di energia solare spaziali e, ha detto Collady, di “monitorare più attentamente il riscaldamento globale”. Per allargarne il respiro, concentrarsi sulle possibili tecnologie all’avanguardia e su obiettivi ambiziosi e lungimiranti come la ricerca di altre forme di vita nell’universo e di espandere le frontiere dell’attività umane nello spazio.

Il documento invita, quindi, a ristrutturare la ricerca: costituire un gruppo competitivo pescando talenti da università, settore privato o altre agenzie governative in un modo più competitivo. Inoltre è necessario un approccio più orientato al futuro: prevedere i bisogni per anticipare le soluzioni. D’altronde, si chiede il gruppo, la NASA è ancora un centro di ricerca o ha perso questa connotazione per orientarsi all’esclusiva produzione di shuttle?

Può e deve tornare, tuttavia, ad occuparsi del futuro con un’organizzazione nuova e più dinamica, come la Defense Advanced Research Project Agency (DARPA) per il Dipartimento della Difesa e puntando ad attirare nuovamente le giovani menti del paese. Il portavoce della Space Foundation Brendan Curry ha sottolineato come la concorrenza sia importante per assicurasi i migliori cervelli: “Occorre solo un anno ad Apple per fare un nuovo iPhone, mentre NASA impiega gli stessi shuttle da 30 anni: ci sono giovani che vorrebbero lavorare con NASA ma alla fine scelgono Apple”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Utente non registrato scrive:
    Re: Immagini dimostrative
    Le scorie possiamo interrarle in cantina da te? Perché nelle mie zone, non abbiamo luoghi di stoccaggio, è una vera sfiga! Poi le centrali a carbone si costruiscono perché a dire il vero sono meno esose per la quantità di energia che producono... Delle vittime però non gli importa a nessuno. Ah, altra piccola cosa: le centrali a carbone possono essere convertite a inceneritori. In realtà le usano solo per bruciare i rifiuti, che costano anche meno del carbone... Se già c'è questo comportamento con l'energia termoelettrica, pensi davvero che le scorie non ce le ritroviamo sotto il XXXX?
  • Ste scrive:
    Ma l'LCD durerà ancora a lungo
    Anche se sono stato sempre per l'innovazione, credo che l'LCD durerà ancora a lungo perchè si è raggiunto un buon compromesso tra prezzo/qualità.
    • Sba scrive:
      Re: Ma l'LCD durerà ancora a lungo
      Sono d'accordo... anche xè ora che l'oled raggiunga prezzi e dimensioni accettabili passeranno un 4-5 annetti almeno. Ora siamo sui 11" @ 2999 di sony, non proprio economico!!!Io ho comprato oggi un 32" led samsung full hd a 900 e qualcosa su unieuro (sito), risparmiando 300 rispetto all'acquisto in negozi normali. Direi che 950 per un tv full hd a led sono pochi, hai voglia che l'oled raggiunga questo rapporto prezzo / prestazioni...
      • Stein Franken scrive:
        Re: Ma l'LCD durerà ancora a lungo
        Per gli schermi LCD pero' bisognerebbe fare un discorso complicato a parte.Se termini come TN, PVA, IPS non ti dicono niente, sappi che c'è tutto un mondo da scoprire. Ci sono differenze sostanziali sia in termini di qualità e di prezzo.Tra l'altro parli di schermo LED, sicuro che sia davvero LED? Non so quanto siano diffusi, ma un 32" LED rischia di costare parecchio di piu'...E siamo sempre in campo LCD
  • RObn scrive:
    Risparmio garantito
    Spegnete la televisione durante le pubblicita' e staccatela fisicamente dalla rete elettrica durante la notte e quando non la guardate... Questo e' risparmio...
    • pippO scrive:
      Re: Risparmio garantito

      Spegnete la televisione durante le pubblicita' e
      staccatela fisicamente dalla rete elettrica
      durante la notte e quando non la guardate...

      Questo e' risparmio...Buttatela VIA: questo è uso del cervello ;)
    • Guybrush scrive:
      Re: Risparmio garantito
      - Scritto da: RObn
      Spegnete la televisione durante le pubblicita' e
      staccatela fisicamente dalla rete elettrica
      durante la notte e quando non la guardate......ma staccarla proprio?Si possono fare tante cose belle invece di starsene la', fermi a guardare.-- GT
  • io io scrive:
    non capisco...
    il nesso fra il titolo dell'articolo e il contenuto dello stesso... mah
  • nip&tuck scrive:
    TV ultima generazione sony
    la settimana scorsa ho fatto un giro in mediaworld.Ho visto questi nuovi tv(della sony) spessi 2 cm.Credo che fossero oled. Non ho visto bene e non mi sono informato su questa tecnologia ma quando mi sono avvicinato e ho toccato la tv, sembrava un forno. Come minimo erano 60°.Tecnologie del cacchio...
    • fred scrive:
      Re: TV ultima generazione sony
      probabilmente illuminazione a led; parte del riscaldamento e' dovuto alla difficolta' di dissipare il calore e all'eliminazione delle distanze fra componenti caldi e parte estetica raggingibile al tatto, quindi e' difficiledire se realmente consumino di piu'.Inoltre c'e' da dire che se i led sono piu' efficenti i produttori invece di abbassare la potenza assorbita preferiscono incrementare la luminosita' del display.
    • simone scrive:
      Re: TV ultima generazione sony
      Ti sbagli.Quelli che hai visto non erano tv OLED, perché semplicemente non sono ancora in venidta (!!).Tu hai visto dei televisori LCD retroilluminati da dei LED (invece che dalle classiche lampade a fluorescenza).Ho letto i valori delle potenze ed i modelli LCD Samsung illuminati a LED consumano molto meno di quelli tradizionali (come quello che ho a casa).Magari prima di sparare un "Tecnologie del cacchio..." la prossima volta informati.
      • nip&tuck scrive:
        Re: TV ultima generazione sony
        ho scritto "credo che fossero oled" e non "ho visto tv oled".Leggi bene tu prima di criticare
        • guest scrive:
          Re: TV ultima generazione sony
          risposta sbagliata ....i televisori a oled esistono eccome ....e sono proprio di Sony, ed anche in vendita ....l'unico problema ... e che se non ricordo male, l'unico modello deve essere da 7 o 9" ( o poco +) e il prezzo e di svariate migliaia di euro tra 1 2.000 e i 4.000 nono rammento .... anche perchè x me a quel prezzo e solo una chicca da "papponi" o fanatici tecnologici ..però dall'effetto direi che è una buona strada ...Prova da MW ... dovrebbero averne uno in visione..
          • Sba scrive:
            Re: TV ultima generazione sony
            è un 11" e costa 3000, quindi quelli che ha visto lui erano dei tv lcd retroilluminati (anzi in realtà illuminati di lato, visto che sono laterali i led) a led (che ripetizione cacofonica :) )
    • alexarnz scrive:
      Re: TV ultima generazione sony
      - Scritto da: nip&tuck
      mi sono avvicinato e ho toccato la tv, sembrava
      un forno. Come minimo erano
      60°.Prova a mettere la mano sul motore della macchina o dello scooter, e poi dimmi se non è una tecnologia del cacchio.Inoltre è una tecnologia vecchia di più di un secolo. Sai quanto è l'efficenza reale di una automobile? Circa il 10%. Questo significa che quello che tu pensi sia un mezzo di trasporto, in realtà non è altro che una stufa a benzina o gasolio, che come effetto collaterale ha il pregio di muoversi.Meglio, molto meglio un monitor che scalda fino a 60° e che può essere usato tutto il giorno per lavorare da casa senza muoversi e senza inquinare le strade.
  • Derak scrive:
    Re: Roba vecchia... il futuro e' IMOD + LED
    A quanto pare hai ragione ce ne sono già di più avanzati(questi IMOD è la prima volta che li sento).Quello che vorrei dire è la mia incredulità nell'avanzare di queste nuove tecnologie:siamo partiti con TV HD al plasma,TV HD LCD, poi TV TrueHD, TV LED, TV OLED e ora TV IMOD ! Credevo che prima o poi ci si fermasse per un certo periodo di tempo e invece sfornano nuove tecnologie di continuo! Non potremo mai dire di avere l'ultimo modello di TV ! :)
    • zzzzzz scrive:
      Re: Roba vecchia... il futuro e' IMOD + LED

      Non potremo mai dire di
      avere l'ultimo modello di TV !
      :)Il giorno che succederà, sarà molto triste. Perché vorrà dire che non c'è più niente da scoprire. E noi cosa faremo?Non ci resterà altro che guardare la TV ;-)
    • Macs scrive:
      Re: Roba vecchia... il futuro e' IMOD + LED
      Se e' per questo esistevano prototipi di dischi per archiviazione dati con 20 strati e a scrittura olografica che contenevano terabite di dati.. ma tale tecnologia non e' mai uscita sul mercato mainstream. Purtroppo anche se molto valide alcune idee per arrivare ad un conclusione commerciale reale ne devono passare tante di prove che non hanno niente a che fare con la tecnologia in se, non si puo' mai sapere se vedremo mai la realizzazione finale di qualcosa ormai. solo le grandi aziende rienscono ancora a completare tutto il ciclo di produzione e non sempre.
  • brufu scrive:
    Re: Roba vecchia... il futuro e' IMOD + LED
    però si parla di un futuro direi remoto.. quelli della Qualcomm stanno sperimentando prototipi 128*160 da cellulari.per gli oled invece esistono già in giro schermi anche fino a 30 pollici senz' altro più avanti come sviluppo.se avremo mai questi imod, probabilmente sarà dopo aver fatto qualche anno di oled..
  • AdessoBasta scrive:
    C'è da fare gli schizzinosi?
    Beh, per un attimo ci stavo cadendo anch'io!In realtà c'è ben poco da fare gli schizzinosi. Anche se le palette di esempio danno l'impressione che tutto sommato il tipo non c'abbia capito niente. Ad un'analisi anche appena più critica e senza approfondire troppo temi teorico-pratici che non sarei in grado di affrontare, dico questo: la volpe, qui presentata, innanzitutto pianta la propria bandiera sul suolo immacolato degli OLED.Tecnologia prossima che si prepara a gettarsi sul mercato come un fiume in piena (è sufficiente la preferenza degli OLED agli LCD nel settore dei telefoni cellulari per garantire già dei numeri spaventosi). Navigare in questo fiume in piena con una pubblicazione o un brevetto di questo tipo significa che a chiunque altro (leggi Nokia, Motorola, HTC, Samsung, MiSonoGiàStufato) venga in mente di risparmiare energia pilotando opportunamente i nuovi OLED si troverà di fronte a un tizio (ricercatore, scusate) che improvvisamente gli ha trasformato la palette di colori meno dispendiosa energeticamente in quella più dispendiosa in fatto di royalty. Anche se la riproduzione full color di una foto dovesse presentarsi "infedele" rispetto all'originale, qui in effetti si parla di riprodurre su un telefono in stand-by un background (anche personalizzato, come la foto della fidanzata, che sono sicuro, non verrà trasformata in una tavola di Andy Warhol) dei testi e icone (come l'immancabile orologio, stato di chiamate e batteria) utilizzando una palette "limited" che consuma mediamente il 30% di energia in meno.CaXXo! Perché non c'ho pensato io? ....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 luglio 2009 02.05-----------------------------------------------------------
    • T2 W MS scrive:
      Re: C'è da fare gli schizzinosi?
      ok per i telefonini in standby come dici tu potebbe abndare. Per il resto, se sei attaccato alla spina,per favore... il risparmio é ridicolo!!!
      • Sba scrive:
        Re: C'è da fare gli schizzinosi?
        La mia tv full hd samsung 32" LED (stupenda, un gioiello) ha la modalità risparmio energetico con tanto di indicatore di consume effettivo in real time. E ti assicuro che lo usa sempre, quando passo da un canale all'altro c'è quel mezzo secondo di nero senza segnale, in quel momento lui mette la luminosità al minimo. La stessa cosa si potrebbe fare qui, passando al set di colori meno dispendioso per un tot di tempo o per scene tipo gli screensaver di alcuni apparecchi (che so, un lettore dvd, un media tank) o altor
  • Diego scrive:
    Immagini dimostrative
    Non so se avete guardato le immagini dimostrative... è vero il "dettaglio" è mantenuto... ma l'immagine è stravolta
    • anonimo mb scrive:
      Re: Immagini dimostrative
      infatti non è uno studio applicabile a delle immagini fotografiche o a prodotti consumer.In concetto è "se mostro delle informazioni grafiche con questi colori, al posto di altri, mantengo la leggibilità ma consumo di meno". Esistono una serie di strumenti tecnici e medici portatili dotati di schermo. Per esempio in un flussometro portatile, ossia quell'apparecchio che si pinza ad un dito per misurare battito e altri parametri vitali, non mi interessa se il grafico è verde o giallo, quando una delle due combinazioni mi permette un'autonomia maggiore dello strumento. Questo è il possibile campo di utilizzo di questa ricerca.
      • Utente 77 scrive:
        Re: Immagini dimostrative
        - Scritto da: anonimo mb
        In concetto è "se mostro delle informazioni
        grafiche con questi colori, al posto di altri,
        mantengo la leggibilità ma consumo di meno".Spero che passi in fretta la mania di "Risparmiare più corrente possibile a QUALSIASI costo". Sfortunatamente sono uno di quei poveri beceri che non è mai riuscito a seguire il "Dramma Verde" di Al Gore e soci, trovandomi a guardarmi in giro spaesato mentre la gente fa cose che non capisco :|
        • Ale scrive:
          Re: Immagini dimostrative
          finchè ci sarà gente come te, il pianeta non avrà futuro. Sei obsoleto.
          • MeX scrive:
            Re: Immagini dimostrative
            - Scritto da: Ale
            finchè ci sarà gente come te, il pianeta non avrà
            futuro. Sei
            obsoleto.
        • Cornholio scrive:
          Re: Immagini dimostrative
          - Scritto da: Utente 77
          - Scritto da: anonimo mb

          In concetto è "se mostro delle informazioni

          grafiche con questi colori, al posto di altri,

          mantengo la leggibilità ma consumo di meno".

          Spero che passi in fretta la mania di
          "Risparmiare più corrente possibile a QUALSIASI
          costo". Sfortunatamente sono uno di quei poveri
          beceri che non è mai riuscito a seguire il
          "Dramma Verde" di Al Gore e soci, trovandomi a
          guardarmi in giro spaesato mentre la gente fa
          cose che non capisco
          :|il risparmio di corrente dev'essere funzionale alle caratteristiche del prodotto.Risparmiare 1w su un sistema alimentato da rete è inutile in quanto tutti sanno che l'energia prodotta dev'essere consumata altrimenti è sprecata. Non esistono molti sistemi efficienti per immagazzinare l'energia. Ed è anche il motivo per cui di notte l'energia costa così poco: le centrali non si possono spegnere ma il consumo è relativamente basso.Però ridurre l'assorbimento di un centinaio di mA su un cellulare significa allungarne considerevolmente l'autonomia operativa, non è una stupidata.
          • pippuz scrive:
            Re: Immagini dimostrative

            il risparmio di corrente dev'essere funzionale
            alle caratteristiche del
            prodotto.
            Risparmiare 1w su un sistema alimentato da rete è
            inutile in quanto tutti sanno che l'energia
            prodotta dev'essere consumata altrimenti è
            sprecata.come dire: siccome le bottiglie di plastica saranno sempre prodotte, non ha senso utilizzare più volte la stessa bottiglia. fuor di metafora: se il fabbisogno energetico calasse del 10%, si può tenere spenta una centrale a carbone, importare meno energia dalla Francia, meno gas dalla Russia... inutile?
          • Cornholio scrive:
            Re: Immagini dimostrative
            - Scritto da: pippuz

            il risparmio di corrente dev'essere funzionale

            alle caratteristiche del

            prodotto.

            Risparmiare 1w su un sistema alimentato da rete
            è

            inutile in quanto tutti sanno che l'energia

            prodotta dev'essere consumata altrimenti è

            sprecata.

            come dire: siccome le bottiglie di plastica
            saranno sempre prodotte, non ha senso utilizzare
            più volte la stessa bottiglia.
            più o meno.come dire: tanto la plastica la produciamo comunque per forza, tanto vale usarla.Con la sola differenza che per la plastica ciò non è vero, per l'energia sì.

            fuor di metafora: se il fabbisogno energetico
            calasse del 10%, si può tenere spenta una
            centrale a carbone, importare meno energia dalla
            Francia, meno gas dalla Russia...
            inutile?No. Peccato che 1w non è il 10%. L'eXXXXXXXXsmo, vedi, mi fa ridere. Perché vedi, accendere o spegnere 10 volte al giorno il televisore per risparmiare quello 0,2W di led, l'interruttore, poi l'interruttore (pensato per un utilizzo meno intensivo) si rompe. E che si fa? Si porta a riparare, 20 euro di chiamata, 30 di manodopera e 50 di ricambi? no, ne compri uno nuovo, che tra l'altro è pure di classe energetica migliore.Il televisore vecchio, in discarica.I risparmi si possono fare sicuramente, ma non sulle stupidate, bisogna essere seri.
          • pippuz scrive:
            Re: Immagini dimostrative


            come dire: siccome le bottiglie di plastica

            saranno sempre prodotte, non ha senso utilizzare

            più volte la stessa bottiglia.



            più o meno.
            come dire: tanto la plastica la produciamo
            comunque per forza, tanto vale
            usarla.
            Con la sola differenza che per la plastica ciò
            non è vero, per l'energia
            sì.usare meno plastica, così (cala la domanda, cala l'offerta, almeno in quel settore) se ne produce meno, no, eh?

            fuor di metafora: se il fabbisogno energetico

            calasse del 10%, si può tenere spenta una

            centrale a carbone, importare meno energia dalla

            Francia, meno gas dalla Russia...

            inutile?

            No. Peccato che 1w non è il 10%.non si parla di 1w, è evidente. come è evidente che il discorso non è limitato a questa tecnologia, sulla quale peraltro non credo molto. tira su le tapparelle, che c'è il sole. fallo tu, lo faccio io, ogni giorno per un anno per tot lampadine, la differenza si sente.
            L'eXXXXXXXXsmo,
            vedi, mi fa ridere. Perché vedi, accendere o
            spegnere 10 volte al giorno il televisore per
            risparmiare quello 0,2W di led, l'interruttore,
            poi l'interruttore (pensato per un utilizzo meno
            intensivo) si rompe. E che si fa? Si porta a
            riparare, 20 euro di chiamata, 30 di manodopera e
            50 di ricambi? no, ne compri uno nuovo, che tra
            l'altro è pure di classe energetica
            migliore.
            Il televisore vecchio, in discarica.quante volte succede che si rompe l'interruttore? a me non è ancora sucXXXXX. se vuoi, però, ti presto una "ciabatta".
            I risparmi si possono fare sicuramente, ma non
            sulle stupidate, bisogna essere
            seri.un mio amico due anni fa aveva fatto una prova sperimentale e aveva misurato quanto consumassero le varie cose che aveva nel salotto: tv, ps3, decoder, media center, amplificatore, monitor. Consumo in stand-by: 34W. la differenza è tenere una lampadina accesa tutto il giorno o meno.
          • Cornholio scrive:
            Re: Immagini dimostrative
            - Scritto da: pippuz


            come dire: siccome le bottiglie di plastica


            saranno sempre prodotte, non ha senso
            utilizzare


            più volte la stessa bottiglia.






            più o meno.

            come dire: tanto la plastica la produciamo

            comunque per forza, tanto vale

            usarla.

            Con la sola differenza che per la plastica ciò

            non è vero, per l'energia

            sì.

            usare meno plastica, così (cala la domanda, cala
            l'offerta, almeno in quel settore) se ne produce
            meno, no,
            eh?
            dai non fare l'aspie :) era solo un esempio. E' ovvio che plastica ed energia non sono comparabili.l'energia prodotta in ecXXXXX viene smaltita semplicemente dissipandola in calore (salvo gli accumulatori di cui la rete è in possesso, come ad esempio alcune dighe che possono fare da riserva di energia potenziale), la plastica una volta prodotta, è lì.


            fuor di metafora: se il fabbisogno energetico


            calasse del 10%, si può tenere spenta una


            centrale a carbone, importare meno energia
            dalla


            Francia, meno gas dalla Russia...


            inutile?



            No. Peccato che 1w non è il 10%.

            non si parla di 1w, è evidente. come è evidente
            che il discorso non è limitato a questa
            tecnologia, sulla quale peraltro non credo molto.a me invece sembra carina, anche se ha seri limiti di utilizzo.
            tira su le tapparelle, che c'è il sole. fallo tu,
            lo faccio io, ogni giorno per un anno per tot
            lampadine, la differenza si
            sente.
            ovvio, ma risparmiare dove ha senso va bene. Contesto l'ecXXXXX controproducente.

            L'eXXXXXXXXsmo,

            vedi, mi fa ridere. Perché vedi, accendere o

            spegnere 10 volte al giorno il televisore per

            risparmiare quello 0,2W di led, l'interruttore,

            poi l'interruttore (pensato per un utilizzo meno

            intensivo) si rompe. E che si fa? Si porta a

            riparare, 20 euro di chiamata, 30 di manodopera
            e

            50 di ricambi? no, ne compri uno nuovo, che tra

            l'altro è pure di classe energetica

            migliore.

            Il televisore vecchio, in discarica.

            quante volte succede che si rompe l'interruttore?
            a me non è ancora sucXXXXX. se vuoi, però, ti
            presto una
            "ciabatta".
            no grazie, di ciabatta interruttore ne ho abbastanza :Dse a te comunque non s'è mai rotto l'interruttore del televisore, non lo contesto ma è la media di Trilussa, a mè s'è rotto 3 volte. Si vede che da te non si usa spegnere il televisore OGNI volta col tastino (e non solo la sera)

            I risparmi si possono fare sicuramente, ma non

            sulle stupidate, bisogna essere

            seri.

            un mio amico due anni fa aveva fatto una prova
            sperimentale e aveva misurato quanto consumassero
            le varie cose che aveva nel salotto: tv, ps3,
            decoder, media center, amplificatore, monitor.
            Consumo in stand-by: 34W. la differenza è tenere
            una lampadina accesa tutto il giorno o
            meno.il fatto è che se questa cosa di ridurre lo standby fosse veramente importante, si sarebbero mossi subito mari e monti. La preoccupazione ecologica, a livello politico e aziendale, c'è, non è come un tempo.Ma consumare 34W in più, in sé, non significa niente.neppure 3400W in più. Ci sono centrali che di notte lavorano solo perché non possono essere spente, si consumerebbe di più a riaccenderle. In parte si cerca di recuperare l'energia, pompando ad esempio acqua a monte di alcune dighe, per poter sopperire ai picchi. In parte si cerca di incentivare il consumo notturno in vece del diurno, con tariffe agevolate.In parte ce ne si fotte e basta, e quando ti si romperà il televisore, il prossimo che compri, in standby consumerà 0,05w anziché 1w come quello attuale. Senza che ci si debba comprare tutti quanti una ciabatta interruttore fatta di pura plastica al 100%.
          • pippuz scrive:
            Re: Immagini dimostrative

            dai non fare l'aspie :) era solo un esempio. E'
            ovvio che plastica ed energia non sono
            comparabili.cavoli, ho dovuto cercarlo su google per capirlo (meno male che c'è urbandictionary). come si diceva una volta, parla "potabile" :)
            l'energia prodotta in ecXXXXX viene smaltita
            semplicemente dissipandola in calore (salvo gli
            accumulatori di cui la rete è in possesso, come
            ad esempio alcune dighe che possono fare da
            riserva di energia potenziale), la plastica una
            volta prodotta, è
            lì.si, ma a lungo andare, ad es. fine ciclo di una centrale, puoi evitare di costruirne un'altra (o importare meno energia, che è lo stesso).[...]
            a me invece sembra carina, anche se ha seri
            limiti di
            utilizzo.è questo il punto per il quale non mi convince. il led lo possono spegnere 60 milioni di persone in Italia. questa tecnologia la si può sfruttare solo in determinati ambiti, IMHO.
            ovvio, ma risparmiare dove ha senso va bene.
            Contesto l'ecXXXXX
            controproducente.
            no grazie, di ciabatta interruttore ne ho
            abbastanza
            :D
            se a te comunque non s'è mai rotto l'interruttore
            del televisore, non lo contesto ma è la media di
            Trilussa, a mè s'è rotto 3 volte. Si vede che da
            te non si usa spegnere il televisore OGNI volta
            col tastino (e non solo la
            sera)non ti dico per forza di farlo ogni volta, ti dico di farlo, che i suoi effetti li ha lo stesso. a casa di mia sorella hanno una tv che non si può spegnere: o led o la stacchi dall'elettricità. soluzione: ciabatta (ad essere collegata non solo la tv, sia chiaro) che a fine serata si spegne. durante il giorno pazienza.
            il fatto è che se questa cosa di ridurre lo
            standby fosse veramente importante, si sarebbero
            mossi subito mari e monti. La preoccupazione
            ecologica, a livello politico e aziendale, c'è,
            non è come un
            tempo.boh, io la "pubblicità progresso" in tv l'ho vista. la preoccupazione ecologica non esiste (nella sua diffusione attuale), esiste il ritorno economico (o di immagine, che è lo stesso). tu stesso, con alcuni accorgimenti banali, avresti un ritorno economico.
            Ma consumare 34W in più, in sé, non significa
            niente.ma è il discorso di prima. 34x20 mln di famiglie..come dire: un computer non fa la differenza. ma la server farm di Google si.
            neppure 3400W in più. Ci sono centrali che di
            notte lavorano solo perché non possono essere
            spente, si consumerebbe di più a riaccenderle. In
            parte si cerca di recuperare l'energia, pompando
            ad esempio acqua a monte di alcune dighe, per
            poter sopperire ai picchi. In parte si cerca di
            incentivare il consumo notturno in vece del
            diurno, con tariffe
            agevolate.
            In parte ce ne si fotte e basta, e quando ti si
            romperà il televisore, il prossimo che compri, in
            standby consumerà 0,05w anziché 1w come quello
            attuale. Senza che ci si debba comprare tutti
            quanti una ciabatta interruttore fatta di pura
            plastica al
            100%.sicuro, non è che ne faccio una religione (vedi tv di mia sorella, ma anche il pc acceso a scaricare, per dire). ma cmq non è solo il televisore. oggi, a meno di non aver preso un televisore nell'ultimo anno (ma in molti casi cmq),hai minimo minimo anche il DDT. il vecchio videoregistratore? il lettore dvd? la ps / xbox / ?non dico mica che tutti debbano farlo, dico che stando attenti a piccole cose si possono fare grossi passi avanti. magari anche usando la ciabatta interrutore che mi dura dieci anni, visto che in molti casi la userei comunque (poche prese, tante cose da collegarci).
          • harvey scrive:
            Re: Immagini dimostrative
            - Scritto da: Cornholio
            il fatto è che se questa cosa di ridurre lo
            standby fosse veramente importante, si sarebbero
            mossi subito mari e monti. La preoccupazione
            ecologica, a livello politico e aziendale, c'è,
            non è come un
            tempo.Un prodotto e' importante solo se porta ricchezza. Un idea che toglie ricchezza non e' una buona idea
            Ma consumare 34W in più, in sé, non significa
            niente.
            neppure 3400W in più. Ci sono centrali che di34W x 2M = 68MWChe vuol dire poter spegnere qualche turbina
            notte lavorano solo perché non possono essere
            spente, si consumerebbe di più a riaccenderle. InMa se non le devi riaccendere perche' il consimo e' diminuito.....
          • . . scrive:
            Re: Immagini dimostrative
            - Scritto da: pippuz
            un mio amico due anni fa aveva fatto una prova
            sperimentale e aveva misurato quanto consumassero
            le varie cose che aveva nel salotto: tv, ps3,
            decoder, media center, amplificatore, monitor.
            Consumo in stand-by: 34W. la differenza è tenere
            una lampadina accesa tutto il giorno o
            meno.Esperimento interessante, e risultato credibile.Il problema e' il decoder sat: dicono che e' in standby, ma se ci metti la mano sopra ti ustioni. In pratica e' sempre acceso per ricevere gli aggiornamenti, i messaggini, i codici, sincronizzare l'ora ... sono pronto a scommettere che scollegando il sat il consumo scende a 3W (che comunque non e' poco).
          • io io scrive:
            Re: Immagini dimostrative
            - Scritto da: Cornholio
            Perché vedi, accendere o
            spegnere 10 volte al giorno il televisore per
            risparmiare quello 0,2W di ledpeccato che lo stand-by non sia solo "un led acceso"
          • Cornholio scrive:
            Re: Immagini dimostrative
            - Scritto da: io io
            - Scritto da: Cornholio

            Perché vedi, accendere o

            spegnere 10 volte al giorno il televisore per

            risparmiare quello 0,2W di led

            peccato che lo stand-by non sia solo "un led
            acceso"[img]http://www.curtis1.com/curtis/autism/links/Autism-Biomed%20ASA%20Poster%20for%20Waiting%20Room_files/autism.jpg[/img]
          • Matx scrive:
            Re: Immagini dimostrative
            - Scritto da: Cornholio
            Risparmiare 1w su un sistema alimentato da rete è
            inutile in quanto tutti sanno che l'energia
            prodotta dev'essere consumata altrimenti è
            sprecata. Orrore! :s :sCaro mi sa che hai le idee molto confuse... mai sentita una assurdità simile Guarda che l'enel non produce energia perchè si diverte, la produce se c'è gente che la consumaSe la gente consumasse il 20% dell'energia in meno, l'enel produrrebbe il 20% di energia in meno (mica è stupida!) e quindi le emissioni di gas serra si ridurranno del 20% (nel caso delle centrali termoelettriche ovviamente)
          • Sba scrive:
            Re: Immagini dimostrative
            Ti sei mai chiesto come mai ultimamente ogni cosa possibile vada a corrente? Forse xè i produttori di corrente spingono sul far andare ogni cosa a corrente, xè a loro serve che tu consumi tanto, così oltre al nucleare / pulito possono giustificare l'uso delle cnetrali a carbone, le quali hanno un costo per MWh MOLTO superiore (nell'ordine di 1 a 4) rispetto alle centrali nucleari. E siccome il prezzo del KWh viene deciso in un mercato che è come una borsa affaristica, in cui il prezzo finale è la media fra il prezzo minimo (energia nucleare) e il prezzo massimo (carbone), a loro conviene produrre tanta energia col carbone, così il prezzo medio (cioè quello di vendita) sarà sempre alto e per loro è un guadagno.E' il motivo per cui con le centrali nucleari che avremo fra qualche anno non calerà affatto il costo dell'energia per l'utente finale, attiveranno qualche centrale a carbone in + per bilanciare quelle a nucleare e lo prenderemo cmq in quel posto.Se invece avessimo tantissimo nucleare sarebbe un altro discorso.... insomma il nucleare ci aiuterebbe sul prezzo nel caso in cui producessimo un'alta percentuale di energia in quel modo, altrimenti no... ecco xè se trovassi in giro uno dei cretini che ha votato il referendum per togliere il nucleare a suo tempo lo tirerei sotto con l'auto :)
    • ceppo scrive:
      Re: Immagini dimostrative
      a parte che si potranno usare per vari scopi, non solo (o non certo) per il desktop, comunque si può studiare un "tema" del desktop che permetta di risparmiare di più, o una modalità di risparmio, quando le batterie sono scariche, che ti permette comunque di lavorare anche se non in modo ottimale.
  • Armageddon scrive:
    Bel OLED a 1 Bit
    Bianco o nero e non consuma una cippa, spero che questa cosasia selezionabile, e che sial'utente a decidere se avere unapalette ridotta o completa, una sorta ditasto Economy, perchènon tuttivediamo UGUALE e vedere delle bande per risparmiarelacosa mifarebbe arrabbiare, anche perchè nessuno ad nVidiao Ati va a dire da domani 300Mhz e massimo 30w a regime.
    • MeX scrive:
      Re: Bel OLED a 1 Bit
      aumento di prestazion = aumento di consumi mi sembra una cosa abbastanza ovvia
      • Fidech scrive:
        Re: Bel OLED a 1 Bit
        Mi sa che sono io che non capisco le tipiche frasi:«proXXXXX di produzione arrivato a 5 nanometri, con aumento delle prestazioni del 1500% e diminuzione dei consumi del 40%»(le cifre sono un po' sparate a caso, se non si fosse notato)Comunque, dopo affermazioni simili i consumi inesorabilmente continuano ad aumentare.Non capisco...
        • Cornholio scrive:
          Re: Bel OLED a 1 Bit
          - Scritto da: Fidech
          Mi sa che sono io che non capisco le tipiche
          frasi:

          «proXXXXX di produzione arrivato a 5 nanometri,
          con aumento delle prestazioni del 1500% e
          diminuzione dei consumi del
          40%»

          (le cifre sono un po' sparate a caso, se non si
          fosse
          notato)

          Comunque, dopo affermazioni simili i consumi
          inesorabilmente continuano ad
          aumentare.
          Non capisco...infatti non è vero. Un computer di fascia mainstream oggi consuma meno di un mainstream del passato.Uno di fascia value di oggi, consuma terribilmente meno di uno del passato.la fascia enthusiast invece ha visto aumentare i consumi massimi di molto, ma non rappresenta che l'1% del mercato.E' vero che si fa molta cagnara perché è anche pubblicità, su questa fascia.Ma tu credi che si vendano molti alimentatori da 1000w? E di quelli venduti, quanti pensi che verranno utilizzati almeno al 60%?Non ti lasciare influenzare dal marketing.
      • Bastard Inside scrive:
        Re: Bel OLED a 1 Bit
        - Scritto da: MeX
        aumento di prestazion = aumento di consumi mi
        sembra una cosa abbastanza
        ovviaNon sempre, il mio desktop era così vecchio che ho potuto costruirne uno molto più potente che però consuma molto meno, ed è pure meno rumoroso....Ovviamente la cosa funziona solo se uno aspetta abbastanza da avere un balzo prestazionale pur scegliendo componenti a basso consumo.
    • Fidech scrive:
      Re: Bel OLED a 1 Bit
      Non intendevo il "fascismo ecologico"!Ma almeno che smettano di aumentare così velocemente.Non voglio tornare agli alimentatori da 250W che alimentavano anche il monitor, ma non voglio neanche che fra 10 anni gli alimentatori da 1000W diventino lo standard.Dovrebbero darsi una regolata, sempre a mio parere...
      • Cornholio scrive:
        Re: Bel OLED a 1 Bit
        - Scritto da: Fidech
        Non intendevo il "fascismo ecologico"!

        Ma almeno che smettano di aumentare così
        velocemente.

        Non voglio tornare agli alimentatori da 250W che
        alimentavano anche il monitor, ma non voglio
        neanche che fra 10 anni gli alimentatori da 1000W
        diventino lo
        standard.

        Dovrebbero darsi una regolata, sempre a mio
        parere...ma guarda che in realtà siamo tornati agli alimentatori da 250w. E anche meno.Prenditi un pc con atom e sei apposto, un tempo con una roba che consumava così poco a malapena una calcolatrice ci siamo costruiti.Se poi vuoi farti un sistema da 1000w puoi farlo. Possono tutti farlo. E comunque il rapporto prestazioni/consumi è sempre in miglioramento.Prendi il mio pc, è un quad core q8200. Per lo più vado su internet, gioco mezz'oretta al giorno di media. Quando vado su internet il proXXXXXre in idle consuma pochissimo. Il TDP è alto, vero. Però più basso del 3700+ che avevo prima. Che oltretutto in idle consumava quasi uguale che in full load.
      • Sba scrive:
        Re: Bel OLED a 1 Bit
        io ho un Q9450 quad core, una 9800gtx, 2x2gb ddr2 800mhz, 4 dico 4 dischi sata 640gb in raid, un maste dvd, 2 ventole colorate e consumo in uso normale circa 150W, in uso full 300W (ma mi devo impegnare). E non è proprio un pc da buttare via insomma... quindi voglio dire, tutti ti dicono di comprare alimentatori da 600W e oltre, la moda è quella, ma non serve a niente.. io con 400 girerei benissimo, monto un enermax liberty 600 SOLO xè se mi venisse voglia di mettere una seconda sk video in parallelo non mi tocca cambiare alimentatore, e per il prox pc questo andrà ancora benissimo. Altrimenti via di 400, e sarebbe cmq troppo :)Il KW non lo tocca nessuno... penso che ti servano 3 gtx295 e un i7 975extreme per sfiorare il KW, ma ancora saresti sotto credo...e quel pc ti costerebbe circa 4-5k, non proprio da tutti :)
    • pippO scrive:
      Re: Bel OLED a 1 Bit
      - Scritto da: Armageddon
      Bianco o nero e non consuma una cippa, spero cheSpento consuma ancora meno... :D
Chiudi i commenti