Neutralità, qualcuno fermi FCC

Un disegno di legge per sbarrare la terza via annunciata da Genachowski. La commissione dovrebbe analizzare il mercato e appurare che sia a rischio discriminazione

Roma – C’è chi ha sottolineato come possa tranquillamente trattarsi di un’iniziativa partorita dalle poco neutrali menti di operatori del calibro di AT&T e Verizon. È stata invece quella del senatore repubblicano Cliff Stearns, membro della House Subcommittee on Communications, Technology and the Internet degli Stati Uniti. Un disegno di legge – chiamato Internet Protection, Investment and Innovation Act – che mira esplicitamente a frenare ogni istinto di regolamentazione a favore della cosiddetta neutralità della Rete. In particolare, quelli di Julius Genachowski e della sua Federal Communications Commission (FCC).

Proprio recentemente, FCC aveva pubblicato online un documento ufficiale ad annunciare una terza via nella ricerca di un adeguato contesto legale per risolvere quello che è stato definito Comcast dilemma . La commissione a stelle e strisce vorrebbe in pratica riconoscere la sola componente di trasmissione dei servizi d’accesso al broadband come un più tradizionale servizio di telecomunicazione .

Questo per dotarsi di un potere più esteso di quello attuale – FCC non aveva competenza giurisdizionale ad intervenire nel caso Comcast , almeno secondo un panel di tre giudici – innanzitutto sulle dinamiche di prezzo, quindi sulle attività dei vari provider. Ma Genachowski aveva in seguito spiegato di non mirare a regolamentare servizi, applicazioni e contenuti di Internet.

“Non vedo alcun motivo per cui il web debba essere regolamentato – ha dichiarato Stearns sul suo sito ufficiale – e anche se ne esistesse uno, a decidere dovrebbe essere il Congresso e non FCC”. Il senatore ha quindi parlato di una manovra faziosa da parte di Genachowski, che vorrebbe dunque imporre i suoi principi relativi alla neutralità della Rete.

Al centro del disegno di legge c’è allora una serie di misure che FCC dovrebbe intraprendere obbligatoriamente prima di intervenire. In primis, una rigorosa analisi del mercato , praticamente a dimostrare che quest’ultimo rischi grosso senza neutrality, e che quindi abbia bisogno di un intervento diretto da parte di FCC. Successivamente, la commissione di Genachowski dovrebbe riferire in Congresso, in attesa di un sì più sudato di quanto immaginato.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    Ecco le conseguenze
    Pirati della malora!
    • angros scrive:
      Re: Ecco le conseguenze
      Le conseguenze sono: chi pirata ottiene tutto gratis, e gli altri pagano. Fare il pirata conviene sempre di più.
      • ruppolo scrive:
        Re: Ecco le conseguenze
        - Scritto da: angros
        Le conseguenze sono: chi pirata ottiene tutto
        gratis, e gli altri pagano. Fare il pirata
        conviene sempre di
        più.Quando sarò ridotto a rubare rischierò la galera per qualcosa di maggior valore, grazie.
  • aPenguin scrive:
    Ingiunzione per il distacco diTPB
    Leggete qui invece.. un po OT ma di sicuro interessehttp://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=2921406ceb765e37Le major di Hollywood ottengono uningiunzione per il distacco di The Pirate Bay da Internethttp://blog.tntvillage.scambioetico.org/?p=6097
  • anonym ous scrive:
    il re è morto
    viva il nuovo re
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: il re è morto
      Il re? E di cosa, precisamente? Mai usato SuccodiLimone in vita mia e di certo non sentirò la sua mancanza :-P
      • gustavo levongole scrive:
        Re: il re è morto
        Dei filetti di platessa infarinati e messi in una pentola antiaderente, sono squisiti con un po di succodilimone. Provare per credere!
      • ruppolo scrive:
        Re: il re è morto
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Il re? E di cosa, precisamente? Mai usato
        SuccodiLimone in vita mia e di certo non sentirò
        la sua mancanza
        :-PUn discorso che si può interpretare in due modi:a) mai usato il piede di XXXXX.b) mai usato il piede di XXXXX, uso il c4.
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: il re è morto
          In genere uso la nitro, ma se serve c'ho anche il nucleare XDScherzi a parte, LimeWire ha 'na brutta storia di adware alle spalle e personalmente parlando per connettermi alla rete Gnutella(2) (se proprio devo eh, perché io sono del partito Mulo+BitTorrent uber alles) uso Shareaza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2010 12.34-----------------------------------------------------------
  • krane scrive:
    E ftp ???
    Ora vedremo le forze dell'ordine fare irruzione al MIT per trarre in arresto l'inventore di FTP !!!! :|
    • nOra scrive:
      Re: E ftp ???
      - Scritto da: krane
      Ora vedremo le forze dell'ordine fare irruzione
      al MIT per trarre in arresto l'inventore di FTP
      !!!!
      :|L'articolo sicuramente non chiarisce bene il merito della questione, ma non è la tecnologia ad essere sotto accusa ma il comportamento dell'azienda che anzichè incentivare un utilizzo legitto della propria piattaforma ha fatto l'opposto.
      • Sgabbio scrive:
        Re: E ftp ???
        Scusa ma uno non può essere un mero fornitore di un servizio ? :DE come se arrestassero chi ha sviluppato il bittorrent perchè non va in giro a "fucilare i brutti piratoni" che usano tale protocollo.
    • hp sucs scrive:
      Re: E ftp ???
      se il mit pubblizzasse l'ftp su google con keyword "mp3 download" o "avi dowload" si! la nsa potrebbe invadere il mit!
      • Reolix scrive:
        Re: E ftp ???
        E da quando in quà contenitori multimediale o algoritmi di compressione vari sono considerati illegali o contengono esclusivamente materiale illegale??
  • Pptron scrive:
    in pratica... se ho capito bene
    Se le aiuti ti pugnalano alle spalleSe ci remi contro ti pugnalano Qui perche aiutarle?
Chiudi i commenti