NebuAd, gli ISP non hanno colpa

I provider che avrebbero affiancato la piattaforma pubblicitaria sono stati scagionati. La responsabilità è solo di chi spia

Roma – I responsabili di sei provider invischiati nel processo a carico di NebuAd potranno tornare a dormire sonni tranquilli. Il tribunale che sta seguendo il caso ha sciolto le accuse nei confronti degli ISP che avrebbero permesso all’azienda di monitorare i cittadini della rete per individuarne le preferenze e servire advertising su misura.

NebuAd continuerà la sua corsa in tribunale da sola: già a febbraio i provider se ne erano lavati le mani sostenendo la propria estraneità ai fatti. Ora il giudice gli ha dato ragione depennandoli dalla lista dei soggetti posti sotto processo.

La storia di NebuAd era iniziata a fine 2008. 15 utenti avevano denunciato la piattaforma a causa della sua attività di monitoraggio delle attività online personali, quel behavioral advertising che stenta a decollare su entrambe le sponde dell’Atlantico.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il_pier scrive:
    LOL leggete cosa mi è capitato
    Stò scrivendo un programmino che deve estrapolare dei dati da un file di testo.Pensavo di mappare i dati in una classe per poi accedervi in maniera più intuitiva.Ho cercato con google eventuali implementazioni fatte da altri per prendere spunto, ma indovinate... (troll)il primo link che mi è uscito è il BREVETTO US PATENT FIGLDIPUTT!!!!http://www.freshpatents.com/-dt20090917ptan20090235164.php(ho cercato le parole 'map text file to an object')anche questo!!!hanno brevettato il parsing di una stringa!!!
    • seeeeee scrive:
      Re: LOL leggete cosa mi è capitato
      Qui si sfiora il ridicoloMa che invenzioni sono? I brevetti andrebbero sulle invenzioni. Se io assemblo semplicemente cose già brevettate per avere un qualche cosa che sostanzialmente non aggiunge niente cosa ho inventato?Diverso è per un qualcosa di più significativo, mi va bene il brevetto per un algoritmo di cifratura o un algoritmo di compressione, mentre non mi va bene per un applicazione tipo word o photoshop (nell'insieme, mentre internamente è logico che ci siano brevetti magari su eventuali algoritmi di cifratura/conpressione/ecc proprietari)il mapping di un file di testo su un oggetto è ridicolo, corrisponde alla trascrizione in bella copia di un blocco di appunti.... qualcuno ha brevettato questa operazione????
      • Wolf01 scrive:
        Re: LOL leggete cosa mi è capitato
        Costruiamo una macchina del tempo, brevettiamola eh mi raccomando, torniamo indietro nel tempo, brevettiamo il brevetto e quindi diventiamo padroni del mondo.Qualsiasi XXXXXXXta in ambito informatico è brevettata ormai, io me ne frego tranquillamente, non vado a cercarmi codice in giro e tutto quello che faccio esce dalla mia testa, perchè devo pagare per una MIA idea e un MIO lavoro di sviluppo?
        • attonito scrive:
          Re: LOL leggete cosa mi è capitato
          - Scritto da: Wolf01
          Costruiamo una macchina del tempo, brevettiamola
          eh mi raccomando, torniamo indietro nel tempo,
          brevettiamo il brevetto e quindi diventiamo
          padroni del
          mondo.

          Qualsiasi XXXXXXXta in ambito informatico è
          brevettata ormai, io me ne frego tranquillamente,
          non vado a cercarmi codice in giro e tutto quello
          che faccio esce dalla mia testa, perchè devo
          pagare per una MIA idea e un MIO lavoro di
          sviluppo?una macchina del tempo "vera" non puo' tornare piu' indietro nel tempo rispetto alla sua data di costruzione.
        • il_pier scrive:
          Re: LOL leggete cosa mi è capitato
          Infatti, ora io dovrei pagare delle royalties per un programmino del cavolo perchè questi hanno registrato un'idea? (senza implementazione e senza nemmeno dello pseudo codice in calce al brevetto!)
  • Guybrush scrive:
    Patent troll
    Qualche americano e' stupido, Tocqueville ci insegna che tutti devono essere uguali, per cui la stragrande maggioranza degli americani deve comportarsi in modo stupido.Applicando questo concetto al funzionamento dell'ufficio brevetti il risultato e' catastrofico.E' mia opinione che un brevetto software debba comprendere, se non il codice sorgente, almeno una corposa documentazione su come il software da brevettare funzioni. Altrimenti e' fuffa.D'altro canto mi pare di capire che l'unico ufficio brevetti che abbia funzionato bene sia stato quello di Berna e solo dal 1903 al 1906.Buona giornata a tuttiGT
  • ... scrive:
    Brevetto informazioni online
    Tiè... così ho in pugno tutto il web
    • pippuz scrive:
      Re: Brevetto informazioni online
      - Scritto da: ...
      Tiè... così ho in pugno tutto il webnon sarebbe prior art. Comunque è ridicolo che si possa brevettare una cosa del genere "un'idea che è stata da noi sviluppata anni fa, cioè che si può coniugare la massima flessibilità di scelta con il livello più alto di privacy sui dati personali".domani brevetto l'idea che si può coniugare una grafica accattivante con il livello più alto di design e con un'ottima disposizione delle informazioni.
  • Aname scrive:
    e le pagine blu?
    Nessuno ha brevettato le pagine cor blu?
  • euthymos scrive:
    Non se ne può più
    Queste aziendine che quando un'idea (benché semplice) ha sucXXXXX tirano fuori in brevetto del '15-'18 dove si dimostra che sono stati i primi a pensare di lavarsi le mani con l'acqua calda :DBisognerebbe inserire una clausola nella normativa sul brevetto: se la tua idea brevettata non sei stato in grado di realizzarla su grande scala, allora è meglio se l'ha fatto qualcun altro qualche anno dopo e te ne vai cordialmente a ca..re!
    • Gips scrive:
      Re: Non se ne può più
      Non è effettivamente corretto il fatto di togliere un brevetto a chi non è in grado di produrlo su grande scala...Tu potresti avere l'idea del millennio in un mini-laboratorio d'informatica appena aperto e non avere abbastanza fondi per realizzarla oppure non trovare finanziatori adeguati: a questo punto non sarebbe giusto che quest'idea venga raziata a piacimento dall'azienda che arriva prima...Come non è giusto questo patent-trolling esasperato che spesso i tribunali riconoscono da lontano (per fortuna...)
      • euthymos scrive:
        Re: Non se ne può più
        Allora se non sei in grado di realizzarlo, ti sbrighi a vendere il brevetto e non aspetti pazientemente di fare causa alla prima grande azienda che - non conoscendoti e non conoscendo la tua idea in quanto sei una "formica" - certamente arriva a formulare la tua stessa (banale) idea.Se non lo realizzi o lo vendi dopo 5 anni, viene cancellato. Non è possibile che 'sta gente rimane appostata per vent'anni aspettando che qualcuno riformula la sua idea.
        • pippuz scrive:
          Re: Non se ne può più
          - Scritto da: euthymos
          Allora se non sei in grado di realizzarlo, ti
          sbrighi a vendere il brevetto e non aspetti
          pazientemente di fare causa alla prima grande
          azienda che - non conoscendoti e non conoscendo
          la tua idea in quanto sei una "formica" -
          certamente arriva a formulare la tua stessa
          (banale)
          idea.i problemi sono due: - spesso l'idea non è banale, anzi (questo caso non conta, questo è solo patent trolling). Sviluppare un'idea non banale se non hai fondi a disposizione non è per niente facile. Se Page e Brin fossero stati in Italia, avremmo ancora altavista.- io ho l'idea superfica, la porto a te grande azienda, tu dici non mi interessa, però in realtà te la copi e ci fai sopra un sacco di soldi e dicono che non ti hanno mai visto: cosa fai?
          • Wolf01 scrive:
            Re: Non se ne può più
            Ho brevettato e costruito un micro generatore a fusione fredda, però non lo dico in giro per evitare speculazioni commerciali in quanto lo scopo del mio brevetto non è quello di guadagnarci bensì quello di impedire agli altri di replicare l'invenzione.Intanto aspetto una 30ina d'anni per vedere se qualcun'altro riesce a fare la fusione fredda così gli chiedo i danni.Avrebbero potuto brevettare il profilo online anche nel 1492, se però non l'hanno mai sfruttato sono XXXXX loro, non possono venirsene fuori dopo 5 secoli con la scusa del "l'ho brevettato prima io"Patent trolling puro
    • TizioIncogn ito scrive:
      Re: Non se ne può più
      A mio parere dovrebbe esserci una specie di usucapione anche sui brevetti, questa azienda dichiara che è qualche anno che ha in cantiere la causa, però guarda caso ha aspettato che facebook fosse famoso.Altra cosa è che non andrebbero concessi brevetti per cose troppo banali, mi sembra normale che li si violi, se a me viene in mente un'idea per la realizzazione di un sito dovrei controllare prima i milioni di brevetti registrati?
      • waka_jawaka scrive:
        Re: Non se ne può più
        Manca solo che ci sia qualcuno che se ne esce con il brevetto di un "sistema che prevede sequenze logicamente ordinate di operazioni o comandi di istruzioni, degli insiemi di istruzioni che producono soluzioni per una data classe di problemi"e BUM!, tutta l'informatica sarebbe sotto contenzioso giudiziario.PS: l'oggetto del brevetto consiste nella definizione di programma informatico secondo wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Programma_(informatica). La cosa che fa pensare è che gran parte dei brevetti fatti valere in casi come questo, hanno la stessa genericità (la struttura a plug-in, la barra di progresso, i desktop virtuali ecc).
    • attonito scrive:
      Re: Non se ne può più
      - Scritto da: euthymos
      Queste aziendine che quando un'idea (benché
      semplice) ha sucXXXXX tirano fuori in brevetto
      del '15-'18 dove si dimostra che sono stati i
      primi a pensare di lavarsi le mani con l'acqua
      calda :D
      Bisognerebbe inserire una clausola nella
      normativa sul brevetto: se la tua idea brevettata
      non sei stato in grado di realizzarla su grande
      scala, allora è meglio se l'ha fatto qualcun
      altro qualche anno dopo e te ne vai cordialmente
      a ca..re!La mia azienda ha brevettato il buco del XXXX.tra un paio di giorni presenteremo denuncia all'ONUin quanto tutti fanno la XXXXX senza pagarci la roialty.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Non se ne può più
        Mi spiace, è prior art, il buco del XXXX esisteva già prima del tuo brevetto
        • attonito scrive:
          Re: Non se ne può più
          - Scritto da: Wolf01
          Mi spiace, è prior art, il buco del XXXX esisteva
          già prima del tuo brevetto.ci vediamo in tribunale. Va dimostrato, signor mio, che e' prior art, mica e' sufficente dirlo cosi sul primo forum che capita.
    • il signor rossi scrive:
      Re: Non se ne può più
      - Scritto da: euthymos
      Bisognerebbe inserire una clausola nella
      normativa sul brevetto: se la tua idea brevettata
      non sei stato in grado di realizzarla su grande
      scala, allora è meglio se l'ha fatto qualcun
      altro qualche anno dopo e te ne vai cordialmente
      a
      ca..re!concordo, ma è anche troppo permissivo, le idee non dovrebbero essere brevettabili.
    • guast scrive:
      Re: Non se ne può più
      E' proprio quello che è sucXXXXX a Meucci.Il problema in realtà è diverso. Non dovrebbero concedere brevetti per certe stupidaggini
  • francososo scrive:
    patent-trolling
    patent-trolling : mai un termine fu cosi azzecato !Quante aziende proliferano su brevetti idioti ? Io penso abbastanza !
Chiudi i commenti