NASA dice nì al cortometraggio de paura

L'agenzia spaziale statunitense si oppone alla distribuzione al pubblico di un breve filmato realizzato da Lord British durante il suo viaggio turistico a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Il primo horror girato nello spazio
L'agenzia spaziale statunitense si oppone alla distribuzione al pubblico di un breve filmato realizzato da Lord British durante il suo viaggio turistico a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Il primo horror girato nello spazio

No, “Apogeo della Paura” non verrà distribuito al pubblico: il breve cortometraggio, realizzato da Richard “Lord British” Garriott durante il suo viaggio turistico a bordo della Stazione Spaziale Internazionale nel 2008, contiene materia che NASA considera inopportuno presentare in bella mostra al grande pubblico.

Lord British – storico game designer, imprenditore e appassionato di spazio al punto da spendere una fortuna solo per fare un giro sulla ISS – ha girato gli otto minuti di Apogee of Fear in concomitanza con il docu-film Man on a Mission. Quest’ultimo progetto è stato pienamente autorizzato da NASA ed è arrivato nei cinema dopo il ritorno sulla Terra di Garriott.

Stando a quanto dice lo stesso Garriott, il diniego alla distribuzione del corto sci-fi amatoriale – riguardante la scoperta di una forma di vita aliena a bordo della ISS – deriva dal fatto che il girato comprende strumentazione e hardware proprietario di NASA presente sulla stazione, oltre all’impiego degli astronauti come attori improvvisati.

Per Garriott NASA non ha intenzione di dare l’idea di un ambiente che si concede troppo al divertimento in orbita a centinaia di chilometri dal suolo: l’agenzia USA non ha intenzione di supportare il progetto di Lord British e la risposta negativa è stata solo la semplice conseguenza di questa linea di ragionamento.

Nelle ultime ore, tuttavia, la posizione dell’agenzia statunitense pare si vada ammorbidendo : una prima timida apertura è stata fatta alla possibilità di concedere la distribuzione di “Apogee of fear”, anche se pare occorreranno ancora alcune settimane per venire a capo di tutte le beghe legali.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 01 2012
Link copiato negli appunti