NASA, denari per l'aereo elettrico

L'agenzia spaziale statunitense assegna un ricco premio a due società partecipanti a un concorso per aerei eco-compatibili. In futuro l'aviazione potrà fare a meno di carburanti inquinanti, promette NASA

Roma – Mentre l’auto elettrica comincia lentamente (ma inesorabilmente?) a trasformarsi da sogno irrealizzabile in realtà quotidiana alla portata di molti , NASA investe milioni per finanziare le più promettenti iniziative nel campo dell’industria aerospaziale “verde”. La promessa è quella di un futuro in cui volare non farà più rima con “inquinare” o “consumare” grandi quantità di carburanti di origine fossile.

l'aereo elettrico, nome in codice Pipisterl L’agenzia spaziale statunitense ha recentemente tenuto il contest CAFE Green Flight Challenge , una gara in cui 14 diversi team hanno rivaleggiato per la creazione del più efficiente velivolo elettrico o “verde”. L’obiettivo della sfida era far librare e mantenere in volo il velivolo per oltre 320 chilometri, distanza da percorrere in meno di due ore e con un consumo di meno di 1 gallone (3,7 litri) di carburante per passeggero o l’equivalente in consumi elettrici.

A vincere il contest di NASA è stata un’azienda con un nome curioso, Pipistrel-USA.com , che nondimeno è stata in grado di rispettare e andare oltre i requisiti imposti dall’agenzia spaziale. Il premio per la prima classificata equivale a 1,35 milioni di dollari, mentre alla seconda classificata, il team californiano eGenius , è andato un premio di consolazione di 120mila dollari.

Il team leader di Pipistrel-USA.com W. Langelaan sottolinea l’importanza di questo genere di manifestazioni, testimonianza della “nascita del viaggio aereo personale che è sia economico che realmente ecosostenibile”.

Altrettanto entusiastici i commenti di NASA, che per bocca di Joe Parrish ringrazia Pipistrel-USA.com per “aver dimostrato che i velivoli elettrici sono andati oltre la fantascienza e sono ora nel novero delle possibilità reali”.

Alfonso Maruccia

[fonte immagine]

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Jack_71 scrive:
    info
    scusate mi potete dare delle delucidazioni?1) se vado su desktop 2 e per esempio creo una cartella si vede su tutti e 4 i desktop e allora mi chiedo che senso a averne 4 anche perchè tutti è 4 riproducono il primo?2) se si vuole chiudere il programma (io uso w7 64bit) se non lo faccio tramite tskmanger non c'è possibilià di farlo è normale?Grazie a tutti
  • Roma scrive:
    funziona?
    Windows 7 SP1 32 bit... apparentemente funziona ma come clicco un desktop tra 2-4 lo visualizza un attimo e poi torna da solo al primo...sicuri che funziona?
  • Fesion scrive:
    Per essere esatti
    "invidiano agli utilizzatori del Pinguino le importanti possibilità offerte dalla presenza di quattro scrivanie virtuali indipendenti"A dire il vero nelle distro linux possono essere 1,2,3,4,5 e via di seguito i desktop virtuali, non per forza 4.
Chiudi i commenti