Neural.it/ Word Perhect, word processing da incubo

Opera shockwave makes the shockwaves
Opera shockwave makes the shockwaves


Roma – Word Perhect è il lavoro in shockwave di Tomoko Takahashi che ripropone l’interfaccia di un programma di word processing, bisbetico nei comandi e nei risultati possibili. Oltre a scegliere il formato di pagina da oggetti improvvisati (come uno scontrino) l’opera programmata da Jon Pollard, amplifica a dismisura le conseguenze negative delle sofisticazioni imposte dai programmi di elaborazione testi. Con l’andare del tempo infatti, grazie ai correttori di sintassi e ai dizionari incorporati essi hanno imposto sempre più un linguaggio standardizzato e corporativo, minando alla base la diversità e la ricchezza del linguaggio. Word Perhect presenta menù e icone scritti e disegnati a mano, anche se tutto funziona alla perfezione, sia pure con alcuni tool apparentemente poco comprensibili…

Il sito di Word Perhect è qui

A cura di Neural.it, new
media art, e-music, hacktivism
.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 09 2002
Link copiato negli appunti