NASA: Kopra rimane a terra

L'astronauta ferito durante l'incidente in bicicletta non partirà per la missione del 24 febbraio. Steve Bowen prenderà il suo posto. Il lancio non dovrebbe subire ulteriori ritardi

Roma – L’astronauta, Timothy Kopra, che sabato scorso era rimasto infortunato durante una gita in bicicletta, non potrà più partire per la missione STS-133 prevista per il 24 febbraio.

Il suo posto verrà preso da un altro astronauta , Steve Bowen, che durante questa settimana si allenerà per il lancio con l’intero equipaggio della missione che comprende il comandante Steve Lindsey, il pilota Eric Boe, e specialisti di missione Alvin Drew, Michael Barratt e Nicole Stott.

“Tim sta facendo grandi progressi e si attende un recupero completo delle sue condizioni fisiche: però, egli non sarà in grado di sostenere la missione prevista per il mese prossimo”. A dichiararlo è stato il direttore dell’Ufficio astronauti della NASA di Houston, Peggy Whitson. “Se per qualche ragione – ha continuato – si verificassero degli imprevisti ulteriori per la missione STS-133 e si dovesse ulteriormente posticipare la data prevista per il lancio, è possibile che Timothy Kopra potrà ricongiungersi alla squadra”.

La sostituzione all’ultimo minuto dell’astronauta Kopra non dovrebbe far ritardare ulteriormente la data prevista per una delle ultime missioni degli Shuttle , lancio più volte rimandato durante questi mesi a causa di problemi tecnici. La NASA ha tenuto oggi una conferenza per discutere e annunciare il cambiamento di personale d’equipaggio. L’audio della teleconferenza è disponibile in streaming sul sito ufficiale dell’agenzia spaziale statunitense.

Raffaella Gargiulo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabrizio scrive:
    Microsoft sta uccidendo i netbook
    Ecco qual'è il problema. Sono 3 anni che l'hardware dei netbook non cambia grazie alle restrizioni imposte da microsoft per l'acquisto della licenza di Windows (e per la demenza dei produttori che si adeguano).Se i netbook potessero innovare per i tablet non ci sarebbe storia
    • utopia scrive:
      Re: Microsoft sta uccidendo i netbook
      Su questo invece non sono d'accordo... cioè per quanto mi si da dell'ottuso capisco ancora che ce n'è molta di differenza tra netbook e tablet... soprattutto riguardo a comodità...Mi hanno regalato un netbook asus e devo dirti la verità, sono ultra deluso.... la batteria è inutile e non è molto comodo a letto leggerti un pdf con la corrente sempre accesa e qualche errore imprevisto di windows 7 (che devi installarti tu perchè la versione starter fa pietà).Da questo punto di vista meglio un tablet... sperando che diventino sempre più potenti.
      • rover scrive:
        Re: Microsoft sta uccidendo i netbook
        Che problemi ha la batteria?In effetti lo schermo orizzontale per leggere dei documenti in verticale non è mai stato il top.Evidentemente Win 7 lo hai craccato male.
        • utopia scrive:
          Re: Microsoft sta uccidendo i netbook
          Ahah bella la stoccata, cmq ce l'ho originale windows 7.Riguardo al resto, sarà un problema del mio netbook... che vi devo dire... con win 7 professional e 2 gb ram la batteria dura massimo 20 min... performante eh?
      • Fabrizio scrive:
        Re: Microsoft sta uccidendo i netbook
        la batteria del mio acer aspire one (primo modello) dura 6 ore (ho comprato quella a 6 celle) e w7 non si pianta per il semplice fatto che ci gira sopra xubuntu 10.10Per leggere uso l'amazon kindle che stanca meno la vista, per navigare preferisco la mia tastiera pur avendo un cellulare androidil mio era un altro discorso: le licenze starter di win 7 e le equivalenti di xp vengono vendute ai produttori a prezzi stracciati da ms (che è obbligato a comprarle se vuole avere utenza e mantenere un prezzo contenuto) ma solo se il netbook rispetta determinate caratteristiche. Se non ricordo male sono: - Memoria non più di 1 GB- ProXXXXXre a non più di 1,6 - Hard Disk a non più di 250 gb Ovviamente potrei aver aggiunto/scordato qualcosaQuindi i netbook sono un mercato castrato che potrebbe magari avere più sucXXXXXricordatevi MS è il male per questo motivo ha il mercato in pugno e frena quindi l'innovazione- Scritto da: utopia
        Su questo invece non sono d'accordo... cioè per
        quanto mi si da dell'ottuso capisco ancora che ce
        n'è molta di differenza tra netbook e tablet...
        soprattutto riguardo a
        comodità...

        Mi hanno regalato un netbook asus e devo dirti la
        verità, sono ultra deluso.... la batteria è
        inutile e non è molto comodo a letto leggerti un
        pdf con la corrente sempre accesa e qualche
        errore imprevisto di windows 7 (che devi
        installarti tu perchè la versione starter fa
        pietà).
        Da questo punto di vista meglio un tablet...
        sperando che diventino sempre più
        potenti.
        • ruppolo scrive:
          Re: Microsoft sta uccidendo i netbook
          - Scritto da: Fabrizio
          per navigare preferisco la mia tastiera
          pur avendo un cellulare
          androidAccadeva anche con i cellulari Symbian e Windows Mobile.
        • Picchiatell o scrive:
          Re: Microsoft sta uccidendo i netbook
          - Scritto da: Fabrizio

          il mio era un altro discorso: le licenze starter
          di win 7 e le equivalenti di xp vengono vendute
          ai produttori a prezzi stracciati da ms (che è
          obbligato a comprarle se vuole avere utenza e
          mantenere un prezzo contenuto) ma solo se il
          netbook rispetta determinate caratteristiche. Se
          non ricordo male sono:


          - Memoria non più di 1 GB
          - ProXXXXXre a non più di 1,6
          - Hard Disk a non più di 250 gb

          quello che da piu' da pensare della situazione che ancora una volta per avere qualcosa di funzionante e' l'utente che deve perdere il proprio tempo a updatare la macchina, installare e disinstallare il software ( i netbook vengono venduti con nortone virus installato) e chiedere un piacere al produttore di non far perdere la garazia...I vecchi netbook 701 con una distro linux sono piu' perfomanti di questi con "vista II castrat edition"...
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Microsoft sta uccidendo i netbook
      - Scritto da: Fabrizioe si
      adeguano).
      Se i netbook potessero innovare per i tablet non
      ci sarebbe
      storiaIl problema principale che i produttori di hardware ancora una volta si sono arresi alla logica m$ che e' quella di dare un s.o. castrato, pesante e pieno di inutili software aggiuntivi in partenza al 99% delle macchine costruite. Se non dual core una macchina netbook ci impega minuti per essere operativa con vista II "castrato" pardon starter.Se dual core costa in proporzione di piu' di un notebook medio con schermo da 15".Quindi o in partenza formatti e metti una distro linux che funzioni o se il cliente vuole qualcosa di piccolo ed estremamente portatile andrà per forza su un tablet ( al 99% apple)...
  • maxstar scrive:
    Restando sulla terra.
    Bello vedere i flame che si scatenano subito, il punto è che qua si commenta un FATTO COMMERCIALE (l'ascesa dei i tablet giusto due anni dopo la nascita del mercato dei netbook) che è anche un FATTO TECNOLOGICO.E si parla di mercato dell'informatica.Fa piacere vedere che tra i lettori ci sono personaggi molto evoluti, e sono anche interessanti i loro commenti "io con un pc ci faccio musica, ci gioco con giochi ad elevate prestazioni hardware, programmo, elaboro immagini " ecc...Fa anche piacere sentire un sincero commento circa il reale rapporto prezzo/qualità di questi oggetti "bello l'iPad ma costa troppo".Ma di certo il mercato continuerà a viaggiare con numeri crescenti per 3 motivi evidenti:a) la maggior parte degli attuali utenti di information technology non programma, non fa musica, non elabora immagini, passa soltanto il tempo su siti vari di informazione o di social network. Tutte cose che con un tablet si fanno benissimo, e se possibile in alcuni casi anche più facilmente che non con un netbook, quando il touch screen funziona adeguatamente.b) la maggior parte di quelli che oggi giocano con il pc passano il tempo con giochetti semplici ed essenziali, per quello hanno sucXXXXX le App di iPhone/iPad. D'altro canto non mancano anche tanti appassionati di giochi strafighi graficamente, ma nel tempo sono migrati su Playstation o X-Box, visto che gestirli su un PC è molto frustrante per un utente medio-basso (vedi necessità di aggiornare l'hardware e il software praticamente ogni 6 mesi per poter giocare con l'ultimo titolo uscito)c) l'iPad è figo, e nonostante la crisi c'è un sacco di gente in giro che di soldi ne ha ancora a bizzeffe. Provate a vedere quanto erano pieni gli alberghi in Alto Adige anche quest'anno, se non ci credete al fatto che la crisi non ha toccato tutti.Se sono anche parzialmente vere le tre robe che vi ho elencato, allora il mercato per questi oggetti c'è e ha senso discuterne da un punto di vista tecnico e commerciale.Se certi smanettoni non condividono, questi fatti però non cambiano. Perché sono fatti.Ma sono solidale con loro: per esempio anche io non leggo mai articoli che parlano del Grande Fratello (che pure è seguito da milioni di spettatori da anni), ma non per questo mi metto a postare sui siti che ne parlano decandando la mia visione escatologica di quello che dovrebbe farci uno con la TV dal punto di vista culturale...:-)Live long and prosper
    • utopia scrive:
      Re: Restando sulla terra.
      Penso fosse diretto principalmente a me il tuo commento, che rispetto ovviamente.La mia opinione però non era sul fatto dell'utilità per alcuni, è vero che se devo solo andare in internet mi andrebbe bene pure un 486.Dicevo solo che la vera evoluzione secondo me non è questa, l'innovazione è tale perchè va quasi contro la moda, cioè INVENTANDO una moda.Guarda internet stesso. E' andato contro il fatto che 20 anni fa tutti avevano timore dei pc interconnessi (guarda i film fine anni 80) eppure ora è la cosa più potente.Secondo me la vera innovazione sarebbe un tablet potente COME un pc, per accontentare tutti gli utenti, o almeno la maggiorparte, mi rifiuto di pensare che siamo così pochi ad avere queste esigenze.Ormai anche per autocad o per alcune applicazioni web occorre un buon pc.Il tuo ragionamento è molto corretto, soprattutto per la crisi, ma dimentica o meglio, è troppo pessimista per quanto riguarda l'utente medio.
      • maxstar scrive:
        Re: Restando sulla terra.
        Ottima riflessione, effettivamente se il compito di chi innova è quello di raccogliere nuove sfide, anche controcorrente, hai perfettamente ragione!Per certi versi poi, Apple in passato ha "rotto" di più gli schemi (basti pensare al mouse presente dal primo Mac, al dischetto da 3,5" in un mondo governato da 5.1/4" e appunto alla vocazione internet dei suoi iDevices, dall'iMac in poi)Al tuo commento iniziale mancava forse questa chiave di lettura, che mi hai appena indicato e che sottoscrivo integralmente.E comunque mi aveva colpito il "fiammeggare" di varie botte e risposta, non volevo assolutamente censurare le tue o le altrui rispettabilissime opinioni!
    • Paperoliber o scrive:
      Re: Restando sulla terra.
      A mio parere la visione più centrata sui tablet è quella di Panasonic e Lenovo, la prima al CES da poco concluso ha presentato un prototipo di tablet che fa da "ponte" fra i vari "elettrodomestici" informatici nella casa del futuro, e in questo mi riallaccio ad un vecchio articolo di Calamari che preannunciava la scomparsa dei PC come li conosciamo oggi per avere una vera "Domotica" in cui l'intera casa è governata da piccoli PC inseriti nei vari elettrodomestici e in cui il Tablet fa da "Interfaccia" e che permette di passare video, navigare spostandosi dalla camera da letto al divano della sala, iniziare a guardare un film sul divano e finirlo in camera da letto, ecc...Questo non pregiudica comunque di avere in casa una postazione PC classica con cui finire lavori iniziati in ufficio o altre cose in cui necessitano più potenza di calcolo e altro Hardware.Questa a mio parere è l'innovazione del futuro in cui non ci saranno solo Pc da tavolo o portatili ma TV, Tablet, PC, e tutti gli altri elettrodomestici collegati in un'unica rete domestica.Paperolibero
  • Final Caz scrive:
    Bello avere sempre ragione
    Mercato arranca per i notecazzApple sempre piu' suNon ci sono piu' le stagioni di una volta.Si stava meglio quando si stava peggio.Bello avere sempre ragione.
    • FinalCut scrive:
      Re: Bello avere sempre ragione
      Ma non eri tu quello che chiedeva i numeri?Ecco i numeri sono arrivati... contento? ;)E non copiarmi i post. 8)(linux)(apple)
    • p2p scrive:
      Re: Bello avere sempre ragione
      - Scritto da: Final Caz
      Mercato arranca per i notecazzhttp://www.tomshw.it/cont/news/acer-altro-che-sopprimere-i-netbook-avanti-tutta/29090/1.html


      Apple sempre piu' suhttp://www.google.com/finance?client=ob&q=NASDAQ:AAPL


      Non ci sono piu' le stagioni di una volta.

      Si stava meglio quando si stava peggio.



      Bello avere sempre ragione.;)
    • embe scrive:
      Re: Bello avere sempre ragione
      Fantastico...è uguale, anzi il clone è anche più simpatico dell'originale! (rotfl)
  • utopia scrive:
    Ma chi li compra?
    Ma chi li compra i concorrenti dell'i-pad? Capisco la grande vendita di quest'ultimo, è solo ed unicamente moda e perchè obbiettivamente è un oggetto figo.Ma figo e basta, per quanto potranno ribattere gli "appassionati" non serve ad altro a parte sfogliare un giornale o un libro, che sinceramente si fa benissimo anche con un bel pezzo di carta.I netbook arrancano per l'ipad, non per i nuovi tablet, tutto qui.... ripeto, se non hanno le stesse potenzialità (o almeno le porte usb)a che cavolo servono? Stiamo impazzendo, ormai prendiamo le cose senza averne davvero bisogno.
    • xxx scrive:
      Re: Ma chi li compra?
      il tablet E' il futuro e ne venderanno a pacchi. I netbook sono pc castrati, i tablet sono un'altra cosa. Escludi il lavoro, cosa ci fai oggi con un pc?... ecco con i tablet fanno quello...
      • utopia scrive:
        Re: Ma chi li compra?
        Escludendo il lavoro con il pc ci faccio musica, per quanto mi dirai che ci fanno le app del mac su i-pad NON sarà mai come farlo al pc.Col pc ci gioco, come ci fa a stare una scheda video su un tablet???Col pc ci faccio grafica, idem come per la musica...Col pc ci collego di tutto, idem come per il resto....I tablet non saranno mai il futuro se non diventeranno UGUALI ad un pc come potenzialità, su tutti i fronti.Cavolo uno al pc non ci deve solo scrivere o leggere, che siamo ai tempi del Commodore64????Dai siamo realisti...l'unica potenzialità vera di un tablet, potrebbe essere solo la telefonia.
        • deactive scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          magari fossimo ai tempi del C=64
          • attonito scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: deactive
            magari fossimo ai tempi del C=64gli anni cominciano a pesarti, eh? :)e casomai, ai tempi dello ZX Spectrum!
          • Be&O scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            preferivo il C64 ! (rotfl)Le console War dell'epoca !!!
          • deactive scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            avuti entrambi, rimpiango entrambi ;)
        • KeS scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          Utopia, sei molto ottuso.Io non sono fan di nessuno ma se non vedi le potenzialità dei tablet in futuro mi spiace per te.Apple è una dittatura pura e semplice, ma gli altri sono troppo fossilizzati sul loro Explorer(utenti Windows) o sulla loro shell(utenti Linux) per innovare nell'utilizzo dei computer.Per voi esiste solo questo:Semplice & intuitivo == per UtontoComplesso & incasinato == per Vero HackerChi è veramente programmatore apprezza la semplicità d'uso e l'intuitività di un interfaccia perchè lo scopo di programmare è quellodi automatizzare e non dover fare la stessa cosa più volte.Che senso ha che io debba copiare 10 comandi shell ed editare qualche file di configurazione seguendo alla cieca un HowTo????
          • Fiber scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: KeS
            Utopia, sei molto ottuso.
            Io non sono fan di nessuno ma se non vedi le
            potenzialità dei tablet in futuro mi spiace per
            te.

            Apple è una dittatura pura e semplice, ma gli
            altri sono troppo fossilizzati sul loro
            Explorer(utenti Windows) o sulla loro
            shell(utenti Linux) per innovare nell'utilizzo
            dei
            computer.

            Per voi esiste solo questo:
            Semplice & intuitivo == per Utonto
            Complesso & incasinato == per Vero Hacker

            Chi è veramente programmatore apprezza la
            semplicità d'uso e l'intuitività di un
            interfaccia perchè lo scopo di programmare è
            quello
            di automatizzare e non dover fare la stessa cosa
            più
            volte.

            Che senso ha che io debba copiare 10 comandi
            shell ed editare qualche file di configurazione
            seguendo alla cieca un
            HowTo????tu se devi programmare sei felice di farlo per iPscco solo perche' sai che gli utenti di Apple hanno il portafogli facile e comprano tutto.. la tua App per iPac ? sicuramente anche quellaecco perche' sei contento di sviluppare per un iPacco..per fare soldispecchiati e ditti la verita' da solo senza mentire almeno a te stesso
          • KeS scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Classica risposta da asilo!1) Supposizioni totalmente inventate (non programmo iPacchi)2) Sentenze che vogliono arrivare solo all'insulto3) Scarsa capacità di comprensione
          • Fiber scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: KeS
            Classica risposta da asilo!
            1) Supposizioni totalmente inventate (non
            programmo
            iPacchi)
            2) Sentenze che vogliono arrivare solo all'insulto
            3) Scarsa capacità di comprensionehai parlato che programmare per iPac e' meglio ...per quello e quell'altro come hai scritto?i motivi del meglio programmare per iPac non e' quello che hai scritto..ma e' solo per fare piu' soldi per i motivi di cui sopra ditti la verita' da solo , almeno quella
          • KeS scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Ma tu sai leggere?Stavo parlando della programmazione in generale...si sta parlando di Tablet in generale non di iPad.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: KeS
            Ma tu sai leggere?
            Stavo parlando della programmazione in generale...
            si sta parlando di Tablet in generale non di iPad.ed io ti ho parlato di iPac nello specifico
          • sergio scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: KeS

            Ma tu sai leggere?

            Stavo parlando della programmazione in
            generale...

            si sta parlando di Tablet in generale non di
            iPad.

            ed io ti ho parlato di iPac nello specifico...idi0ta...
          • mr_caos scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            ...non molto bene visto che non sa scrivere
          • moderatore scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: KeS
            Classica risposta da asilo!
            1) Supposizioni totalmente inventate (non
            programmo
            iPacchi)
            2) Sentenze che vogliono arrivare solo all'insulto
            3) Scarsa capacità di comprensioneHanno inventato un termine per riassumere quello che dici: si chiama troll, vedi di usarlo la prox volta.
          • Be&O scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            I tablet in ospedale al posto della cartella clinica sono il futuro.Tutte le cartelle su server e ci accedi da ovunque, puoi fare il giro dei letti senza dover usare tastiera.Il Tablet è un nuovo prodotto, che poi esistesse già prima dell'iPacco e che l'iPacco possa costare 35$ è un altra cosa.Gli altri Tablet non vendono perchè costano uguale o poco sotto.Incomincia a vendere il Galaxy Tab a 99$ e vediamo chi vende di più.E voler vendere le 500 al prezzo della ferrari, scusa ma prendo le ferrari che costa ma èXXXXX.La differenza non si fa su una spesa di 499$ meno il 10%deve costare il 50% in meno.
          • utopia scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            1) non ho offeso nessuno e non ti permettere di darmi dell'ottuso.2) cavolo centra programmare? Io parlo dell'utilità REALE di una cosa.Un tablet ha la potenza HARDWARE per poter fare le stesse cose di un pc? No.Punto.Che futuro c'è se non c'è la vera innovazione? Cioè per te che cos'è l'innovazione, leggere su una tavoletta?? Hai un concetto strano di innovare...
          • KeS scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            No punto, lo dici tu!Se vuoi veramente discutere un argomento "No punto" è quello che serve per evitare il confronto.
          • utopia scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Tolgo il punto allora, ma aspetto una risposta. E' vero o non è vero quello che ho detto? Come hadware e potenzialità? E poi che centra programmare?
          • KeS scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Secondo me non è vero perchè per molte applicazioni la pura capacità di elaborazione di un tablet (tipo iPad) è più che sufficiente.Questo però Dipende Dal Software (Sistema Operativo + Applicazione); ormai siamo abituati sistemi operativi ed applicazioni che ad ogni aggiornamento richiedono sempre più capacità di elaborazione per fare fondamentalmente le stesse cose.Per questo il tablet, in generale, richiede una revisione dei concetti di GUI, semplicemente perchè cambia il mezzo di input (non più mouse+tastiera ma solo touchscreen).
          • Fiber scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: KeS
            Secondo me non è vero perchè per molte
            applicazioni la pura capacità di elaborazione di
            un tablet (tipo iPad) è più che
            sufficiente.

            Questo però Dipende Dal Software (Sistema
            Operativo + Applicazione); ormai siamo abituati
            sistemi operativi ed applicazioni che ad ogni
            aggiornamento richiedono sempre più capacità di
            elaborazione per fare fondamentalmente le stesse
            cose.

            Per questo il tablet, in generale, richiede una
            revisione dei concetti di GUI, semplicemente
            perchè cambia il mezzo di input (non più
            mouse+tastiera ma solo
            touchscreen).dipende da che software devi far girare sul devicesu di un Ipac ad esempio piu' che a far girare 4 app minkiata ed elementari cosa vuoi farci? nienteo credi di far girare Maya o SoftImage solo per far 2 esempi su di un iPac?ovvio che su di un Tablet come questo non serve potenza...ci devono girar app elementari per accontentare il consumer che cosi' usa i device = per capzeggio sul web nel 90% dei casi
          • KeS scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            La vostra "poca visione" (senza offesa eh!) sta proprio nel non capire che per applicazioni o giochi che richiedono grosse potenze di calcolo si continuerà ad usare il desktop.Ma per una persona normale (senza offesa eh! anch'io sono come voi) basta editare un immagine per fare due stupidate e per i giochi non è alla ricerca dei FPS.Con questo non si possono "insultare" gli utenti normali che magari sono bravissimi nel bricolage o in cucina.... ma troveranno nel tablet uno strumento più intuitivo e più efficiente per il loro utilitzzo.
          • AlannnKay scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Lascia perdere KeS... stai cercando di fare un discorso serio con due ragazzini che non vedono al di là del loro naso, altro che "poca visione"...Come si può rispondere a uno che confronta un desktop e un tablet e non vede nessuna innovazione? Probabilmente se fosse vissuto un secolo fa avrebbe detto che l'automobile non innovava rispetto alla carrozza, perché era meno affidabile, più scomoda, più rumorosa e non ci si potevano nemmeno attaccare i cavalli davanti. E come rispondi a uno che ti dice che un nuovo elaboratore deve "avere le stesse potenzialità di un PC" per essere utile? Come gli spieghi che magari è una macchina diversa proprio perché non deve fare tutte le stesse cose di un PC? Per lui probabilmente non si dovrebbero costruire berline, perché sono meno potenti dei SUV e non viaggiano fuori strada...Ah, poi c'è l'esperto che spiega che il tablet non serve a nulla perché ci girano solo "4 app minkiata" e non ci girano Maya o Softimage. Due applicazioni indispensabili a tutti, come no... ora, lui è troppo giovane per saperlo, ma quando ho cominciato a programmare io (1980), facevamo girare interi sistemi informativi aziendali su computer che avevano meno di metà della potenza di calcolo, un centesimo dello storage, e un millesimo della RAM di un tablet di oggi. Morale della favola: questi signori dovrebbero, prima di postare a caso, andare a studiare information technology (no, leggersi Windows QuickStart e Linux for Dummies non è sufficiente). Se fosse troppo faticoso, cominciate almeno a meditare sui post di KeS e di maxstar che mi sembrano persone di buon senso.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: AlannnKay
            Lascia perdere KeS... stai cercando di fare un
            discorso serio con due ragazzini che non vedono
            al di là del loro naso, altro che "poca
            visione"...
            Come si può rispondere a uno che confronta un
            desktop e un tablet e non vede nessuna
            innovazione? Probabilmente se fosse vissuto un
            secolo fa avrebbe detto che l'automobile non
            innovava rispetto alla carrozza, perché era meno
            affidabile, più scomoda, più rumorosa e non ci si
            potevano nemmeno attaccare i cavalli davanti. E
            come rispondi a uno che ti dice che un nuovo
            elaboratore deve "avere le stesse potenzialità di
            un PC" per essere utile? Come gli spieghi che
            magari è una macchina diversa proprio perché non
            deve fare tutte le stesse cose di un PC? Per lui
            probabilmente non si dovrebbero costruire
            berline, perché sono meno potenti dei SUV e non
            viaggiano fuori
            strada...
            Ah, poi c'è l'esperto che spiega che il tablet
            non serve a nulla perché ci girano solo "4 app
            minkiata" e non ci girano Maya o Softimage. Due
            applicazioni indispensabili a tutti, come no...
            ora, lui è troppo giovane per saperlo, ma quando
            ho cominciato a programmare io (1980), facevamo
            girare interi sistemi informativi aziendali su
            computer che avevano meno di metà della potenza
            di calcolo, un centesimo dello storage, e un
            millesimo della RAM di un tablet di oggi.

            Morale della favola: questi signori dovrebbero,
            prima di postare a caso, andare a studiare
            information technology (no, leggersi Windows
            QuickStart e Linux for Dummies non è
            sufficiente). Se fosse troppo faticoso,
            cominciate almeno a meditare sui post di KeS e di
            maxstar che mi sembrano persone di buon
            senso.Secondo me tu prima di scrivere dovresti capire dalla lingua italiana quello che si diceLa potenza sui Tablet non serve a niente dato servono solo per il capzeggio su Internet nel 95%chi avrebbe detto che un tablet e nella fattispecie un iPac moncato/castrato anche per il solo capzeggiare sul web non sarebbe un'innovazione come lo sarebbe per te ? io no di certo
          • sergio scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: AlannnKay

            Lascia perdere KeS... stai cercando di fare un

            discorso serio con due ragazzini che non vedono

            al di là del loro naso, altro che "poca

            visione"...

            Come si può rispondere a uno che confronta un

            desktop e un tablet e non vede nessuna

            innovazione? Probabilmente se fosse vissuto un

            secolo fa avrebbe detto che l'automobile non

            innovava rispetto alla carrozza, perché era meno

            affidabile, più scomoda, più rumorosa e non ci
            si

            potevano nemmeno attaccare i cavalli davanti. E

            come rispondi a uno che ti dice che un nuovo

            elaboratore deve "avere le stesse potenzialità
            di

            un PC" per essere utile? Come gli spieghi che

            magari è una macchina diversa proprio perché non

            deve fare tutte le stesse cose di un PC? Per lui

            probabilmente non si dovrebbero costruire

            berline, perché sono meno potenti dei SUV e non

            viaggiano fuori

            strada...

            Ah, poi c'è l'esperto che spiega che il tablet

            non serve a nulla perché ci girano solo "4 app

            minkiata" e non ci girano Maya o Softimage. Due

            applicazioni indispensabili a tutti, come no...

            ora, lui è troppo giovane per saperlo, ma quando

            ho cominciato a programmare io (1980), facevamo

            girare interi sistemi informativi aziendali su

            computer che avevano meno di metà della potenza

            di calcolo, un centesimo dello storage, e un

            millesimo della RAM di un tablet di oggi.



            Morale della favola: questi signori dovrebbero,

            prima di postare a caso, andare a studiare

            information technology (no, leggersi Windows

            QuickStart e Linux for Dummies non è

            sufficiente). Se fosse troppo faticoso,

            cominciate almeno a meditare sui post di KeS e
            di

            maxstar che mi sembrano persone di buon

            senso.


            Secondo me tu prima di scrivere dovresti capire
            dalla lingua italiana quello che si
            dice

            La potenza sui Tablet non serve a niente dato
            servono solo per il capzeggio su Internet nel
            95%

            chi avrebbe detto che un tablet e nella
            fattispecie un iPac moncato/castrato anche per il
            solo capzeggiare sul web non sarebbe
            un'innovazione come lo sarebbe per te ?


            io no di certoidi0ta
          • AlannnKay scrive:
            Re: Ma chi li compra?


            Secondo me tu prima di scrivere dovresti capire
            dalla lingua italiana quello che si
            diceTranquillo, con la lingua italiana io ci lavoro e la capisco benissimo, anche quando è usata male.

            La potenza sui Tablet non serve a niente dato
            servono solo per il capzeggio su Internet nel
            95%Abbastanza vero... per dirla meglio, la potenza di calcolo sviluppata da un proXXXXXre Mobile di oggi (come un ARM per esempio) è sufficiente per far girare la maggior parte delle applicazioni che un utente vorrebbe avere su un tablet, e soprattutto per dotare la macchina di un'interfaccia utente di ottimo livello.

            chi avrebbe detto che un tablet e nella
            fattispecie un iPac moncato/castrato anche per il
            solo capzeggiare sul web non sarebbe
            un'innovazione come lo sarebbe per te ?


            io no di certoNo, infatti lo ha detto un altro... l'ho detto che eravate in due a postare frasi in libertà...Tu invece parlavi del fatto che sui tablet non ci girano Maya e SoftImage. Posso raccontarti una storia? Nei primi anni '80, per l'esame di Tecniche di Progettazione Automatica (in pratica, CAD) io e un mio collega d'università dovevamo sviluppare un programma per l'arredamento di interni in 3D. Per poterlo fare, abbiamo però dovuto prima sviluppare le routine di pilotaggio 3D per il terminale TeleVideo 910 (hai presente? Tracciamento punti, linee, rotazioni e traslazioni, wireframe e linee nascoste... mica la pappa pronta come chi fa modellazione adesso). Ora, il computer che pilotava il terminale era un Onix 8000, basato su proXXXXXre 16 bit Zilog 8000, cui erano collegati contemporaneamente altri 7 terminali "solo testo" con sistema operativo Unix BSD. Puoi immaginare la potenza di calcolo disponibile; ti dico solo che la RAM a disposizione era di 64k per il programma e 64k per i dati. Ebbene, con quella potenza siamo riusciti ad animare oggetti 3D in wireframe con calcolo delle linee nascoste (vabbé, 3 frame al secondo, ma ti assicuro che all'epoca sembrava un miracolo). Quindi? Semplice: la presenza o meno di Maya o altri software, sui tablet,non dipende tanto dalla potenza disponibile quanto dal fatto che nessuno sente l'esigenza di usare quei software su quel tipo di macchina. Del resto, solo ora cominciano a chiarirsi le esigenze degli utenti di tablet. E le aziende stanno aggiustando il tiro: molti modelli futuri saranno equipaggiati o con CPU dual core, o con acceleratori grafici dual core... cosa ti dice questo?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Dice che il comparto grafico è quello più importante. Uno schermo che va scatti non è accettabile, in un tablet. Il movimento deve rispecchiare il dito, in tempo reale.
          • utopia scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Vorrei semplicemente ricordare al suddetto "guru" dell'informatica che per fortuna non siamo più negli anni ottanta.Se mi aspetto qualcosa di più da un tablet è perchè per fortuna col pc non ci voglio sono leggere o scrivere... quei tempi per fortuna sono passati.Saluti.
          • AlannnKay scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: utopia
            Vorrei semplicemente ricordare al suddetto "guru"
            dell'informatica che per fortuna non siamo più
            negli anni
            ottanta.

            Se mi aspetto qualcosa di più da un tablet è
            perchè per fortuna col pc non ci voglio sono
            leggere o scrivere... quei tempi per fortuna sono
            passati.

            Saluti.Esatto, non siamo più negli anni 80. I computer, anche i più piccoli, hanno potenza da vendere. E per questo non posso tollerare interfacce utente lente, raffazzonate e antiergonomiche, o applicazioni scritte da programmatori pigri e/o incapaci che fanno le cose nel modo più comodo per loro invece di pensare prima di tutto alla comodità e facilità d'utilizzo da parte degli utenti che si troveranno a combattere con le loro applicazioni. A quanto pare, un'azienda sola ha capito che l'esperienza d'uso è la cosa fondamentale in un tablet. Le altre credono che producendo un netbook senza tastiera e chiamandolo tablet ne venderanno a milioni. Beh, io dubito alquanto. Certo, se c'è gente disposta a comprare un prodotto scomodo o addirittura totalmente inutilizzabile, perché giudica la macchina dalle specifiche e gli basta che il produttore dichiari porta USB, slot SD e sistema "open source" per decretare che la macchina è fantastica, beh, allora forse sì, di questi aggeggi ne venderanno.
          • sergio scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: KeS

            Secondo me non è vero perchè per molte

            applicazioni la pura capacità di elaborazione di

            un tablet (tipo iPad) è più che

            sufficiente.



            Questo però Dipende Dal Software (Sistema

            Operativo + Applicazione); ormai siamo abituati

            sistemi operativi ed applicazioni che ad ogni

            aggiornamento richiedono sempre più capacità di

            elaborazione per fare fondamentalmente le stesse

            cose.



            Per questo il tablet, in generale, richiede una

            revisione dei concetti di GUI, semplicemente

            perchè cambia il mezzo di input (non più

            mouse+tastiera ma solo

            touchscreen).


            dipende da che software devi far girare sul device

            su di un Ipac ad esempio piu' che a far girare 4
            app minkiata ed elementari cosa vuoi farci?
            niente

            o credi di far girare Maya o SoftImage solo per
            far 2 esempi su di un
            iPac?

            ovvio che su di un Tablet come questo non serve
            potenza...ci devono girar app elementari per
            accontentare il consumer che cosi' usa i device
            = per capzeggio sul web nel 90% dei
            casiidi0ta
          • utopia scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Sinceramente: non ho capito nulla, cioè hai dribblato mi pare.Obiettivamente: ognuno ha la sua opinione, ma oggettivamente OGGI un tablet è meno potente in tutti i sensi, al di la dell'interazione user-machine.Poi bisogna anche dire che difficilmente ci si dimenticherà del mouse... per alcune cose è troppo comodo.Quando riuscirò a giocare a Crysis con l'ipad senza problemi allora ti dirò "avevi ragione" :-P
          • KeS scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Non mi sembra di aver dribblato... vedi risposta a Fiber.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            No, un tablet... Mi correggo, iPad non è meno potente in tutti i sensi. Il comparto grafico permette una fluidità alla GUI che la maggior parte dei pc si sogna.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: utopia
            1) non ho offeso nessuno e non ti permettere di
            darmi
            dell'ottuso.

            2) cavolo centra programmare? Io parlo
            dell'utilità REALE di una
            cosa.
            Un tablet ha la potenza HARDWARE per poter fare
            le stesse cose di un pc?


            No.
            Punto.

            Che futuro c'è se non c'è la vera innovazione?
            Cioè per te che cos'è l'innovazione, leggere su
            una tavoletta?? Hai un concetto strano di
            innovare...questa e' " l'innovazione " per i programmatorihttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3073284&m=3074517#p3074517 http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3073284&m=3074554#p3074554-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2011 11.23-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Lavorare per il vil denaro, che vergogna...
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Ma un tablet non deve fare le stesse cose di un pc.Quanto alla potenza, si mette là dove serve. Ad esempio quando scrolli, iPhone e iPad mostrano una potenza decisamente superiore alla maggior parte dei pc, che scrollano quasi tutti a scatti.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: ruppolo
            Ma un tablet non deve fare le stesse cose di un
            pc.
            Quanto alla potenza, si mette là dove serve. Ad
            esempio quando scrolli, iPhone e iPad mostrano
            una potenza decisamente superiore alla maggior
            parte dei pc , che scrollano quasi tutti a
            scatti.ahauaauuhuhauahl'apoteosi della ridicolaggineil nonplusultra
          • p2p scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: KeS
            Utopia, sei molto ottuso.
            Io non sono fan di nessuno ma se non vedi le
            potenzialità dei tablet in futuro mi spiace per
            te.

            Apple è una dittatura pura e semplice, ma gli
            altri sono troppo fossilizzati sul loro
            Explorer(utenti Windows) o sulla loro
            shell(utenti Linux) per innovare nell'utilizzo
            dei
            computer.

            Per voi esiste solo questo:
            Semplice & intuitivo == per Utonto
            Complesso & incasinato == per Vero Hacker

            Chi è veramente programmatore apprezza la
            semplicità d'uso e l'intuitività di un
            interfaccia perchè lo scopo di programmare è
            quello
            di automatizzare e non dover fare la stessa cosa
            più
            volte.

            Che senso ha che io debba copiare 10 comandi
            shell ed editare qualche file di configurazione
            seguendo alla cieca un
            HowTo????sei rimasto piuttosto indietro quanto ad utilizzo di linix sai?.. ora ci stanno le interfacce grafiche.. ci sta gnome.. kde.. e tante altre minori.. scommetto che te lo ricordi su un monitor a fosfori verdi
          • KeS scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            Lo sò, lo sò, ma mi piace ricordare i fosfori verdi!Però è anche vero che tanti super-esperti Linux in realtà sanno solo copiare un po di comandi da HowTo a Bash.......cosa che faccio anch'io quando capita ma che mi scazza perchè in molti casi basterebbe eseguire uno script invece che copiare comandi da 10 pagine di Wiki.
        • Anonimo Veneziano scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          quoto
      • sergio scrive:
        Re: Ma chi li compra?
        Modificato dall' autore il 21 gennaio 2011 12.02
        --------------------------------------------------idi0ta
      • ruppolo scrive:
        Re: Ma chi li compra?
        Ma quanto rosichi...
        • Fiber scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          - Scritto da: ruppolo
          Ma quanto rosichi...io rosico se la gente compra tutto?che azz me ne fotte di come butta soldi la gente mica li butto iol'importante e' che buttino i loro soldi ...mica i miei e tutti vissero felici e contenti auhauhauh-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2011 11.25-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: ruppolo

            Ma quanto rosichi...


            io rosico se la gente compra tutto?

            che azz me ne fotte di come butta soldi la gente Se fosse così non ne parleresti.

            mica li butto io

            l'importante e' che buttino i loro soldiPerché sarebbe importante?Due righe sopra scrivi "che azz me ne fotte", ora che è importante.Lo vedi che stai solo rosicando?
            ...mica
            i mieiOvvio, non ne hai.


            e tutti vissero felici e contenti auhauhauhNoi si, tu meno.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Fiber

            - Scritto da: ruppolo


            Ma quanto rosichi...





            io rosico se la gente compra tutto?



            che azz me ne fotte di come butta soldi la
            gente


            Se fosse così non ne parleresti.




            mica li butto io



            l'importante e' che buttino i loro soldi

            Perché sarebbe importante?

            Due righe sopra scrivi "che azz me ne fotte", ora
            che è
            importante.

            Lo vedi che stai solo rosicando?


            ...mica

            i miei

            Ovvio, non ne hai.






            e tutti vissero felici e contenti auhauhauh

            Noi si, tu meno. per me l'importante e' che loro siano contenti di buttare i loro soldi non i miei certamenteio i soldi li spendo in altro dove potrei anche ricoprirti .. non in giocattoli bye
    • rover scrive:
      Re: Ma chi li compra?
      Sono d'accordo, siamo pieni di cose che non servono ma sono cool, e semmai pagate a rate.
    • deactive scrive:
      Re: Ma chi li compra?
      a me piacciono sia Ipad che galaxy tab.Costan troppo entrambi, ecco l'unica vera pecca ;)
    • the_m scrive:
      Re: Ma chi li compra?
      - Scritto da: utopia
      Ma figo e basta, per quanto potranno ribattere
      gli "appassionati" non serve ad altro a parte
      sfogliare un giornale o un libro, che
      sinceramente si fa benissimo anche con un bel
      pezzo di carta.
      I netbook arrancano per l'ipad, non per i nuovi
      tablet, tutto qui.... ripeto, se non hanno le
      stesse potenzialità (o almeno le porte usb)a che
      cavolo servono? Stiamo impazzendo, ormai
      prendiamo le cose senza averne davvero
      bisogno.Beh dalle cose di cui abbiamo "davvero bisogno" potremmo anche togliere l'auto, il cellulare, il pc a casa, la tv ecc. ecc.Da possessore di un tablet Android posso dirti che di cose ne fa ben di più di un pezzo di carta.Se viaggi è utilissimo, visto che la maggior parte degli hotel nel mondo forniscono acXXXXX WiFi anche dalle camere: e lì ci fai tutto quello che faresti con uno smartphone (a parte le telefonate gsm), ma in modo molto più comodo con un display 10". Parlo di e-mail, navigazione web, giochi, skype e chat varie, lettura libri, qualche film, collegarci la fotocamera e riguardarti le foto/spedire/caricarle su un social network, ecc.Per esperienza personale, è molto più comodo di un notebook per queste funzioni.Oppure, se stai molte ore al giorno seduto su una scrivania davanti a un monitor, sicuramente alla sera apprezzi di poter star sdraiato sul divano o sul letto per leggere le notizie di qualche sito o fare una partita a scacchi, per esempio.Che poi il prezzo possa non valere queste possibilità, dipende dall'interesse e dalle tasche di ognuno.Certamente le possibilità "monche" di iPad sommate al prezzo elevato, lo rendono un prodotto poco interessante per le mie esigenze.Mi piacerebbe avere qualche impressione d'uso da utenti di aPad 7" che si trova a 85 euro nuovo sulla baia... per curiosità, visto che il mio Archos 10" è costato ben di più (240 eur+iva).
      • AlannnKay scrive:
        Re: Ma chi li compra?

        Mi piacerebbe avere qualche impressione d'uso da
        utenti di aPad 7" che si trova a 85 euro nuovo
        sulla baia... per curiosità, visto che il mio
        Archos 10" è costato ben di più (240
        eur+iva).Tieniti stretto l'Archos... ho provato l'aPad a una fiera, l'interfaccia utente è assolutamente inutilizzabile. Se fai uno "swipe" per far scorrere una foto, lui ci pensa su quasi mezzo secondo e poi di colpo fa partire la foto, come se l'avessi lanciata con la fionda... tanto vale usare mouse e tastiera. Niente a che vedere con la risposta dell'iPad, dove la foto segue il tuo dito istantaneamente e con velocità correlata al tuo movimento. In più lo schermo è resistivo (devi "premere" per fargli cprendere i comandi) e ha una resa del colore scadente. Autonomia sicuramente bassa, in fiera si rifiutavano di staccare il cavetto dell'alimentatore per vedere quanto resta acceso...Certo che a 85 euro gli si potrebbe trovare un utilizzo alternativo... magari come monitor di servizio per esempio... ma sicuramente collegato alla presa elettrica.
      • FinalCut scrive:
        Re: Ma chi li compra?
        - Scritto da: the_m
        Certamente le possibilità "monche" di iPad
        sommate al prezzo elevato, lo rendono un prodotto
        poco interessante per le mie
        esigenze.

        Mi piacerebbe avere qualche impressione d'uso da
        utenti di aPad 7" che si trova a 85 euro nuovo
        sulla baia... per curiosità, visto che il mio
        Archos 10" è costato ben di più (240
        eur+iva).Il tuo Archos se paragonato ad iPad viene a costare:http://www.archos.com/store/psearch.html?country=it&lang=it&prod_id=archos101it16 GB 349.99 IVA incl. +USB cable A / micro-USB B 9.99 IVA incl. +Adapter 5V 2A 14.99 IVA incl. =375 contro i 499 di iPad = 124 di differenza chiamarlo prezzo elevato mi sembra eccessivo.Quello da 250 è la versione 8 GB, io ti dico che per l'uso che ne faccio di iPad i 16 GB già mi vanno troppo stretti e sicuramente prenderò un iPad2 a 32GB o meglio 64GB non appena uscirà, tanto per farti notare l'uso intensivo che ne faccio.iPad sarà anche monco come dici tu, ma io invece ci faccio 1000 cose in più di quante non ne possa fare tu, con quel tablet che ha un OS considerato inadatto per parola del suo stesso realizzatore.Sei contento della tua scelta? perfetto, ma non puoi criticare chi ha fatto un altra scelta e ne trae, a suo insindacabile giudizio, vantaggi ben maggiori.(apple)(linux)PS: quanto ti dura la batteria con quel fresco? Con una carica il mio iPad dura in media 4 giorni / giocandoci e navigandoci.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 gennaio 2011 16.07-----------------------------------------------------------
        • the_m scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          - Scritto da: FinalCut
          Il tuo Archos se paragonato ad iPad viene a
          costare:

          http://www.archos.com/store/psearch.html?country=i

          16 GB 349.99 IVA incl. +
          USB cable A / micro-USB B 9.99 IVA incl. +
          Adapter 5V 2A 14.99 IVA incl. =

          375 contro i 499 di iPad = 124 di
          differenza chiamarlo prezzo elevato mi sembra
          eccessivo.Il mio Archos su redcoon costa 290 euro ivato (349 quello da 16 GB, che a me non servono a nulla). E ha già il caricabatterie e il cavo usb, che sono in vendita sullo store nel caso servissero ricambi.
          Quello da 250 è la versione 8 GB, io ti dico che
          per l'uso che ne faccio di iPad i 16 GB già mi
          vanno troppo stretti e sicuramente prenderò un
          iPad2 a 32GB o meglio 64GB non appena uscirà,
          tanto per farti notare l'uso intensivo che ne
          faccio.Sarei curioso di sapere a cosa ti servono tutti quei GB (io potrei riempirli con dei video... e basta).Se avessi un Archos te ne fregheresti della capacità perchè puoi collegarci tutte le microSD e tutte le chiavette o hard disk USB che vuoi.
          iPad sarà anche monco come dici tu, ma io invece
          ci faccio 1000 cose in più di quante non ne possa
          fare tu, con quel tablet che ha un OS considerato
          inadatto per parola del suo stesso realizzatore.L'ha detto anche un altro utente, stiamo aspettando l'elenco delle cose che iOS fa e Android no. L'elenco opposto è lungo e interessante, ed è anche il motivo per cui metà degli utenti iPhone fanno XXXXXXXXX.Archos è un dispositivo entry-level e non ha il GPS (ha solo la posizione approssimativa via WiFi), quindi questa è una effettiva mancanza.Mancanza da poco visto che l'utilizzo tipico di un 10" è in casa, in hotel, in aereo o in treno.. mica lo si usa in mobilità.In compenso ha la fotocamera integrata per videochat e una buona dose di connettori standard (2 usb, mini hdmi, slot microSD).
          Sei contento della tua scelta? perfetto, ma non
          puoi criticare chi ha fatto un altra scelta e ne
          trae, a suo insindacabile giudizio, vantaggi ben
          maggiori.Io in un altro post ho elencato cose concrete che non avrei potuto fare con iPad (se non utilizzando acXXXXXri proprietari costosissimi, XXXXXXXXXando o robe del genere)http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3067836&m=3068000Stiamo ancora aspettando l'elenco dei vantaggi di iOS su Android e di iPad rispetto a un dispositivo con porte e connettori "normali" e un os non "incatenato" al suo market e a fare quello che pare a jobs.Puoi dirci tu quali sono questi vantaggi? Il marchio della mela a lato?
          PS: quanto ti dura la batteria con quel fresco?
          Con una carica il mio iPad dura in media 4 giorni
          / giocandoci e navigandoci.Non è per niente male. Non sono in grado di compararla ad altri tablet ma sicuramente molto di più di un qualsiasi smartphone.(Nella settimana in cui ero via l'ho ricaricato una volta... ovviamente non ero tutto il giorno lì attaccato)
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: the_m
            Sarei curioso di sapere a cosa ti servono tutti
            quei GB (io potrei riempirli con dei video... e
            basta).Ovvio, tu non hai applicazioni da mettere.
            Se avessi un Archos te ne fregheresti della
            capacità perchè puoi collegarci tutte le microSD
            e tutte le chiavette o hard disk USB che
            vuoi.Ma io non voglio collegarne nessuna, mica giro col raccoglitore di chiavette in tasca.

            iPad sarà anche monco come dici tu, ma io invece

            ci faccio 1000 cose in più di quante non ne
            possa

            fare tu, con quel tablet che ha un OS
            considerato

            inadatto per parola del suo stesso realizzatore.

            L'ha detto anche un altro utente, stiamo
            aspettando l'elenco delle cose che iOS fa e
            Android no.Troppo lungo.
            L'elenco opposto è lungoLungo? AHHAHAHAHAHH!!!!
            e
            interessante,Interessante? Per chi?
            ed è anche il motivo per cui metà
            degli utenti iPhone fanno
            XXXXXXXXX.Metà? AHHAAHHAHAHAHHAHAH!!!!!
            Archos è un dispositivo entry-level e non ha il
            GPS (ha solo la posizione approssimativa via
            WiFi), quindi questa è una effettiva
            mancanza.
            Mancanza da poco visto che l'utilizzo tipico di
            un 10" è in casa, in hotel, in aereo o in treno..
            mica lo si usa in
            mobilità.

            In compenso ha la fotocamera integrata per
            videochat e una buona dose di connettori standard
            (2 usb, mini hdmi, slot
            microSD).Ovvio, il concetto wireless è in ritardo, arriverà col prossimo treno.

            Sei contento della tua scelta? perfetto, ma non

            puoi criticare chi ha fatto un altra scelta e ne

            trae, a suo insindacabile giudizio, vantaggi ben

            maggiori.

            Io in un altro post ho elencato cose concrete che
            non avrei potuto fare con iPad (se non
            utilizzando acXXXXXri proprietari costosissimi,
            XXXXXXXXXando o robe del
            genere)Quali sarebbero questi acXXXXXri costosissimi?
            Stiamo ancora aspettando l'elenco dei vantaggi di
            iOS su Android e di iPad rispetto a un
            dispositivo con porte e connettori "normali" e un
            os non "incatenato" al suo market e a fare quello
            che pare a
            jobs.Veramente incatenato è il tuo dispositivo, visto che è zeppo di cavi. O dovrei dire inCAVOlato?
            Puoi dirci tu quali sono questi vantaggi? Il
            marchio della mela a
            lato?I vantaggi sono essenzialmente gli stessi che differenziano iPhone dai terminali pre-iPhone: l'usabilità. Uno è usabile, l'altro no. Infatti, come si vede nelle statistiche, si usa poco e niente, come gli smartphone di una volta.

            PS: quanto ti dura la batteria con quel fresco?

            Con una carica il mio iPad dura in media 4
            giorni

            / giocandoci e navigandoci.

            Non è per niente male. Non sono in grado di
            compararla ad altri tablet ma sicuramente molto
            di più di un qualsiasi
            smartphone.Non hai ancora deciso se parlare di tablet o di smartphone?
            (Nella settimana in cui ero via l'ho ricaricato
            una volta... ovviamente non ero tutto il giorno

            attaccato)Ovvio, solo gli utenti iOS sono tutto il giorno attaccati :D
        • deactive scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          come fa a durarti 4 giorni? a me su iphone4 dura si e no un giorno, facendone un uso tra l'altro abbastanza limitato, ovvero qualche telefonata, non piu' di tre o quattro e controllo della mail la sera dal divano ;) possibile che la batteria di Ipad tenga cosi' tanto tempo in piu' di quella di uno smartphone ?( tenendo conto in proporzione dei consumi )
          • FinalCut scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: deactive
            come fa a durarti 4 giorni? a me su iphone4 dura
            si e no un giorno, [..]
            possibile che la batteria
            di Ipad tenga cosi' tanto tempo in piu' di quella
            di uno smartphone ?( tenendo conto in proporzione
            dei consumi... si ... ho un iPhone4 e dura anche a me un giorno massimo 1+1/2iPad mi dura anche 4 giorni una volta senza uso sfrenato mi è arrivata ad una settimana.(apple)(linux)
        • rover scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          Un dato è certo: sulla batteria racconti balle!Anche sul resto, ma quella della batteria è notevole!Ah, lo usi 2 ore al giorno. Allora va bene.
          • FinalCut scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: rover
            Un dato è certo: sulla batteria racconti balle!
            Anche sul resto, ma quella della batteria è
            notevole!
            Ah, lo usi 2 ore al giorno. Allora va bene.Non uso iPad per telefonare, non ci lavoro tutto il giorno, (ovvio) ne faccio un uso moderato me intenso (giochi, wifi, etc) per, diciamo, 2/3 ore al giorno che sono parecchie IMHO.Poi se voi troll non ci credete, perché il vostro la vostra tavoletta Android non dura così a lungo è un'altra cosa.(apple)(linux)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma chi li compra?

            Poi se voi troll non ci credete, perché il vostro
            la vostra tavoletta Android non dura così a lungo
            è un'altra
            cosa.Vincerai il campionato nazionale di glass climbing; faccio il tifo per te!
          • FinalCut scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Poi se voi troll non ci credete, perché il
            vostro

            la vostra tavoletta Android non dura così a
            lungo

            è un'altra

            cosa.

            Vincerai il campionato nazionale di glass
            climbing; faccio il tifo per
            te!Io non voglio convincere nessuno.Fai la tua prova, entra in Apple Store giocaci un oretta e controlla tu stesso che la batteria non ne ha risentito se non impercettibilmente.(apple)(linux)
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: rover
            Un dato è certo: sulla batteria racconti balle!
            Anche sul resto, ma quella della batteria è
            notevole!
            Ah, lo usi 2 ore al giorno. Allora va bene.La batteria di iPad ha una durata percepita come infinita, se paragonata con smartphone, netbook e notebook.
      • ruppolo scrive:
        Re: Ma chi li compra?
        Sei solo un troll. Prima parli di tablet utili per navigare in hotel, di Skype, email, giochi, poi te esci con le capacita monche di iPad, con il quale fai tutte le cose che hai detto, meglio, e tante altre che il tuo Galaxy si sogna. Anzi, tu ti sogni. Vedremo la tua faccia quando uscirà honeycomb...
        • the_m scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          Le capacità "monche" non erano riferite a e-mail, skype o altre funzioni che iPad ha e svolge egregiamente.Erano riferite a quello che iPad NON fa per colpa del suo iOS ultrabloccato e porte/connettori assenti o proprietari (a cui puoi collegare solo acXXXXXri proprietari e ultracostosi).
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma chi li compra?
            - Scritto da: the_m
            Le capacità "monche" non erano riferite a e-mail,
            skype o altre funzioni che iPad ha e svolge
            egregiamente.

            Erano riferite a quello che iPad NON fa per colpa
            del suo iOS ultrabloccatoGià, tu però per decantare l'utilità del tablet non hai parlato di queste, ma delle altre.Giustamente.
            e porte/connettori
            assenti o proprietari (a cui puoi collegare solo
            acXXXXXri proprietari e
            ultracostosi).E quali sarebbero questi acXXXXXri ultracostosi?
      • ruppolo scrive:
        Re: Ma chi li compra?
        L'hai comprato per sviluppare per quali dispositivi? Lui stesso?
        • petronio arbitro scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          - Scritto da: ruppolo
          L'hai comprato per sviluppare per quali
          dispositivi? Lui
          stesso?Probabilmente ti senti spiritoso a tirare ste battute, sicuramente devi essere un'emerito XXXXXXXXX, nulla di personale, solo una constatazione senza offesa Ruppolo, nulla di personale.
        • petronio arbitro scrive:
          Re: Ma chi li compra?
          - Scritto da: ruppolo
          L'hai comprato per sviluppare per quali
          dispositivi? Lui
          stesso?Va bene, chiedo venia per il commento offensivo che mi è stato giustamente cancellato, proverò a spiegarti che le app girano su di una macchina virtuale chiamata darvik (java) e che l'unica cosa a cui stare attenti sono le dimensioni dello schermo, problema ovviamente rimediabile con l'sdk.Da qui se ne deduce che svilupperò per OGNI dispositivo androidciao
Chiudi i commenti